×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Parma  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Parma

Superfice:
260 km2
Altitudine:
57 m
Abitanti:
188614 [2014-04-30]
Introduzione

Parma è un capoluogo di provincia italiano posto a nord ovest nella regione dell'Emilia Romagna. La città di Parma è situata in pianura, ed è attraversata da diversi corsi d'acqua. Il primo è il torrente Parma, che scaturisce dal Po e che attraversa la città fino a toccare il centro storico; gli altri due importanti fiumi sono l'Enza e il Taro che la delimitano. Il territorio di Parma è pianeggiante ed è delimitato a ovest dall'Appennino Tosco- emiliano. Parma dista poco più di 100 chilometri da Milano, circa la stessa distanza che c'è tra la città e Bologna. Parma è anche molto vicina e ben collegata alle città di Piacenza e Mantova che distano da essa poco più di 60 chilometri.

La zona dove sorge Parma era abitata dall'essere umano già nell'era del bronzo. Parma era un antico insediamento come ve ne erano molti altri in Emilia in quell'epoca, e come gli altri era sorto per motivi commerciali lungo quella linea che poi fu la via Emilia. Come narra la storia, i romani che conquistarono le terre del nord operarono una sorta di colonizzazione instaurandovi delle famiglie che avevano ricevuto in dono una terra da coltivare. Iniziò così un periodo di una certa prosperità per coloro che abitavano lungo la via Emilia. Parma fu una delle città più importanti in epoca longobarda; qui infatti sorsero palazzi e centri militari. Ma il periodo di vero grande splendore della città fu durante il Rinascimento, quando venne instaurato il Ducato di Parma sotto la guida dei Farnese. Proprio in questo periodo nella corte dei duchi venivano ospitati i più grandi artisti della storia, come il Correggio e il Parmigianino le cui opere sono ancora un faro di grande bellezza per la nostra civiltà. Lo splendore della città sotto i Farnese e poi sotto i Borbone non cessò mai ma subì un grave arresto con la conquista di Bonaparte. Per quanto riguarda la storia contemporanea c'è un episodio particolarmente ricordato nella città di Parma: le barricate contro la conquista fascista di Belbo nel lontano 1922. Quest'episodio viene ancora rievocato con orgoglio sopratutto nella parte del centro storico cittadino chiamata "Oltretorrente" perché si trova al di là del Parma, parte nella quale vennero innalzate la maggior parte delle barricate.

L'economia della città di Parma è legata primariamente al settore agricolo, in particolare alla produzione di ortaggi come pomodori e mais. Anche l'industria meccanica parmigiana è molto sviluppata, grazie anche allo sviluppo del settore agroalimentare locale che le dà impulso. Inoltre Parma è forse la più grande realtà italiana nella produzione di insaccati di qualità, che le hanno valso il nome di "Food Valley". In questa zona viene prodotto il prosciutto di Parma, il parmigiano reggiano e vari altri salumi tra i quali figurano il salame di Felino, la spalla di San Secondo e tanto altro. La produzione industriale nel settore alimentare è ancora più vasta. Infatti di Parma è l'azienda italiana più conosciuta al mondo produttrice di pasta e condimenti, la Barilla. Altre aziende di fama nazionale nate nella città di Parma sono la Bormioli e la Parmalat. Il settore turistico nella provincia è molto sviluppato anche grazie alla presenza delle vicine terme di Salsomaggiore conosciute in tutta la nazione.

Durante tutto l'anno nella città di Parma si possono trovare interessanti eventi culturali, sopratutto inerenti alla musica. Tra questi il più importante e conosciuto a livello nazionale è di sicuro il Festival Verdi che apre la stagione operistica del Teatro Regio ogni anno nel mese di ottobre. Nel cortile della Pilotta, una residenza ducale di grande maestosità posta al centro della città, prende piede la kermesse di eventi estivi sotto il segno delle sette arti. Una festa antica che viene organizzata a settembre è di sicuro il Palio di Parma, un palio di origine trecentesca che propone la sfida di cinque squadre rappresentanti le 5 antiche porte della città. Essa prevede sfide riservate a soli uomini e sfide riservate alle donne.

