×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Dresda e Sassonia, lungo il corso dell’Elba  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
ALBERTO
Scritto da: ALBERTO
Località: Dresda
Durata: 11/08/2007
Data partenza: dal 04/08/2007 al
Viaggiatori: 3
Nomi dei viaggiatori:

Introduzione

Stranamente poco conosciuta dal turismo italiano, la Sassonia è una regione che offre innumerevoli attrattive: le graziose e tipiche cittadine, le gite sull’Elba, i castelli immersi nel verde, gli incantevoli paesaggi della Svizzera Sassone. Punto di partenza è la città barocca di Dresda, riportata allo splendore degli anni precedenti la guerra, per una piacevole scoperta di quella che può considerarsi come una delle più vive e più belle città europee. Luoghi dall’atmosfera unica, dove natura e cultura si fondono in armonia conquistando il visitatore.

Descrizione

Dresda, la “Firenze sull’Elba”

E’ l’appellativo che Dresda si è guadagnata grazie alla raffinata architettura ed una sorprendente raccolta di opere d’arte, fatta di preziose porcellane, tesori inestimabili ed antiche sculture. La bellezza paesaggistica ne completa il fascino, inserita in uno splendido contesto naturale costituito da verdi colline ed ampi parchi che fanno dell’antica capitale della Sassonia una della città più verdi d’Europa. Situata a circa metà strada tra Berlino e Praga, in un punto strategico nel sud della ex Germania dell’Est, vanta una storia ricca di avvenimenti, a partire dal 1500 quando vi si stabilirono i signori della Sassonia e grazie ai principi Federico il Forte ed il figlio Augusto III divenne una delle più eleganti città barocche tedesche. Nei fiorenti secoli successivi nacquero le pregevoli collezioni di opere d’arte, prime tra tutte le preziose porcellane della vicina Meissen oltre ad alcune notevoli pinacoteche. Durante la seconda guerra mondiale, questa pacifica città priva di importanza militare fu pesantemente bombardata. Secoli e secoli di storia cancellati in una sola notte e capolavori architettonici ridotti ad un ammasso di rovine. Solo la fierezza dei suoi abitanti ed il loro amore per la città ha potuto dare il via ad una ricostruzione impensabile, utilizzando i progetti originari e le macerie stesse per riedificare fedelmente gli autentici capolavori che sembravano perduti per sempre e che invece oggi possiamo finalmente riammirare nella loro magnificenza. Ricostruzione durata più di mezzo secolo, un’opera colossale al limite dell’impossibile e terminata solo nel 2006. Oggi l'Altmarkt, il centro storico, si presenta esattamente come appariva prima della guerra, un concentrato di edifici barocchi dalla bellezza sorprendente. In particolare è incantevole la vista notturna dalla sponda destra dell’Elba sui monumenti di pietra arenaria illuminati, un colpo d’occhio decisamente affascinante e suggestivo.

Attrazioni turistiche
Mentre l’Altmarkt si può facilmente visitare a piedi grazie alla limitata estensione, per raggiungere i dintorni si possono utilizzare i caratteristici sistemi di trasporto, dai moderni tram alla più antica flotta di battelli a vapore del mondo, oltre alle originali funicolari che permettono di salire sulle colline del quartiere di Loschwitz.
Lo storico ponte in pietra Augustus Brucke collega Neustadt, la parte commerciale della città, con la maestosa Theaterplatz nel cuore dell’Altmarkt, una delle più belle piazze tedesche, sulla quale si affacciano la Semperoper, antico teatro di corte e nuovo centro musicale della città e la Cattedrale, la più grande chiesa della Sassonia, con la torre campanaria che dall’alto degli 85 metri domina tutto il centro. La vista è rapita dallo Zwinger, l’edificio più maestoso ed elegante di Dresda, capolavoro dell’arte barocca edificato su un ampio cortile costellato di fontane, inserito in giardini curatissimi sui quali si affacciano ampie e grandiose gallerie e raffinati padiglioni che oggi ospitano preziose collezioni, tra cui quella delle porcellane, la seconda al mondo per dimensione, e la Sempergallerie con la Pinacoteca degli Antichi Maestri, straordinaria raccolta di opere d’arte e dipinti. L’ingresso più scenografico è la porta sud, sopra la quale si erge la Kronentor, sovrastata dalla grandiosa corona dei re di Sassonia. Vale la pena attendere il rintocco dell’ora per ascoltare il carillon composto da 50 campanelle di ceramica di Meissen, per poi salire al piano superiore del complesso per ammirare la perfetta simmetria dello Zwinger.
I monumenti più significativi della città sono raccolti attorno alla Theaterplatz: il castello in stile rinascimentale, che colpisce con la splendida Georgentor e il Fürstenzug, immagine murale composta da un mosaico di piastrelle in ceramica lungo 102 m che rappresenta i 93 regnanti che si sono succeduti al trono. Oltre il castello si innalza l’inconfondibile cupola della chiesa della comunità protestante, la Frauenkirche, che oggi può essere considerata come il simbolo della città e da sempre sinonimo della tolleranza religiosa della famiglia imperiale.
Per una pausa gastronomica si deve raggiungere la Pfund's Molkererei, considerata la più bella latteria del mondo, dove degustare i tipici latticini della regione circondati da insolite pareti interamente rivestite di ceramica.

