×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Otranto: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0060055
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003

Otranto, la “Porta d’Oriente, è un meraviglioso comune della Puglia che sorge nel Salento. Chiamata così perché occupa il punto più a est d’Italia, è definita dall’Unesco “Testimone di cultura di pace”: Otranto custodisce infatti un borgo antico, luogo d’incontro e contaminazione culturale tra Occidente e Oriente. Il suo centro storico è un intreccio meraviglioso di stradine ricche di negozi, botteghe, ristoranti e monumenti preziosi. Ideale per una vacanza estiva, è una città viva tutto l’anno della quale è impossibile non innamorarsi.  

Dove si trova Otranto: geografia, territorio e storia 

Otranto è la città più orientale d’Italia. Sorge in Puglia, meravigliosa regione del sud, precisamente in provincia di Lecce, nel territorio del Salento, noto anche come la penisola salentina e zona meridionale della regione, tra il Mar Ionio a ovest e il Mar Adriatico a est. La Puglia costituisce di fatto il tacco dello stivale. La costa orientale del Salento, della quale fa parte Otranto, è prevalentemente rocciosa e a falesia, mentre il territorio pianeggiante ospita pochi rilievi. Il paesaggio è caratterizzato da distese di ulivi secolari ed i piccoli appezzamenti di terra sono separati dai tipici muretti a secco, con la pietra che è da sempre usata in questa zona per le costruzioni.  

Otranto fu prima città greca, poi municipio romano e porto molto importante per i commerci con la Grecia e infatti nel XI secolo, il periodo delle Crociate, furono molto intensi gli scambi con i commercianti veneziani e dalmati. Nel corso dei secoli Otranto fu conquistata dai Longobardi, dai Bizantini, dagli Angioini, dagli Aragonesi e nel 1480 fu assediata dai Turchi, vivendo il suo momento più buio: gli abitanti furono massacrati così come la cattedrale, oggi luogo sacro e della memoria. Dopo la distruzione la città si rianimò rafforzando le fortificazioni, ben resistendo agli attacchi successivi dei Veneziani, degli Angioini e degli Ottomani. Otranto inevitabilmente conserva i segni di una lunga serie di popoli che si alternarono nel controllo della città. 

Otranto

Come si vive a Otranto: clima, qualità della vita e consigli utili 

Il clima di Otranto è decisamente mediterraneo, con inverni miti (temperature intorno ai 9 gradi) ed estati molto calde e umide (anche oltre i 30 gradi). Come tutti i comuni del Salento orientale, Otranto è colpita da forti venti freddi di origine balcanica o caldi di origine africana. Il periodo migliore per andare a Otranto? Per una vacanza all’insegna del mare l’estate, ma per visitare la città meglio la primavera e l’autunno, quando non fa molto caldo.  

I prezzi per dormire a Otranto salgono vertiginosamente in alta stagione, ma prenotando con largo anticipo è possibile trovare delle buone offerte. Variegata l’offerta turistica con hotel e villaggi disseminati in tutta la zona; tipiche le masserie e ledimore storiche, con prezzi che variano molto a seconda del livello. Possiamo dire che il prezzo medio per una settimana a Otranto in estate si aggira sui 600/700 euro a testa in pensione completa.  

sapori del Salento sono inconfondibili ed eccezionali. Per deliziare il palato basta assaggiare i diversi prodotti tipici, partendo dalla colazione: protagonista assoluto è il pasticciotto, un dolce di pasta frolla cotta al forno ripieno di crema pasticcera e preparato anche con diverse varianti di ripieno, tutte deliziose. Per una pausa dolce c’è il “caffè leccese”, preparato con latte di mandorla (altra specialità della zona) e ghiaccio. A pranzo c’è l’imbarazzo della scelta: tipiche le orecchiette, pasta fresca artigianale condita con pomodoro e ricotta; Ciciri e Tria è un piatto con ceci e una pasta molto sottile fritta, ma spiccano soprattutto le specialità di pesce come la Taieddhra salentina, preparata con cozze, patate, riso e verdure. Tra i secondi piatti da provare la carne di cavallo, le polpette fritte e naturalmente il pesce fresco.  