La città di Parma è conosciuta come "Food Valley" per i suoi prodotti di origine protetta di alta qualità, ma anche per la cucina emiliana, una delle più apprezzate della nazione. Tra le ricette più saporite troviamo la cosiddetta torta fritta, un quadrato di pasta fritta che va tagliato in due e poi mangiato con del salume, preferibilmente prosciutto di Parma. Tra i primi piatti figurano diversi tipi di pasta ripiena come il tortelli, riempiti con diversi condimenti dalla zucca ai funghi porcini, alle erbette e così via. Tra i secondi potrete scegliere davvero una vasta gamma di piatti a base di carne dallo stracotto al bollino misto, ma anche ricette a base di interiora e di vitello. Un piatto molto antico ma molto raro da trovare è il Vecia al caval pist, a base di carne di cavallo.

Tra i personaggi più famosi nati a Parma e legati alla sua storia, troviamo il compositore italiano Giuseppe Verdi, celebrato ogni anno con un festival dedicato alle sue opere.

Parma è una città ricca di cultura, storia e sapori genuini. Si tratta di una città di dimensioni non grandi ma che non ha nulla da invidiare in fatto di attrazioni e movida. Si trova inoltre in una posizione ideale per partire alla scoperta dell'Emilia e della Toscana, possedendo una ferrovia che collega tutti gli snodi: da nord a sud, da est a ovest.

Prefisso:
0521
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
parmigiani
Patrono:
Ilario di Poitiers
Giorno Festivo:
13 gennaio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

34
Media
20
Ottimo
18
Buona
6
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
14
Turisti maturi
8
Famiglie
5
Coppie
3
Giovani e single
2

Indicatori

mangiare e bere
shopping
Attrattive
Alloggio
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Parma

