×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Perugia: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Perugia è una città unica, dai tanti volti. Il più riconoscibile è quello medievale che si rende evidente nel centro storico, dove il tessuto urbano conserva intatti i tratti somatici di uno stile architettonico inconfondibili. Ma non bisogna dimenticare il fatto che Perugia fu una città etrusca ancor prima di diventare una colonia romana.

Oggi, pur mantenendo inalterata la sua struttura urbana di borgo fortificato, Perugia è una città particolarmente effervescente e non solo perché ospita la kermesse internazionale di Umbria Jazz, ma soprattutto perché la sua Università, fondata nei primi anni del XIV secolo, oltre che ad essere tra i più antichi Atenei al mondo, risulta essere la maggiore Università per Stranieri del nostro Paese. Questo fatto rende Perugia una città giovane e molto attiva.

Dove si trova Perugia: geografia, territorio e storia

Proprio nel cuore dell’Italia, Perugia è collocata al centro della regione della quale è capoluogo: l'Umbria. Il suo centro storico non è molto esteso e questo consente la una visita senza troppi spostamenti. Famosa per via di essere sede della Perugina, nota fabbrica di cioccolato che ha anche un suo museo, Perugia ospita l’evento internazionale Umbria Jazz.

La storia di questa città risale all’epoca del popolo Etrusco che scelse questo luogo per insediarsi, alcuni secoli prima della venuta di Cristo. Tuttavia furono gli antichi romani che svilupparono la città – da loro battezzata Perusia – trasformandola in una colonia importante. Alla caduta dell’Impero Romano e dopo aver visto il susseguirsi di varie dominazioni barbariche, nel periodo medioevale Perugia guadagnò la status di libero comune che mantenne fino al XVI secolo, quando passò sotto il dominio del Papato.

Le varie fasi della sua storia hanno lasciato il loro segno all’interno del centro storico della città per via di palazzi, chiese, piazze e fontane che l’abbelliscono ma anche in tante opere d’arte che sono raccolte in collezioni museali e all’interno di edifici storici. Perugia risulta essere anche un ottimo punto di partenza per escursioni giornaliere che hanno come meta altre cittadine medioevali umbre, come le vicine Assisi, Gubbio, Todi, Spoleto, Terni oppure il tranquillo Lago Trasimeno.

Piazza_Perugia

Come si vive a Perugia: clima, qualità della vita e consigli utili

Perugia, equidistante sia dal mar Tirreno che da quello Adriatico, gode di un clima continentale. Il periodo migliore per visitare la città è quello che va dal mese di aprile a ottobre. Da considerare che luglio e agosto risultano essere i mesi più caldi mentre gennaio e febbraio quelli più rigidi. Le piogge, invece, caratterizzano i mesi di febbraio, marzo, aprile e novembre.

La cucina locale sfrutta i prodotti del territorio, di cui il tartufo nero è il più importante e prelibato. Utilizzato sia nei primi che nei secondi piatti, il tartufo nero appare un ingrediente caratterizzante quella che è una gastronomia che fa della carne e della selvaggina, un vero e proprio leitmotiv.

Specialità di Perugia può essere considerata il primo di stringozzi: una pasta tradizionale fatta in casa che è lasciata lunga e spessa. Buona è anche la torta al testo realizzata con acqua, farina, sale e bicarbonato (ovviamente è una torta salata) che sostituisce il pane per accompagnare carni e verdura. Il nome "testo" si riferisce alla parola latina testum, ossia quello che era il piano in laterizio dove, sin dall’epoca dell’antica Roma, veniva cotte le farine.
Altra specialità, parlando di selvaggina, sono i palombacci alla perugina: piccioni selvatici che vengono pepati e salati esternamente ed interiormente prima di venire avvolti con fettine di prosciutto e deposti in una pentola di terracotta per essere messi sul fuoco. La sua alternativa è il palombaccio cucinato sotto uno strato di cenere o, ancora, alla ghiotta.