Dove mangiare a Otranto? Diffidate dei menù turistici a basso costo perché è possibile gustare le specialità a prezzi onesti. Un’ottima soluzione è la buonissima Puccia, pane tipico pugliese da farcire a piacere, servito anche nelle bancarelle on the road

Per quanto riguarda i locali “La Bella Indrusa” è in centro ed accogliente, con menù di terra e mare, mentre “Atlantis” sorge sulla spiaggia eserve una cucina salentina impeccabile. Per i dolci c’è la famosissima pasticceria Martinucci, dove gustare pasticciotti, gelati, torte e altre delizie.  

L'economia della cittadina è basata prevalentemente sulla pesca, sull'agricoltura, soprattutto di uva, olio e frutta ed è integrata dall'allevamento.  L'industria è costituita da aziende che operano nel settore, alimentare, dell'abbigliamento e dell'oreficeria. Il turismo è una ricca fonte di reddito durante la stagione estiva.

piazza_Otranto

Come arrivare e come muoversi a Otranto 

Arrivare a Otranto in auto è facile da tutta Italia ma è possibile farlo anche in treno arrivando alla stazione di Lecce e da qui usufruire del servizio transfer o prendere un treno locale fino alla stazione di Otranto. In alternativa c’è l’autobus o il taxi. L’aeroporto più vicino è quello di Brindisi o di Bari.  

Il modo migliore per muoversi nella zona, è l'automobile in modo tale da passare dal Mare Adriatico allo Ionio e per scoprire decine di spiagge e angoli di mare. In caso non si viaggiasse con la propria auto, si possono prendere anche degli scooter a noleggio, disponibili in città. Per spostamenti più lunghi, indichiamo la presenza di treni e ferrovie.

All’interno della città è possibile muoversi in autobus o in taxi, ma la cosa migliore è fare un bel tour del borgo a piedi.

Chiesa_Otranto

Otranto: cosa sapere e cosa visitare

Otranto è una rinomata località turistica del Salento, che raddoppia la sua popolazione in estate, soprattutto in alta stagione, quando è invasa da turisti italiani e stranieri. Tutta la zona intorno alla città è ricca di villaggi turistici che offrono comfort per vacanze con tutta la famiglia, compresi i servizi navetta che collegano le strutture alle bellissime spiagge di Otranto. Vicino al centro storico c’è La Punta, una spiaggia di sabbia e scogli, molto frequentata in alta stagione; in direzione Lecce troviamo la famosa Baia dei Turchi con un’enorme pineta, e poco distante i Laghi Alimini, spiaggia alla quale si accede attraverso una lingua di sabbia tra i due laghi. 

Tra gli altri lidi indichiamo la Baia di Torre dell’Orso, dal momento che rappresenta uno dei richiami principali per il turismo salentino. Consigliamo di sostare a Porto Badiscu: una località incontaminata, particolare per la macchia mediterranea  che fa da cornice alla spiaggetta. Si può godere, inoltre, di un fantastico mare che incontra la costa piena grotte, tra cui la Grotta dei  Cervi.

Il simbolo della città, è costituito dalla Torre del Serpe, conosciuta anche come Torre dell'Idro, visibile dalla costa. La Torre è situata proprio sulla punta dello stivale della nostra penisola e rappresenta il punto più ad est dell'Italia. La leggenda narra che il serpente che vi ci abitava, per berne l’olio che la alimentava come faro, abbia salvato la città da un attacco saraceno. 

