×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Taranto  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156262
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Taranto

Superfice:
249 km2
Altitudine:
15 m
Abitanti:
203257 [2013-12-31]
Introduzione

Taranto, città della regione Puglia, faceva parte di quella che un tempo era definita Terra d'Otranto e che, dopo la seconda metà del 1600, si sviluppava nella zona meridionale sino a Santa Maria di Leuca. Detta regione, era delimitata a nord dalla cosiddetta Terra di Bari, ad ovest dalla Basilicata, a sud dallo Ionio e ad est dal mare Adriatico, comprendendo, pertanto, il Salento e parte della Murgia.

Sotto l’aspetto climatico, data la sua geografia, Taranto gode di un ottimo clima al quale contribuiscono le correnti fredde provenienti dal nord e quelle calde che arrivano dal Mediterraneo. L’area collinare, poi, blocca il freddo e rientra tra le caratteristiche che rendono il clima della zona particolarmente mite. Le precipitazioni sono rare nel periodo estivo.

Taranto è molto conosciuta per il Golfo omonimo sul mar Ionio e per la sua morfologia pianeggiante. Il territorio si estende su tre penisole naturali e un'isola artificiale, nucleo originario della città stessa. La città è anche definita Dai due mari in riferimento al Mar Grande ed al Mar Piccolo, particolarmente affascinanti da veduta aerea. Il Mar Grande dà su una sorta di costa arcuata dove ritroviamo le isole Cheradi. Il Mare Piccolo, invece, è legato al canale naturale di Porta Napoli ed a quello artificiale e navigabile che divide il nucleo originario e la parte più abitata della città. I due mari sono tra loro profondamente legati da un rapporto costituito da venti, maree e sorgenti sottomarine.

Sotto il profilo storico, la città di Taranto ha un grande passato da raccontare giacché facente parte della Magna Grecia e prescelta dagli antichi Greci per il clima e le caratteristiche del luogo. Ad oggi la città è conosciuta anche per la presenza dell'Ilva, stabilimento industriale tra i maggiori in ambito europeo adibito alla lavorazione dell’acciaio, ma che ha contribuito negativamente all'equilibrio ambientale della città.

La città di Taranto è ricca di meraviglie e di storia, caratteristiche che le permettono di attrarre ogni anno svariati visitatori, anche grazie alla presenza del Museo archeologico nazionale di Taranto detto Marta, tra i più famosi sul territorio italiano. Dopo il 1861, anno in cui avvenne l'unità d'Italia, la Provincia di Terra d'Otranto detta anche di Lecce fu scissa nella zone di Lecce, di Gallipoli, di Brindisi e di Taranto.

Avvenimento storico da segnalare è quello ricordato come la notte di Taranto. In quest’occasione, nell’arco della Seconda guerra mondiale, esattamente nella notte tra il giorno 11 e il giorno 12 Novembre 1940, Taranto subì un bombardamento in cui persero la vita 85 persone tra civili e militari ad opera della Royal Navy britannica. Ciò avvenne per contrastare Taranto e per la sua posizione strategica geograficamente e per la sua rilevanza in ambito militare.

Economicamente parlando, Taranto è molto sviluppata sotto il profilo dell’agricoltura e della pesca grazie al suo clima mite. In particolare, è da segnalare la presenza di sorgenti sottomarine dette citri che fanno sì che acqua dolce non potabile ed acqua salmastra si miscelino, creando un habitat perfetto per i mitili. Già in epoca magno-greca, Taranto fu importante per la sua posizione strategica, fungendo da fulcro di scambi commerciali con la Grecia e l'Asia Minore

Nel Mare Piccolo, poi, molto praticata era la lavorazione del bisso, fibra tessile di origine naturale, esclusiva dell’area mediterranea e la zona era famosa per la produzione della porpora. La produzione industriale è piuttosto sviluppata grazie a stabilimenti di natura siderurgica, petrolchimica e cantieristica.

Molto sentiti sono gli eventi di natura folkloristica legati alla città di Taranto che si mescolano alle tradizioni religiose. In particolare, ricordiamo i riti legati alla Settimana Santa tra i quali la Processione dei Misteri e la Domenica delle Palme. Le confraternite principali di Taranto che si adoperano per gli eventi religiosi sono la Confraternita dell'Addolorata e la Confraternita del Carmine.

