×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Parchi e città nell'Ovest degli States  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Viviana
Scritto da: Viviana
Durata: 19 giorni
Data partenza: dal 28/07/2007 al
Viaggiatori: 4
Nomi dei viaggiatori: Viviana Nikos Tiziana Valerio

Introduzione

Tour organizzato con partenza e arrivo a Los Angeles più 4 gg. individuali a San Diego.

Descrizione

Gli Stati Uniti sono la mia passione, così quest’anno, assieme a due amici, abbiamo deciso di ritornarci. Dopo vari preventivi e siccome mio marito non aveva molta voglia di guidare abbiamo optato per un tour organizzato di 15 gg. più 4 gg. a San Diego in macchina.

Partiamo il 28 luglio da Malpensa con la British. Scalo a Londra e dopo vari e approfonditi controlli prendiamo l’aereo per Los Angeles dove atterriamo dopo 12 ore. Anche lì i controlli sono super accurati e comprendono, oltre alle varie domande, foto e impronta digitale del dito indice.

Prima di raccontare il mio tour vorrei iniziare con qualche info.

All’aeroporto ci sono gli shuttles gratuiti che vi portano al vostro albergo, chiedete all’ufficio informazioni quale prendere.

Portare abbastanza dollari. E’ vero che con la carta di credito si paga tutto, ma se fai un tour le escursioni le vogliono pagate in cash e poi ci sono le “mance d’obbligo”, guida e autista; insomma a noi sono usciti un bel po’ di dollari non preventivati. Per non cambiare gli euro (ovviamente il cambio è sempre svantaggioso se fatto sul posto) abbiamo pagato con la carta di credito un po’ di cene quando si andava in compagnia, recuperando così i cash.

Gli acquisti sono vantaggiosi, non solo perché l’euro è forte ma anche perché negli USA tutto costa meno, dall’abbigliamento al mangiare; bisogna però ricordarsi di aggiungere le tasse. Noi siamo abituati a vedere un prezzo e quello è, negli States al prezzo esposto vanno calcolate le tasse che non vi posso quantificare perché variano da un articolo all’altro. Possono essere 2 o 3 dollari su una T-shirt da $ 20.
Stesso discorso anche per bar, fast-food, ristorante ecc. con la differenza che in più va aggiunta la mancia anche se nella maggior parte dei casi sono loro stessi ad aggiungerla al conto nella misura del 10-15%.

Quando pagate con carta di credito portate con voi il passaporto, molto spesso chiedono un documento; va bene anche la patente se l’avete.

Per telefonare ho comprato la carta prepagata Columbus della Telecom. C’è da due tagli: € 5,00 e € 12,00. Con quella da 12 euro ho chiamato in Italia tutti i giorni e ho riportato a casa ancora 7 euro. Ha funzionato benissimo con tutti i telefoni, anche col cellulare e potete comodamente chiamare dalla camera dell’albergo. Vi consiglio di comprarla in Italia, la trovate all’aeroporto, così la voce guida vi parlerà in italiano.

IL TOUR:

LOS ANGELES – PHOENIX – CASTELLO DI MONTEZUMA - GRAND CANYON - MONUMENT VALLEY - LAKE POWELL - KANAB - BRYCE CANYON – ZION - LAS VEGAS – DEATH VALLEY –YOSEMITE - SAN FRANCISCO - MONTEREY –CARMEL - SANTA MARIA - SANTA BARBARA - LOS ANGELES –SAN DIEGO.

La mattina del g. 29 si forma il gruppo e inizia il tour.

La prima tappa, Phoenix, è stata per lo più una tappa di passaggio; a parte il deserto di Sonora con i cactus Saguaro che vedi passando e il grande caldo, niente da segnalare.

Il mattino seguente andiamo al Castello di Montezuma, un’antica costruzione indiana scavata nella roccia, per poi proseguire verso il Grand Canyon. Spettacolare! Val la pena di fare un giro in elicottero anche se i prezzi sono un po’ alti (circa $ 150,00) sarà che visto dall’alto è ancora più maestoso, sarà la musica che ascolti in cuffia cmq. l’emozione è assicurata.

