×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Ostuni: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064

Usciti dalla caotica tangenziale di Bari in direzione Brindisi, si noterà subito Ostuni, un agglomerato di caratteristiche case bianche arroccate su di una collinetta. Una visita nella "Città bianca", se non era prevista, a quel punto per curiosità sarà inevitabile.

Oltre al mare, le cui acque cristalline hanno ricevuto più volte dei riconoscimenti, e risplendono ancora di più su questo sfondo bianco calce, Ostuni è una città anche ricca di storia. Abitata fin dal Paleolitico, nel medioevo Saraceni e Bizantini hanno lasciato il segno del loro passaggio e il centro storico è pieno di monumenti di interesse storico e artistico, come la Cattedrale o il Palazzo vescovile. Ostuni è una città anche ricca di edifici religiosi dedicati a santi come Sant'Oronzo e San Vito Martire, frequentati dagli abitanti del posto particolarmente devoti. Negli ultimi anni molti britannici e stranieri si sono trasferiti ad Ostuni, come dimostra l'incremento delle vendite delle ville e delle case, alimentando quel fenomeno che ha preso il nome di "Salentoshire".

Se durante il giorno le ore trascorrono tra mare e visitando le bellezze storiche di Ostuni, la vita notturna è altrettanto movimentata tra i numerosi locali e ristoranti con piatti tipici, frequentati dai turisti e dai residenti.

Cosa vedere a Ostuni (e dintorni): 10 luoghi assolutamente da non perdere

Cosa vedere a Ostuni

1) Le spiagge di Ostuni

Il mare naturalmente non può mancare. Azzurro e cristallino è adatto a tutti, famiglie, ragazzi, anziani. Tra le numerose spiagge ce ne sono alcune che meritano almeno un tuffo.

      • Torre Guaceto. Tra Brindisi e Carovigno, è in parte rocciosa per gli amanti della natura selvaggia e in parte sabbiosa. La trasparenza dell'acqua è ideale per fare snorkealing.
      • Torre Pozzelle. E' una spiaggia molto particolare perché è formata da tante piccole rocce incastonate che si uniscono a macchie di sabbia, dove si formano dei pozzi naturali di acqua piovana.
      • Rosa Marina, invece è una spiaggia molto frequentata per la movida e le numerose attività d'intrattenimento organizzate anche dall'omonimo villaggio turistico.
      • Cala quarto di Monte. E' un pezzetto di paradiso sulla terra. Con la sua acqua cristallina e la sabbia soffice è la meta per chi ricerca il puro relax.
  •  

2) La Cattedrale di Santa Maria Assunta

Si trova nel punto più alto della città bianca e venne costruita nel 1400. La Cattedrale di Santa Maria Assunta è monumento nazionale dal 1902 con la sua architettura che fonde stile gotico e scuola veneta. La facciata presenta tre portali sormontati tra altrettanti rosoni. Quello centrale è il secondo più grande in Europa e simboleggia in pieno il Medioevo. Conta la bellezza di 24 raggi formati da colonnine e archi, con al centro la figura di Cristo circondato dagli apostoli e da sette teste di cherubini. L'interno è a croce latina, e il soffitto è decorato con tele settecentesche rappresentanti la vita di Gesù e dedicate al patrono Sant'Oronzo.

3) L'Obelisco di Sant'Oronzo

E' situato in Piazza della Libertà, centro della vita culturale di Ostuni e sulla quale si affacciano anche il Palazzo di Città, la chiesa di San Francesco e dello Spirito Santo. Conosciuto come la "guglia", per il suo carattere barocco, l'Obelisco fu costruito nel 1700, come ex voto e proteggere la città da epidemie e carestie. Alla fine dei suoi 21 metri di altezza, la statua di Sant'Oronzo domina la città, e con la mano destra alzata è in atto di benedizione. Sulla colonna invece spiccano raffigurazioni di altri santi importanti per Ostuni, quali San Biagio e San Agostino. In questo monumento si nota tutta la devozione degli abitanti nei confronti del santo che ha origini lontane nella storia.

Si narra che Sant'Oronzo nel 1600, durante la peste nel Meridione abbia preservato proprio la città di Ostuni, salvando persone e allontanando il morbo. La leggenda dice poi che per combattere il maleficio della peste, furono usate pillole profumate, farmaci speciali e la calce bianca per dipingere le case, e già da allora entrò in uso il soprannome di -"Città bianca". A completare il culto del santo a 3 km da Ostuni si trova il Santuario di Sant'Oronzo, costruito intorno al 1650 con uno splendido arco trionfale barocco e la fonte miracolosa in fondo alla scalinata, dalla quale secondo la leggenda zampilla acqua per volere del santo.

4) La Chiesa di San Francesco

E' una delle chiese più importanti e antiche di Ostuni costruita nel 1300. Eretta in onore di San Francesco, che sembra sia passato e si sia fermato nelle vicinanze di Ostuni a predicare la sua regola. Ha subito diversi rifacimenti sia il convento adiacente che la chiesa, nel 1600 e nel 1700, che hanno fatto scomparire i tipici caratteri gotici. Oggi la facciata originale non è più ammirabile perché nel 1883 si è unita all'ex convento divenuto il municipio della città. L'interno ad un'inica navata, presenta una elegante cupola, stucchi di pregio e un imponente altare con una balaustra in marmo e due angeli reggi fiaccola attribuiti al Sanmartino. Vi sono inoltre delle importanti tele di interesse artistico di Luca Giordano datate tra il XVI e XVII secolo.