Conosci Parma? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Parma è una città poliedrica e votata alla cultura in tutte le sue accezioni, dall'arte alla musica, fino ad arrivare alla cucina. Il Duomo è il monumento più rilevante della città, in quanto è fra le maggiori opere dell’architettura romanica... vedi tutto in Italia. Dedicato all'Assunta, la chiesa fu decorata dai massimi artisti dell'epoca, come il celebre Benedetto Antelami, esecutore della straziante Deposizione che oggi è murata nella navata sinistra dell’edifico. La cupola invece, che poggia su un tamburo ottagonale, fu dipinta dal Correggio e rappresenta l’Assunzione della Vergine. Nella Piazza del Duomo, oltre al campanile, si trova un altro celebre monumento parmense, il Battistero: edificato tra il XIII e il XIV secolo su progetto di Benedetto Antelami fu realizzato in marmo rosa di Verona. La struttura è a pianta ottagonale ed all'interno contiene il Ciclo dei Mesi e delle Stagioni dello stesso scultore che lo progettò. Oltre a quella del Duomo, Correggio dipinse anche la cupola della chiesa che sta all’interno dell’Abbazia di San Giovanni Evangelista e La camera di San Paolo, un bellissimo affresco realizzato tra il 1519 e il 1520 che si trova nel Complesso di San Paolo.  Sempre a poca distanza vi è l’imponente Chiesa di Santa Maria della Steccata, un bell’edificio cinquecentesco che racchiude al suo interno un preziosissimo tesoro, rappresentato dal ciclo di affreschi delle Vergini stolte e le Vergini savie, ultima opera del Parmigianino. Situata a pochi chilometri dal centro storico sorge l’Abbazia Cistercense di Valsererena, comunemente definita Certosa di Parma, che ispirò Stendhal a scrivere il suo celebre libro. In stile neoclassico è il Teatro Regio, uno dei più importanti d’Italia, che fu realizzato all’inizio del XIX secolo. Fu inaugurato dalla duchessa Maria Luigia con la Zaira di Vincenzo Bellini il 16 maggio 1829. Altro teatro prestigioso della città è il Teatro Farnese, nato nel 1617 per volontà del duca di Parma Ranuccio I Farnese, al fine di festeggiare degnamente la sosta in città di Cosimo II de Medici. Assolutamente da non perdere è la Galleria Nazionale di Parma, ospitata all'interno dello storico Palazzo della Pilotta e ricca di opere d'arte dei più grandi maestri dell'arte italiana e mondiale, come Leonardo da Vinci, Correggio, Parmigianino e Annibale Carracci, solo per citarne alcuni.  Altro palazzo storico è il Palazzo del Governatore, struttura originaria del XIII secolo, che fu sede di mercanti e del Governatore. Nel 1760, il Petit aprì una nicchia nella torre in cui vi fu collocata la statua della Vergine incoronata di stelle da Cristo, opera di Jean-Baptiste Boudard. Di fronte al palazzo vi è una grande statua che ritrae Garibaldi in piedi con le mani appoggiate sull’elsa della spada. Nel Parco Ducale, uno dei grandiosi parchi cittadini, vi è Palazzo del Giardino, eretto nel XVI secolo su progetto di Jacopo Barozzi da Vignola per la famiglia Farnese. All’interno del palazzo vi sono numerose sale affrescate da alcuni artisti locali tra la fine del ‘500 e l’inizio del’600. Nel 1913 fu costruito, in granito e bronzo, un monumento dedicato al grande maestro Giuseppe Verdi. Il nome di quest’opera è Monumento a Verdi, costruito dall’architetto Lamberto Cusani. Ciò che vediamo adesso è però solo una parte di un più vasto complesso, poiché a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale fu duramente danneggiato.  
Fabrizio
Voto complessivo 9
Guida generale : Parma, nonostante l'apparenza, sotto sotto è una grande città, ricca di cultura, storia e tanti bei posticini come magnifici parchi, ottimi ristoranti, piazze e lunghe vie adatte ad ogni gusto ed esigenza! Non ha niente da condividere con la sua... vedi tutto sorella Piacenza (che non offre niente ed è una città orribile). Meraviglioso il lungo-parma e il parco ducale! Città molto pulita e ho notato che stanno prendendo piede numerosi progetti per renderla più innovativa, come una nuova stazione con un design ultramoderno! Consiglio a tutti poi una visita nella libreria più bella che abbia mai visto: La Feltrinelli di Parma, dotata, oltre che di milioni di libri, di un internet cafè, scaffali ricchi di prodotti tipici, guide turistiche, telefilm, cd, DVD e molto altro ancora come pezzi di arredo. E' su tre piani e su ognuno di essi è impressa sulla parete una citazione riguardante i libri! Insomma un piccolo paradiso terrestre di poco meno di 200.000 abitanti
Cecilia
Voto complessivo 4
Guida generale : Parma è obiettivamente bella in primavera è molto bella. Purtroppo non si capisce come andare oltre questa prima impressione. Si può girare in un giorno, visitando i principali monumenti nel piccolo e prezioso centro storico. Le sue bellissime piazze oltre... vedi tutto piazza del duomo (pilotta, piazzale inzani, garibaldi) non offrono niente se non il piacere di una foto ricordo a volte neanche un posto per sedersi (ancora peggio nei week end! ). La mia impressione è che si racconti e promuova alle cronache come una città virtuosa ma si comporti come un paesino ricco e borghese. Non consiglio viverci ma trascorrere una giornata si. Magari passando con la bici, la moto o cogliendo l'occasione di qualche fiera di settore. Penso valga di più la pena pernottare fuori a prezzi minori e visitarla in giornata. Anche i ristoranti sono ripetitivi nei menu e a prezzi medio alti quindi meglio trovare trattorie fuori porta a mio avviso.