Otranto si distingue per la presenza di varie Chiese, tra cui spicca innanzitutto la Cattedrale: un bellissimo venuto alla luce dopo l’avvento dei turchi. Fu edificata sui resti di una romana, di un villaggio messapico e di un tempio paleocristiano, scoperti durante alcuni scavi archeologici; l'elemento che più di tutti rende speciale la Cattedrale è lo splendido mosaico pavimentale. Altro edificio religioso da vedere, è la Basilica di San Pietro, ricca di affreschi che raffigurano scene bibliche; molto graziosa è la Cappella della Madonna dell’Altomare in quanto tutti gli arredi richiamano ai temi del mare: dal cavalluccio marino all'ancora. Non fatevi mancare una visita anche alla Chiesa di Santa Maria dei Martiri che, intitolata anche a San Francesco da Paola, sorge su un'altura che domina la città, il Colle della Minerva. Al suo interno, tra particolari altari e dipinti, spicca l'opera di Ludovico Zoppi, risalente al XVI secolo, che ritrae l'eccidio dei Martiri.  

Un altro punto di attrazione molto interessante è dato dal Castello aragonese, restaurato nel XV secolo a pianta pentagonale su tre torri circolari. L'aspetto attuale del fortilizio si deve ai Viceré spagnoli, che ne fecero un capolavoro di architettura militare; oggi è spesso sede di mostre ed eventi. Da vedere, è anche il Faro di Punta Palascia che illumina la Via dei Pescatori che designa il confine tra Mar Adriatico ed il Mar Ionio; attualmente ospita il Museo Multimediale del Mare.

Coloro che amano la natura e le escursioni, devono assolutamente organizzare un gita ai Laghi Alimini, ossia due laghi situati poco più a nord di Otranto, molto caratteristici perchè immersi nel verde della macchia mediterranea. I laghi sono collegati tra loro da un canale ed inoltre, la popolazione animale lì presente li ha resi patrimonio protetto del WWF. Da vedere è anche l'affascinante Lago di Bauxite, situato poco più a sud di Otranto, nel bel mezzo del Salento; questo lago è un vero e proprio capolavoro della natura. Nei pressi, inoltre, abbiamo l'omonima Cava contraddistinta da un colore rossastro.

Leggi anche cosa vedere a Otranto.

mercatini_Otranto

Cosa fare a Otranto: eventi, ricorrenze e divertimenti

Otranto è una città vivace e piena di eventi. Uno tra i più famosi è “L’Alba dei Popoli”, un modo originale per vivere il Capodanno: Otranto, essendo la città più orientale d’Italia, permette infatti di vedere la prima alba del nuovo anno. L’evento prevede una serie di iniziative che durano circa un mese, da metà dicembre fino al 6 gennaio. 

In estate quando la città è piena di turisti si svolge la Festa dei Santi Martiri, molto sentita dagli abitanti; il 13-14 e 15 agosto si alternano eventi religiosi, civili, folkloristici, fino al grande spettacolo pirotecnico che porta tante persone arroccate sugli scogli per ammirare la magia delle luci sul mare.

Fra i tantissimi appuntamenti consueti vanno citati: la Sagra del Riccio di Mare, gli Incontri musicali, la Festa della Madonna dell'Alto Mare e la Sagra dell'Uva.

Per gli amanti dello shopping, suggeriamo di passeggiare per la zona del Centro Storico, ricco di negozietti di artigianato locale dove poter acquistare souvenir e non solo, i quali vanno dalla lavorazione della terra cotta a perle e ciondoli in vetro di murano.

Tra le vie del Borgo possiamo trovare molti locali e lounge bar dove poter assaporare ottimi aperitivi sia di terra che di mare, soprattutto lungo il Corso Garibaldi.
Per chi ama la movida, consigliamo il Castello Aragonese che di notte pullula di giovani. Ci si può svagare nei localini situati al suo interno, in un clima molto festoso ed allegro. 

