×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Narni: guida turistica e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Narni è una città umbra nella provincia di Terni. Si tratta di un piccolo centro posto a pochi km dal capoluogo, con poco meno di 20 mila abitanti. La città è posta tra le colline e a nord è solcata dal fiume Neri, mentre a sud est confina con il lago di Recentino. Il suo territorio, insieme a quello di Terni, è considerato il centro geografico d’Italia. Narni si trova a pochi km dal confine della regione Lazio, per cui la città si trova a sud ovest dell’Umbria e a nord est dal Lazio. Da Roma, Narni dista poco più di 80 km, circa 50 km da Spoleto, e circa 100 km da Perugia.

L’area dell’attuale Narni fu abitata dall’uomo già nel paleolitico. Nel corso della storia antica, Narni fu occupata dalle tribù osco umbre, successivamente divenne un’importante città dell’impero romano. L'importanza della navigabilità del fiume Nera fu compresa ben presto dai Romani che, infatti, come testimoniano i siti archeologici, costruirono un cantiere navale proprio lungo le sponde del fiume nei pressi dell'attuale frazione di Stifone. Infatti, a quei tempi era possibile imbarcarsi a Narni e arrivare a Roma per via fluviale. Dopo la caduta dell’impero romano, e i numerosi saccheggi da parte dei goti, nel Medioevo la città divenne una potente fortezza a confine con il ducato di Spoleto, governato dai Longobardi e lo Stato Pontificio.Il nome di Narni è legato all'opera dello scrittore Lewis, autore delle Cronache di Narnia, infatti lo scrittore si innamorò di questo nome dopo aver consultato delle antiche mappe dell'Italia, che ricavano delle scritte in latino ed il nome dell'antica Narnia così chiamata dai Romani. Il nome deriverebbe dall’antico indoeuropeo "nahar" che significa "città dei fiumi", ipotesi supportata anche dal nome del vicino fiume chiamato "Nera".

La piccola cittadina di Narni cominciò a svilupparsi verso gli inizi del XX secolo, spinta anche dal fiorire di industrie nella vicina Terni, che erano essenzialmente stabilimenti per la trasformazione di prodotti, e centrali energetiche favorite dall’abbondanza di acqua. Oggi, dopo alti e bassi nel corso dello scorso secolo, l’industria narnese si può dire consacrata allo scomparto chimico e al manifatturiero. Il settore primario è anche abbastanza sviluppato e vede la presenza di industrie agroalimentari; il turismo è un comparto che si sta prendendo il suo spazio con l’avanzare degli anni, e anche grazie a una massiccia organizzazione di eventi culturali e fiere dedicate al fantasy, a loro volta spinte dal fenomeno letterario e cinematografico Narnia. Come primo evento di rilievo bisogna citare la festa medievale della corsa all’anello: una festa antica di secoli durante la quale viene anche celebrato il santo patrono della città di Narni, Giovenale di Narni. Anticamente questa festa consisteva nell’infilzare un anello sospeso, al galoppo con una lancia, da qui il nome. La festa è molto lunga e si protrae dall’ultima settimana del mese di aprile fino alla seconda domenica di maggio. Ancora oggi la tradizione della corsa all’anello si vive con lo stesso spirito del medioevo, e il corteo storico che rende l’atmosfera ancora più suggestiva. Un altro evento molto particolare è la corsa delle carrette, un tipo di corsa che nessuno si aspetta: consiste infatti in una gara a bordo di macchine prive di motore a quattro ruote e dipinte come auto da formula 1. Il percorso inizia da piazza Garibaldi e termina in Via Bardozzo, un itinerario tutto in discesa che prende piede il mese di settembre.

Narni si trova nella zona del tartufo nero: è quindi facile trovare in quasi ogni trattoria, piatti tipici, primi e secondi a base di questo ghiotto e prezioso fungo ipogeo. In particolare, a Narni viene prodotta una speciale salsa al tartufo molto profumata e saporita, che se fatta in giornata è davvero squisita. La salsa si aggiunge a primi piatti di pasta all’uovo a base di cacciagione, formaggi e a carni ai ferri per dare un tocco di cucina umbra. Tipici piatti di Narni sono la zuppa di farro, ventricina, pecorino e aromi; la faraona alla narnese invece è un secondo piatto molto succulento, a base di faraona e fegatini di pollo. Tra gli altri secondi piatti sono tipici gli spiedini a base di vari tipi di cane, come agnello, lonza di maiale, e interiora. Come dolci tipici si trovano a Narni la Ciaramicola e i tozzetti, rispettivamente una ciambella e dei biscotti. Tra i vini di accompagnamento il visitatore avrà di fronte una vasta scelta di IGT Narni, passando dal bianco al rosso, dal rosato al bianco frizzantino fino al passito. Tra gli altri vini da scegliere sono del posto il Ciriegiolo, il DOC Colli Amerini, tipologie di vitigno che si dice siano state coltivate fin dall’epoca romana.

