×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Capodanno 2008 in Tunisia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Chiara
Scritto da: Chiara
Località: Hammamet
Durata: 5 giorni
Data partenza: dal 29/12/2007 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: Chiara e Giuseppe

Introduzione

Se volete fare il massimo, spendendo il minimo, i miei diari (e spero d scriverne sempre +) vi saranno utilissimi.

Leggere per credere! Non avrei mai immaginato che il mio primo viaggio all'estero mi avrebbe addirittura portata in un altro continente..e questa è stata la sorpresa più grande! Tutto è successo per caso! Amavamo soffermarci a guardare le offerte nelle agenzie di viaggio durante le passeggiate in centro o semplicemente quando andavamo a comprare il pane.. finchè ci è capitata sott'occhio quest'offerta: 5 giorni in Tunisia all inclusive sistemazione in hotel 4 stelle a sole 384 euro partenza da Catania, niente di + comodo.

Per me che ero alla prima esperienza ultranazionale si trattava di un sogno o di una pazzia!!! Giuseppe propendeva per cercare ancora, magari qualche offerta per Barcellona...alla fine hho fatto gli occhi dolci e come spesso accade nei rapporti tra i due sessi...ho avuto la meglio!

Le Tappe del Viaggio

Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
Aereoporto di Catania: del referente dell'agenzia nessuna traccia,il suo numero di cellulare...spento! Cominciamo bene!fatto il check in, riusciamo a beccare il momento giusto per imbarcarci,dato che non hanno chiamato il nostro imbarco..e giunti sulla pista c troviamo di fronte un bellissimo esemplare dell'Alitalia,tirato a lucido,messo in posa tutto per noi,e già sembrava comodissimo,sicuro,accogliente...se non fosse che il nostro aereo era un pò + in là...lo scorgiamo subito...era uno spettacolo destabilizzante:

portava una scritta violacea SEVENAIR su un fianco,che sembrava dire...questa era la tinta + economica,era minuscolo,tre volte + piccolo di un aereo di linea,al posto dei reattori...2 eliche!!! Reazioni: a me è saltata fuori la risata isterica incontrollabile del nervosismo motivato e cosciente. Giuseppe era accanto a me,pallido,incredulo... farfugliava:"Signore, non dirmi che è quello!!??è l'aereo di snoopy!non potrà di certo volare!" La risposta dell'Altissimo era come sempre chiara e realistica...oserei inesorabile... "salite o restate in Sicilia!"

Avrei quasi scommesso che Giuseppe avrebbe optato per un Capodanno in famiglia...ma alla fine siamo saliti e abbiamo preso posto! con mia grande sorpresa riconobbi che almeno lo stuart lo avevano scelto per bene: che bel tunisino! mi dovetti ricredere di lì a poco,non c avevano messo alcuna cura nella scelta...praticamente  era come se non ci fosse!non parlava italiano, nè inglese, nè spagnolo... masticava solo qualche incomprensibile "fonema"tendente al francese...e così siamo riusciti un pò a comunicare!

Aereoporto di Tunisi:

dopo un'ora e venti di volo abbastanza tranquillo, arriviamo a Tunisi! Prima esperienza negativa:al controllo dei documenti c stavano degli omaccioni brutti e cattivi,rozzi,scortesi,stanchi della vita...che ci hanno trattato come se invece d essere arrivati lì a far girare la loro economia, fossimo terroristi!

Finalmente riaffiora in noi il ricordo che avevamo acquistato una vacanza organizzata....infatti,ecco davanti a noi stagliarsi il referente dell'agenzia...WOW!ha impiegato un sacco di tempo a controllare i nostri documenti,così abbiamo perso il resto del gruppo...la sua unica indicazione:"uscite dall'aereoporto e andate alla fermata 26 là troverete l'autobus che v porterà in albergo..."rincuorati usciamo dall'aereoporto..ovviamente pioveva,ma tanto c'era il nostro autobus (grazie all inclusive!)...

Ehi,ma dov'è l'autobus??? non un indicazione, non un 26 scritto da alcuna parte...non un autobus,niente di familiare...grazie della preziosa indicazione caro referente!!!!! seguiamo l'istinto e andiamo verso sinistra e poi in fondo in fondo,cominciamo a scorgere degli autobus!!!

ovviamente c'era voluto 1km per arrivare da quelle parti un'altra decina d minuti per controllare i numeri degli autobus...finalmente lo troviamo!stava per partire!!!
Siamo a bordo. Adesso, c diciamo,non può + succederci niente!