Da non perdere Battistero , Parco del taro , Teatro Regio
Tedeschi Maria Grazia Tedeschi
Livello 34     4 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Una città a misura d'uomo, da girare a piedi o in bicicletta. Da non perdere i monumenti principali come da guida ma vale la pena visitare anche i castelli della provincia, alcuni facilmente raggiungibili con il pullmann. Chiedere ad un parmigiano... vedi tutto dove gustare i piatti tipici, per un tuffo nella tradizione raccomando "il Leon d'oro" e "la Corale Verdi". La casa di toscanini offre sempre un'emozione. Una chicca,fra tante: l' oratorio di Sant'Ilario, patrono di Parma, non sempre aperto al pubblico. Informazioni all'Ufficio del Turismo in Piazza Garibaldi. Buona permanenza!!
Da non perdere Oratorio Sant'Ilario , Battistero , Museo dei Burattini
tiziana neccchi ghiri
Livello 20     3 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : PARMA, piccola città provinciale che custodisce numerosi tesori come i musei della Pilotta dove si possono visitare oltre che il bellissimo teatro Farnese costruito interamente in legno, anche il museo archeologico da visitare con bambini in età scolare, oppure la... vedi tutto galleria Nazionale un esposizione moderna dove ammirare opere classiche del Parmiggianino, Correggio e altri capolavori dei più noti pittori Italiani. Da visitare il Battistero, Parco Ducale, i musei di Maria Luigia, il museo Lombardo.. Passeggiare per le strade tranquille e senza frenesia, sorseggiare il proprio caffè in Piazza Garibaldi guardando le persone andare in bicicletta, da quel senso di Relax che poche città possono dare.
Da non perdere Palazzo della Pilotta , Aperitivo in piazza Garibaldi il sabato sera
CARMELA SALVADORE
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Io vivo a Parma, per me è una città bellissima. Bisogna conoscerla come tutte le città. A chi piace l'arte non sbaglia Parma è piena di Storia, sia in città con la presenza storica di Maria Luigia D'austria, sia nei... vedi tutto dintorni pieni di castelli. e non dimentichiamo la cultura culinaria qui si mangia non bene benissimo. Consiglio un evento inportante che non è conosciuti il Palio di San Secondo, che si svolge la prima domenica di giugno. Inizia il venerdi e finisce la domenica vi aspettiamo in tanti. ciao Carmen
Eleonora
Voto complessivo 9
Guida generale : Parma è eleganza declinata in architetture di varie epoche, perfettamente in sintonia le une con le altre. Il Duomo è assolutamente imperdibile: magnifico l'affresco della cupola, del Correggio. Altri luoghi notevoli: la chiesa di San Giovanni Evangelista (anche questa con... vedi tutto l'affresco cupolare del correggio); la chiesa di Santa Maria della Steccata, una sorta di piccola bomboniera; la casa di Toscanini. La città è godibilissima a piedi. Da gustare le piadine.
Da non perdere Duomo
rosanna
Voto complessivo 9
Guida generale : Ho studiato a Parma anni 80 86,ma sono rimasta fino all'88. Ho conosciuto nella casa dello studente G. Cavestro, il mio grande amore,divenuto poi mio marito nell'89. Io non voleva lasciarla, ma il mio ragazzo avendo trovato subito lavoro nella... vedi tutto sua città ha preferito tornare. Parma rappresenta per me il ricordo dei bei tempi, la adoro. Ma un destino maledetto ha distrutto le nostre vite. Mio marito è deceduto 2 anni fa all'improvviso. Parma ti amo e in tuo onore ho chiamato la mia prima figlia ILARIA.
veronica scaglia
Livello 55     6 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Parma è una bellissima città d'arte... bellissimi da vedere i borghi del centro con le chiese(Annunciata, Steccata, ecc...), la piazza del duomo ed il battistero, il parco ducale, il teatro regio, la pilotta ed il teatro farnese... la definirei una... vedi tutto città elegante... ci sono divertimenti di tutti i tipi dai locali più in a quelli in cui si sta anche comodi... tipica sicuramente la vasca in centro nei vari pub alla sera in via farina...
Matteo Anobile
Livello 49     3 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Città bellissima, non a caso la chiamano la Petit Paris. Il Battistero, il Duomo, Parco Ducale, il Teatro Regio, il Parmigianino. Piazza Garibaldi con il suo mega orologio, con la statua del concittadino più famoso, Verdi. Un centro storico molto... vedi tutto bello, non incasinato e pieno di bici. Parma è una città tutta da vivere, anche nel campo del cibo, tipico il culatello. Un buon posto dove mangiare è il Don Alfonso che è vicino a via dell'Indipendenza.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156258
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Parma

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Verde e natura
Studenti
Mete per la famiglia
Shopping
Terme e Benessere
Giovani e single
Cicloturismo
Sole e Mare
Sport
Pellegrinaggi
Avventura
Casino'
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0

Zone turistiche

CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0