×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cadice: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

La provincia di Cadice è situata all’estremo sud della penisola iberica, in quello che è il versante atlantico dell’Andalusia. Qui c’è la Costa de la Luz, molto più esposta alle correnti e ai venti tipici dell’Oceano Atlantico, subito dopo lo stretto di Gibilterra.

Cadice non è comunque la città più popolosa della Provincia omonima, pur essendo il capoluogo, perché questo primato è ora appannagio di Jerez de la Frontera. Cadice sorge in particolare su un promontorio roccioso che chiude a sud-ovest l’omonima baia, collegato da uno stretto istmo tagliato dal canale Arillo alla terraferma.

La città vanta ancora le sue mura seicentesche e un tipico impianto urbanistico con linee dritte e vie lastricate. La storia di Cadice è molto antica, perché venne fondata, secondo gli studiosi, con il nome originale di “Gadir” (cioè “fortezza”) dai Fenici, nell’undicesimo secolo avanti Cristo. La sua posizione, del resto, è talmente strategica, a guardia dello stretto che separa il Mediteraneo con l’Oceano Atlantico, che era scontato che un popolo di navigatori qui fondasse una propria colonia, per sfruttare le ricche vie di traffico, in particolare per il commercio del rame e dello stagno.

Nei secoli successivi venne conosciuta anche come Gadeira (dai Greci) e Gades (dai Romani). Alleata di Cartagine durante le guerre puniche, riconobbe poi la supremazia romana nel terzo secolo avanti Cristo; fu Giulio Cesare, un secolo e mezzo dopo, a renderla municipio romano, e in quegli anni vennero costruiti anche l’anfiteatro (da poco riportato alla luce), l’acquedotto e diversi templi. Nei secoli successivi Cadice seguì il destino della Spagna, con la caduta dell’Impero Romano che portò alla conquista da parte di Vandali, Bizantini, Visigoti, Arabi: il dominio arabo in Andalusia fu particolarmente lungo e questo spiega l’influenza ancora fortissima di questa cultura sull’architettura, la gastronomia, le usanze di questa zona della Spagna, fino al 1262, anno della riconquista da parte di re Alfonso X di Castiglia.

Cadice nei secoli successivi fu sempre un porto di grande importanza per spedizioni temerarie, come quelle di Cristoforo Colombo che da qui partì per la sua seconda e per la quarta spedizione verso le Indie. Sempre da Cadice partì anche Amerigo Vespucci nel 1497. Anche per queste caratteristiche, Cadice fu spesso vittima di attacchi da parte di flotte nemiche e di pirati, in particolare nel sedicesimo secolo, quando anche l’ammiraglio genovese Andrea Doria collaborò per respingere i saccheggiatori.

Dagli anni Ottanta del ventesimo secolo, per quanto riguarda l’economia cittadina, Cadice ha perso molto del potere del suo porto a favore delle altre città costiere, e anche da un punto di vista industriale Jerez de la Frontera ha via via assorbito molte delle attività. Oggi è ancora comunque un attivo porto per quanto riguarda il commercio marittimo e la pesca, mentre l’attività industriale è limitata alla metallurgia, alla cantieristica, anche se ben lontana dai livelli del passato, e all’industria alimentare; il turismo è ancora poco sviluppato rispetto ad altre località spagnole e in particolare andaluse, ma in aumento.

Lo straordinario Carnevale di Cadice è di gran lunga il più importante tra gli eventi di Cadice, nonché uno dei più famosi di tutta la Spagna e d’Europa. Si può dire che il Carnevale, a Cadice, in realtà non finisca mai, perché le attività ad esso collegate durano tutto l’anno, con continue prove per il grande evento in inverno. Una caratteristica famosa del carnevale di Cadice è costituta dai gruppi satirici noti come “chirigotas”, che eseguono pezzi musicali comici; di norma sono composti da sette a dodici musicisti che cantano, recitano e improvvisano, accompagnandosi con chitarre, tamburi, kazoo e vari tipi di suoni; e poi ancora i quartetti vocali, le comparsas e i cuartetos, gli affascinanti romanceros che recitano antiche storia in versi. Per due settimane, a febbraio, Cadice è in sostanza un grandissimo teatro a cielo aperto.

