×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Livin la Vida Barcellona!  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
Sabrina
Scritto da: Sabrina
Località: Barcellona
Durata: 6 giorni
Data partenza: dal 29/09/2011 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: Sabrina e Luigi

Introduzione

6 giorni per scoprire Barcellona e carpirne gli odori, gli angoli caratteristici e gustare le specialità più prelibate, diventando un tutt'uno con la città e i suoi abitanti!

Descrizione

Barcellona ci accoglie caotica, frenetica, soleggiata, ma soprattutto organizzatissima! Dalla fermata del bus alla stazione del Nord (proveniente dall'aereoporto di Girona) abbiamo preso senza problemi la metro Arc de Trionf e studiato la mappa della rete urbana della città, che consente di vedere tutto in tempo utile, acquistando il carnet T10  da dieci biglietti (€8 e 25).

Arriviamo al quartiere Eixample, uno dei nuovi che cambia continuamente faccia, Barcellona è in continua evoluzione! L'hotel è perfetto, in posizione strategica ma allo stesso tempo lontano dal caos perpetuo delle Ramblas. Abbiamo a disposizione 4 giorni pieni per girarla, e nell'itinerario è prevista anche una giornata di mare alla Barcelloneta e il port Vell in bici, che qui si affittano a prezzi davvero modici (5€ per tutto il giorno, Mattia 46, Calle de Uniò 30) e le piste ciclabili abbondano e ti consentono di vedere la Barcellona quotidiana di chi ci vive e lavora.

Per la gioia del mio fidanzato ci rechiamo a Camp Nou, lo stadio in cui gioca la squadra di casa (Il Barça per l'appunto) che qui è venerata e attira frotte di turisti come se ci trovassimo alla Sagrada Familia! Ma l'attrazione principale è proprio lei, che nella sua incompletezza ha trovato la sua forza, il simbolo di Gaudì nel mondo attira ogni giorno centinaia di visitatori... il modernismo catalano si erge in tutto il suo splendore ma non è finita qui, perchè a Barcellona di simboli del genere ne troviamo diversi e sono tutti di Gaudì (e anche patrimonio dell'Unesco) come la Pedrera, un imponente palazzo fatto appunto di pietra bianca, con balconi e finestre ondulate e le ringhiere di ferro battuto, o casa Battlò, magnifica e luccicante nei suoi rivestimenti di mosaico.

Ma la sorpresa più bella per me rimane Park Guell, nel quartiere Gracia, a nord di Barcellona: ci si arriva con la metro Vallcarca ma una dritta ci ha permesso di evitarci la lunga salita per raggiungere il parco, raggiungendolo dall'entrata posteriore con l'autobus (n. 24) che ci permette di godercelo "in discesa"... Gaudì era un genio puro, capaca di mescolare diversi stili e materiali creando qualcosa di unico e allo stesso tempo donando equilibrio all'ambiente circostante.

La Barcelloneta in bici è una bellissima esperienza, il tempo caldo ci accompagna per tutta la durata del viaggio, e il sole caldo ci permette di rilassarci i primi di ottobre sulla spiaggia catalana assieme ad altri amanti del caldo e della siesta! Per rigenerarci e dedicarci a un po' di (sano!) shopping, niente di meglio del Mare Magnum, un enorme polo commerciale situato a Port Vell, in cui sono presenti anche l'Acquarium e un multisala. Ma non si può lasciare Barcellona senza una passeggiata per il Barrìo gotico e le famosissime Ramblas, che di giorno accolgono file e file di bancarelle variopinte e il Mercato de la Bouqueria (per lo più di generi alimentari ma vale la pena vederlo!) e la sera si trasforma in ritrovo per i nottambuli più sfegatati; è d'obbligo ovviamente assaggiare i piatti locali, in primis la paella e le tapas, piccoli antipasti di mare e terra, o tortillas di patate, o le uova farcite, o le fajiitas (carne mista fatta a bocconcini o spiedini) per non parlare dei dolci, come la crema catalana, o i flan farciti e anche le merende gustate nelle panetterie (forn) che abbondano dappertutto e che sfornano ad ogni ora fragranti croissant con mantequilla (burro) e preparano deliziosi zumos di naranja (succhi d'arancia).

Barcellona è bella tutta, e vale la pena anche camminare per le strade lunghissime e i viali, da plaça Catalunya fino al monumento di Cristoforo Colombo oppure su per Passeig de Gracia, dove pullulano le marche internazionali più glamour. Ultimo, ma degno di nota, è il fatto che in Spagna l'IVA è all'8% (rispetto al nostro 21%) quindi tutto ci è sembrato sorprendentemente conveniente rispetto al nostro BelPaese, dal cibo ai prodotti di uso quotidiano, dal costo dei servizi allo sciroppo (che personalmente ho pagato solo €2 e 75 alla farmacia di guardia una notte in cui avevo mal di gola)... quindi è anche la scusa per fare dei buoni acquisti made in Espana!!!

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0130123
AdvValica-GetPartialView = 0
DiaryCommentList-GetPartialView = 0,006006

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0,0010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010008
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0140136
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Scarica gratis

la guida pdf di Barcellona
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0030025
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,9137478
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008