Pur essendo patria del famoso cioccolato Perugina, i dessert tipici sono rappresentati dal brustengolo, che è un piatto della cucina povera dove si utilizza farina di mais, frutta secca, uva sultanina, miele e fichi secchi. Anche la ciaramicola è un dolce della tradizione, soprattutto preparato durante la Pasqua; si tratta di un ciambellone meringato e arricchito con dei piccoli confetti colorati.

Corso_Vannucci_Perugia

Come arrivare e come muoversi a Perugia

Perugia è facilmente raggiungibile da ogni parte d’Italia. Chi preferisce usare il treno, da nord sulla linea Firenze-Roma deve scendere a Terontola e prendere uno dei treni per Terontola–Cortona che incrociano un treno locale per Perugia. Da sud, la tratta Roma–Ancona ferma a Foligno da dove prendere uno dei treni locali per Perugia.

Perugia si raggiunge in auto attraverso: la SS3 bis (Flaminia bis chiamata anche E45), la superstrada SS75 bis (il raccordo Perugia – Bettolle), l’Autostrada del Sole uscita casello Orte (per chi proviene da sud) con proseguimento via SS 204 e poi E45; l’Autostrada del Sole uscita casello Valdichiana (per chi proviene da nord) e superstrada SS75 bis (il raccordo Perugia – Bettolle).

Il centro storico della città si deve necessariamente visitare a piedi, Perugia è caratterizzata da diverse salite e discese quindi si consigliano scarpe basse e comode. Il centro è a traffico limitato quindi non è consentito l’uso dell’automobile la quale può essere lasciata nei vari parcheggi a pagamento che circondano il centro storico. Tuttavia è presente una sistema di trasporto pubblico efficiente.
I mezzi pubblici disponibili sono: il Minimetrò (una sorta di metropolitana con sole sette fermate che attraversa la città dalla sua parte bassa verso quella alta) e i bus pubblici, che coprono 49 linee in totale.

Un suggerimento per coloro che intendono visitare la città è quello di acquistare la Card Perugia Museo, che permette di visitare i punti più interessanti offrendo riduzioni sui prezzi dei biglietti e sconti per ristoranti e negozi convenzionati.

Palazzo_Priori_Perugia

Perugia: cosa sapere e cosa visitare

La città è ricca di un patrimonio artistico inestimabile e risulta un interessante meta turistica: la Perugia odierna è infatti lo straordinario risultato delle varie influenze artistiche dalle quali venne modellata durante i secoli del Medioevo e del Rinascimento.

Nel suo grazioso aspetto rientrano i numerosi marmi utilizzati nella costruzione di chiese ed importanti edifici, le pietre ferrigne, le cordonate e gli archi che sovrastano le strade antiche. Simbolo di Perugia è senza dubbio la Fontana Maggiore.

Sono moltissime le bellezze che si possono ammirare nella città, a partire dalla meravigliosa Piazza IV Novembre, Il Palazzo dei Priori, la Chiesa di San Severo, la Rocca Paolina, la Cattedrale di San Lorenzo e la chiesa di San Domenico.

Città molto attiva culturalmente sono presenti diversi musei di alto valore culturale: il più importante è  Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, ma anche la Galleria Nazionale dell'Umbria, il Museo dell'Opera del Duomo, e le magnifiche Porta Mandorla, Porta Marzia, senza dimenticare l'Arco Etrusco.

Da non perdere un escursione nei bellissimi dintorni di Peugia, in particolare sul Lago Trasimeno, (detto anche “il lago di Perugia”); inoltratevi nei bellissimi paesini che si affacciano sul lago: da Passignano a Tuoro, Isola Maggiore e Castiglione del Lago.

Leggi anche cosa vedere a Perugia.

