×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

San Gemini: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

San Gemini è una città umbra con un bel centro storico medievale, celebre soprattutto per la sua famosa acqua minerale e per le terme locali.

Oltre alle terme, l’attrazione principale di San Gemini è, a quattro chilometri di distanza dal paese, l’antica città romana di Carsulae, insediamento di una certa rilevanza posto lungo la futura via Flaminia; gran parte di essa giace ancora oggi sotto diversi metri di terreno. Da vedere a Carsulae, negli scavi che finora sono stati riportati alla luce, ci sono 11 diverse strutture, a partire dalla Via Flaminia che nel suo ramo occidentale passava proprio di qui. Carsulae ospita anche le terme, la chiesa di San Damiano, costruita in epoca medievale sui resti di un edificio romano dallo scopo sconosciuto, la basilica dove erano soliti riunirsi per le assemblee pubbliche gli abitanti di Carsulae, il foro con le “tabernae” circostanti che ospitavano botteghe e negozio, la cisterna, l’arco di San Damiano (ingresso settentrionale in città della via Flaminia), l’anfiteatro, il teatro, i templi gemelli dedicati a due divinità sconosciute, vari edifici pubblici, il collegio e vari monumenti funerari, tra cui un tumulo.

Tra gli edifici più importanti nell’abitato di San Gemini ci sono invece la chiesa di San Giovanni con il suo fonte battesimale, la chiesa di San Nicolò – uno dei più begli esempi di romanico in Umbria –, il Palazzo Pretorio dei secoli XII-XIII, con la torre Esperia poi adattata a campanile nei secoli successivi, la chiesa di San Gemini. Bella anche la chiesa di San Francesco, con una copertura a spiovente tipicamente umbra con le arcate in muratura con arco a sesto acuto e gli affreschi quattrocenteschi di scuola umbra al suo interno.

Da vedere a San Gemini c’è anche il Museo della Terra - Geolab, voluto da Piero Angela. Si tratta di uno spazio espositivo che è collocato all’interno dell’ex ospedale di Santa Maria della Misericordia, pensato soprattutto per i ragazzi e dedicato alle scienze della terra, in modo che si possa raccontare ai giovani di tutte le età come funziona il nostro pianeta e come si sono sviluppate l’Italia e l’Umbria. Il Museo è caratterizzato anche dalla presenza di diversi tipi di macchinari interattivi, in modo da fungere anche da istruttivo laboratorio.

L’acqua che sgorga dal sottosuolo di San Gemini è molto ricca di sali minerali; è fredda (13-15 °C) e proviene dal massiccio del Monte Torre Maggiore. Sorge da due diverse fonti, la San Gemini e la Fabia, è principalmente un’acqua bicarbonato ed è peculiare soprattutto per l’altissima assimilabilità del calcio. L’acqua delle terme viene utilizzata per curare diverse patologie, in particolare relative all’apparato urinario, oltre a disturbi di tipo epatobiliare e gastroenterico. In più è molto indicata per la cura dell’osteoporosi e per l’alimentazione dei lattanti. Tra le patologie curate, quelle dell’apparato locomotore, dell’apparato urinario, del ricambio (disturbi del metabolismo, diabete, alterazioni della presenza di grassi nel sangue), dell’apparato gastro-intestinale e gastroentrico, calcoli, patologie del fegato e delle vie biliari, patologie dell’apparato scheletrico. Il centro termale di San Gemini è inoltre specializzato in cure idropiniche per quanto riguarda i trattamenti.

Per arrivare a San Gemini da Roma basta prendere l’autostrada A1 e uscire a Orte; da qui si segue la statale 675/E45 in direzione Terni, immettendosi sulla E45 allo svincolo Perugia/Cesena e uscendo a San Gemini Nord o a San Gemini Sud. Da Firenze e più in genere dal nord, invece, sempre sull’A1 si esce a Valdichiana, si prende il raccordo autostradale Perugia-Bettole, si supera il capoluogo umbro e ci si immette sulla E45 in direzione Terni-Roma, sempre uscendo agli svincoli citati. A San Gemini c’è anche la stazione del treno che la collega con le principali città dei dintorni, tra cui Roma, Ancona, Firenze, Rieti, L’Aquila, Terni e Sulmona. L’aeroporto più vicino è quello di Roma, oltre a quello di Perugia-Sant’Egidio.

 

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0050047

Attività

Attrattive

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0100116
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



7 risultati filtrati per:
Rank 1# di 7
Image not found
Rank 3# di 7

TERME DI SAN GEMINI

2 Voti
Indirizzo: , LOC. SAN GEMINI
Telefono: 0744330811
Rank 4# di 7
2 Voti
Rank 6# di 7
Rank 7# di 7
AttractionList-GetPartialView = 0,1821725
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0040038

Cosa vedere vicino a San Gemini

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0150145
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0040038

Cerca offerte a San Gemini

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110102
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020021

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di San Gemini
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009