Ancora, tra gli eventi più sentiti, citiamo il Palio di Taranto i cui partecipanti, rappresentanti i 10 rioni, sono in costume e concorrono per la targa con il logo del palio. Tra le gare che si svolgono in occasione del palio, ve n’è una particolarmente singolare che si tiene con barche a remi. Il tutto ha inizio, dal 1986, ogni 8 maggio, giorno della Festa di San Cataldo, patrono della città. La premiazione finale avviene nel mese di luglio di ogni anno, in seguito al cumulo dei punteggi acquisiti durante le svariate gare.

Sotto il profilo gastronomico, non resterete di certo delusi. Taranto offre al visitatore la sua squisita cucina di mare, non tralasciando i sapori contadini che derivano dalla sua piana circostante. Ovviamente, per condire i piatti, è d’obbligo utilizzare l’olio extravergine di oliva tarantino DOP.

Tanti sono i prodotti del mare che vengono cucinati in svariati modi: si passa dal polipo grigliato alla pasta con le cozze, non dimenticando gli ortaggi e le famose orecchiette con le cime di rapa, accompagnati da vini locali quali l’Aleatico di Puglia DOC, il Martina Franca DOC o il Primitivo di Manduria DOC. Se, invece, gradite la birra, acquistate la Raffo che è quella indigena. Non dimenticate, poi, di assaggiare i buonissimi  n preparati perlopiù con miele, tra i quali consigliamo le Pettole.

Tra le curiosità, citiamo l’etimologia del nome di Taranto derivante da Taras, figura mitologica greca nata da Poseidone e dalla ninfa Satyria, anche se alcuni legano il nome al sanscrito taranta-h che significherebbe mare. Puntiamo poi l’attenzione sul particolarissimo dialetto tarantino che, secondo gli studiosi del settore storico-linguistico, corrisponderebbe all'antica cadenza dorica.

I motivi che spingono a visitare Taranto sono tanti, in particolare quelli storici legati alla Magna Grecia e alla Terra d’Otranto, territorio simbolo della resistenza all’Unità d’Italia. Famoso è, infatti, il fenomeno di brigantaggio che si sviluppò nella regione e che va inteso quale resistenza all’Unità d’Italia non voluta dai popoli meridionali che con essa persero la loro ricchezza ad opera dei Savoia. A questo periodo storico sono legate tante storie e musiche che rendono la regione uno dei simboli del Meridione d’Italia.

Prefisso:
099
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
tarantini - tarentini
Patrono:
Immacolata Concezione
Giorno Festivo:
10 maggio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

24
Ottimo
24
Media
22
Buona
3
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
24
Turisti maturi
11
Famiglie
9
Coppie
7
Giovani e single
5

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Sicurezza
convenienza
Intrattenimento
shopping
Trasporti
Attrattive
Alloggio
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156263

