×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Acquasparta: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0040043
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040038
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Acquasparta è un comune italiano che dal punto di vista amministrativo appartiene alla provincia di Terni e che conta poco meno di 5.000 abitanti distribuiti all'interno di una superficie di 81,61 chilometri quadrati. Si trova in Umbria, più precisamente su un colle che domina la valle del fiume Naia, ad un'altitudine media di circa 350 metri al di sopra del livello del mare e in un territorio ricco sia di vegetazione che di sorgenti di acque curative. Dal punto di vista climatico Acquasparta presenta temperature tendenzialmente calde, nonostante si riscontri una piovosità piuttosto significativa anche durante le stagioni abitualmente più secche: da questo punto di vista il mese più caldo dell'anno è luglio, durante il quale si registra una media di 23.2° C; al contrario il mese più freddo dell'anno è gennaio, durante il quale si registra una media di 4.8° C.

Il comune di Acquasparta sembra avere origini databili al periodo degli antichi romani: lo stesso toponimo "Acquasparta" deriva dal latino "Ad Aquas Partas" e sembra alludere direttamente alla posizione della valle del Naia, situata proprio tra le fonti dell'Amerino e di Furapane. Detto ciò non esistono testimonianze certe sull'esistenza di un nucleo abitato sviluppato precedenti al X secolo, periodo durante il quale il territorio circostante era feudo dato dall'Imperatore Ottone I di Sassonia al Conte Arnolfo, che avrebbe fatto costruire le Abbazie di Santa Barbara e di San Nicolò. Dopodiché le cosiddette Terre Arnolfe (e di conseguenza Acquasparta) vengono citate per la prima volta nell'anno 1002 dopo Cristo, in uno scambio epistolare tra l'Imperatore Enrico II ed il Papa.

Il comune rimane sotto il dominio dei discendenti di Arnolfo, che nel frattempo iniziavano a venire chiamati proprio "Nobili di Acquasparta, per alcuni secoli, fino a quando Papa Innocenzo VIII lo dichiara terra franca con un suo Breve datato 8 agosto 1489. Sempre per iniziativa papale la città viene successivamente passata alla famiglia d'Alviano, per poi diventare ducato nel 1588: questo è probabilmente il periodo di massimo splendore per Acquasparta, che vede nascere nel 1603 l'Accademia dei Lincei. Splendore che sarebbe stato arrestato più che bruscamente dalla morte di Federico II, dalla peste del 1630 e dal terremoto del 1703: eventi che avrebbero messo in ginocchio grandissima parte della zona appenninica dell'Italia centrale.

Dopo una breve parentesi francese, Acquasparta è entrata nel Regno d'Italia già a partire dal 1861 e da allora ha fatto parte della provincia di Perugia fino al 1927, anno di istituzione della già citata provincia di Terni. Oggi la città si articola in 9 diverse frazioni (Casigliano, Castel del Monte, Configni, Firenzuola, Macerino, Portaria, Rosaro, Selvarelle e Scoppio) e deve buona parte dei propri introiti al forte afflusso di turisti provenienti da tutta Italia e non solo: nonostante le calamità naturali di cui sopra conserva infatti ancora l'aspetto di un centro medievale.

Acquasparta dista circa 23 chilometri dal proprio capoluogo di provincia Terni e, più in generale, è particolarmente ben collegata dal punto di vista stradale, essendo servita sia dalla superstrada E45 (che se percorsa nella sua interezza porta addirittura fino in Finlandia) che da diverse strade regionali che la collegano ad altri importanti centri umbri quali Todi, Narni ed Amelia e ancora dalla splendida panoramica che attraversa i monti Martani raggiungendo Spoleto e Foligno. Il comune è inoltre coperto dalla Ferrovia Centrale Umbra nel tratto che va da Terni a Perugia ed è servito da una propria stazione; al contrario non è provvisto di un proprio aeroporto: i più vicini sono l'aeroporto internazionale dell'Umbria San Francesco d'Assisi di Perugia (distante circa 60 chilometri dal centro abitato) e l'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino (distante circa 140 chilometri dal centro abitato).

Prefisso:
0744
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
acquaspartani
Patrono:
Santa Cecilia
Giorno Festivo:
22 novembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0060055

Valutazione generale

2
Media
1
Ottimo

Chi c'è stato

Nessun dato disponibile

Indicatori

Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013

Recensioni Acquasparta

Conosci Acquasparta? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Oriano Armadori
Livello 14     2 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Acquasparta è un paese dell'entroterra Umbro dove si sta tranquilli si respira aria buona c'è della buonissima acqua c'è del buon vino delle campagne vicine si sta davvero bene. Grazie Italia se ci fai avere questi bei paesi!!!Si sta a... vedi tutto 25 km da Terni città che fa provincia che ci si può arrivare pure con il treni di Umbria Mobilità che c'è quasi tutte le ore.
Fabio Fraioli
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 6
Guida generale : Acquasparta è una ridente cittadina posta nel cuore dell'Umbria, a cavallo fra le colline e l'adiacente catena dei Monti Martani, nota per le sue acque minerali (Fabia, Amerino e Grazia). Nell'ambito del territorio comunale vi sono diverse località minori come... vedi tutto le Frazioni di Portaria e Macerino di grande valore storico e paesaggistico.
Da non perdere Palazzo Cesi (cinquecentesca dimora dove soggiornò anche Galileo Galilei)
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0150145
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0800765
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064
AdvValica-GetPartialView = 0,0010012

Cerca offerte a Acquasparta

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009

Tipi di vacanza

Mete per la famiglia
Verde e natura
Studenti
Arte e cultura
Enogastronomia
Giovani e single
Mete romantiche
Montagna
Shopping
Sport
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013