5) La Chiesa dello Spirito Santo

Sorge in piazza della Libertà insieme alla Chiesa di San Francesco e si trova in cima ad una scalinata. Costruita nel 1600, l'aspetto esterno si è conservato fino ai giorni nostri, mentre nell'interno ad un'unica navata, gli arredi sono andati persi. Oggetto di parecchi restauri tra il 1800-1900, gli altari marmorei presenti, sono opere recenti di maestri novecenteschi. A destra dedicati alla Madonna del Buon Consiglio e al Sacri Cuore di Gesù, a sinistra a Sant'Oronzo, a Sant'Anna e alla Madonna Bambina. Mentre all'esterno la facciata a capanna liscia, presenta un frontone con all'interno lo stemma del vescovo Melingi che volle la costruzione della chiesa. Il portale cuspidato risalente molto probabilmente al 1500 è quello più interessante a livello artistico con i suoi bassorilievi tardogotici. In occasione della Pentecoste, la discesa dello Spirito Santo sugli apostoli, la chiesa è sempre aperta e visitabile.

6) Il Museo Civico

E' il Museo più importante della città, inaugurato nel 1989 all'interno dell'ex monastero carmelitano di Santa Maria Maddalena dei Pazzi con annessa la Chiesa di San Vito Martire. La chiesa denominata "Monacelle" eretta intorno al 1750 presenta una facciata tipicamente rococò. All'interno vi è un'unica navata con cinque altari in pietra di grande pregio, delle tele settecentesche restaurate e arredi lignei notevoli, come l'organo e il pulpito. Il Museo è in parte nella chiesa e in parte nell'ex convento, e conserva importanti reperti archeologici che testimoniano l'insediamnento umano in queste zone dal paleolitico e neolitico, nell'età messapica, medievale e moderna. Il percorso museale si conclude con la ricostruzione della grotta e della sepoltura della donna di Ostuni. Il Museo è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00. Il costo del biglietto intero è di 5.00 euro, mentre ridotto è di 3.00 euro.

7) Il Parco Archeologico naturale Santa Maria di Agnano

Distante 2 km dal centro storico di Ostuni, in autobus o a piedi si raggiunge il Parco Archeologico della Grotta di Agnano. Questa grotta è testimonianza di riti e culti che hanno radici lontane nel tempo, risalgono infatti a 3.000 anni fa. Dai reperti ritrovati sembra che avesse principalmente una funzione sepolcrale dedicata ad una donna, come dimostrano le tombe chiamate Ostuni 1 e Ostuni 2. All'interno gli oggetti sono testimonianza di vita neolitica e dell'età messapica. Il Parco è visitabile tutte le domeniche dalle 10.00 alle 13.00 oppure su prenotazione. Il costo del biglietto intero è di 5.00 euro, mentre di quello ridotto 3.00.

8) Il Parco delle Dune costiere

Tra Torre Canne (Fasano) e Torre San Leonardo (Ostuni) si estendono 8 km di area protetta. Nell'entroterra si susseguono dune costiere, dune fossili, pascoli, campi, lame carsiche e ulivi secolari. Questi 1100 ettari sono oggetto di escursioni che permettono di ammirare diversi paesaggi unici nel loro genere. Si possono trovare i campi di Pomodoro Regina della Masseria Giummetta o vedere distese di grano duro della pregiata varietà Senatore Cappelli. Oppure lungo la via Traiana addentrandosi in una viuzza di campagna ci si trova davanti al Dolmen di Montalbano databile intorno al II millennio a.C. Inoltre all'interno del Parco delle Dune si può ammirare una variegata flora composta dal ginepro coccolone e fenicio, il lino delle fate e alcune orchidee, come la famosa endemica serapide pugliese.

9) La Chiesa della Madonna della Grata

Si trova nella parte a valle di Ostuni, ed è un vero e proprio santuario dedicato alla Madonna che ha compiuto un miracolo. Si dice che un uomo gobbo e malato recatosi in chiesa per pregare la Madonna, abbia ricevuto la grazia e sia guarito. Da quel giorno la chiesa è meta di pellegrinaggio per gli abitanti di Ostuni, che la festeggiano con una processione la prima domenica di agosto. E' un luogo di culto e immancabile per i devoti.

10) Nei dintorni di Ostuni

Attorno ad Ostuni oltre alle diverse masserie immerse nelle distese di ulivi, allontanandosi qualche km si possono visitare alcuni paesini ricordati per alcune loro caratteristiche.

  • Cisternino. Distante 12 km da Ostuni nella valle dell'Itria e nella Murgia è conosciuta per i suoi trulli. Questa tipica costruzione pugliese ha origine antiche, ed è realizzata con pietra a secco e cupola molto caratteristica.
  • Carovigno. Si trova a 8 km e il suo centro storico è molto antico. In cima al paese si erge il Castello Dentice dal quale si può ammirare un panorama indimenticabile sulle campagne salentine.

Ostuni_mare

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0100099

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0070068
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



18 risultati filtrati per:
Rank 1# di 18
15 Voti
Rank 2# di 18
12 Voti
Rank 5# di 18
Rank 6# di 18
3 Voti
Rank 7# di 18
3 Voti
Rank 8# di 18
3 Voti
Image not found
Rank 9# di 18
2 Voti
Rank 10# di 18
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0,171165

Conosci Ostuni? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0040034
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0030025

Cosa vedere vicino a Ostuni

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0100099
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0380367
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,0030026
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020021

Cerca offerte a Ostuni

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100099
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Ostuni
GuideList-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0