1 ora d autobus. Durante il tragitto la guida si è presentata, ci ha dato un resoconto scritto delle escursioni proposte e alcune informazioni utili su cambio, taxi, modalità per telefonare in Italia. Una signora molto intraprendente e simpatica fa notare alla guida che mancano dall elenco delle escursioni alcuni siti importanti..come la visita delle rovine di Cartagine e del Bardo. La guida,disponibile,la rassicura che la sera,prima d cena c saremmo riuniti in una sala dell hotel per discutere d tutte le escursioni,raccogliere le adesioni e che avremmo cercato di inserire le sue richieste!

Arrivo in hotel: Pi
Ben riposati, scendiamo per la colazione...troviamo ogni ben di Dio....che meraviglia!certo noi siamo siciliani e conosciamo bene il vero gusto di un cornetto alla crema o di una raviola alla ricotta...ma c'era tanta abbondanza e il sapore non era cattivo per niente...alzarsi presto la mattina diventava un piacere: caffè,tè in mille gusti diversi, cappuccino, spremute varie, latte, ceffèlatte e poi yogurt, burro, marmellate, pan carrè tostato, fagottini al cacao, cornetti caldi, treccine, prosciutto, formaggio, bacon,uova strapazzate...e tanto altro che non saprei elencare!
dopo l'abbuffata c ritroviamo con gli altri del gruppo nella hall pronti per le prime escursioni....

AM,MUSEO EL BARDO: Una visita molto interessante! Il museo ha sede nell'ex residenza del principe...così possiamo ammirare la sala in cui riceveva gli ospiti,il suo letto,la sala in cui venivano preparati i suoi abiti e dove veniva preparato il tè...c sono tutti gli strumenti e i mobili che usavano all'epoca...bellissima la stanza delle mogli,quattro porte ai quattro angoli che mettevano in comunicazione le stanze delle quattro mogli con la sala principale....doce si incontravano col principe...un harem in pratica...meno interessanti i reperti preistorici,se non si è dei veri e propri appassionati risulterebbero solo un mucchietto di pietre levigate!!!per il resto del museo si ammirano soprattutto reperti romani,una collezione immensa di mosaici che rappresentano i miti romani o scene di vita agreste,molti li riconoscerete perchè si trovano le foto sui libri di storia...siamo stati felicissimi di poter ammirare queste magnifiche testimonianze... anche se c aspettavamo di trovare qualcos altro di tipico oltre che il letto del principe e le porte dell'harem.... in ogni caso siamo arrivati fin qui e ROMA si riconferma CAPUT MUNDI...
voglio segnalare alcune rappresentazioni come la piccola scultura raffigurante il ratto di Europa, il mosaico che rappresenta i segni zodiacali,e quello famosissimo che vede Virgilio tra le due muse,della storia e della poesia,
che avrebbero dovuto ispirarlo e guidarlo nella stesura dell Eneide...e infine la parte relativa ai reperti cristiani..tutte cose che per chi ha avuto la fortuna di visitare i Musei Vaticani sono già visti e rivisti...ma fa sempre piacere rituffarsi  tra questi stralci di storia.
MEDINA DI TUNISI: dai finestrini dell'autobus guardiamo il paesaggio circostante...non sembra molto diverso dalle campagne siciliane, sterminati uliveti, vigneti... le stranezze cominciano quando vediamo che le persone camminano in autostrada come s efossero in spiaggia con una nonchalance incredibile,mentre sfrecciano come pazzi camion malmessi autobus e taxi.

La periferia di Tunisi sembra proprio un paese del terzo mondo...le case sono addossate le une alle altre,e si vedono i mattoni forati rossi con cui si costruiscono,molte el posto delle finestre hanno dei teli di plastica,ma in nessuna manca la parabola.

La guida c spiega che in Tunisia si riescono a prendere solo tre canali e dunque la parabola è quasi fondamentale per non restare fuori dal mondo. Inoltre aggiunge che le case nn sn complete perchè la maggior parte delle persone fa dei lavoretti saltuari che non danno la possibilità di chiedere un mutuo in banca per finire d costruire la propria casa. Mutuo che tra l altro è molto difficile da ottenere normalmente.

Arrivati a destinazione cominciamo ad inoltrarci per vie e viottoli e pian piano cominciano i negozietti. Presso uno di questi assistiamo alla creazione del loro copricapo tipico che è simile al fez ma si chiama "scescìa" o meglio così si pronuncia.è una dimostrazione veloce ma intere
AM,KAIROUAN: partiamo alle 8:00,ormai ci eravamo abituati ad alzarc presto per poterc sistemare e fare colazione prima di partire per le escursioni. La stanchezza del giorno prima era ormai un ricordo lontano,e la voglia di far nostro tutto quello che c'era da prendere c teneva svegli e arzilli....tranne durante il tragitto in autobus...lì era d'obbligo una pennichella! dovevamo massimizzare il tempo ed essere reattivi al momento giusto!! inutile dire che russavamo e sbavavamo nel sonno...a testimonianza esistono delle foto fatte dai nostri simpatici compagni di viaggio!!