L’evento più importante è il Concurso Oficial de Agrupaciones Carnavalescas presso il Gran Teatro Falla, dove si sfidano i chirigotas e gli altri cantori per il premio finale. Sono anche da ricordare le due “Cabalgatas” che si celebrano duratne il Carnevale, quella della prima domenica, che percorre il viale centrale della città richiamando migliaia di turisti, e la seconda, la “Cabalgata del Humor”, che si celebra invece durante l’ultima domenica percorrendo il centro storico. Da ricordare altri momenti di grande fascino come l’incoronazione della regina del carnevale e il carosello per le vie della città.

La gastronomia di Cadice prevede l’utilizzo di ingredienti comuni al resto dell’Andalusia, materie prime eccellenti come la vite, l’olivo, i cereali e l’eccellente pescato dell’Atlantico, come l’orata, il rombo, il merluzzo, il pesce da frittura o da paranza. La frittura, in particolare, è uno dei piatti più popolari di tutta Cadice ed è famosa addirittura a livello mondiale. Altre specialità che attirano i turisti ma che sono predilette anche dai locali sono i frutti di mare, i crostacei, i diversi tipi di prosciutto e formaggio. Da citare anche il pesce al sale alla “sobrehusa”, la zuppa moresca di Cadice, la zuppa di Grazalema, il tipico riso al miele, la lombata ripiena, il riso con il coniglio, i particolarissimi bolliti con verza e coda di torso, il classico gazpacho andaluso (la famosa zuppa della zona, da consumare fredda a base di pomodoro), la gallina al forno; tra i dessert, da ricordare soprattutto un dolce a base di miele, mandorle e noci (tipici elementi che tradiscono l’origine araba), l’alfajor, che viene ricoperto poi interamente di glassa, e le prelibate ciambelle roscas.

Prefisso:
0(+34)956
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
gaditano/a
Patrono:
Madonna del Rosario
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

