×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Ritorno alle origini  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
marco
Scritto da: marco
Località: Catania
Durata: 2
Data partenza: dal 18/03/2010 al
Viaggiatori: 3
Nomi dei viaggiatori: Rita Giuseppe Marco

Introduzione

Catania e le Madonie dove il tempo si è fermato

Descrizione

Ritorno alle origini. Per la festa del Papà, Rita decide di portare suo padre a vedere il suo paese di origine Castellana Sicula.

18/03/10. Di buon mattino prendiamo l'aereo da Fiumicino per Catania dove ci aspetta una macchina a noleggio. Appena arrivati possiamo ammirare l'Etna coperto da un mantello di neve che si staglia nel cielo. Percorriamo l'autostrada per Palermo dove l'arancione degli aranci e il verde dei campi ci accompagnano per un bel tratto fino a quando il paesaggio non cambia aspetto.

Usciti a Tremonzelli ci inerpichiamo fino al paese, più ci avviciniamo e più mio suocero si emoziona. Il paese è un agglomerato di piccole case dove vivono circa 2.000 anime dentro il Parco delle Madonie, l'unica caratteristica del paese sono gli innumerevoli murales dipinti da diversi pittori siciliani. Dopo la visita ai parenti andiamo a posare le valige nel nostro albergo "IL castello", un fantastico locale tutto restaurato situato a Petralia Sottana.

Facciamo una breve visita al paese e poco distante c'è Pietralia Soprana dove si può ammirare un panorama mozzafiato a 360 ° di tutto il parco delle Madonie. Molto particolare è la Chiesa di Loreto del 1886. Nelle vicinaze vale la pena andare a vedere uno dei borghi pìù belli d'Italia, Geraci Siculo dove si puo' ammirare l'imponente la fortezza.

19/03/10. Oggi è San Giuseppe, patrono di molti paesi siciliani, dopo aver salutato i parenti ci dirigiamo a Catania. Favoloso centro storico e patrimonio dell'UNESCO. Lasciamo la macchina e ci facciamo a piedi da Piazza del Duomo dove ammiriamo la statua dell'elefante simbolo della città. Proseguiamo per la via Etnea dove incontriamo il palazzo dell'università e l'antico Teatro. Prima di ripartire ci gustiamo un ottimo cannolo nella pasticceria più antica della città "Nonna vincenza".
DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0160158
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0040039

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0,0010008
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0150145
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064
AdvValica-GetPartialView = 0,0010017

Scarica gratis

la guida pdf di Catania
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0030021
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,8609095
AdvValica-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009