×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Varanasi: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156258
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Varanasi è una corporazione municipale dell'India, capoluogo di un distretto e di una divisione omonimi ed appartenente allo stato federato dell'Uttar Pradesh e si estende per una superficie di 1550 km². Sorge nel cuore della valle del Gange, più precisamente tra la confluenza dei fiumi Varuna ed Assi: un terreno sottoposto a continue inondazioni e di conseguenza particolarmente fertile.

Il suo clima può venire classificato come umido e subtropicale, con forti variazioni termiche tra mesi invernali ed estivi: la temperatura media minima durante i mesi più freddi, tra dicembre e gennaio, è di circa 10°, mentre durante quelli più caldi, parliamo di un periodo piuttosto lungo, che può iniziare già a marzo e finire addirittura a settembre, si possono facilmente toccare vette di 40 e più gradi centigradi.

Dal punto di vista storico, Varanasi vanta origini niente meno che ancestrali: stiamo parlando infatti di un'area che rientra tra i luoghi abitati più antichi del mondo, vantando le prime agglomerazioni urbane addirittura 3500 anni fa. L'area di Varanasi è infatti stata popolata sia dalla civiltà vedica, che sembra essere nata addirittura nel IV millennio a.C., che da diverse popolazioni indigene, come suggerito dai reperti trovati nei siti di Ramnagar datati 1800 a.C.

Varanasi sembra essere stata inoltre il luogo di nascita del Buddhismo: è infatti qui che Buddha, nel 528 a.C., avrebbe tenuto il suo primo sermone, noto come "il discorso sulla messa in moto della ruota del Dharma”.

Durante il Medioevo Varanasi sviluppa la propria reputazione di centro culturale e religioso, anche grazie allo sviluppo di strade di collegamento con città vicine: nel XVI secolo d.C. era a tutti gli effetti una meta prediletta per buona parte degli studenti in visita nel sud-est asiatico ed accrebbe ulteriormente il proprio prestigio grazie alla costruzione di due grandi templi dedicati a Shiva e Vishnu voluti dall'imperatore Mughal Akbar. Il XVII ed il XIX secolo sono, come ben noto, quelli dell'occupazione inglese, che avrebbe vissuto momenti di tensione altissime, come quando nel 1857 l'esercito inglese commise un vero e proprio massacro di truppe indiane residenti in città, per poi concludersi nel 1947, anno in cui Varanasi venne ceduta alla neonata Unione Indiana.

Se dalla storia ci spostiamo alla cultura, va innanzitutto spiegato quanto sia profondo il legame tra la città di Varanasi e la religione induista: secondo la leggenda la città sarebbe stata fondata dal Dio Shiva ed ancora oggi è considerata una Città Sacra da tutti gli induisti che dovrebbero, almeno una volta nella vita, visitarla per immergersi nel sacro fiume Gange almeno da 5 diversi ghat ovvero, rampe di scale in pietra, per poi dedicarsi alle proprie abluzioni: la riva occidentale del Gange a Varanasi sarebbe infatti l'unico posto della terra in cui, secondo l'induismo, l'uomo ha la possibilità di sfuggire al ciclo eterno di morte e rinascita, noto come "Samsara", e non a caso moltissimi credenti scelgono di venire a morire proprio qui. I ghat più celebri di Varanasi sono due: Dasaswamedh Gath è considerato il principale per la preghiera serale ed è raggiungibile soltanto a piedi; Manikarnika Gath è invece il più importante per quello che riguarda le cremazioni.

Qualora non sia possibile raggiungere b prima del trapasso, è comunque qui che ogni induista spera almeno che vengano sparse le proprie ceneri. Sulle rive del Gange le pire di cremazione ardono 24 ore al giorno ed ogni sera centinaia di persone che assistono al rito/danza compiuto dai brahmini, membri della casta sacerdotale della società induista. Da questo punto di vista lo spot del Manikarnika Gath è semplicemente perfetto per assistere alle cerimonie, ovviamente a patto di rispettarne la sacralità, mantenendo il silenzio più assoluto e, soprattutto, evitando di scattare fotografie, effettuare riprese ecc.

Sulla base di quanto detto in precedenza è facile intuire quanto Varanasi sia considerata una meta privilegiata per uomini e donne provenienti sia dall'India che dal resto del mondo: parliamo di un traffico stimato in circa 3 milioni di persone ogni anno con picchi raggiunti nel periodo che va dal mese di ottobre a quello di marzo, che fanno del turismo la seconda più importante industria locale.

L'economia di Varanasi è sostenuta innanzitutto da un'industria della seta che coinvolge circa mezzo milione di persone tra sarti e rivenditori: un'attività che include per la maggior parte popolazione musulmana e che, purtroppo, spesso e volentieri porta a lavorare anche bambini.