Narni è stato per secoli un centro importante per l’impero romano, successivamente cadde sotto il governo del Vaticano, per cui diede i natali a importanti condottieri e papi. Lo scrittore inglese Clive Staples Lewis dedicò all’antica Narnia un intero libro di fantasia tradotto in un capolavoro del cinema che tutti conoscono.

Narni è una città davvero incantevole, piccola ma ricca di bellezze naturali e monumentali. Va visitata per il suo magnifico centro storico, le sue cascate mozzafiato che si trovano appena fuori città. La sua posizione la ende un po’ difficile da raggiungere, un gioiello nascosto al centro dell’Italia, ricca di beni culturali sotterranei, ponti di mattoni e feste medievali.

Prefisso:
0744
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
narnesi
Patrono:
san Giovenale e San Cassio
Giorno Festivo:
03 maggio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

22
Buona
15
Ottimo
6
Media

Chi c'è stato

Tutti
18
Coppie
4
Giovani e single
2
Famiglie
2
Turisti maturi
1

Indicatori

Sicurezza
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Attrattive
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008

Recensioni Narni

Conosci Narni? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Fontana di P.zza Garibaldi : ricostruita in seguito al saccheggio del 1527, presenta un bacino poligonale in mattoni e una vasca in bronzo del Trecento. Simboleggia la presenza di un’ antica cisterna medievale. Rocca : edificata nella seconda metà del XIV... vedi tutto secolo, sovrasta la città e presenta un bellissimo cortile con scala esterna. Duomo : costruito a partire dal 1047 si erge su di un’ antica necropoli medievale. Venne consacrato nel 1145 da Eugenio III e conserva il Sacello dei Santi Giovenale e Cassio, affrescato con opere del IX secolo tra cui Gesù Benedicente. Visitabile il campanile in parte in stile romanico ed in parte rinascimentale. Palazzo dei Priori : ricostruito nel Trecento, è impreziosito dalla bella torre civica e dalla loggia del Gattapone. Palazzo del Podestà : attuale sede del Municipio, risale al XIII secolo e conserva, oltre a diversi materiali archeologici, tra cui una mummia egizia, un affresco attribuito al Torresani. S. Domenico : complesso religioso edificato nel XII secolo ed oggi adibito ad uffici comunali. Suggestiva la cappella del Rosario con volta affrescata da artisti fiamminghi del Quattrocento. S. Agostino : situata in prossimità delle mura, fu ricostruita nel XV secolo e custodisce un’ edicola dipinta del Quattrocento di Pier Matteo d’ Amelia. Notevole la cappella di S. Sebastiano decorata dal Torresani. Ponte d’ Augusto : arco superstite del manufatto romano lungo 160 metri ed alto 30, osservabile dal ponte sul Nera.
Roberta V
Voto complessivo 8
Guida generale : “Tornando ai tempi dell'inquisizione...” Entrare nella Narni sotterranea è come fare un viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta di una millenaria città sotterranea. Avendo la fortuna di essere accompagnati da una guida di eccellenza Roberto Nini archeologo e scopritore dei segreti... vedi tutto della città che ci raccontava come lui e altri ragazzi alle prime armi in speleologia hanno trovato queste sale e a tutte le sue fortunate coincidenze che lo hanno portato a conoscere sempre di più la verità. Fatevi affascinare da questa splendida visita in cui potrete ammirare acquedotti, cisterne, cunicoli, cripte e perfino la sala delle torture del Tribunale dell’Inquisizione, con una cella che ancora mostra i graffiti incisi dai prigionieri in attesa di essere condannati. Se dovessi tornare ancora a Narni ripeterei l'esperienza ancora della Narni sotterranea perchè mi è piaciuta veramente tantissimo. Un complimento particolare a Roberto Nini perchè riesce con il suo modo di raccontare gli avvenimenti a coinvolgerti a tal punto che ti puoi immaginare di essere lì in quel periodo.
Da non perdere Narni Sotterranea
Roberta, da Bergamo
Voto complessivo 7
Guida generale : ASSOLUTAMENTE DA VISITARE NARNI SOTTERRANEA PER LASCIARSI AFFASCINARE DALL'INCREDIBILE STORIA E TORNARE INDIETRO NEL TEMPO DI QUALCHE ANNO... PURTROPPO NON CI SONO MOLTI ALLOGGI IN CENTRO, PERSONALMENTE AVEVO ALLOGGIATO PRESSO IL B&B IL COLOMBO, MOLTO MODERNO E PROPRIETARIO MOLTO GENTILE. NON E'... vedi tutto FACILE DA RAGGIUNGERE CON I MEZZI, MEGLIO MUOVERSI IN AUTO. LE STRADINE, IN QUANTO ANTICHE, SONO MOLTO STRETTE. MA ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE, PER CONTRIBUIRE ANCHE ALLA CONTINUAZIONE DELLE RICERCHE, MOMENTANEAMENTE SOSPESE PER CARENZA DI FONDI.
