×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Brindisi  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156267
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Brindisi

Superfice:
332 km2
Altitudine:
15 m
Introduzione

Brindisi è capoluogo di provincia della regione Puglia. La città è situata a sud est della penisola pugliese, sul mare Adriatico. Fa parte dell'area culturale della regione chiamata Salento. La città di Brindisi si trova in pianura, tra la piana Salentina e la Valle d'Itria che si trova a 40 chilometri a nord dalla città. Essa è appena bagnata dal canale reale che si getta nella riserva naturale statale Torre Guaceto a pochi chilometri da Brindisi. Qui si trova anche l’aeroporto internazionale, l'aeroporto del Salento, distante pochi chilometri dal centro storico. Si trovano anche la ferrovia e il porto turistico che fanno di Brindisi la città più collegata del sud della regione.

Brindisi affonda le sue radici nella preistoria, quando, grazie alla sua insenatura naturale corrispondente al porto, era già molto sfruttata per le sue risorse naturali, i suoi canali di comunicazione. Questa città in seguito venne abitata da differenti popolazioni, tra le quali, si ricordano, i Micenei e i Messapi che hanno lasciato una grande eredità culturale. Successivamente la città venne conquistata dall'Impero Romano, e per via della sua importanza divenne municipio e principale porto dell'Oriente. Durante gli anni dell'Impero Romano la città viene collegata alla via Appia e alla via Traiana. Dal XI secolo Brindisi passò lunghi periodi di miseria e decadenza ma non perse mai il suo ruolo di porto e città prediletta da alcuni regnanti tra i quali Federico II di Svevia. Prima gli Angioini e poi gli Aragonesi ampliarono e rafforzarono le mura e il porto della città. Nel XVI secolo fino all'Unità d'Italia la città smise di crescere costantemente in ambito economico. Nelle vicende mondiali che coinvolsero il ventesimo secolo, Brindisi viene ricordata come capitale temporanea dell'Italia liberata dopo la seconda guerra mondiale. Nel XX secolo la città conobbe un periodo di grande ricchezza ed espansione, grazie alla presenza del porto e delle industrie petrolchimiche nei pressi del centro cittadino. Inoltre la sua posizione strategica sul Mare Adriatico ha fatto sì che qui venissero costruite basi militari di grande importanza.

L'economia della città di Brindisi è caratterizzata dalla presenza massiccia di impianti industriali chimici, e in particolare degli stabilimenti del colosso dell’energia Eni, situati in periferia, nei pressi della costa adriatica. Presente anche l’industria aeronautica e navale. Il settore primario si distingue per la produzione di cereali, ortaggi e frutta. La città, e più in generale, la provincia, sono molto attive nella produzione di mandorle olive e carciofi. Il porto commerciale e turistico ha da sempre incentivato e commerciato gli scambi marittimi e le visite turistiche. Per quanto riguarda la viticoltura, Brindisi è tra le zone più produttive del Salento, per questo si è guadagnata il titolo di "città del vino". La produzione di vitigni è molto intensa e vede primeggiare vini come il Malvasia nero, il Negramaro, il Sangiovese, l’ ottavianello e il susumaniello, tra più esportati della Regione. Grazie alla diffusa produzione di vitigni, diversi in tutto il territorio provinciale, e per la presenza di numerose cantine, Brindisi è stata inserita nel circuito delle Città del Vino Italiane.

Brindisi è una città tesa tra modernità e tradizione. Tutto l'anno vengono organizzati eventi d’arte e cultura, per giovani e adulti. Un evento inscritto nella tradizione della città è proprio la festa patronale dedicata di San Teodoro d'Amasea. La festa inizia la prima domenica di settembre per poi proseguire per minimo 3 giorni, ma negli ultimi anni è stata protratta anche una settimana. Tra i maggiori eventi popolari di gastronomia, bisogna menzionare la Sagra del Carciofo che prende piede nel mese di marzo nella piazza della Vittoria; la zona infatti è tra le maggiori produttrici di questo prezioso ortaggio.

La cucina brindisina riprende quella che è la tipica cucina salentina, composta da latticini, formaggi freschi, ortaggi e pasta fresca. Tra i formaggi tradizionali c'è il cacioricotta, la ricotta, il pecorino e il caciocavallo. Non manca il pesce grazie alla sua vicinanza al mare; oltre alla zuppa di pesce tradizionale, c'è anche la famosa teglia di patate riso e cozze: i molluschi vengono anche cucinati in molti altri modi, come al gratin e con le fave in purea. Un piatto molto gustoso sono le pettole, dei pezzi di pasta fritta con all'interno un'acciuga oppure un ripieno a base di baccalà. In questa zona d'Italia il reparto dei prodotti da forno è molto ricco: nelle botteghe gastronomiche della città si trovano facilmente i gustosi tarallini pugliesi, le friselle, le pucce e tutti i tipi di pasta fresca, come cavatelli, orecchiette e lagane. La pasta fresca viene cucinata molto spesso insieme al sugo di pesce, come la cernia o le vongole veraci, ma anche a Brindisi si può assaggiare il tipico piatto pugliese popolare delle orecchiette con le cime di rapa.