Perugia

Cosa Fare a Perugia: eventi, ricorrenze e divertimenti

Durante l’anno si tengo molti eventi legati al territorio, come quelli dedicati ai prodotti tipici. Meta di studenti universitari Perugia offre la possibilità di divertirsi nella movida fino a tarda notte con discoteche, locali e pub che animano le vie del centro storico e le diverse pizze.

Per divertirsi in compagnia si possono frequentare gli antichi caffè così come gli innovativi wine bar. Ecco una parziale lista dei luoghi suggeriti:

  • In via Baldeschi il Cafè H2nO è un locale adatto per un aperitivo accompagnato da un sottofondo musicale. Il giovedì alle 22 si tiene il music live project con jam session di chillout, samba, acid jazz e house. In piazza Morlacchi, l’omonimo caffè – aperto fino all’una di notte – vede l’organizzazione di una serie di eventi culturali ovviamente accompagnati dalla musica. Il Caffè di Perugia a via Mazzini offre anche un servizio di ristorazione e di enoteca e il giovedì alle 19 celebra l’aperitif dinner. Chi ama invece le classiche atmosfere può fermarsi al Corso allo storico Caffè Medioevo.
  • Gli amanti del vino possono indirizzarsi in via Piacevole all’Osteria del Tempo Perso, dove vengono proposti piatti alla brace ma anche pesce e paella (di venerdì). In alternativa, in via del Sole, c’è la Bottega del Vino dove, insieme a un bicchiere di bianco o rosso, vengono abbinati formaggi e pesce affumicato.
  • Chi preferisce il pub, in via Guerriera c’è Buskers, dove l’Irlanda è di casa così come il gioco delle freccette.

Per le vie del centro storico di Perugia si possono fare diversi tipi di acquisti, dai negozi dedicati all’alta moda ai piccoli negozi  e bancarelle di souvenir a quelli legati all’enogastronomia e ai prodotti tipici legati all’artigianato del luogo. Il Centro Commerciale Gherlinda e Collestrada rappresentano i centri commerciali più importanti di Perugia dedicati allo shopping  con innumerevoli servizi.

A Perugia ci sono moltissimi ristoranti che offrono dell’ottima e genuina cucina locale, con prodotti tipici legati alla tradizione soprattutto per le vie del centro storico molto concentrato. Per gli amanti del benessere, del relax e dell’aria pulita si possono raggiungere anche le limitrofe aree con agriturismi immersi nel verde e antiche osterie.

Per gli amanti dello sport a Perugia ha sede lo stadio Renato Curi, che oltre alle partite di calcio ospita diversi concerti da parte di Umbria Jazz e di artisti.

Prefisso:
075
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
perugini
Patrono:
San Lorenzo
Giorno Festivo:
29 gennaio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

50
Buona
27
Ottimo
25
Media
3
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
29
Famiglie
5
Turisti maturi
5
Coppie
5
Giovani e single
2

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Intrattenimento
Trasporti
Attrattive
Alloggio
shopping
Sicurezza
convenienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Perugia

