×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Finalmente Londra!  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Viviana
Scritto da: Viviana
Località: Londra
Durata: 5 gg.
Data partenza: dal 05/08/2009 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: Viviana e Nikos

Introduzione

Londra città cosmopolita.

Descrizione

Abbiamo deciso così “sui due piedi” di passare qualche giorno a Londra. Per la verità io c’ero già stata, ma erano anni che desideravo ritornarci e l’offerta trovata con Lufthansa ha rafforzato la nostra idea. Partenza da Malpensa arrivo a Heathrow, prezzo A/R € 74,00 a persona. Ottima compagnia, abbiamo fatto il check-in on line sia da casa che da Londra con la scelta dei posti, spedito la ns. valigia da uno degli appositi banchi, partiti in orario e viaggiato bene. Io non ho guardato le offerte delle altre compagnie anche perché il bello di arrivare a Heathrow è che prendi la metro e sei in centro, mentre se arrivi a Stansted, Luton, o Gatwik devi per forza prendere la navetta e quindi il risparmio iniziale magari si azzera.

Abbiamo alloggiato allo Shaftesbury Hyde Park International spendendo per 5 notti 490,00 sterline. Abbiamo scelto l’albergo in base alla vicinanza della metropolitana e malgrado la camera piccola siamo stati soddisfatti. Era pulito, non mancava niente dai campioncini in bagno al set per tè e caffè; dal phon all’asse da stiro comprensivo di ferro (anche se per stirare avrei dovuto andare in corridoio). Il personale gentile e disponibile, connessione a internet gratuita. Si trova a Bayswater vicino a Nottinghill e Hyde Park, una bella zona tranquilla piena di ristorantini e supermarket servita da due linee di metro, quella di Bayswater quasi davanti all’hotel e quella di Queensway a circa 300mt.

Arrivati a Heathrow siamo andati all’ufficio informazioni della metropolitana abbiamo fatto la Oyster-Card ( bisogna chiedere quella “not for tourist”) e con la Piccadilly Line (linea blù) siamo arrivati in centro. Per 6 gg. a Londra abbiamo caricato la Oystercard di 30,00 sterline a testa più le 3 di cauzione. Ovviamente caricavamo 10,00 sterline per volta, poi con i lettori che ci sono nelle stazioni metro oppure chiedendo alle biglietterie, controllavamo il residuo. Ci è servita anche quando abbiamo preso il battello per Greenwhich perché ti scontano il prezzo, ora non ricordo se del 30%25 o 50%25; basta mostrarla prima di prendere il biglietto. Noi siamo saliti a Westminster, ci sono diversi punti vendita, fate attenzione perché alcuni fanno lo sconto se hai la travelcard, altri se hai la oyster.

La oystercard funziona così: per la Tube (come si dice a Londra) la appoggi al lettore sia all’inizio che alla fine del viaggio, sugli autobus solo all’inizio sul lettore vicino all’autista. Al termine del nostro soggiorno a Heathrow prima di lasciare la stazione metro l’abbiamo riconsegnata e ci hanno restituito le 3 sterline di cauzione più il residuo che avevamo. In totale ci hanno ridato 10 sterline. A conti fatti abbiamo speso 25,00 sterline a testa però usandola sempre ma proprio sempre, senza badare se un posto era vicino o meno. Un’altra cosa da tenere in considerazione quando si decide se fare la Oystercard o la travelcard è che Londra è divisa in zone e se si ha la necessità di raggiungere Heathrow, l’aeroporto è nella zona 6, la più distante. Che dire di Londra se non che è stupenda e inimitabile, una città capace di soddisfare le aspettative più disparate: cultura, divertimento, shopping, folklore; oltretutto il tempo ci ha favorito, bello e caldo, ha piovuto solo una sera quindi ce la siamo goduta andando anche a fare colazione ad Hyde Park come i londinesi, con il caffè e il sacchettino delle brioches.

Anche i londinesi a noi sono piaciuti; sono cordiali ti aiutano volentieri e amano scherzare. Proprio così. O ci siamo abituati noi al humour inglese o si sono riscaldati loro. Mangiare a Londra non è solo Fish and Chips, per chi non vuole rinunciare alla pasta ci sono i ristoranti italiani (8 sterline circa per un piatto di spaghetti), per uno spuntino veloce nei supermercati trovi panini, frutta già pronta in vaschetta con tanto di forchettina, i vari bar e pub ti offrono oltre le loro specialità anche insalatone e poi ci sono le pizzerie da quelle italiane alla Pizza Hut, insomma ce n’è per tutti i gusti. Non voglio dilungarmi con i dettagli dei nostri giri anche perché ampiamente raccontati dagli altri turisti e poi non saprei cosa consigliare…è tutto da vedere. Ognuno di noi ha le sue preferenze quindi musei, parchi, piazze, monumenti; l’importante è andare. Londra ha molto da offrire e come dice la famosa frase di Samuel Johonson “chi è stanco di Londra è stanco della vita”.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0,0156267
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0156258
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Londra
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,7829149
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0