×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Fori Imperiali a Roma  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156253
Valutazione Generale
  
Rank 5# di 1993
Numero votazioni 141
Via dei Fori Imperiali, Roma
Colosseo

Descrizione

Una visita ai Fori Imperiali è una passeggiata nella storia, dove l’immaginazione crea idilliaci panorami, quelli della Roma antica.

Il sito archeologico, tra i più importanti della Capitale e nel mondo, ha un enorme valore storico e un infinito potenziale per la mente creativa: è facile lasciarsi andare percorrendo la Via Sacra e sognare i colori vividi delle statue e dei fregi che ammantavano i palazzi e i templi, sentire il rumore dei carri e il vociare delle persone disquisire di politica e giustizia.

INDICE

  1. Uno sguardo sui Fori Imperiali
  2. La storia e le origini
  3. Il percorso
    - Foro di Cesare
    - Foro di Augusto
    - Foro di Nerva e il Tempio della Pace
    - Foro di Traiano
  4. Info utili per la visita
    - Come arrivare
    - Prezzi e orari

Fori Imperiali a Roma

Uno sguardo sui Fori

I Fori Imperiali comprendono il Foro di Cesare, il Foro di Augusto, il Foro di Nerva Transitorio, il Foro di Traiano e il Palatino. L'origine del nome "foro" deriva dal latino "fero", cioè porto, dal verbo portare, alludendo al fatto che le merci venivano "portate" lì. I Fori nacquero con l’umile funzione di mercato per poi essere trasformati nel centro del potere romano. Un insieme di piazze monumentali concepite per le funzioni pubbliche e religiose ma soprattutto per esaltare le figure degli imperatori e delle loro imprese.

Il complesso di queste aree archeologiche edificate tra il 46 a.C. e il 113 d.C., costituisce da un punto di vista urbanistico, un insieme organico, un vero e proprio portale spazio-temporale che si alimenta con l’immaginazione. L’itinerario inizia da largo Romolo e Remo, uno slargo su via dei Fori. Il percorso si addentra verso il Campidoglio per poi dirigersi in direzione del Colosseo dove si raggiunge l’arco di Tito per poi concludere l’itinerario verso il Palatino.

L’area è piuttosto estesa e il giro è abbastanza lungo, per questa ragione è previsto anche un percorso breve che richiede un paio d’ore senza rinunce ai luoghi più importanti del sito. 

La storia e le origini dei Fori

Gli scritti dello storico Varrone attestano all’anno 753 a.C. la data in cui Romolo fondò sul Palatino in primo nucleo dell’urbe: il 21 aprile, il Natale di Roma. Gli scavi archeologici svolti agli inizi del ‘900 anticipano i primi insediamenti di almeno due secoli ma non depauperano il potere evocativo di questa data varroniana associata alla fondazione della città sulla cima del colle.

Fu proprio la sacralità di questo evento a determinarne la storia e il nucleo urbano che espandendosi venne riservato solo per un breve periodo alla vita commerciale del mercato per poi essere totalmente dedicato alle funzioni politiche e religiose.



Dal Migliario d'Oro, punto di riferimento dei Fori,
adiacente il Tempio di Saturno,
partivano tutte le strade dell'Impero Romano.
Come si suol dire...
"Tutte le strade portano a Roma".


Fu così che nacque il Foro Romano, noto anche con il nome di Argiletum, che  all’inizio dell’età regia, tra l’epoca arcaica e repubblicana e l’inizio del periodo imperiale consisteva in un denso agglomerato urbano, edifici pubblici e santuari, i più importanti dell’Urbe.

Alla fine del periodo repubblicano Roma era ormai divenuta il centro di un enorme impero che si estendeva dalla Gallia all’Asia Minore e l’antico Foro doveva essere all’altezza di svolgere al meglio le funzioni di centro amministrativo della città. L’impianto del Foro venne riorganizzato da Giulio Cesare che volle adeguare le strutture amministrative e giudiziarie più antiche e rinnovare il tessuto urbano. I Fori Imperiali vennero costruiti per sostituire e ampliare l’antico Foro Romano.

Un’opera di pianificazione volta al miglioramento strutturale del luogo ma soprattutto alla sua autocelebrazione. Nel 54 a.C. Cesare incaricò un gruppo di stretti collaboratori di progettare un nuovo complesso monumentale mentre lui si occupava di tirare le fila dell’intraprendente strategia propagandistica: un ampliamento “necessario” per la funzionalità ed il prestigio del luogo.

Le ulteriori pianificazioni dell’impianto dei Fori Imperiali che rimasero pressoché immutate per tutta l’età classica vennero progettate da Augusto, Nerva e Traiano, mentre ad epoche postume risalgono il tempio di Antonimo e Faustina, l’arco di Tito e di Settimio Severo e la colonna di Foca.