Conosci Perugia? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : La città è munita di un magnifico patrimonio artistico e risulta una interessante meta turistica: la Perugia odierna è infatti lo straordinario risultato delle varie influenze artistiche dalle quali venne modellata durante i secoli del Medioevo e del Rinascimento. ... vedi tutto Nel suo grazioso aspetto rientrano i numerosi marmi utilizzati nella costruzione di chiese ed importanti edifici, le pietre ferrigne, le cordonate e gli archi che sovrastano le strade antiche. Partiamo con la visita di questa bellissima città da Piazza IV Novembre, una delle più belle piazze d’Italia. Vi si affacciano bellissime costruzioni, al suo centro la Fontana Maggiore, di struttura medievale, venne realizzata nella seconda metà del XIII secolo. Notevole testimonianza storica, è l'acquedotto che portava acqua in città dal Monte Pacciano. Il supervisore dei lavori nonché l'architetto, fu Fra' Bevignate, mentre le splendide decorazioni scultoree sono di Nicola e Giovanni Pisano. La fontana è formata da due vasche poligonali sovrapposte, rivestite da splendide formelle raffiguranti mesi, personaggi biblici e mitologici, santi, animali, e personificazioni di scienze, virtù e luoghi geografici. Il Palazzo dei Priori si colloca su un lato della piazza: costruito nel 1298 e terminato nel 1350 circa, costruito in travertino e pietra bianca e rossa, presenta il grande portale ogivale che immette nella bellissima Sala dei Notari, rettangolare, con volta sostenuta da arconi romanici e pareti coperte da affreschi. All’interno del Palazzo c’è la Galleria Nazionale dell’Umbria, che contiene la più importante raccolta d'arte della Regione per i periodi medioevale e moderno. Sempre su Piazza IV Novembre si affaccia la Cattedrale di S. Lorenzo, iniziata nel ‘300 e terminata nel ‘400. Il lato sinistro, presenta la statua bronzea di Giulio II, il portale dello Scalza e grandi finestre gotiche; ci sono inoltre gli archi della Loggia di Braccio (1423) e sotto la loggia ci sono un tratto di mura romane, il basamento dell'antico campanile e la copia della Pietra della Giustizia, un documento del Comune risalente al 1200.La facciata della chiesa, è stata ristrutturata in forme barocche. L'interno, diviso in tre navate, contiene interessanti opere d'arte: da segnalare la Cappella del Santo Anello, in cui si conserva, secondo una vecchia tradizione, l'anello della Madonna; la Cappella di S. Bernardino; il bellissimo coro di Giuliano da Majano e Domenico del Tasso. Proseguiamo la nostra visita alla scoperta della meravigliosa Chiesa di S. Domenico, situata lungo Corso Cavour, venne costruita nei primi anni del 1300, su progetto, di Giovanni Pisano. Questa era una grande chiesa gotica, caratterizzata da dieci pilastri ottagonali, imponenti archi ogivali e grandi finestre con vetrate dipinte. L'interno di questa bellissima chiesa venne ristrutturato dal Maderno nel 1632: bianco e molto semplice, a croce latina con tre navate molto lunghe. L'abside si presenta illuminata da un'enorme finestra con vetrate decorate. Nella Chiesa ha sede inoltre l'importante Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria. Raccomandiamo inoltre una visita alla chiesa di S. Severo (che contiene uno affresco attribuito a Raffaello), al Palazzo del Capitano del Popolo. Da non dimenticare sono anche le mura di grossi macigni che ospitano le magnifiche Porta Mandorla, Porta Marzia e l’Arco Etrusco decorato con un fregio con scudi alternati a pilastrini, che costituisce la via d’accesso principale. Vi consigliamo vivamente di fare escursioni nei bellissimi dintorni di Peugia, in particolare sul Lago Trasimeno, (detto anche “il lago di Perugia”), e di inoltrarvi nei bellissimi paesini che si affacciano sul lago: da Passignano a Tuoro, da Isola Maggiore a Castiglion del Lago.
Piazza Piccinino
Voto complessivo 8