Prefisso:
0836
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
otrantini o idruntini
Patrono:
Martiri di Otranto
Giorno Festivo:
14 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0680652
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Otranto

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Posizionata nel punto geografico più a est della penisola italiana, Otranto ha uno dei borghi più belli d’Italia e, nel 2010, è stato dichiarato dall’Unesco “patrimonio testimone di una cultura di pace”. Si può accedere al centro storico tramite la... vedi tutto Porta Terra, da dove si può vedere la Torre Alfonsina. La sua realizzazione si deve ad Alfonso d'Aragona che liberò la città dall'occupazione turca nel 1481. Da qui si percorre Corso Garibaldi che rappresenta l'arteria commerciale del paese. Vanta, infatti, la presenza di innumerevoli negozietti, aperti fino a tarda serata, nei quali si può trovare di tutto.  Il Corso si conclude in Piazza del Popolo dove si può notare la "Torre dell'orologio", edificata nel 1799 e impreziosita dallo stemma cittadino. L’edificio religioso più importante è la Cattedrale, bell’esempio di stile romanico venuto alla luce dopo l’avvento dei turchi. Fu edificata sui resti di una domus romana, di un villaggio messapico e di un tempio paleocristiano, scoperti negli scavi archeologici eseguiti dal 1986 al 1990. La cattedrale di Otranto è la sintesi di stili differenti come quello paleocristiano, quello bizantino e quello romanico, tutti perfettamente fusi. "Il tutto si fonde in un armonioso poema di fede e di bellezza", ha detto Papa Giovanni Paolo II in visita alla città nel 1980. L'elemento, tuttavia, che più di tutti rende speciale la cattedrale di Otranto è lo splendido mosaico pavimentale. Nel centro storico vi è la Basilica di San Pietro, ricca di affreschi che raffigurano scene bibliche. Probabilmente fu la prima basilica della città eletta metropoli nel 968. Molto graziosa è la cappella della Madonna dell’Altomare in quanto tutti gli arredi, anche l'illuminazione, richiamano ai temi del mare: dal cavalluccio marino al delfino, dall'ancora alla conchiglia. Altro edificio importante è il Museo diocesano che ricostruisce la storia del paese, accanto al Castello aragonese, restaurato nel XV secolo a pianta pentagonale su tre torri circolari. L'aspetto attuale del fortilizio si deve ai Viceré spagnoli, che ne fecero un vero e proprio capolavoro di architettura militare. Oggi, nella struttura, si svolgono delle mostre e degli eventi di vario genere. La fortezza otrantina ispirò il primo romanzo gotico della storia, Il castello di Otranto, di Horace Walpole. Poco fuori da Otranto, verso sud, nella "Valle delle Memorie", si erge una collina sulla cui cima si innalza fiera "Torre Pinta", una torre circolare che sovrasta il paesaggio circostante. Essa rappresenta un esempio di torre colombaia, edificata su un insediamento di epoca precedente, forse cristiano, data la pianta a croce latina regolare.
Zuccaro Gabriele
Voto complessivo 9
Guida generale : Otranto è semplicemente meravigliosa. Situato sulla costa adriatica della penisola salentina, è il comune più orientale d'Italia: il capo omonimo, chiamato anche Punta Palascìa, a sud del centro abitato, è il punto geografico più a est della penisola italiana. Dapprima... vedi tutto centro messapico e romano, poi bizantino e più tardi aragonese, si sviluppa attorno all'imponente castello e alla cattedrale normanna. Nel 2010 il borgo antico è stato riconosciuto come Patrimonio Culturale dell'Unesco quale Sito Messaggero di Pace. Avvolta da spiagge stupende,dal punto di vista meteorologico Otranto rientra nel territorio del Salento orientale che presenta un clima mediterraneo, con inverni miti ed estati calde. La festa della Madonna dell'Altomare si tiene la prima domenica di settembre. Nella mattinata, tutte le celebrazioni si svolgono nella cappella della Madonna dell'Altomare Sono i pescatori di Otranto ad accompagnare la statua della Vergine, pregevole opera della fine dell'Ottocento, nel piazzale suddetto per la celebrazione della Messa e dopo al molo per la