Da non perdere Narni Sotterranea
Ali
Voto complessivo 10
Guida generale : Da non perdere la visita a NARNI SOTTERRANEA, una visita semplice consigliata a tutti: a bambini e anche a chi soffre di claustrofobia. Sono le stanze segrete di un convento di Domenicani quindi il percorso è agevole, ci sono delle... vedi tutto scale da scendere e non è richiesto un abbigliamento particolare, solo in inverno, un bel piumino caldo. La visita è molto suggestiva ed emozionate, si visitano le segrete del tribunale dell'inquisizione e c'è la visita virtuale all'acquedotto romano della Formina(per visitarlo veramente si deve prenotare prima). Però controllate gli orari di apertura in internet! Da vedere il duomo, la chiesa di San Francesco, la chiesa di Santa Maria Impensole. Il ponte di Augusto e la passeggiata nel sentiero del centro d'Italia. A qualche chilometro lo Speco di San Francesco.
Da non perdere Narni Sotterranea , Chiesa di Santa Maria Impensole
Katia Bianchini
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Un borgo medievale quasi interamente ristrutturato, la vera chicca del posto è "Narni Sotterranea", benché abbia solo volontari a gestire il sito archeologico, il servizio è veramente efficiente e la cordialità degli accompagnatori è eccellente. Il percorso, per quanto si... vedi tutto possa trattare di locali sotterranei, è comodo e agevole e la storia della scoperta del sito e quella dei personaggi rinchiusi dall'Inquisizione sono affascinanti e avvincenti. Il paese offre ristoranti per tutti i portafogli, da cucina tipica economica a ristoranti chic con piatti sofisticati. A fare da cornice al tutto, c'è la Rocca Albornoz che offre proprio da quest'anno un parco a tema medievale, adatto ai più piccoli.
Da non perdere Rocca Albornoz , NARNI SOTTERRANEA , Borgo medievale
marinella masini
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Città medievale, bellissimi vicoli, panorama su castello san Casciano dai giardini san Bernardo, interessante Narni sotteranea e visitabile nei giorni festivi, Nel mese di maggio per la festa del patrono si trasforma in medievale con taverne, tutta illuminata con torce,... vedi tutto e molti spettacoli, in estate Narni jazz, e a pochi chilometri c'è il centro che si raggiunge a piedi, con sentiero comodo nel bosco.
Da non perdere Museo di Palazzo Eroli
Voto complessivo 9
Guida generale : Narni, caratteristica cittadina dell'Umbria, con forti connotazioni medioevali, in bella posizione su un colle di ulivi, la definirei "teatro ottocentesco". Andare a maggio offre un bel intrattenimento folcloristico. Clima piacevole vista molto naturalistica anche nei dintorni c'e' molto da scoprire.
simona
Voto complessivo 7
Guida generale : Andate a vedere Narni sotterranea perché merita veramente tanto. Si possono fare anche delle visite guidate speleologiche in primavera, basta lasciare l'indirizzo email per essere aggiornati sugli eventi. Narni ha una splendida atmosfera, peccato che in pausa pranzo i musei... vedi tutto e le chiese chiudano.
Marcella Nardi
Voto complessivo 8
Guida generale : E' un bellissimo borgo e poi fantastica è la parte dei Sotterranei. Da vedere! Mi sono recata nel 2013 e ho trascorso due giornate. Una buona fetta del pomeriggio l'ho dedicate ai sotterranei dove l'accoglienza del gruppo di archeologi è... vedi tutto stata superba. Mi sono immersa nel passato. Poi ho passeggiato per il borgo.
Da non perdere Narni Sotterranea , Borgo medievale
Silvio Giampietro
Livello 8     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Narni sotterranea è certamente da visitare - possibilmente - con una guida e con abbigliamento adeguato poichè, anche in estate, è consigliabile avere scarpe sportive e abiti (consigliabile una giacca o un giubbotto)per ripararsi dalla bassa temperatura che normalmente c'è... vedi tutto nel luogo visitato.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Cerca offerte a Narni

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Verde e natura
Mete per la famiglia
Avventura
Giovani e single
Montagna
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0010013
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Narni

Sole e caldo
33 °
Min 1861° Max 3253°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0