×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Barcellona: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Per tutti è la città del divertimento sfrenato, delle ore piccole e della movida europea: Barcellona. La città catalana in realtà è molto altro, è un incrocio tra l’antico e il moderno, tra il tipico e l’atipico, tra l’elitario e il popolare, è un mescolarsi di tinte, tendenze e sfumature diverse che ne fanno una delle città più popolari al mondo tanto che i suoi luoghi andrebbero, almeno una volta della vita, vesti da vicino.

Cosa vedere assolutamente a Barcellona: le 10 cose da vedere e fare a Barcellona!

Cosa vedere a Barcellona

La capitale della Catalogna è tra le mete più care agli amanti della cultura, ai giovani e a chi vuole mantenersi tale. È una città completa, da visitare per i suoi musei, pieni di tesori inestimabili, per i meravigliosi edifici e per la sua atmosfera sempre allegra e briosa. È la città che in ogni suo angolo ricorda il suo artista più grande, Antoni Gaudì che ha lasciato il segno indelebile del Modernismo catalano. Noi vi suggeriamo i 10 luoghi assolutamente da non perdere per un giro in città senza troppi problemi, buoni anche per chi non sa cosa vedere a Barcellona in inverno.

1) Sagrada Familia

È il simbolo per eccellenza di Barcellona e del suo ideatore Antoni Gaudí, morto quando la chiesa non era ancora terminata. Nonostante sia ancora oggi in costruzione, è assalita dai turisti di tutto il mondo. Nella sua maestosità con le sue due facciate che raccontano la storia di Gesù, dalla nascita alla morte, emana un’aura di pace e serenità che pochi luoghi riescono a dare. Un consiglio? Scegliete il tour con le audioguide salendo fino in cima ad una delle torri. Il costo del biglietto serve per sovvenzionare i lavori che dovrebbero concludersi prima del 2030.

2) Parc Güell

È per tutti il parco dei mille colori, delle forme ondulate e della salamandra variopinta. Questi i segni distintivi di enorme parco cittadino anche questa opera del grande architetto Gaudì, dal 1984 patrimonio dell’Umanità Unesco. L’opera fu commissionata dal finanziere Eusebi Güell che voleva una struttura che ricostruisse una “città-giardino” ed è quello che il genio catalano ha fatto secondo le linee del modernismo. Sarà un vero piacere per gli occhi e per lo spirito percorrerlo in lungo e in largo ammirando la Scalinata d’ingresso, la Sala Hipostila, il Banc de Trencadis e la Casa Museo.

3) La Rambla

E' il lungo vialone che percorre il cuore della città da Placa de Catalunya fino al Mirador di Colombo, la statua dedicata al navigatore sulla quale si può salire e ammirare dall’alto tutto il paesaggio sul mare. È un pullulare di negozi e mercati tra suoni, odori e colori, particolari e identitari. Impossibile non fare almeno un giro da queste parti. Dici Barcellona e si pensa subito alla Rambla. Tante le soste da fare tra i quali Palau de la Virreina, il Gran Teatru del Liceu e Joan Miró.

4) Mercato de la Boqueria

Questo luogo, nel cuore della Rambla, è un’altra delle grandi anime della città. Uno dei mercati più visitati del mondo, il più grande della Spagna e probabilmente il più antico d'Europa. Con i suoi 2.500 metri quadrati è un'enorme distesa di banchi e un mosaico di colori con ogni genere di prodotti, soprattutto alimentari. Delle vere chicche sono i banchi di frutta secca e quelli dei frullati freschi, ideali da portare in giro per la visita alla città. Attenzione ai borseggiatori che da queste parti non mancano mai.

5) Il Barrio Gotico

Ci si addentra verso la vera anima della città attraverso il quartiere più famoso di Barcellona dove ancora resiste la chiara impronta romana con la tradizionale divisione in decumani. Vi si trovano alcuni dei palazzi della politica catalana, resi noti anche dalla storia recente. Tra questi il Palau de la Generalitat, sede del potere regionale e il municipio, l’Ajuntament. E poi ci sono anche i palazzi della fede: l’Esglesia de Sant Just I Pastor, famosa soprattutto perché qui venne arrestato Gaudì e la Catedral.

6) La Cattedrale della città

Si tratta del più importante luogo di culto della capitale della Catalogna. La Catedral de Santa Creu i Santa Eulalia è un grande esempio di architettura gotico-catalana costruita in lunghi anni di lavori, dalla fine del Duecento, la facciata fu realizzata solo alla fine dell’Ottocento. Secondo gli studi e i resti di un’antica basilica paleocristiana venuti alla luce, la chiesa risalirebbe all’epoca di Diocleziano. Tre le navate in cui è divisa e ben 29 le cappelle laterali. Da vedere il coro, la cripta dove sono conservate le spoglie di Santa Eulalia, il chiostro e la torre campanaria sulla quale si può salire.