Brindisi è la porta d'accesso al sud della Puglia, il Salento. Si tratta di una città ricca di storia, con alle spalle un passato importante e al centro degli avvenimenti del Mediterraneo. Ma è anche una meta di balneazione, con numerose spiagge sabbiose e un porto turistico molto grande. Brindisi è una città che va visitata perché è tra le attrazioni che il Salento offre.

Prefisso:
0831
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
brindisini
Patrono:
San Teodoro d'Amasea
Giorno Festivo:
Primo fine settimana di settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

21
Ottimo
12
Buona
10
Media
3
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
10
Coppie
5
Giovani e single
2
Famiglie
2
Turisti maturi
2

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Sicurezza
convenienza
Alloggio
Attrattive
Intrattenimento
Trasporti
Servizi ai turisti
attività
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Brindisi

Conosci Brindisi? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : La città è ricca di tesori da scoprire e ammirare e sono tutti concentrati nella parte più antica  (quella posta sul piccolo promontorio). In Piazza del Duomo troviamo il grandioso Duomo romanico ma con facciata del ‘700 che conserva all’interno... vedi tutto un prezioso pavimento musivo, l’altare maggiore e il cinquecentesco coro ligneo intarsiato. Nella piazza anticamente erano poste due colonne romane, di cui ne rimane solamente una integra, che segnavano il punto esatto in cui terminava la Via Appia. Sempre in Piazza del Duomo possiamo ammirare il Portico dei Cavalieri Templari, realizzato nel XIV secolo ed è ciò che resta di un grandioso edificio. Oggi è l’ingresso monumentale del Museo archeologico provinciale Francesco Ribrezzo, dove si conserva tutto ciò che viene ritrovato in terra brindisina, nonché il calco della sezione della Colonna Traiana di Roma in cui è raffigurato il porto di Brindisi, vasi apuli del secolo IV a C., ceramiche protocorinzie del VI secolo a C. e alcune statuette fittili rinvenute nelle campagne della città. Altre sezioni del museo illustrano i ritrovamenti che si sono avuti lungo la costa e l’età preistorica. Poco distante sorge la chiesa di santa Maria degli Angeli, che venne costruita nel 1600 e fu finanziata dai duchi di Lorena che fecero apporre il loro stemma sulla porta d’ingresso dell’edificio. Un altro monumento degno di nota è il castello Svevo, voluto da Federico II ed è stato rimaneggiato molte volte nel corso dei secoli. La pianta dell’edificio è trapezoidale e presenta possenti torrioni quadrati.
calcedonia
Voto complessivo 10
Guida generale : Penso che quella di Brindisi sia stata una delle migliori esperienze mai vissute! Quello che molte volte si legge non è sempre vero, ma in questo caso, se ne è stato parlato bene, è perché è proprio vero anzi verissimo consiglio di... vedi tutto visitare il villaggio pescatori, al quartiere Casale, e dopo aver fatto una passeggiata per le verdi strade, consiglio di fare un giro al monumento al marinaio, di fronte al parco, che contiene nei suoi numerosissimi piani la storia dei marinai morti in guerra che hanno donato la vita per la propria città dopo questa visita però il resto non è mica da buttare! infatti il mio consiglio è quello di spostarsi con mezzi pubblici inclusa la motobarca, il cui tragitto conduce dal casale al centro e viceversa passando da una parte all'altra per mare in pochissimo tempo. Una volta in centro consiglio la degustazione di un ottimo vino sulla vista del lungomare, poi andare a vedere il duomo e fare un giro nelle vie e arrivare al teatro verdi, e proseguire giù per il corso, via principale dove si possono trovare negozi e bar di alta qualità.
massimo
Voto complessivo 10
Guida generale : Brindisi è una citta di mare da visitare nel suo centro storico e nelle case di epoca romana... in passato è stato il centro del viavai di tanti passeggeri che si recavano nelle indie... È molto accogliente con chi viene... vedi tutto da fuori ed è fornita di tanti hotel con prezzi alla portata di tutti. In città si potranno visitare fontane di epoca romana, scavi, palazzi settecenteschi. Il porto poi è molto particolare ha la forma della testa di un cervo e fa da sfondo al monumento al marinaio costruito in epoca mussoliniana e alle scalinate delle colonne romane
Da non perdere Colonne Romane , Duomo
spid
Voto complessivo 8