Recensioni Taranto

Conosci Taranto? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Mino Fenelli
Livello 22     3 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Taranto è una bella città, basta arrivare con l'idea che non ci si ritroverà davanti una metropoli, ma una città della Magna Grecia con i pregi ed i difetti di una città a dimensione d'uomo. La parte vecchia della città è... vedi tutto detta "isola" poiché sembra staccata dal rimanente territorio ed unita da due ponti: uno di pietra ed uno girevole. Quest'ultimo unisce la città vecchia al borgo e permette, attraverso un canale di mettere in comunicazioni mar piccolo e mar grande. Questo canale fu ideato dagli aragonesi che, fra l'altro costruirono un castello che attualmente è sede di un distaccamento militare; può essere visitato su prenotazione e gli stessi militari fanno da guida. Ingresso gratuito. E' bello addentrarsi nei vicoli stretti della città vecchia. Alcuni sono così stretti che bisogna passare in fila indiana. In questa parte ci sono delle chiesette piccoline ma belle e accoglienti. A mio modesto parere emanano molta più spiritualità di alcuni moderni santuari. Da vedere. Bellissima la passeggiata, nella parte nuova della città, sul lungomare.Un panorama bellissimo. Lungo il tragitto si incontra una fontana altrettanto interessante "La rosa dei venti". Tagliando per la strada della fontana si giunge in una piazza con un'altra fontana e qui si trova il centro cittadino e la zona pedonale. Poco distante un bel parco chiamato "Villa Peripato". La parte settentrionale si affaccia sul mar piccolo e dal panorama che si gode si possono notare le navi militari ancorate nel porto di Taranto. Qui c'è l'arsenale militare (l'officina della navi). Nei dintorni si può ammirare la valle d'Itria con i suoi trulli caratteristici o frequentare le bellissime spiagge che fanno da cornice a questa bella, ma poco conosciuta città. Concludo ricordando il bellissimo museo archeologico dove sono conservati in modo esemplare oggetti della Magna Grecia.
Angela
Voto complessivo 8
Guida generale : Una città che, al di là delle contraddizioni che tutti conoscono, ha davvero tanto da offrire se solo si decide di visitarla e conoscerla veramente. Basta andare appena un po' oltre i luoghi comuni, per scoprire il fascino del mar... vedi tutto Piccolo e del suo suggestivo lungomare; la Città Vecchia, i suoi vicoli e gli scorci che rimangono nel cuore. Proprio la Città Vecchia nasconde uno scrigno di tesori da conoscere ed ammirare. Dalla Cattedrale di San Cataldo con il cappellone dedicato al Santo Patrono e gli affreschi di Paolo De Matteis e le sculture del Sammartino (quello del Cristo Velato di Napoli, per intenderci); alla chiesa di San Domenico, al Palazzo arcivescovile. Lascio per ultimo, ma non per importanza, il Museo Diocesano, in vico Seminario. Struttura recentemente restaurata e ristrutturata e riaperta al pubblico che può ammirare dei veri capolavori della pittura, della scultura e dell'arte degli argentieri che hanno prodotto arredi e suppellettili sacre che rappresentano dei veri gioielli da conoscere ed ammirare. Le guide abilitate che vi accolgono, vi faranno conoscere ancora meglio il luogo che state visitando, spingendovi probabilmente a farvi nuovamente ritorno. Consiglio vivamente di visitare questa città, ma soprattutto la sua isola, vero cuore pulsante di cultura e tradizione.
claudio
Voto complessivo 10
Guida generale : Bella città, particolare sotto il profilo morfologico, tanto da essere conosciuta come "città dei due mari". Molto gradevole il borgo che ha il suo fulcro, in particolare, tra le vie di palma-d'aquino, divise dalla graziosa piazza immacolata. La camminata non... vedi tutto può non culminare nello stupendo(anche se un tantino trascurato) lungomare. Forse uno dei più belli in italia. Molto suggestivo il centro storico, situato su un isola collegata alla terraferma da due ponti: il ponte girevole(uno dei simboli della città, assieme alle colonne doriche ubicate in piazza castello) ed il ponte vecchio (o di Porta Napoli). Imperdibile il castello, il duomo e la chiesa di san domenico. Peccato che il degrado sia palpabile e piange il cuore assistere all'inerzia di fronte a tanta storia. Meraviglioso il museo archeologico sito nel borgo (tantissimi i reperti). Una città da visitare nonostante i problemi che l'attanagliano.Una città che nasconde molto ma che stupisce ancor di più. Il mare e la gastronomia, poi, lasciano senza fiato.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Degno di visita il Museo Archeologico nazionale, in cui sono raccolti i reperti archeologici, rinvenuti in zona, risalenti al periodo storico che va dall’età preistorica all’età della Magna Grecia. I resti del Castello eretto durante il dominio di Ferdinando d’Aragona. Il Duomo,... vedi tutto intitolato a S. Cataldo, con facciata barocca e cupola bizantina. All’interno, oltre a decorazioni bizantine, potrete ammirare statue marmoree dei secoli XVI-XIX e affreschi del De Matteis risalenti al XVIII secolo. Da lungomare Vittorio Emanuele III potrete ammirare l’incantevole panorama sul porto naturale della città con il canale che congiunge il Mar Piccolo col Mar Grande.
Alessandro Desiderati