7) Museo di Picasso

Nel quartiere gotico de La Ribera sorge uno dei musei più famosi di tutta Barcellona. È formato da cinque splendide palazzine di epoca medievale una affianco all’altra posti lungo Carrer Montacada nelle quali è conservata la collezione dedicata a Picasso composta da 3.500 opere d'arte dell’artista che visse in città il periodo della sua gioventù. Le prime tre: Palau Aguilar, Palau del Baro de Castellet e Palau Meca ospitano la collezione permanente mentre le altre due, Casa Mauri e Palau Finestress, accolgono le mostre temporanee.

8) La Barceloneta e il Porto Vecchio

Un tempo era il ritrovo dei pescatori e oggi è, invece, il tempio del turismo estivo tra la spiaggia, un grande centro commerciale e i ristorantini sul lungomare dove si assaggia il pesce fresco. È il posto più cool della città dove non si può non andare, anche solo per una passeggiata. Grazie alle Olimpiadi il quartiere è rinato ed è stato rivalutato anche grazie alla presenza del Museu d’Historia de Catalunya e all’Acquario, uno dei più grandi d’Europa.

9) Casa Pedrera e Batlló

Sono altre due grandi testimonianze dell'eccentrico architetto Gaudì. Casa Batlló è un palazzo spettacolare dove si mischiano le tinte marroni del legno e l’azzurro dell’acqua. È un vero capolavoro architettonico, residenza borghese e oggi un museo dove si celebra il genio di Gaudì. Più dell’interno, la sa facciata con le maschere, è famosissima e merita di essere vista passeggiando su Passeig de Gracia. Non è da meno Casa Milà, detta "la Pedrera" immediatamente riconoscibile per il procedere curvo delle sue linee costruttive. Uno stravagante palazzo modernista commissionato a Gaudì nel 1906 dall’industriale Pere Milá i Camps, che era rimasto colpito dall’architettura di Casa Batllò.

10) Montjuicn e le fontane magiche

Spesso non nominato nelle classiche guide, è un promontorio alto 175 metri dal mare e un vero polmone verde. Un parco a metà strada tra natura e architettura che ospita parchi e palazzi, tra cui molti musei. Qui spicca il fantastico e imperdibile spettacolo delle fontane magiche che tra giochi di luci, colori e zampilli che danzano a suon di musica vi lascerà a bocca aperta. Il tutto in una cornice scenografica fantastica. 

Barcellona

Cosa vedere a Barcellona: ecco tutte le dritte per non perdere davvero nulla

Cosa vedere a Barcellona in 1 giorno

Per trascorrere una giornata a Barcellona bisogna avere le idee chiare ed essere pragmatici; sarà dunque inutile trascorrere il tempo in fila per visitare le mete turistiche più gettonate. Il monumento più famoso della città catalana, la Sagrada Familia, potrà dunque essere ammirata dall'esterno; per visitarla internamente c’è da fare un po’ di fila.

Il breve itinerario delle opere di Gaudì può continuare prendendo la metro L2 che porta a Passeig de Gracia; la fermata è proprio davanti alla Casa Batllò, di cui si possono ammirare i meravigliosi giochi di luce; poco distante c’è la Pedrera, di cui vale la pena visitare il tetto. Con la linea L3 della metropolitana si raggiunge la Casa Vicens, altra opera del maestro dell’architettura catalana. La serata può essere consacrata al relax, passeggiando per le strade del quartiere più affascinante della città: Gracia; si può cenare con tapas, vermut e alloggiare in uno dei tanti bed&breakfast della zona.

Cosa vedere a Barcellona in 2 giorni

Con un giorno in più a disposizione il consiglio è di visitare il Parc Güell; anche in questo caso si tratta di un'opera di Gaudì. Il consiglio è di recarsi molto presto, per evitare tempi di attesa troppo lunghi. Il parco è grande per cui ci vorranno almeno due ore per girarlo e visitare le due case progettate dall’architetto; dal parco si gode di un panorama mozzafiato sulla città.

Dopo aver pranzato in una locanda di Vallcarca, tra veri catalani, ci si può spostare verso Plaça Catalunya per esplorare il centro storico; si può scegliere di mangiare al mercato della Boquerìa, dopo aver percorso la Rambla, uno dei luoghi più gettonati tra i viaggiatori, soprattutto per il passeggio turistico, vista la presenza di bancarelle e di artisti di strada. Prendendo una delle stradine traverse della Rambla si raggiunge il quartiere gotico di Barcellona, con la Cattedrale e la splendida piazza Sant Felipe Neri.

