×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

La provincia di Vibo Valentia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156249
Adele
Scritto da: Adele
Durata: 6 GIORNI
Data partenza: dal 26/07/2008 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: Adele e Francesco

Introduzione

La Calabria e' stata per molti anni meta delle mie vacanze, ma da qualche anno non andavo piu' li. Sentivo la mancanza delle spiagge, del mare, della natura e della cultura della costa degli dei. Ho deciso di partire con il mio fidanzato, il quale non era mai stato in questo tratto della Calabria, e insieme a lui ho scoperto nuovi incantevoli ed emozionanti luoghi.

Descrizione

Percorrendo la costa tirrenica in macchina, si rimane affascinati dai continui scorci che il mare e la macchia mediterranea offrono,rilassando il conducente rendendo anche piacevole la guida.

Nella nostra vacanza abbiamo avuto come punto di riferimento la località di Santa Domenica, frazione di Ricadi (VV). Qui abbiamo alloggiato in un albergo a 3 stelle molto carino, accessibile economicamente e cordiale.

A circa 700 metri dall'hotel si trova una spiaggia che in tanti anni di villeggiatura in quella zona, non avevo mai scoperto; la siaggia di TORRE MARINO.E' una spiaggia libera,con sabbia bianca, ci sono delle scogliere e l'acqua del mare è talmente chiara che si vede il fondo ed anche dei piccolissimi pesci.

Di straorinaria bellezza è la veduta panoramica dal Faro di CAPO VATICANO. A parole è difficile spiegare l'emozione che suscita la rigogliosa vegetazione, costituita da piante grasse altissime,fichi d'india,cactus.I colori del mare fino all'orizzonte sfumano dal cieleste al blu intenso,le spiagge di sabbia bianca e ciottoli, ogni insenatura costituisce una piccola isoletta.

Dal Faro del Porto di Tropea si può ammirare una stupenda veduta della costa;accanto si estende una spiaggia bianca tranquilla, non troppo affollata, libera, dalla quale si possono osservare le navi e le altre imbarcazioni che entrano e partono nel porto.

A circa 20 Km da Tropea, si trova la città di PIZZO CALABRO. Il nostro stupore è stato nello scorgere su una spiaggia appena fuori il centro storico, la CHIESETTA DI PIEDIGROTTA.E' una grotta scavata nel tufo, al suo interno ci sono sull'altare un quadro della Madonna ed in alto al centro c'è un affresco che rappresenta  l'Assunzione in cielo della Vergine. Ci sono statue scavate nel tufo che rappresentano le Sacre Scritture, scolpite nel Novecento dagli architetti Barone;si può ammirare qui l'Arte Popolare Calabrese.

Attraversando i vicoli di Pizzo ricchi di negozi,si giunge sul corso dove nei tanti bar-gelaterie si può gustare il famoso ed artigianale TARTUFO.

Arrivando alla piazza si apre uno scenario panoramico sul mare dove oltre la spiaggia si può ammirare una passerella nel mare che termina con una scogliera.

Di fronte la piazza c'è il famoso CASTELLO MURAT, costruito nel 1492,divenuto MONUMENTO NAZIONALE nel 1892.E' di origine aragonese,tranne la torre che è angioina.

Nel suo interno sono rappresentati attraverso lettere,manichini,armi,quadri,testi e stampe,gli ultimi momenti di vita di GIOACCHINO MURAT,cognato di Napoleone Bonaparte, Re di Napoli nel 1800 circa. Sbarcato a Pizzo per salvare il Regno, nel 1815,fu qui preso prigioniero e poi fucilato.

In questo percorso si percepiscono veramente le sensazioni e gli stati d'animo del povero Murat.

Scrisse prima di morire una commovente lettera alla famiglia, la moglie Carolina Bonaparte, sorella di Napoleone,ed i 4 figli.

Qui chiede loro di non dimenticarlo e dichiara la sua innocenza. L'angolo più toccante è quello che rappresenta il momento della fucilazione.

Murat comandò il plutone di esecuzione;chiese di mirare al petto e salvare il viso, destino della sorte una pallottola gli sfigurò il viso colpendolo alla guancia.

All'entrata della città di Pizzo, da vedere c'è la chiesa dedicata a S.Francesco di Paola.

Scendendo verso Reggio Calabria,a circa 30 Km da Tropea, si trova LIMBADI,piccolo paese della provincia di Vibo Valentia, devoto al suo Santo, San Pantaleone Medico e Martire, che viene festeggiato il 27 Luglio. La statua del Martire viene condotta a spalla durante la processione, per tutto il paese, e su di essa vengono appesi soldi ed oro per le grazie ricevute.

A Vibo Valentia c'è il CASTELLO MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE. Contiene reperti di età arcaica recuperati dalla Guardia di Finanza e dai Carabinieri;inoltre ci sono sculture del secolo scorso.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0312498
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156253
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Tropea
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di Ricadi
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di Pizzo
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0
DiaryList_1xN-GetPartialView = 1,078121
AdvValica-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0