×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

San Gemini: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156267
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

San Gemini si trova su una collina della conca di Terni, a circa 13 chilometri di distanza dal capoluogo provinciale e alla destra del Nera, ed è probabilmente di origine romana. Molto importante fu  infatti sicuramente lo sviluppo del municipium romano di Carsulae, situato a circa 4 chilometri di distanza, di cui forse l’odierna San Gemini era un Pagus.

Risalente al IX secolo avanti Cristo, Carsulae divenne un centro importante quando il console Caio Flaminio fece costruire l’omonima via, aiutando anche le comunità montane dei dintorni a immigrare nella città per migliorare le proprie condizioni di vita. Quando però il ramo occidentale della via Flaminia perse importanza rispetto a quello orientale, Carsulae cominciò a spopolarsi e ad essere bersaglio di attacchi da parte degli invasori barbari, fin quanto un terremoto non la distrusse e la città venne abbandonata. Fu proprio San Gemini probabilmente ad accogliere chi stava abbondando Carsulae, che secondo alcuni trae origine da un piccolo insediamento noto come Casventum. Il centro medievale, che comunque sorse su un insediamento precedente, si sviluppa intorno all’Abbazia di San Nicolò, pochi anni dopo il Mille, e poi diventa gastaldato del comune di Narni. Diventata libero comune, San Gemini è sovente al centro degli scontri tra guelfi e ghibellini, alleandosi via via con i vari comuni, come la stessa Narni, Todi, Terni, Spoleto. San Gemini viene poi ceduta da Clemente VII in feudo agli Orsini all’inizio del sedicesimo secolo, e la potente famiglia lo trasformò in un ducato. Nel 1722 San Gemini passò ai Santacroce e Pio VI, nel 1781, lo elevò a città. I Santacroce rinunciarono al feudo, che decadde, nel 1817, e la cittadina passò poi alla provincia di Spoleto e infine a quella di Terni.

San Gemini comincia a sfruttare in modo industriale la sua celebre acqua, proveniente dalle fonti San Gemini e Fabia, intorno al 1889, facendo così diventare rapidamente il piccolo centro uno dei più rinomati per le cure termali e per la cura di diverse patologie, in particolare quelle legate all’apparato urinario e digerente. Oggi è infatti il turismo la prima attività di San Gemini, che ha una notevole proposta ricettiva per l’accoglienza di visitatori che arrivano da tutto il mondo. Altre attività riguardano la produzione di olive e di uva. San Gemini è salita anche alla ribalta del grande schermo nel 1986, quando Giovanni Soldati scelse il borgo per le riprese del suo film “La sposa americana”.

L’evento più importante che si tiene a San Gemini è sicuramente la Giostra dell’Arma, con le grandi rievocazioni storiche in onore del santo patrono. La festa si tiene dall’ultimo sabato di settembre fino alla seconda domenica di ottobre, e durante questo periodo tutta la città si veste dei colori delle bandiere dei Rioni Piazza e Rocca. È il momento in cui visitare la città da più soddisfazione, con mostre, ristoranti che mettono in menu i piatti più tipici, cortei e manifestazioni che culminano con la giostra. Si tratta di un torneo equestre in cui si sfidano tre cavalieri per rione, che cercano di prendere l’anello al galoppo e di lanciare il giavellotto sullo scudo gentilizio. Il rione vincitore si aggiudica poi il Palio d’Argento, durante la grande festa conclusiva che si tiene il 9 ottobre. L’altro grande evento di San Gemini è l’infiorata del Corpus Domini, con le diverse squadre della città che si organizzano per realizzare la migliore composizione a terra, lungo le strade del centro storico, utilizzando soltanto prodotti vegetali. Sono comunque molto numerosi gli eventi che si tengono in questa cittadina, che sia d’estate che d’inverno prevede un fitto calendario di manifestazioni dal raduno di moto fino alla gara tra bande musicali.

Prefisso:
0744
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
sangeminesi
Patrono:
San Gemine
Giorno Festivo:
09 ottobre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156258

Valutazione generale

4
Ottimo
3
Buona
2
Media

Chi c'è stato

Famiglie
1
Coppie
1

Indicatori

Sicurezza
Accessibilità
mangiare e bere
Servizi ai turisti
Trasporti
attività
Accoglienza
Alloggio
shopping
Intrattenimento
convenienza
Attrattive
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni San Gemini

Conosci San Gemini? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
dorina deirossi
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono stata con mio marito a Sangemini durante la festa del patrono, veramente piacevole il soggiorno cortei storici, taverne con prodotti tipici del luogo a prezzi modici, scavi archeologici interessantissimi e consigliati dall'agenzia di viaggi del posto attraverso la quale... vedi tutto abbiamo prenotato abbiamo avuto modo di noleggiare un'auto e visitare altri borghi umbri bellissimi(Otricoli, Narni, Poggio di Otricoli). Popolazione molto accogliente.
Vito Mirizzi
Voto complessivo 8
Guida generale : Paese da visitare.....Visita alla città antica di Carsulae, Terme di San Gemini, Parco della Fonte, Chiese di S. Francesco, S. Giovanni Battista, Duomo; numerosi posti ove assaggiare la cucina tipica umbra e possibilità di escursioni a piedi o in mountain... vedi tutto bike attraverso la campagna circostante
Voto complessivo 9
Guida generale : Fine settembre inizio ottobre per la festa del Santo Patrono SANGEMINI ritorna all'antico con taverne fiere costumanti e tanto altro ... assolutamente da non perdere il borgo incantato!
Matteo Lo storto
Livello 10     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Posto molto tranquillo, paesaggi suggestivi... la cucina è ottima... aria pulita... popolazione super cordiale...
Dionisio Saracini
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 6
Guida generale : Una perla nel cuore della Toscana, dove sorgono gli antichi campi elisi. Vacanza e Relax in costi contenuti.
Mariagrazia Peron
Livello 72     9 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Paesino caratteristico umbro... posizione molto comoda e strategica tra Perugia e Terni e con tutto il resto della regione!!!! San Gemini è vicino a tutte le attrazioni con la Cascata delle Marmore, Narni sotterranea, Antiche Carsulae (Parco Archeologico) La consiglio... vedi tutto vivamente!!!!
Da non perdere I resti di Carsulae
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312529
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0781311
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a San Gemini

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Verde e natura
Mete romantiche
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Arte e cultura
Avventura
Sole e Mare
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156253
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo San Gemini

Poco nuvoloso
24 °
Min 17° Max 2054°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0