×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Una città vivibile: Avignone  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
maria filomena
Scritto da: maria filomena
Località: Avignone
Durata: 4gg
Data partenza: dal 23/08/2010 al
Viaggiatori: 3
Nomi dei viaggiatori: Maria filomena Caliendo, Nicola Bucci,Cristiana Bucci

Introduzione

È una graziosa città, abbastanza tranquilla e vivibile, anche in pieno agosto. In essa si possono visitare monumenti gotico-romanici, ma anche fare shopping.

Descrizione

L’estate scorsa mi sono recata ad Avignone, perché dovevo partecipare ad un congresso scientifico. Avevo visitato la parte bassa della Provenza l’anno precedente e non ero potuta andare ad Avignone, quindi ero contenta di potervi andare. Ho preso un hotel nella piazza dell’Orologio, proprio affianco alla torre, un hotel dal sapore antico, ma molto confortevole. Con gran sorpresa mi hanno indicato il parcheggio nella piazza successiva ed era un parcheggio sotterraneo, costruito sotto la piazza ove sorge il palazzo dei Papi! Benchè sia stata 4 giorni, non è per nulla caro!A cena siamo andati in questa piazza che di sera ha un fascino particolare, col maestoso palazzo dei Papi che la sovrasta. Abbiamo mangiato all’aperto ad un ristorante caro, ma che cucinava benissimo (contrariamente a tanti ristoranti francesi, in cui ho mangiato).

Nelle pause del congresso, ho cercato di visitare la città, per scoprirne anche angolini reconditi e posso dire che mi ha fatto una buona impressione, in quanto, oltre al centro storico, anche la parte nuova è gradevole, con un’urbanistica ordinata, strade ampie, verde, strutture sportive e commerciali ben inserite nel contesto. Il centro storico di Avignone è racchiuso da mura medievali, costruite nel 1403 da Benedetto XIII. Attraversandole si entra nel centro storico e proseguendo diritti, si giunge prima alla piazza dell'Orologio e poi alla piazza del palazzo dei Papi, ov’è il palazzo. La sua costruzione venne iniziata nel 1316 da papa Giovanni XXII e poi proseguita con i papi successivi, fino al 1370; per la sua dimensione è considerato il più grande palazzo gotico d'Europa. È composto esternamente da una dozzina di torri, come tour de Trouillas, tour des Cuisines, tour Sant Jean, ecc. La Tour des Anges (Torre degli Angeli, detta anche Torre del Papa) è conosciuta per il fatto di ospitare il tesoro. All'interno si può visitare la Chapelle St Jean e la Chapelle St Martial, per ammirare gli affreschi di Matteo Giovanetti e lo studio di Clemente VI. Purtroppo, la maggior parte delle sale sono vuote, a causa delle razzia effettuate durante secoli, ma gli affreschi presenti rendono almeno in parte l'idea di come doveva essere il palazzo ai tempi del suo splendore. Il museo del Petit Palais presenta una eccellente collezione di dipinti religiosi italiani dal XIII al XVI secolo.

Ma la celebrità di Avignone è forse il ponte di Avignone sul fiume Rodano. Era un tempo lungo 900 metri e costituiva il punto di collegamento con la cittadina di Villeneuve-lez-Avignon. Il ponte è chiamato Pont St-Bénézet, ma ora solo quattro dei suoi 22 archi originali sono rimasti. Secondo la leggenda, la sua costruzione è dovuta ad un pastore di nome Bénézet che, mentre accudiva il suo gregge, vide un angelo che gli ordinò di costruire il ponte, in un punto difficile, dove il fiume è largo 800 metri. Preso per pazzo e snobbato dalle autorità civili e religiose, riuscì a convincere la popolazione, spostando da solo enormi pietre e dando l'esempio. Questo gesto convinse tanti altri abitanti della città ad aiutarlo e in 8 anni il ponte venne costruito. Il ponte fu colpito nel tempo da diverse calamità. Più volte danneggiato e ricostruito, venne definitivamente spazzato via da una piena del Rodano durante il XVII secolo. Ad una delle sue estremità è situata una cappellina, la Chapelle St Nicolas, in stile romanico e gotico. È noto anche per la canzoncina-cantilena “Sur le pont d’Avignon on y danse,on y danse…”.

Un altro monumento da visitare è la cattedrale di Notre Dame des Doms, è un edificio romanico costruito nel corso del XII secolo. Da notare la statua dorata della Vergine che sovrasta la torre a ovest. All'interno c’è il mausoleo di Papa Giovanni XXII, un capolavoro dell'arte gotica. Nel complesso è una città graziosa, in cui si può passeggiare per le stradine del centro storico, senza sentire la calca vociante dei turisti, anche in agosto, e in cui si può fare anche qualche acquisto prezzo accessibile.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0097966
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0050046

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0,0010013
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010013
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0170157
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,006006
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Scarica gratis

la guida pdf di Avignone
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0030029
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,8639388
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0