Il percorso che attraversa la storia

La vasta area archeologica compresa tra Piazza Venezia e il Colosseo rievoca la maestosità dei Fori Imperiali, un tempo piazze monumentali porticate con esedre dove si ergevano imponenti palazzi e templi, centro della città e fulcro della res publica e del divino, nonché teatri di solenni cerimonie.

Foro di Cesare

Il Foro più antico e modello dei successivi è quello di Cesare alle pendici del Campidoglio. Fu iniziato per volere di Giulio Cesare grazie al bottino della conquista della Gallia nel 46 a.C. e terminato da Ottaviano Augusto, suo nipote nonché figlio adottivo e successore del grande condottiero.

Fori Imperiali


Questa magnifica area venne riportata alla luce casualmente durante i lavori di sfondamento di via dell’Impero tra il 1930 ed il 1932. Passeggiando tra i suoi scavi spiccano solenni le tre colonne superstiti del
Tempio di Venere Genitrice che occupava il fondo della piazza costituendone il vero e proprio fulcro architettonico ma soprattutto quello ideologico.

Il tempio custodiva la statua della Venere da cui Cesare sosteneva di discendere direttamente, madre di Enea e mitica progenitrice della "gens Iulia" e loro protettrice. Nel Foro sono state portate alla luce anche delle tabernae e la Basilica Argentaria che nell’antichità era adibita ad una scuola.

Foro di Augusto

Il secondo per ordine cronologico è il Foro di Augusto costruito per volere di Ottaviano nel 2 a.C. e riportato alla luce nel 1924- 1932. Disposto ortogonalmente rispetto all’antecedente, riprende lo stesso schema progettuale: la piazza porticata dominata da un lato dal tempio e al centro del Foro la statua del fondatore.

Il luogo sacro era dedicato al Tempio di Marte Ultore, il dio “vendicatore” ed eretto da Augusto dopo la vittoria nella battaglia di Filippi nel 42 a.C. . In questo luogo sacro venivano trattate anche le faccende terrene, qui il senato prendeva le decisioni più importanti come decidere la guerra e tributarne i trionfi. 

Foro di Nerva e il Tempio della Pace

Il terzo è il Foro di Nerva, edificato da Domiziano e inaugurato dall’imperatore Nerva nel 97 d.C. . Noto anche come “Transitorio” in quanto costruito nello stretto spazio compreso tra il Foro di Cesare, il Foro di Augusto ed il Tempio della Pace. Il Foro aveva una funzione di passaggio tra il quartiere popolare della Suburra e il Foro Romano.



I Fori Imperiali furono eretti
nell'arco di poco più di un secolo e mezzo
(dal 46 a.C al 113 d.C.).


Qui si trovavano il tempio di Minerva e il Tempio della Pace, conosciuto anche come Foro di Vespasiano, edificato nel 75 d.C. sul Macellum, il mercato di età repubblicana distrutto dall’incendio divampato sotto Nerone nel 64 d.C. . Questo luogo sacro conservava i trofei del bottino della conquista di Gerusalemme.

Foro di Traiano

Il percorso nella storia arriva sino al Foro di Traiano, il più recente e il più grande di dimensioni. La sua costruzione avvenne nel 112 d.C. e completò il grande quartiere monumentale accrescendone il fulcro del potere e della sacralità. I lavori vennero seguiti dall’architetto Apollodoro da Damasco e furono resi possibili grazie alla conquista della Dacia (attuale Romania) e all’ingente bottino che l’imperatore Traiano portò a Roma. 

Si può comprendere la vastità del Foro passeggiando tra lungo il percorso del sito: la pianta è più articolata rispetto alle strutture antecedenti e comprende una vasta piazza dominata da un lato dall’imponente Basilica Ulpia, alle cui spalle si erge la Colonna di Traiano che impera da secoli sull’area archeologica e svetta perfettamente conservata.

Quest’opera di 40 metri descrive con dovizia di particolari le imprese dell’imperatore in Dacia. Di poco separati dal Foro si trovano i Mercati di Traiano che ospitavano le tabernae, oggi sede del Museo dei Fori Imperiali.  

Dalla zona archeologica dei Fori Imperiali, una breve salita conduce al colle del Palatino dove vennero costruiti gli imponenti palazzi degli imperatori che nel corso dei secoli lasciarono spazio alla campagna romana descrivendo un paradossale paesaggio di resti millenari tra orti e vigne. Questa era la realtà del recente passato di Roma.

Statua di Traiano ai Fori Imperiali di Roma

Info utili per visitare i Fori Imperiali

Dove si trovano e come arrivare

I Fori Imperiali si trovano proprio al centro della città di Roma quindi è molto facile arrivare con i mezzi pubblici.

Chi vuole spostarsi con la metro può servirsi della linea B della metropolitana dalla Stazione di Termini o Tiburtina e poi scendere alla fermata Colosseo.Le linee di autobus che arrivano in zona sono invece svariate, tutte fermano su via dei Fori Imperiali.