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

Un week-end lungo a Barcellona è perfetto per andare alla Barceloneta, specialmente durante la stagione calda. Di domenica ci si può rilassare in spiaggia, facendo uno spuntino presso uno dei tanti bar a pochi metri dal mare oppure nelle piazzette del quartiere, che rappresenta un pezzo di storia della città. Al pomeriggio si può optare per la collina del Montjuïc, dove sorge il castello; si raggiunge prendendo la teleferica dal porto. Una volta giunti sulla collina è possibile scegliere tra il bus e la seconda teleferica, oppure proseguire a piedi. Altri luoghi interessanti sono il Giardino Botanico, gli stadi olimpici di Barcellona ’92 e le imperdibili opere della Fundació Joan Miró.

Verso sera è consigliata una visita alla Fuente Magica, che si colora a ritmo di musica facendosi apprezzare per i suoi fantasiosi getti d’acqua: si trova a Plaça de Espanya, dove sorge anche il Palazzo Reale.
Gli sportivi appassionati di calcio non vorranno mancare il tour del Camp Nou, lo stadio del Barcellona: si possono ammirare i trofei vinti e passeggiare sull’erba calcata da Leo Messi.

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni

Con un giorno in più a disposizione è consigliabile una visita al Parc della Ciutadella, non distante dal quartiere del Born; i catalani lo usano per correre o rilassarsi. Al Born invece c’è da segnalare la Catedral del Mar: fu costruita dagli abitanti di Barcellona trasportando dal Montjuïc massi pesanti per molti chilometri.

Da non perdere anche il Museo Picasso e il Palau della Musica Catalana. Spostandosi verso il Raval si potrà godere di un’atmosfera multiculturale; è anche un’occasione per vedere il Gato de Botero, la scultura più importante del quartiere.

Cosa vedere a Barcellona gratis

Forse non sono in tanti a sapere che a Barcellona ci sono 55 musei, non tutti a pagamento se si effettua una visita la domenica pomeriggio oppure la prima domenica del mese. Tra questi vanno segnalati:

Il Parco della Ciutadella è ideale per rilassarsi senza spendere denaro; c’è un lago, ci sono tavolini per giocare a ping pong e varie fontane. All’interno si trovano anche lo Zoo di Barcellona, il Museo di Geologia e il Palazzo del Parlamento catalano. Ovviamente le spiagge della costa catalana sono il divertimento più economico; non ci sono stabilimenti privati, tutta la spiaggia è libera e si può trascorrere del tempo nuotando, prendendo il sole, specialmente durante l’estate, oppure passeggiando sulla riva.

Cosa vedere a Barcellona e dintorni

Anche i dintorni di Barcellona sono suggestivi; a pochi chilometri dalla città c’è la Costa Brava, raggiungibile con treni che partono da Passeig de Gracia ogni 20 minuti. In 40 minuti si possono raggiungere le spiagge di Tossa de Mar e Lloret de Mar, oppure località come Sitges, con il suo splendido centro storico, e Cadaques, che ricorda i paesaggi della Costa Azzurra, e poi ancora Pals e Calella de Palafrugell.

Ma non c’è solo il mare intorno alla città catalana; chi ama il trekking può scegliere il Parco Naturale di Montseny, oltre 50.000 ettari percorribili con una sola strada e una grande rete di sentieri.

Cosa vedere a Barcellona con bambini

Siete a Barcellona e dovete trovare le attrazioni giuste per i vostri bambini. Niente paura, l’architettura di Antonio Gaudì è talmente fantasiosa che piace anche ai bambini. Tra le opere da non perdere consigliamo:

  • La Sagrada Familia;
  • Il Parc Güell;
  • Il Palazzo Güell;
  • La Cripta della Colonia Güell;
  • La Casa Milà;
  • La Casa Vicens;
  • La Casa Batllò.

Queste sono le 7 opere dell’architetto catalano che i bambini apprezzeranno, per le figure di animali fantastici e per i colori vivaci che le caratterizzano. Ma a Barcellona i piccoli potranno divertirsi anche viaggiando sulla teleferica, che arriva al Montjuïc, oppure visitando il Museo della Cioccolata.

E infine concludiamo con l’Aquarium, la vera attrazione per i bambini a Barcellona: l’itinerario all’interno dell’immensa struttura permette di attraversare, percorrendo tunnel di vetro, paesaggi marini ricchi di pesci di ogni tipo, dalle razze agli squali bianchi, dai pinguini ai delfini.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0010008
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



218 risultati filtrati per:
Rank 1# di 218
469 Voti
Rank 2# di 218
305 Voti
Rank 3# di 218
Rank 4# di 218
160 Voti
Rank 5# di 218
81 Voti
Rank 6# di 218
62 Voti
Rank 7# di 218
62 Voti
Rank 8# di 218
54 Voti
Rank 9# di 218
35 Voti
Rank 10# di 218
33 Voti
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010012
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Barcellona

HotelSearch-GetPartialView = 0

Ti potrebbe interessare:

Quanti giorni stai a Barcellona ? vedi cosa hanno visitato altre persone e ottimizza i tempi.
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0010008

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Barcellona
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0