processione in mare. Il peschereccio che accoglie la statua viene scortato da alcuni marinai, ai quali, tra l'altro, viene affidata la corona che verrà gettata in mare in memoria di tutte le sue vittime. L'imbarcazione, seguita da un nutrito gruppo di altre barche, traghetta il simulacro della Madonna verso il Porto. Dopo un breve giro al largo di Otranto, si sbarca e si ritorna, in processione, alla cappella. Consuete, come sempre, le luminarie e, a conclusione della serata, i fuochi d'artificio. Festa a dir poco incantevole, con le candele accese sparse nel mare di sera, veramente emozionante ... provare per credere. Ciao Gabriele
maurizia
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono da poco tornata da una vacanza nei dintorni di otranto e vi consiglio vivamente di andare per visitare, in primis la città di otranto con il suo castello e le sue mura affacciata su un mare stupendo ricco di... vedi tutto calette e torri. andare a visitare il faro poco distante da otranto e porto badisco un minuscola caletta molto caratteristica. per non parlare poi delle bellissime coste fino a s. maria di leuca con le sue meravigliose ville e la piazza pricipale del faro dove si gode di una mervigliosa panoramica sul porto stesso e l'incontro dei due mari ( adriatico e ionio ) in un insieme di colori dal verde degli uliveti nelle campagne e azzurro blu del mare. il periodo migliore e fine giugno in quanto non è ancora caldissimo e il turisno di massa non è ancora cominciato. Andate e vi piacerà
Da non perdere Mare , Castello Aragonese
tiziana capone
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Città bellissima con un affaccio al mare unico e spettacolare. Molto tranquilla e splendida da vivere non solo d'estate, ma anche d'inverno. Fornisce divertimento in tutte le serate, estive ed invernali. E non dimenticare la prima Alba che si può... vedi tutto ammiare ogni 1 gennaio. La sua posizione è strategica perchè non solo si affaccia sul mare, ma si trova a poci km dal capoluogo che è Lecce. Ad Otranto non ci sono anche solo le spiagge e un mare cristallino ( la città ha avuto la bandiera blu per il suo mare limpido ), ma ha anche una storia antica molto interessante. Si notano ancora oggi antichi insediamenti che risalgono all'epoca romana quando la città era conosciuta come Hydruntum. La città è stata dominata da diversi popoli nel corso degli anni come si nota dall'architettura bizantina, la normanna e il dominio turco , in vari punti della sua storia. Otranto presenta l'aspetto di molti piccoli centri italiani del medioevo quando il centro del paese era racchiuso all'interno di mura difensive ed era percorribile solamente con vicoli stretti. All'interno delle sono presenti molti monumenti: il castello aragonese, la Cattedrale, ecc.
Maria Rita
Livello 59     6 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Appena arrivati, Otranto ti accoglie con una luce meravigliosa, il mare pulitissimo ed estremamente accessibile. Ci sono ottimi motivi per andarci: Il lago di bauxite, appena fuori Otranto La litoranea Otrnto-Leuca, incantevole La cattedrale per il suo pavimento musivo La gente, calorosa, accogliente il cibo,... vedi tutto verdure, legumi i Laghi Alimini dove praticare escursioni in canoa, a cavallo, a piedi in mezzo alla natura, surf ottimi diving e scuole di vela l'incantevole borgo antico ed il percorso lungo i bastioni Pelasgi, dove godere di una vista sul porto e tutta la baia punto di partenza verso l'entroterra e i borghi custodi di antiche tradizioni punto di partenza verso nord, lungo la litoranea per scoprire Torre dell'Orso, Roca, San Foca Otiima base per un'escursione a Lecce, interessante di giorno per la ricchezza del suo patrimonio artistico, coinvolgente e suggestiva la sera per la sua movida. Gerard Depardieu ha un appartamento a Lecce, nel cuore del centro storico. Che dire? Otrnto ed il Salento è una meta da raggiungere almeno una volta nella vita, come La Mecca
antonio
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 5