A piedi invece è possibile raggiungerli partendo da Piazza Venezia con una passeggiata di un quarto d’ora, molto piacevole perché permette di apprezzare anche il panorama circostante.

Costi e orari di apertura per la visita

Il prezzo del biglietto di ingresso ai Fori è di 4 euro, tuttavia è possibile chiedere il ridotto per bambini e anziani e in altri casi specifici. Le persone con deficit motorio possono comunque accedere agevolmente senza pagare.

È meglio prenotare al numero 060608 se si desidera accertarsi del biglietto e dell’ingresso.

I Fori sono aperti tutti i giorni dalle 8.30, l’orario di chiusura varia di continuo in base alla stagione: in inverno è alle 16.30 che diventano fino alle 19.15 d’estate.

Ogni prima domenica del mese è possibile accedere in modo del tutto gratuito alla visita. In sede è inoltre possibile richiedere una guida nella propria lingua.


Elena Bittante


foto di roma
PH: Pietro Viti

Tour ed attività per Fori Imperiali

AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0946989
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Fori Imperiali

Scrivi una recensione su Fori Imperiali
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo
Purtroppo quello che rimane dei fori é solo una mimina parte di ció che era in epoca imperiale, ma le rovine sono comunque maestose. Il foro romano era il centro della vita politica, commerciale e giudiziaria dell'antica roma. L'arco di... vedi tutto settimio severo é adorno di bassorilievi che celebrano le imprese dell'imperatore; c'é la basilica di massenzio, il piú grande edificio del foro, la piazza del foro, la curia del senato,vari tempi funerari e tanto altro. Veramente un luogo meraviglioso e di grande suggestione.
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Da solo, Con la famiglia
Voto complessivo
Semplicemente il cuore della Roma degli Imperatori, una passeggiata a cavallo tra il I sec. a C. e il I d.C. Saturato il Foro Romano, Cesare fece costruire l'omonimo Foro, divenuto poi modello di tutti i successivi: piazza chiusa su... vedi tutto tre lati da un portico su colonne e con luogo di culto sul quarto. Dall'altro lato il foro di Traiano, con l'omonima colonna e i mercati e alla sua destra il foro di Augusto.
Livello 29     2 Trofeo   
Voto complessivo
Non ha bisogno di presentazioni, oltre ai soliti itinerari segnalati sulle guide consiglio però di gironzolare un po' a caso perdendosi tra le viuzze del centro. Evitare vi prego di acquistare souvenir provenienti dalla Cina e dai venditori ambulanti. Se... vedi tutto volete portare un ricordo con voi, meglio scattare una foto, sarà sicuramente molto più autentica!
Livello 25     3 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo
Il percorso degli Antichi Fori Imperiali, proprio sotto il Colosseo, è consigliato sotto i raggi del sole della primavera romana. Un’avventura che ti riporta indietro nel tempo, tra le antiche piazze dove si svolgeva la vita politica, culturale e commerciale... vedi tutto di Roma. Portate un paio di scarpe comode e, naturalmente, armatevi di una buona macchina fotografica.
Livello 23     2 Trofeo   
Voto complessivo
La visita ai Fori Imperiali e al vicino Colosseo è  una tappa d'obbligo se ci si vuole immergere nella vera atmosfera di Roma. Da lì poi, si può partire alla volta del centro storico, anche a piedi, e cioè: Piazza... vedi tutto di Spagna e Trinità dei Monti, Piazza Venezia, Piazza Navona, Fontana di Trevi, etc. 
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo
Bellissimi di notte! Mettete le scarpe comode e visitare i siti degli imperatori romani. Se avete modo andate di notte e li vedrete illuminati e bellissimi. Il colosseo è a due passi... fate un giro a piedi e immortalate delle... vedi tutto foto anche al colosseo.
Livello 19     2 Trofeo   
Voto complessivo
Visita del Foro Romano: sito archeologico di grande importanza in quanto era il centro politico sociale ed economico dell'antica Roma. un posto che testimonia il susseguirsi dell'operato dei vari imperatori attraverso i resti e le rovine visitabili in loco.
Livello 52     6 Trofeo   
Voto complessivo
Colosseo, Fori Imperiali, Circo Massimo... dovunque voi buttiate l'occhio, l'aurea della Roma Antica vi sommergerà con la sua storia. Notevole anche una visita ai Musei Capitolini.
Livello 22     2 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo
Pezzi di storia che ti riportano indietro nel tempo; emozioni davvero uniche inserite in un contesto di modernità. È qualcosa che non si può spiegare ... davvero unico!
Livello 24     3 Trofeo   
Voto complessivo
Meritano una giornata per ammirare le splendide rovine romane e il Colosseo. I Fori si possono vedere dall'esterno passeggiando su Via dei Fori Imperiali per poi raggiungere il Colosseo dove è un must la visita degli interni.
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0,0156249

Conosci Roma? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Roma
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0