Il punto migliore per apprezzare la dolcezza del paesaggio e l’importanza storica del fiume è la Brühlsche Terrasse, definita “il balcone d’Europa”, ampia terrazza dove passeggiare tra eleganti e storici caffè e raffinati edifici come lo Ständelhaus e l’Albertinum. Quest’ultimo ospita la Grünes Gewölbe, la collezione della “sala dalla Volta Verde” che custodisce un tesoro inestimabile fatto di pietre preziose, splendidi gioielli in oro e argento ed oggetti lussuosi.
Scendendo dalla terrazza al fiume si accede alla banchina da cui partono i battelli a vapore della Flotta Bianca che collegano i dintorni. Particolarmente rilassante è la risalita fino al castello di Pillnitz, ammirando lussuose ville che sembrano perle incastonate nel verde ed il Ponte Blu, chiamato così per via del mutamento del colore originario trasformatosi dal verde all’azzurro. Pillnitz era la residenza estiva dei principi sassoni e si compone di tre distinti edifici, circondati da un grazioso giardino alla francese: il Palazzo dell’Acqua, posto sulla riva dell’Elba al quale si accedeva da una maestosa scalinata che porta direttamente al fiume e che fungeva da approdo per la Tritonengondel, la gondola di corte. Il Bergpalais è il Palazzo dei Monti dai tetti a pagoda e decorazioni cinesi, ed infine il Palazzo Nuovo, raggiante costruzione in stile barocco.

Romantici castelli, giardini incantevoli e pittoresche cittadine
La vicina Meissen è una deliziosa e tipica cittadina della Germania dell’Est dalla storia millenaria, considerata a giusto motivo la culla della Sassonia. La città bassa è il nucleo storico, con abitazioni dalle facciate impeccabili e colori vivaci, ampie piazze medievali e strade affollate di gente che frequenta caffè, negozi di artigianato e di ceramica. Ripidi vicoli e scalinate conducono al BurgBerg, la città alta che offre magnifiche viste sulla vallata e sui tetti rossi del centro e dove spiccano le imponenti guglie del Duomo in stile gotico, visibili da ogni angolo della città e la fortezza di Albrechtsburg, dalle sale riccamente decorate e pregevoli affreschi. La città è famosa per la pregiatissima porcellana: una visita guidata alla Manifattura Statale, la prima in Europa, permette di conoscere i segreti della magistrale arte della lavorazione a mano di questo prodotto e di ammirare una rarissima esposizione.
Poco distante da Meissen si trova Radebeul, città giardino del 19° secolo e punto di partenza della “strada del vino”, con vigneti che si snodano su dolci colline e di uno storico trenino che dopo un breve percorso raggiunge il castello di caccia di Moritzburg, inserito in un’area paesaggistica protetta al centro di un laghetto con l’immagine che si riflette nelle placide acque. Arredamento barocco e collezioni di trofei di caccia ne caratterizzano gli interni. Unica nel suo genere è l’inespugnata fortezza di Königstein, costruita sull’alto di una rocca dalla quale si ammira un grandioso panorama sull’intatta campagna circostante, dove si possono visitare il giardino barocco di Grosssedlitz e il meraviglioso parco alla francese del castello di Weesenstein.