Prima tappa: una sorta di torretta d cui non ricordo il nome. Salendo in cima si vedeva la cittadina vicina e dei grossi laghetti artificiali. Mehdi, la nostra guida, c spiega che si tratta di cisterne per l'acqua utilizzate fino all'arrivo dell acquedotto e che molte di queste giacciono sotto case e strade...non è poi uno spettacolo tanto eccezionale. forse il pensiero d aver costruito la propria casa sopra una cisterna potrebbe colpirmi di +! almeno ci facciamo la foto cn la bandiera nazionale e scendendo prendiamo un caffè nel bar della torretta....un espresso..non si potrebbe dire che fosse buono ma d certo era + digeribile d quello dell hotel.

All'ingresso di Kairouan la classica rotatoria stradale con sopra una scultura che rappresenta la maggior attrattiva della città..in questo caso i tappeti. All'ingresso di Hammamet invece è raffiguarata una barca a vela tra le onde!

Seconda tappa
: ci fermiamo davanti ad un negozio-bottega di lavorazione per tappeti...all'interno due donne stanno lavorando al telaio per realizzare un tappeto dai colori molto caldi,il proprietario del negozio c spiega il tipo di lavorazione,il numero di nodi per metro quadrato...milioni in alcuni casi,e il tempo di lavorazione!poi c fa accomodare in una sala sottostante dove prendiamo tutti posto sulle panche laterali e lì comincia la presentazione di una miriade di tappeti...in poche parole vuole rifilarcene qualcuno! cosa che potrebbe anche non dispiacerci se non fosse che il + piccolo parte da 350 euro!!!

almeno ha fatto il cambio,che gentile! ovviamente a prezzi da fabbrica! le signore + interessate si ribellano un pò e cercano di contrattare,ma lui è irremovibile.. gentile ma irremovibile!infatti offre a tutti gli astanti il tè alla menta.....sarà pure stato buonissimo ma...era così torbido e c galleggiavano dentro corpi non identificati...così decidiamo di far finta d sorseggiarlo..perche non si offendesse...ma vi assicuro che quel tè era troppo,anche per due tipi temerari come noi!!!

Un pò delusi, c rimettiamo in marcia...adesso visiteremo una vera e proprio moschea...anzi due....se non ricordo male la prima aveva a che fare col barbiere di Maometto...eravamo molto eccitati all'idea d visitare una moschea. La prima in effetti era molto bella...tutte le sale erano piastrellate con quelle ceramiche tipiche a sfondo bianco e con raffigurazioni in azzurro verde giallo...il cortile interno è molto bello,proprio per questa gran varietà di colori....purtroppo però nella moschea non si può entrare...non siamo puri dice la guida...perchè avremmo dovuto lavarci prima,digiunare...etc....capite bene che era improponobile!!!!

Altra moschea....stessa storia.anche se c affacciavamo verso l'interno era così buio che non si distingueva granchè..La nostra delusione iniziale fu alimentata da una scoperta che definirei MACABRA...lasciatemi passare il termine!!!

guardandoci intorno dentro il gran cortile colonnato della moschea c'eravamo accorti che c'era qualcosa d familiare...non è stata una bella scoperta!!!! la guida c spiega b
AM,MEDINA TURISTICA DI HAMMAMET:

Eccoci giunti all'ultimo giorno...c hanno comunicano che il giorno seguente saremmo partiti a metà mattinata quindi non avremmo potuto organizzare nulla,se non scandagliare la stanza per evitare d dimenticare o perdere qualcosa!!!! dopo colazione andiamo a visitare la medina turistica di Hammamet!!! è davvero a pochi passi dall'albergo...!

è estremamente caratteristica...non c'è nulla d antico ma riproduce alla perfezione gli scenari dei tipici mercati tunisini solo che è molto + pulita e con locali + sicuri,fanno anche la pizza!preferiamo non tentare la sorte e scartiamo il cibo.passiamo davanti al parco di divertimenti Carthageland...era chiuso ma in ogni caso non c saremmo avventurati all'interno...i parchi d divertimento ce li abbiamo anche qua!!!!invece in Tunisia ,come in ogni altro paese così diverso dal nostro...bisogna fare incetta d stranezze,esperienze nuovi,luoghi che non possiamo vedere dalle nostre parti!!!! dopo la visita alla medina torniamo in albergo per pranzo...nel pm una nuova escursione ci attende!