Guida generale : Nel centro storico: il mercatino Bio della prima domenica del mese, a Piazza Piccinino, è una bella occasione per acquistare cibo Bio e non solo. Inoltre è un'occasione d'incontro e d'amicizia con gli abituali venditori e frequentatori. Il percorso per arrivare... vedi tutto al centro storico è ormai noto: le scale mobili attraversano il ventre della Rocca Paolina e transitano nell'autentico borgo medievale restaurato nel quale, durante le varie festività, avvengono manifestazioni tipiche (mercatini, mostre di varia natura, ecc.). Perugia è un documento etrusco, medievale scritto con i suoi svariati reperti archeologici ed edifici storici che ne testimoniano gli eventi e che conferiscono alla visita, lungo l'itinerario scelto, una piacevole sensazione di sereno splendore. Immerso nel verde delle colline che, già dalle strade del centro storico, man mano che si scende verso le direzioni varie, consentono all'occhio di goderne l'andamento e i colori lussureggianti. Molti sono i piccoli centri che circondano Perugia, tutti veramente godibili e, si può affermare, che costituiscono le "braccia" della città principale nel senso che ospitano quelle attività dal sapore antico che in genere i turisti vanno giustamente cercando e che fanno da corona al più alto complesso cittadino.
Da non perdere Piazza Italia
Voto complessivo 6
Guida generale : Perugia è bella da visitare ed è un'ottimo punto d'appoggio per andare in molte città del centro Italia. Direi che è l'ideale per una vacanza all'insegna dell'arte e della cultura di 10-15 giorni: 3-4 giorni per ammirare la città e... vedi tutto gli altri per visitare i paesi vicini (tutti molto carini, Assisi in primis). Tuttavia non è molto vivibile per il medio-lungo periodo: centri commerciali, cinema, discoteche etc.. sono molto lontani dal centro storico (dove sono presenti la maggior parte delle bellezze artistiche) e i costi per muoversi con i mezzi pubblici non sono proprio contenuti (nel 2011: 1,50 € per 70 minuti) e il minimetrò, contestato mezzo di locomozione su rotaia, non copre molte zone della città. Il centro storico è ricco di storia ed edifici da vedere (la galleria nazionale, p.za 4 novembre, il duomo, corso vannucci) ma la notte, nonostante l'illuminazione più che buona, diventa un po' inquetante, sopratutto se ci si allontana da corso vannucci/piazza 4 novembre. Un'ultima cosa, se volete visitare perugia vi consiglio di mettere in valigia scarpe comode o da tennis: le salite ripide e le lunghe scalinate sono un'altra peculiarità della citta!
Voto complessivo 10
Guida generale : Perugia é stata la prima cittá che avevo visitato tra i paesi dell'ovest all'inizio degli anni ottanta. Ero borsista straniera, frequentavo un corso estivo all'universitá, e le mie prime esperienze sulla cultura occidentale, sull'Italia, deriva da questo primo impuslo. Mi... vedi tutto ricordo ancora la prima sera passata davanti al Duomo, che serviva come rertoscena per "lo spettacolo" di ogni sera. Sulle scale i giovani mangiavano, suonavano,chiacchieravano spontaneamente ( fare la vasca - cioé andare su e giú sulla strada principale) e si stingevano amicizie a amori. Quell'estate ho conosciuto amici che son rimasti amici finora, e ricordo ancora i loro nomi: Valerio, Massimo, Arrigo, Katia. Una notte indimenticabile siamo usciti dalla cittá verso mezzanotte a mangiare una fetta di anguria, praticamente sulla strada statale. Insomma, Perugia per me é la cittá piú bella perché mi ha stimolato di conoscere meglio sia Italia, sia la gente e naturalmente la gastronomia. Sul mio blog konyhamese.blog.hu pubblico regolarmente ricette autentiche, perché sono appassionata anche nel cucinare. Ecco la mia Perugia! susanna
Joanna Redekop-Di Gloria
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Sempre una principessa in cima alla montagna. Salendo attraversa Rocca Paolina per arrivare alla passeggiata sopra dal Piazza Italia alla catedrale di San Lorenzo. è una citta elegante per i suoi palazzi rinascimentali, la fontana unica, e la sua storia.... vedi tutto Poi i vicoletti ripidi come un labrinto con varie locale dove si mangia bene e per prezzi ragionevole. Poi c'è cosi tanto verde tutto intorno - vedute stupende della compagna umbria. Li la vita è al passo di uomo, tranquillo, quasi di un altra epoca. Però c'è anche tante manifestazione come EuroChocolatefest e Umbria Jazz Festival. Tante occasione quanto la vita notturnosociale è al massimo anche perchè Perugia è una città universitaria - dunque pieno di giovane. Si arriva con molto facilità con il treno. Vi consiglio vivamente di visitarlo presto - e spesso!