Guida generale : Cittadina meravigliosa ma totalmente carente nei trasporti. Il costo è eccessivo, specie la ristorazione dove, secondo me, fanno un tantino i furbetti. A differenza della vicina Gallipoli, Otranto offre ben poco, specie per i giovani. La sicurezza è ottima, anche... vedi tutto se si sente spesso di furti in appartamenti e campeggi. Il mare è splendido. Il centro storico molto poetico. Ultimamente, frequentandola spesso, ho notato un allargarsi dello sfruttamento costiero con parcheggi e lidi nuovi che deteriorano la selvaggia costa. Facilmente raggiungibile, si può trascorrere un interessante ferragosto. Tutto sommato, la consiglio in Estate, periodo Luglio/Agosto. Sconsiglio il soggiorno nel periodo Ottobre/Aprile per via dell'alto tasso di umidità con frequenti foschie e nebbie e auto bagnate, soprattutto in inverno, sin dalle 4 del pomeriggio.
Juri Bettini
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : La città di Otranto è a dir poco favolosa. Ha un elevato interesse storico, è bellissima da girare a piedi, soprattutto nelle serate estive. E' molto turistica ed accogliente; ha tutti i servizi di cui si possa necessitare. Affaccia su un mare meraviglioso:... vedi tutto l'acqua che circonda la città ha un celeste particolare. Unica pecca: è un po' troppo battuta nei mesi di luglio ed agosto, ma in Italia questa caratteristica ce l'hanno proprio tutte le località con un bel mare. Consiglio una visita ed una sosta di qualche giorno per godere a pieno dei ritmi lenti dei quale gode Otranto, atti a propizionare il relax.
giovanni carullo
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Bellissimo centro affacciato sull'Adriatico, ponte tra Italia ed Oriente, cielo azzurro, come solo i cieli d'oriente sanno essere. Respiro di storia, martiri ed assedi, castello e vicoli. Cucina salentina, splendide spiagge, Baia dei Turchi, per esempio, o l'Alimini dei laghi.... vedi tutto Sabbia bianca, acqua cristallina. Andateci, e poi leggete tutto quello che vi capita di leggere. Otranto di Cotroneo, per esempio. Per ritrovare i demoni meridiani di Otranto, quelli del sole allo Zenith, del faro della Palascia, della biblioteca distrutta dai Turchi dopo l'assedio, che era la piu' grande del sud...
Raffaele
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Sono stato in vacanza in Salento e ne ho approfittato per visitare questa stupenda località. Sono rimasto affascinato dalla bellezza dei suoi monumenti, dei vicoli e del centro storico, tutto ben tenuto ed ordinato. I negozi sono quasi tutti variopinti... vedi tutto e si viene accolti sempre con un sorriso e con grande disponibilità. Inoltre, benché le stradine ed il lungomare fossero piuttosto affollate, non si avvertiva per niente il vocio che spesso, in altri luoghi, diventa fastidioso. Per un attimo mi è sembrato di trovarmi in una località del nord Europa, tanto l'ordine e la pulizia. Complimenti! Da vedere... un imperdibile MUST!!!
Valter Corti
Livello 41     7 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Bella città, molto caratteristica con grazioso centro storico fortificato. Posizione splendida e molto animata la sera. Da non perdere la cattedrale. Nell'agosto 1480, fu teatro di una terribile carneficina i Turchi espugnarono la città dopo alcuni giorni d'assedio ed entrarono... vedi tutto nella chiesa sterminando il clero e i civili che vi si erano rifugiati. Venne trasformata in moschea e furono distrutti tutti gli affreschi risalenti al XIII secolo. Furono eseguite oltre 800 decapitazioni e i resti sono ancora conservati all'interno della chiesa. Storia molto triste e, purtroppo attuale, che lascia il visitatore quasi senza fiato per l'effetto che queste notizie hanno sulle persone sensibili.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0280268
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0310299
AdvValica-GetPartialView = 0,0010017

Cerca offerte a Otranto

HotelSearch-GetPartialView = 0,010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0230227
JoinUs-GetPartialView = 0,0020017

Meteo Otranto

Sereno
13 °
Min 12° Max 18°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,090086
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0