×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Le dune  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Antonia Luigia
Scritto da: Antonia Luigia
Località: Arbus
Durata: 02/10/2008
Data partenza: dal 02/10/2008 al
Viaggiatori: 3
Nomi dei viaggiatori: Evelin/Sandra e Anto

Introduzione

Questo è un piccolo viaggio nel viaggio,infatti si svolge nella mia bella isola,la Sardegna. Vivendo in una bella città come Venezia da circa 24 anni, mi sembra più che doveroso far periodicamente ritorno nella mia isoletta. Altrettanto doveroso ospitare anche gli amici, quelli veri. Eve è una di queste: era già stata in Sardegna, ma non nella zona dove nacqui...molti anni or sono.. Voglio farvi conoscere la costa sud/occidentale, Arbus e Marina di Arbus con i suoi 47 km di spiagge bianche e incontaminate dal quel turismo di massa,dove puoi ancora incrociare lo sguardo con l'abitante del luogo, scambiare due parole e magari sederti a tavola come ospite per gustare quelle prelibatezze che solo nei luoghi d'origine trovano il loro sapore.

Le Tappe del Viaggio

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

Eve arrivò il 30 ottobre a Cagliari in aereo, da Cagliari prese il treno per San Gavino Monreale, che dista circa 20km da Arbus, la raggiunsi con la mia vecchia fiat 500 (che va ancora forte)...

Non ho idea di come Eve si aspettasse il mio paesello, ma sicuramente ha trovato tutta la zona circostante molto interessante, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Spesso si tende ad avere, nei confronti dei piccoli centri, una sorta di snobismo del tipo "ma cho cosa offre, che noia non c'è niente da fare", premetto che chi si avventura in queste zone, tutto può aspettarsi tranne che la mondanità del tipo...porto Cervo.... ma può solo trovare, lungo il percorso, dei cervi veri che sono sicuramente più interessanti...

Arbus è un ridente paese che risale al 1320 d.C., tutto attorno si trovano colline regolari, il paese si è sviluppato man mano sulle posizioni più alte per meglio dominare anche da eventuali attacchi nemici per voi svilupparsi anche nella parte verso il basso. Arbus e il suo territorio è infatti stato sempre attaccato da terra e mare, dai fenici e arabi.
Le sue risorse principali sono state la miniera, la pastorizia e altre attività secondarie.

La Chiesa Principale (1450) dedicata al patrono del paese: San Sebastiano.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0937569
AdvValica-GetPartialView = 0
DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0312525

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Arbus
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0468792
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,671927
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0