PM,SOUSSE,PORT EL KANTAOUI:

Nel pm ci portano a  visitare la medina di Sousse....c ricorda tanto la medina d Tunisi,solo che là c'erano maggiormente turisti...qui invece ci mischiamo alla gente locale...c sono degli stands che vendono degli strani panini,focacce,kebab....buono!! osservando con attenzione notiamo che dei turisti non c compra niente nessuno e che le condizioni igieniche di quei posti sono,ad essere gentili,precarie!!Lasciando perdere il fatto che venivano riforniti di carne grazie ad un pick-up sul quale la carne piena di mosche era buttata senza alcuna protezione....le poche cose confezionate  del tipo pringles e gelati erano chiaramente vecchie di anni,e non ricordavano neanche lontanamente i nostri prodotti inoltre costavano quanto un pranzo completo...ok, moriremo di fame!!!
Esploriamo il mercato in lungo e in largo...i commercianti cercano a tutti i costi di venderc qualcosa ma qui non si contratta tanto come dalle altre parti...torniamo alla piazza di partenza ed entriamo in una specie di "grande magazzino" a + piani totalmente dedicato ai turisti...ma che prezzi!!!è già ora d tornare all'autobus..
ultima tappa del tour e della vacanza...Port El Kantaoui: un el posticino turistico...con tanti negozietti,un piccolo parco divertimenti e bellissimi velieri ormeggiati....però piove un bel pò,quindi facciamo soprattutto un giro vicino ai negozietti per ripararci d tanto in tanto.. Per fortuna la fermata è durata poco dato che c'era molta strada da lì all'hotel e dovevamo rientrare in tempo per la cena,in + eravamo infreddoliti e dovevamo fare pipì!! l'unico bagno che avevamo trovato era "gestito",dove la gestione non comprende la pulizia,da una signora un pò strana e severissima che pretendeva un dinaro!!! non ce la facevo +!!!! decido d entrare anche se + che un bagno sembrava un gabbia per topi! chiedo a Giuseppe d stare dietro la porta mentre sono dentro dato che per chiuderla devo spingerla col piede...non c'è alcun appiglio!ma la signora lo rimprovera nella sua lingua.....così desolata,accosto la porta col piede! che orrore!! i servizi sono neri....cioè tanto sporchi da essere diventati neri,in più è gia sera e il bagno è illuminato solo da tre candele,2 ai lati del lavandino e una su una piccola finestrella vicino al water...spero di centrarlo!!!! rigorosamente salviettine per lavarsi le mani.non avrei mai toccato i rubinetti del lavandino...chissà quali infezioni ancora sconosciute alla medicina avrei potuto prendere!! ovviamente non tiro neanche lo sciacquone...2 motivi: 1)non c'era 2)la bottiglia d'acqua che era messa là proprio a questo scopo era unta e
Come ogni pacchetto all inclusive che si rispetti,il primo e l'ultimo giorno non bisogna contarli!alle undici dovremmo già essere nella hall muniti di bagagli e pronti per l'autobus che c porterà in aeroporto a Tunisi. Facciamo la nostra ultima,gustosissima colazione in albergo e cerchiamo di mangiare quanto + possibile...siamo tristi....solo adesso c rendamo conto d essere sulla strada del ritorno.
Passiamo il tempo in autobus a commentare tutto quello che abbiamo fatto che ci è successo,tiriamo le somme!
Siamo soddisfatti,non potrebbe essere andata meglio. I nei della vacanza sono pochissimi e irrisori,non hanno assolutamente minato la nostra serenità e il nostro divertimento. Siamo riusciti nel nostro intento,organizzando ogni giornata e riempendo il tempo di escursioni e visite,siamo riusciti ad ottenere il massimo da questi pochi giorni,a spremere questa vacanza fino in fondo!!!! Abbiamo stretto amicizia con tutte le persone che avevano fatto il viaggio con noi e ci siamo trovati molto bene....soprattutto un bellissimo ricordo lo conserviamo dei signori Mario e Rosalba....una coppia piena di vitalità,curiosità,voglia di fare,scoprire e che non si tira indietro davanti a nulla....molto affiatati,un vero esempio per noi! e scusate quindi se approfitto dell'occasione per salutarli con affetto!
Come primo viaggio all'estero è stato fantastico...e mi ha lasciato tanta voglia di ripartire...infatti il prossimo viaggio è già organizzato e presto avrete un nuovo racconto col quale confrontare le vostre esperienze e grazie al quale avere qualche informazione in +...
Sicuramente sarò + dettagliata nel prossimo racconto e v sarò più utile per quanto riguarda informazioni su prezzi,orari,collegamenti.....dato che ci siamo buttati nel fai-da-te:ci seguirete a Lloret de mar e a Barcellona nell'impresa d far tutto da soli....Addio all inclusive!!! stiamo già studiando la mappa della metroppolitana....se ne vedranno delle belle!!!!!!!Grazie della pazienza,spero di non avervi annoiati.
Un saluto e a presto!
DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,1406365
AdvValica-GetPartialView = 0
DiaryCommentList-GetPartialView = 0

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0156258
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Hammamet
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,7656862
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0