×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Torino tricolore!  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
Sabrina
Scritto da: Sabrina
Località: Torino
Durata: 1 giorno
Data partenza: dal 15/11/2010 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: Sabrina e Luigi

Introduzione

Un giorno nella bella Torino, ricca di Storia e frizzante nella sua modernità.

Descrizione

Torino ci appare come una signora di una certa età, imponente ma al passo coi tempi. La visitiamo in un periodo particolare, nei festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia, infatti è vestita a festa, tricolori le vie, le piazze, i giardini, le fontane, i monumenti.

Passeggiare sotto gli alti porticati mi fa ritornare in mente Parigi, non a caso Torino risente (in maniera positiva) dell'influsso francofono nell'atmosfera e nello stile architettonico dei suoi palazzi, e sa unire il prestigio della Storia a una città universitaria e frizzante. L'albergo in cui pernottiamo ci ha fornito la guida della città, ma è facile constatare dopo una prima occhiata come a Torino sia quasi impossibile perdersi: le vie sono tutte perpendicolari tra loro, il centro racchiude la maggior parte delle bellezze da visitare (un giorno val bene una visita, se si vogliono raggiungere Venarìa o Superga bisognerà attrezzarsi diversamente).

Dalla stazione Porta Nuova percorriamo la diritta via Roma, in cui si affacciano vari negozi per le shoopaholics più accanite, e ben presto ci troviamo davanti il “Salotto d'Italia”, Piazza San Carlo, la cui conformazione ricorda nuovamente lo stretto rapporto che intercorre tra Torino e la capitale francese (Place des Vosges è caratterizzata alla stessa maniera dai palazzi che la racchiudono per tre quarti). Nelle vicinanze anche il Museo Egizio (il secondo per importanza dopo quello del Cairo) e piazza Castello: una serie di viuzze serpeggianti ci conducono infine al simbolo torinese per eccellenza, la Mole, esempio di monumentale bellezza tutta italiana (la più grande costruzione in muratura esistente) che ospita in maniera permanente il Museo nazionale del cinema; da accanita cinefila quale sono, la visita è obbligata e per un intero pomeriggio sono immersa in un vortice di quelle che sono le nostre origini, dai Maestri (su tutti Fellini e De Sica) alle produzioni contemporanee (a testimoniare un perfetto connubio tra antico e moderno), più altre incursioni nei kolossal holliwoodiani che tanto devono alla nostra Cinecittà.

Continuiamo il nostro tour alla scoperta della città e dei suoi angoli più particolari con la visita a piazza Carignano, che la domenica ospita un vivace mercatino di antiquariato e approfittiamo di un break gastronomico per provare la pizza dei fratelli LaCozza, famoso locale di proprietà di Piero Chiambretti: non poteva essere diversamente, il tutto rispecchia il carattere e l'estrosità del front-man, e la pizza napoletana cotta in forno a legna è un piacere per il palato. Non possiamo lasciare Torino senza ammirare la sua piazza forse più celebre, che è anche la piazza più grande d'Europa, piazza Vittorio Veneto, che vista al tramonto nella sua maestosità, con sullo sfondo la Chiesa della Santa Madre di Dio appollaiata sulla collina della Torino bene, e il Po rumoroso sottostante, ci regala un panorama suggestivo.

Una passeggiata serale presso il Parco del Valentino, meta di famiglie, coppie, semplici lettori o sportivi dell'ultima ora, ci conduce verso uno dei tanti bar pittoreschi torinesi per un Bicerin, il tipico caffè con panna preparato ad arte nel corso dei secoli, magari accompagnato da uno squisito gianduoitto (impossibile resistere alla tentazione di acquistarne una provvista, se siete del cioccolato dipendenti!). La serata è appena iniziata, i Murazzi scintillano di locali e da lontano si sentono già le prime note di musica dal vivo: Torino è anche questo, una città di giovani e per i giovani, con un ricco assortimento di eventi per tutti i gusti e per tutte le età, bisogna solo scoprirlo di persona.

È proprio vero che Passion lives here, come recitano ancora diverse scritte sui muri e sui segnali che ricordano le Olimpiadi invernali che resero la città protagonista nel 2006.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0160153
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0040038

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0,0010013
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Altri diari sulle destinazioni vicine

DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0140132
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070068
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Scarica gratis

la guida pdf di Torino
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,003003
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,9008635
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
JoinUs-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0030034
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0,0010017