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Secondo il mio punto di vista la città è vista ingiustamente come una sorniona località militare ed industriale invece appare subito senza pregiudizi un'accogliente alternativa per visitare la Puglia.Sinceri e diretti i cittadini,propensi al dialogo ed alla confidenza,da non disdegnare... vedi tutto la zona balneabile.Punto forte la ristorazione con le immancabili "cozze" e "pucce" si degustano infiniti antipasti di mare e terra spendendo una inezia in confronto alle grandi e sponsorizzate città.Con qualche euro in più specie nella zona "vecchia" della città ottimo pesce pescato il mattino stesso o carne che il cliente sceglie direttamente al banco macelleria per vedersela servita poco dopo nella sala ristorante o da asporto.ottimo percorso enogastronomico tra Taranto e paesi limitrofi.ottima organizzazione di eventi sul lungomare nel periodo estivo,interessante visita al castello aragonese,bella e caratteristica la sfilata per la settimana santa e,perchè no,le navi da guerra della nostra marina militare non si vedono tutti i giorni.
pietro trapanotti
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Taranto mi ha visto nascere , nel lontano 1947 , tutto era più semplice, ci si accontentava di poco ma tutto era bellissimo. Il mare di un azzurro tale da non invidiare nulla alla costa Smeralda. Le spiagge con dune... vedi tutto di sabbia dove nascondersi da bambini felici. La villa Peripato adatta per i giochi dei bambini e adatta per le mamme per portare in tutta sicurezza i propri piccoli. Il verde, le palme, i monumenti importanti ovunque; fontane monumentali, piazze bellissime, un importante museo, il caratteristico ponte girevole, la presenza della marina militare e delle sue navi da visitare. Oggi tutto è cambiato, il traffico è impressionante, soste ovunque in doppie e triple file; le strade sporche. Mi piange il cuore nel vederla ridotta così, nonostante l'attaccamento alle tradizioni (come i misteri per Pasqua) ed altro. Ho vissuto per 50 anni in Sardegna, insegnando, poi i figli non trovando lavoro si sono trasferiti in Toscana e io li ho seguiti per continuare a stare insieme e godermi i nipotini. Taranto è rimasta sempre nel mio cuore, ogni estate sono sempre andato a trovare amici e parenti. Continuerò ad amarla finché campo.
Andrea
Voto complessivo 10
Guida generale : La Capitale della Magna Grecia ha vissuto ben altre epoche di splendore. Da principale centro culturale italiano prima dell'avvento dei Romani,oggi a fatica riesce a togliersi di dosso la nomea di città industriale. Ma il potenziale per esplodere dal punto... vedi tutto di vista turistico esiste, e gli scorci unici, i panorami raccontati da Gabriele D'Annunzio e Alda Merini, da Orazio e Virgilio sono sempre gli stessi da 2700 anni. Provate a passeggiare sul lungomare al tramonto con i monti della Calabria sullo sfondo ("le albe di Trieste e i tramonti di Taranto", cit.), navigate intorno l'isola passando sotto il Ponte Girevole.. Taranto è stata baluardo della storia italiana e tornerà ad epoche di splendore
Nicolò D.
Voto complessivo 4
Guida generale : Siamo appena tornati dalla nostra prima vacanza nella zona di Taranto. Il 6 luglio scorso con due auto siamo andati a visitare la città e il museo archeologico. Usciti dalla struttura ben tenuta ma con un percorso espositivo veramente incomprensibile... vedi tutto abbiamo trovato due multe per divieto di sosta su righe blu anche se di domenica, riguardando nuovamente i cartelli ci siamo accorti di un microscopico rettangolino di carta adesiva quasi illeggibile che elencava alcune domeniche in cui la sosta era a pagamento. Spero che i miei soldi vadano a risistemare le strade del tarantino che sono tra le peggiori che io abbia mai visto (buche erbacce sporcizia segnaletica pessima).
Judith Ruiz
Livello 14     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : E' una città che ti fa sentire a casa e della quale è impossibile non innamorarsi e rimanerci più del tempo previsto. Nonostante il turismo non sia molto promosso, ma è una città con molte risorse e che offre molto... vedi tutto ai suoi visitatori. I suoi mari a contatto diretto con la città, paesaggi mozzafiatto, chilometriche spiaggie, castelli antichi, musei, trulli (case provinciali piccole costruite a forma di cono), ottima gastronomia da leccarsi i baffi e infine, il calore umano della popolazione, hanno fatto di Taranto una città indimenticabile per me e la mia seconda casa! Definitivamente non potevo non raccomendarla a tutti!
Giuseppe Pulpito
Livello 19     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : La stagione estiva è sicuramente la migliore per godere delle acque cristalline che bagnano il litorale tarantino!! Durante le vacanze pasquali da non perdere è "la settimana Santa" veramente caratteristica e emozionante per un fedele! La città offre in tutte... vedi tutto le stagioni ottime occasioni di SHOPPING di marche prestigiose ai prezzi più bassi d'Italia!!!Da provare per credere!! Da non perdere i prodotti gastronomici super gustosi e caratteristici del luogo come la "PUCCIA" e la "BOMBETTA"!!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312525

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156262

Destinazioni vicine a Taranto

DestinationListNear-GetPartialView = 0,031252
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca Hotel a Taranto

HotelSearch-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Shopping
Giovani e single
Mete per la famiglia
Sport
Avventura
Studenti
Terme e Benessere
Verde e natura
Casino'
Montagna
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312521
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0471556

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,046881
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Taranto

Sereno
21 °
Min 1505° Max 2764°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0