Lasciato il Grand Canyon arriviamo il giorno dopo alla Monument Valley. Che dire…uno spettacolo dopo l’altro. Con la jeep siamo entrati in questo Far West rosso, scenario di tanti film, e abbiamo pranzato nella riserva indiana. Ok, tutto preparato per noi turisti ma la natura, le formazioni rocciose, il cielo azzurro, bè quello è autentico, se poi nella tua mente senti le note di C’era una volta l’West…

Prima di arrivare a Kanab dove abbiamo dormito, ci fermiamo alla Diga del Lago Powell, uno tra i più grandi laghi artificiali.
4° giorno altri due parchi. Il Bryce Canyon, un susseguirsi di rocce a forma di comignolo e una sinfonia di colori che vanno dai più svariati rossi al verde dei pini. Anche qui è uno spettacolo della natura, come lo Zion del resto.

Dai parchi a Las Vegas. Certo c’è un po’ di differenza, ieri eravamo in mezzo alla maestosità delle montagne, oggi eccoci nella città più incredibile che ci sia. Sembra di essere un luna park.

Noi abbiamo alloggiato al Sahara, un albergo un po’ vecchiotto che non vi consiglio, ce ne sono di migliori a prezzi abbordabili, basta non andare nei fine settimana quando alzano le tariffe. Per mangiare a Las V. non ci sono problemi; quasi tutti gli alberghi hanno il self service e con 10 dollari puoi mangiare quanto vuoi.

Il giorno dopo facciamo una “gita” alla Death Valley. Da L.V. si va e si torna in giornata. La Valle della Morte si trova a 85,5 metri sotto il livello del mare, il caldo è atroce, anche se noi siamo stati fortunati c’erano “solo” 52°, il paesaggio è lunare, quasi tutto bianco, sembra di essere su un altro pianeta. Infatti si favoleggia che gli Americani lo sbarco sulla luna lo abbiamo fatto lì.

Prossima tappa Yosemite. E’ grandissimo con sequoia secolari, un parco molto amato dagli americani, dove vanno a fare pic-nic e a passare gli week-end.

Un’altra volta dal parco alla città. Siamo arrivati a San Francisco, una città stupenda con un fascino particolare. A San Francisco in agosto fa freschino, noi abbiamo trovato 15°, e alla mattina c’è un po’di nebbia; quindi maglioncino e K-way. Per chi non volesse portarsi roba dall’Italia con $ 20 ti compri una giacca a vento. Se volete visitare Alcatraz ricordatevi di prenotare il biglietto qualche giorno prima o in internet prima di partire, altrimenti difficilmente riuscirete ad andarci. Noi l’abbiamo fatto prenotare telefonicamente dalla ns. guida 1 settimana prima, costo $ 22,00.

Percorriamo la panoramica 17 Mile Drive (anche lì non troverete molto caldo) e visitiamo le cittadine costiere per arrivare alla fine a L.A. dove finisce il ns. tour guidato.

A Los Angeles ci sono le solito cose da vedere: Beverly Hills coi bellissimi negozi quasi tutti di stilisti italiani, andate a vedere quello di Prada con le vetrine nel pavimento; il Teatro Cinese con le impronte dei divi e le stelle per terra coi loro nomi. Se andate per conto vostro calcolate un giorno per vedere gli Studios ed eventualmente Disneyland. Noi non l’abbiamo fatto però li avevamo visti in un precedente viaggio e gli Studios meritano.

Un’altra cosa da tenere presente se andate in macchina è il traffico. E’ pazzesco. A Los Angeles il mezzo di trasporto primario è la macchina, quindi potete immaginare durante la settimana il casino che c’è. Quindi se dovete andare all’aeroporto calcolate che potreste trovare code interminabili. Il giorno dopo salutati i componenti del gruppo prendiamo la macchina, già prenotata dall’Italia, e andiamo a San Diego. Visitiamo il Gaslamp Quarter, La Jolla, Coronado, prendiamo un po’ di sole e con il trenino rosso facciamo una puntatina a Tijuana.

L’andata è veloce il ritorno un po’ meno. Più di 3 ore di coda per via dei controlli accuratissimi che fanno. Non dimenticate il passaporto!
Il g. 13 ritorniamo a L.A. e diciamo ciao agli Stati Uniti.
DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0625058
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0312511
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Las Vegas
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di Los Angeles
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di San Francisco
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,7822991
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0