×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Varanasi, India  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
daniela
Scritto da: daniela
Località: Varanasi
Durata: 15 giorni
Data partenza: dal 01/09/2012 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori:

Introduzione

L'india e i suoi vari aspetti. Le strade affollate di Delhi, la gente che dorme lungo le strade, i pidocchi dei bambini che tendono le mani per qualche rupia, la magnifica Taj Mahal, i topi che escono dalle cucine dei ristoranti, i sadhu a torso nudo e piedi scalzi che vivono nei ghat di Varanasi, le sculture del kamasutra a Khajuraho, l’odore di incenso e di fiori.

Descrizione

Dopo essere scesa la lunga scalinata mi sono trovata di fronte al Gange. L’acqua del fiume era sporchissima ma i bambini si ci tuffavano dentro per giocare, altri si lavavano il corpo ed i vestiti. Tutto questo a poca distanza da un cadavere che galleggiava dopo la cremazione visto che molte famiglie non hanno abbastanza soldi per far cremare l’intero corpo. Per la loro religione la cosa fondamentale è liberare l’anima e donare lo spirito al fiume sacro. Per strada trovi di tutto mucche, scimmie, topi. La sporcizia regna per le strade dagli escrementi all'immondizia. Questa è la povertà del paese.

Alla mattina presto le strade sono già piene di gente. Noi ci mettiamo già sulla barchetta ad aspettare il sole nascere. Il silenzio regna e osserviamo i riti religiosi degli induisti che si bagnano nelle acque del Gange. Arriviamo all'Assit Ghat che sarebbe il ghat delle cremazioni. L’arrivo della salma avvolta in veli colorati, la deposizione del corpo ed infine il rogo. Del resto se bagnarsi nelle acque sacre del fiume rappresenta la purificazione di tutti i peccati, morirci diventa l’aspirazione più grande per ogni induista.

Tutto ciò è Varanasi, maledetta o fantastica che sia, senza sconti ti propone la sua realtà, forte ed emozionante, lontana da noi ma non per questo criticabile.

 

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0156257
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0156263

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Altri diari sulle destinazioni vicine

DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0156257
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Varanasi
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,7816616
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0154379
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0