Guida generale : Città piena di storia in ogni angolo. Ha 2 parchi urbani meravigliosi. Uno d questi è il più grande della Puglia, ha un laghetto interno ed e'ottimo per girarci in bici e/o stare all'aria aperta. L'altro invece e' ottimo per... vedi tutto picnic e distendersi sullerba, magari al fresco sotto una mestosa quercia. Poi c'è un lungomare in centro ke la sera illuminato ad arte, crea una meravigliosa atmosfera romantica. C'è poi il palazzo nervegna che ospita uno dei due capitelli delle colonne. E diverse mostre.C'è un teatro sospeso su scavi antichi. Ci sono le colonne romane ke dominano la scalinata virgiliana. E tanto altro. Per mangiare e per bere nn c sn rivali. Da nn perdere negramaro wine festival, festa patronale...
Luca
Voto complessivo 8
Guida generale : La città è da qualche anno soggetta a positivi cambiamenti. Totalmente rifatto è il lungomare Regina Margherita, sul porto, che offre, specie con le luci della sera, una passeggiata e una vista davvero suggestiva. Imperdibile la vista notturna sul porto... vedi tutto dal lato del Monumento al marinaio D'Italia ( quartiere Casale)Poco conosciuti, i bellissimi bronzi di Punta del Serrone, in mostra al Museo archeologico Ribezzo,in Piazza Duomo.Molto piacevole anche un giro tra i vicoli del centro storico e l'ancora misterioso, per la sua peculiare architettura, il Tempio di San Giovanni al Sepolcro. In realtà la città è disseminata di luoghi degni d'interesse, anche se forse scarseggiano adeguate indicazioni per il turista che non ha un degno Cicerone da cui farsi guidare.
anna
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Brindisi è la mia città, qui troverete gente genuina e accogliente, la nostra cucina è molto varia, buone le nostre orecchiette fatte a mano condite con un sugo di pomodoro fresco e cacio ricotta, le polpette fritte, involtini, orecchiette e... vedi tutto cime di rape con pane grattugiato fritto, riso patate e cozze al forno, pepate di cozze polipo cozze di vari tipi, latticcini mozzarelle burrate cacio cavallo e molto altro. Non dimentichiamo lo splendido, il sole sempre presente, il piacevole venticello, le coste basse e sabbiose, la scogliera e la falesia dai colori rossastri. Consigliata anche per la presenza di diversi monumenti e castelli. Facile da raggiungere grazie all'aeroporto e ai porticcioli dove potete lasciare la barca e spostarvi per visitare il Salento.
Raffaella Argentieri
Voto complessivo 8
Guida generale : Città piena di storia e di fascino. Bisogna visitare assolutamente il centro storico, i castelli, passeggiare sul lungomare. Dalla scalinata Virgilio, ai piedi della splendida Colonna Romana, simbolo di Brindisi, spaziare con lo sguardo e ammirare il porto e il... vedi tutto suo mare: panorama mozzafiato. Lo splendido Palazzo Granafei - Nervegna con la sala del Capitello, il Teatro Verdi costruito su una città romana che si intravede attraverso il pavimento del teatro.
manuela
Voto complessivo 10
Guida generale : Città romantica sia in estate che in inverno. È un connubio perfetto tra arte, storia, bellezza paseaggistica e posizione geografica. Cuttadina tranquilla che vale la pena visitare in ogni angolo, anche in periferia. Ottimi alberghi e b&b e cibo superlativo.... vedi tutto In estate è un susseguirsi di eventi, dalla regata brindisi Corfù, al negramaro wine festival agli appuntamenti sportivi come quest'anno la fed cup e la coppa Davis....insomma, non bastano le parole per descriverla! Ti resta nel cuore!
Da non perdere Lungomare
Patrizio
Voto complessivo 10
Guida generale : Trasporti pubblici lasciano a desiderare. Un biglietto ?? Costa un euro sia su autobus che con motobarca. Pensate ad una famiglia di cinque persone che dal Casale deve andare a Brindisi. Io vivo a Brindisi da 55 anni, ricordo che... vedi tutto quando ero ragazzo Brindisi era molto vivibile c'era molto rispetto verso gli adulti e verso i propri genitori. Ora c'è molto menefreghismo e vandalismo. Brindisi ha delle coste meravigliose che non vengono valorizzate. Siamo un popolo accogliente ma molte volte ci perdiamo nell'acqua come si suol dire. Buongiorno
franco
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 2
Guida generale : Avevo prenotato con la mia ragazza una breve vacanza nella città, curiosi perchè non c'eravamo mai stati e incoraggiati dalla presenza di un aeroporto che consentiva spostamenti rapidi. Ebbene, la cosa migliore della città è proprio l'aeroporto, funzionale e moderno,... vedi tutto in netto contrasto con la città, del tutto scialba e senza volto. Un paesotto di provincia senza nulla da offrire. Peccato perchè ha anche un bel porto ma, a quanto pare, sottoutilizzato per via della presenza della Marina Militare.
Da non perdere Riserva naturalistica Torre Guaceto , Centrale di Cerano , Porto
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Brindisi

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Arte e cultura
Enogastronomia
Sport
Mete per la famiglia
Verde e natura
Studenti
Shopping
Mete romantiche
Avventura
Cicloturismo
Giovani e single
Pellegrinaggi
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0