Svizzera Sassone, la "Monument Valley d’Europa"
“This place is so sweet”, sento sussurrare alle mie spalle. Esattamente, dolcezza è il termine più indicato per descrivere le sensazioni che offrono i paesaggi della Svizzera Sassone, dove si può ammirare uno degli angoli più romantici e impressionanti della Germania, al confine con la Repubblica Ceca. Un parco nazionale che custodisce un ambiente dalla singolare conformazione, dove l’Elba ha scavato nel corso dei millenni un profondo canyon dal quale si innalzano bizzarre formazioni rocciose, mentre all’orizzonte si stagliano aspre ed isolate torri di arenaria dalla sommità piatta che sembrano vagamente ricordare le famose sagome della Monument Valley negli Stati Uniti. Dalla Bastei, situata al centro della valle, si diramano una moltitudine di sentieri che conducono in vari punti panoramici, primo tra tutti uno stretto ponte sospeso nel vuoto costruito interamente in pietra che si può percorrere a piedi ed offre vedute idilliache sull’intera vallata dell’Elba, spesso avvolta da una suggestiva foschia che rende il luogo fiabesco ed indimenticabile.

Feste, Eventi e Curiosità

Una regione da “vivere”
In qualsiasi stagione la Sassonia offre innumerevoli possibilità per apprezzare le tradizioni millenarie e per scoprire una delle aree culturalmente più ricche d'Europa. In estate, a Dresda la gente si riversa nei parchi che circondano gli argini dell’Elba, dove si svolgono piccoli teatri serali ed importanti eventi musicali, come i concerti pop dal maestoso palcoscenico allestito sul fiume. L’arte del teatro ambulante riveste una notevole importanza e si manifesta in forme differenti, dai musicals alle commedie. Per le strade del centro, band improvvisate allietano i passanti con suoni che sono una combinazione tra melodie classiche e ritmi moderni, mentre in molte Chiese si possono ascoltare concerti dei più illustri compositori, da Schütz ad Adolf Hasse. I cittadini di Dresda amano la musica e molti sono gli eventi importanti, primi da tutti la Stagione dei Concerti nei vari teatri, dove si esibiscono la Filarmonica ed il Coro di Dresda, due corpi orchestrali tra i più antichi del mondo. Appuntamento da non perdere è quello che si svolge la domenica alla Frauenkirche, una celebrazione religiosa accompagnata da concerti di organi e violini (ore 11.00, entrata gratuita). L’evento dell’anno più atteso è la Festa dell’Elbhang in giugno, quando tutta la zona di Loschwitz si trasforma in un enorme teatro all’aperto con numerose rievocazioni storiche, musiche e costumi tradizionali.

La ricostruzione della Frauenkirche
Per anni le rovine della Frauenkirche furono lasciate esattamente come si presentavano il giorno seguente al bombardamento, immagine della drammatica distruzione di Dresda. Dopo anni di discussione sulla eventualità di ricostruire o meno questo maestoso edificio, nel 1993 si diede inizio ad un’enorme e costosa opera di restauro alla quale parteciparono economicamente anche gli stessi cittadini e coinvolse molti paesi esteri. Studi futuristici e tecnologici hanno realizzato un modello tridimensionale, che ha permesso di riesaminare il crollo, individuare le pietre che vennero analizzate, numerate e ricollocate esattamente come in origine. Oggi la Chiesa appare in tutta la sua bellezza autentica ed è considerata il simbolo della città e della sua rinascita dalle ceneri della guerra.

Ospitalità e sapori

Hotel Westin Bellevue, lussuoso hotel 5 stelle della catena alberghiera Starwood ottimamente posizionato in un parco sull’Elba a due passi dal centro. Ambienti raffinati, colazione a base di salmone e champagne, attrezzato fitness con piscina coperta, sauna, centro massaggi. I costi sono normalmente da capogiro, ma lo si può prenotare ad un prezzo non proibitivo su asiarooms.com (camera doppia € 117 con colazione).

Wurstwaren Korch, Hauptstrasse, gastronomia con tavolini all’aperto, dove si può cenare con 5-6 euro a base di enormi stinchi (€ 2,90) e fresche birre locali (€ 2,50 la media). In alternativa altri piatti come gulasch, wurstel e salsicce a prezzi molto contenuti.

Munzgasse è una via pedonale che si dirama dalla Brühlsche Terrasse ed offre una vasta scelta di ristoranti etnici, dal ristorante Las Tapas (paella e stuzzicanti specialità iberiche), all’Ayers Rock (cucina australiana a base di carne di struzzo, canguro e coccodrillo), per finire con la tipica cucina tedesca all’Applaus, che dispone di una bella terrazza aperta in estate con vista sulla Frauenkirche.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0220213
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0050047

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0,0010008
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Altri diari sulle destinazioni vicine

DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0120115
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064
AdvValica-GetPartialView = 0,0010022

Scarica gratis

la guida pdf di Dresda
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0030016
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,8898529
AdvValica-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008