Da non perdere La Rocca Paolina , Palazzo dei Priori , Eurochocolate
Lucio Bosotti
Livello 11     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Quasi tutte le strade di Perugia sono in pendenza,e perciò aprono a visioni,da ogni lato, su vallette vicine o su più lontani orizzonti; oltre a mostrare vecchie case e palazzi dall'alto in basso, con inusitati scorci. Molte città italiane avevano,... vedi tutto o in parte hanno ancora, strade dai nomi suggestivi, ma Perugia più delle altre e con uno stile speciale : via Graziosa, via Benedetta, via Amena, via Deliziosa,via Favorita,via Grata,via Nebbiosa,via Armonica, oppure via del Merlo,del Canarino, della Pernice,della Tartaruga,del Grillo, del Cotogno,dell'Ulivo,della Cometa In questa piccola costellazione di nomi si riflette il grazioso estetismo dell'Umbria.
Tatiana R.
Voto complessivo 8
Guida generale : A Perugia potrete trovare tutto per tutti i gusti! Se arrivate in macchina potete scegliere di dedicare un paio di giorni al centro storico della città e poi andare a visitare i migliaia di luoghi che la circondano. Per dormire... vedi tutto potrete scegliere tra alberghi molto belli o agriturismi caratteristici, ma io vi congiglio di sceglierlo fuori città, perchè in centro non ci sono parcheggi liberi, solo a pagamento. Per quanto riguarda il cibo qui c'è solo l'imbarazzo della scelta! anche qui tutto x tutti i gusti, e tutto molto buono! Non ne resterete affatto delusi!
Gabriella Kalocsa
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Unica cittá per me in cui mi sento "a casa"dopo aver vista la colonna di San Pietro...Unica cittá dell"Europa piena di atmosfera dei tempi etruschi.Oratorio di San Bernardo, San Lorenzo,Palazzo dei Priori,Pulpito di San Bernardo,San Pietro,San Domenico ,Collegio del cambio-sono... vedi tutto magici ricordi del medioevo .L'Universitá per stranieri alla vicinanza dell'arco etrusco-é un edificio indimenticabile con la sua atmosfera speciale.....Dopo esser partita da Perugia per l'Ungheria sento un insopportabile dolore proveniente dalla mancanza della cittá amata .
tatiana rafficoni
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Perugia è una vera e propria sorpresa, anche per chi ci vive da una vita. Il centro è un susseguirsi di scorci caratteristici, di musei, di ristorantini...a tal proposito vi consiglio di andare in quelli dove si mangia cucina tipica,... vedi tutto non ne resterete affatto delusi! Se siete a Perugia solo per un week end concentratevi pure sul centro storico della città, c'è abbastanza da vedere e da camminare, e anche di sera potrete trovare dei bei locali dove sentire buona musica o vedere un po' di gente. Se restate per più giorni allora ci sono tante cose che vi attendono anche nei dintorni!
Matteo Anobile
Livello 49     3 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Ci sono andato da solo e non mi sono annoiato, ovviamente la città è tutta nella parte alta. Corso Vannucci che collega P.za 4Novembre e piazza Italia, la fontana di Piazza IV Novembre è molto carina, anche il Duomo è... vedi tutto molto affascinante. Da visitare l'università per stranieri, piena di affreschi. La chiesa di San Domenico e la zona di Sant'Ercolano, meritano di essere viste. Infine c'è il servizio navetta che con 8€ vi porta a visitare la Perugina, per i golosi è il paradiso.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Perugia

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Studenti
Mete per la famiglia
Shopping
Verde e natura
Pellegrinaggi
Giovani e single
Sport
Avventura
Montagna
Cicloturismo
Terme e Benessere
Sole e Mare
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Perugia

Poco nuvoloso
24 °
Min 1344° Max 2389°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156266
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0