Il ruolo culturale di Varanasi va comunque ben oltre la religione. La città è ad esempio un centro enorme di produzione di oggetti d'arte: si va dai tappeti ad opere in acciaio e oro, dall'artigianato in legno al vetro lavorato. Inoltre oggi Varanasi, come tanti anni fa, è a tutti gli effetti uno dei cuori pulsanti della sapere indiano: ha dato i natali a Barthendu Hariscandra, considerato il padre della letteratura di tutta la nazione tanto da essere definito "Lusso dell'India" ed a Ravi Shankar, musicista e compositore, virtuoso del sitar, strumento tradizionale a corde, particolarmente rappresentativo della classica indiana, capace di esportare la propria arte in tutto il mondo. Shankar ha suonato al festival di Monterey, a quello di Woodstock ed al Concerto per il Bangladesh organizzato al Madison Squadra Garden nel 1971 da George Harrison; ha vinto due Grammy award, è stato nominato membro onorario dell'American Academy of Arts and Letters ed ha addirittura ottenuto il Premio Imperiale, considerato a tutti gli effetti un corrispettivo giapponese del Nobel in campo artistico.

Prefisso:
542
Fuso Orario:
UTC+5
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Varanasi

Stefania Dal Canto
Livello 60     8 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Varanasi è una città magica che incarna perfettamente lo spirito dell'India. Consiglio di vederla come ultima tappa del viaggio, degna conclusione di un crescendo di emozioni. Al tramonto, siamo arrivati al fiume Gange in risciò, attraversando vicoli stretti e affollatissimi.... vedi tutto I pellegrini del Dio Shiva, vestiti di arancione, si immergevano nel fiume. Prendere la barca e raggiungere le pire funerarie, con il fuoco alto nella notte, è un'emozione unica. Al rientro, i bramini celebravano, come ogni sera, il rito in onore di Ganga, con i canti, le candele e i giochi con il fuoco. L'ideale è assistervi dall'acqua. La mattina dopo, prima dell'alba, di nuovo in barca, per assistere alle abluzioni dei pellegrini, momento (a differenza della sera) intimo e tranquillo. Imperdibile!
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Varanasi è la città sacra dell’India. Tutte le mattine sulle rive della Grande Madre, il Gange, fiume sacro agli Hindù, si ripete da millenni il rito dei bagni purificatori. Orde di fedeli che si recano in pellegrinaggio a Varanasi raggiungono... vedi tutto i Gath, le scalinate che dalle sponde del Gange danno accesso all’acqua sacra dove gli indiani effettuano le loro abluzioni. Il periodo migliore per visitare la città va da ottobre a marzo. Non dimenticate di portare con voi abiti pesanti perché il famoso rito, insieme alla città vecchia attrazione principale di Varanasi, si svolge la mattina all’alba quando il sole non ha ancora riscaldato la città.
Erica
Voto complessivo 10
Guida generale : L'India è un posto meraviglioso che ti conquista piano piano fino ad entrarti nel cuore per non lasciarti più. Porterai sempre con te i suoi colori, i suoi odori, la sua gente cordiale e gentile. Terra di grandi culture e... vedi tutto stupendi paesaggi.
Da non perdere Tour in barca , Giro in barca al tramonto
BARBARABETTELLI
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : indescrivibile. A Varanasi ci sono i bambini belli, con gli occhi neri giganteschi e i denti bianchissimi, scalzi, vestiti di stracci, nudi di stracci, che giocano con l’aria.
daniela minesso
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Centro antichissimo legato al culto di Ganga, il fiume sacro a Shiva. Immergendosi nel ghat del Gange ogni sporcizia spirituale viene lavata via. Dato l'inquinamento del Gange, sarebbe ormai meglio non immergersi Benares è la città più fantasmagorica del mondo, un... vedi tutto cosiglio: mai allontanarsi troppo dal fiume e dai suoi ghat, altrimenti ci si allontana dal fascino di questa città.
Da non perdere Tour in barca , Sarnath , Forte Amber
Alessia Silvio
Livello 27     4 Trofeo    Viaggia: In coppia
Guida generale : SEGNALO ORCHA PICCOLO, RIDENTE PAESINO CON UNA FORTEZZA SPLENDIDA, UNA PIAZZA BELLISSIMA ANCHE SE PURTROPPO IN INDIA È TUTTO VERAMENTE LERCIO ED È COME CAMMINARE DENTRO AD UNA NOSTRA DISCARICA. I NEGOZI DI SOUVENIR SONO I PIÙ ECONOMICI DI TUTTO... vedi tutto IL TOUR CHE HO FATTO ED ANCHE I PIU' FORNITI. IL BELLO È CHE IN QUEL PAESINO NON HANNO QUASI MAI VISTO DEGLI EUROPEI. SEGNALO INOLTRE DA EVITARE LA STAZIONE FERROVIARIA DI GWALIOR PIENA ZEPPA DI TOPI E CON TRENI IDENTICI A QUELLI DEI DEPORTATI EBREI. I TEMPLI DELL'INDIA COME ANCHE LE TOMBE SONO DI UNA BELLEZZA ECCEZIONALE, PURTROPPO GUASTATA DALLA ZOZZERIA E DAL FATTO CHE VOGLIONO CHE UNO ENTRI SCALZO O CON AL MASSIMO I CALZARI DI PLASTICA DELLA PISCINA SALVA SCARPE
Erica Mensi
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Un'esperienza unica che porterai sempre nel cuore...
Da non perdere Giro in barca al tramonto , Giro in barca al tramonto , Tour in barca
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156267
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156257
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0