20
Media
15
Ottimo
10
Buona
2
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
17
Famiglie
1

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Cadice

Conosci Cadice? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Porta di Terra: segna l’ingresso nella parte vecchia della città. Vicino si trovano le spiagge di Victoria e Santa Maria del Mar. Piazza San Giovanni di Dio: è la piazza principale di Cadice, sempre molto... vedi tutto frequentata. Qui si trova il Municipio cittadino. Poco lontano si trova l’antichissima Cattedrale. Oratorio di San Filippo Neri: è l’edificio più importante della città, qui infatti quasi due secoli fà venne alla luce la Costituzione. Altre destinazioni a Cadice: interessanti e molto popolate le altre piazze della città: Piazza della Miniera, dove si trova il Museo di Cadice, Piazza di Spagna, Piazza della Candelaria e Piazza dei Fiori sono le principali della città. Importanti il Porto Turistico, e la Spiaggia de La Caleta, circondata dai Castelli di Santa Caterina e di San Sebastiano. Altre destinazioni fuori Cadice: di sicuro interesse una visita a Jerez de la Frontera, di cui si parla in separata sede. Interessanti sono le località balneari della Costa de la Luz di Puerto de Santa Maria, Chipiona (a nord), Conil de la Frontera, la splendida Zahara de los Atunes e Tarifa (per gli amanti del wind-surf) a sud. Da Cadice si può partire alla visita dei cosiddetti Paesi Bianchi, nella parte settentrionale della provincia, nel Parco di Grazalema. Oltre all’omonima cittadina da visitare Arcos de la Frontera, Villamartin, e Ubrique, famosa per la produzione artigiana del cuoio. Ultima tappa a Vejer de la Frontera, con il bel Castello Arabo.
Marzia Pavan
Livello 20     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Città splendida, visitabile da settembre a marzo tranquillamente, più attenzione alla stagione calda in quanto le temperature salgono abbastanza ma comunque è sempre ventilata! Si può girare a piedi in un paio di giorni, molto ospitale! Da vedere la cattedrale... vedi tutto con la torre dell orologio, e passeggiare in tutto il perimetro della città è murato con vista splendida sul oceano, spiagge molto belle e particolari! Si mangia benissimo pesce! Cadice si raggiunge in auto facilmente attraverso il ponte de la costituzione che è molto bello oppure in treno autobus o facendo sosta con nave da crociera! I parcheggi in centro ci sono ma sotterranei a piani ma sono un po' costosi, conviene parcheggiare appena entrati in città nella zona nuova e prendere autobus x il centro! Da notare che noi ci siamo stati a ottobre e x loro e già fine stagione, molte attività erano chie aprivano il fine settimana!
Da non perdere playa de la caleta
Voto complessivo 10
Guida generale : Raccolta all’estremità di un lungo promontorio, simile ad un enorme nave affollata che naviga nell’oceano, Cadiz si imprime indelebilmente in chi va a visitarla. La città sospesa tra Europa e Mondo Arabo, splendente nella sua architettura bianco candido è un... vedi tutto centro antichissimo e allo stesso tempo modernissimo, vanta quindi una storia lunga ed affascinante. Cádiz la città più antica del Mediterraneo occidentale, vale davvero la pena conoscerla. Le sue spiagge lunghissime e bianchissime, i suoi profumi e i colori dei suoi tramonti sono assolutamente da non perdere.
Emanuele
Voto complessivo 6
Guida generale : Buongiorno,io vorrei andare quest'anno a visitare Cadice.Mi stupiscono sinceramente quei commenti dove si dice che questa città è molto sporca, vorrei dire a quelle persone che tanto schifate dalla bellezza (di una delle città con più storia al mondo) di... vedi tutto un luogo quasi esotico: ma le avete viste le citta italiane? Sono sporche come discariche abusive e piene nei giardini comunali di siringhe infette!!!! ( vedi Torino e Milano)ma come avete il coraggio di poter giudicare altri posti se prima non guardate a casa vostra????
maria romano
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Cadiz es... Cádiz es una brisa fresca en la mañana, una caña en el Puente Carranza. La sonrisa blanca de olas que describió el poeta. Los versos que escribió Péman soñando en la Caleta. Cádiz es una niña que se llama Apodaca… Cádiz es un pescador... vedi tutto volviendo en la mañana… Cádiz es un cuadro que veo desde la ventana… Cádiz es un sueño convertido en tacita de plata… Cádiz es el viento de Levante… Un duro antiguo que tanto dio que hablar… Una amante que me aguarda escondida en los portales del alba… Cádiz es Puerta Tierra de la esperanza mía… Cádiz es la gracia y la sal... Cádiz mil coros en Carnaval… Cádiz es un mar en calma. Cádiz los azules ojos de un gaditano que me ilumina ¡Ay! Hasta los más oscuros rinconcitos del alma.
Ludovica Cecchini
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Splendida, pulita, oceano infinito e ottima cucina. In più l'Andalusia ed il suo fascino. Non perdere un visita ai produttori di sherry, in particolare la tradition a Jerez (nella quale troverete anche una galleria di quadri meravigliosa). Jerey e Gibilterra... vedi tutto nelle vicinanze di Cadice, così come le infinite spiagge di Tarifa sono da non perdere e il Marocco è li, sembra di poterlo toccare, sei quasi in Africa
Da non perdere Spiagge , Flamenco
Enrica
Voto complessivo 9
Guida generale : Io credo che Cadice sia una città meravigliosa, in cui l'antico e il moderno convivono tranquillamente. È una città in cui puoi camminare tranquillamente e perderti tra le mille stradine che caratterizzano il centro. Ogni angolo è diverso, ogni palazzo,... vedi tutto ogni casa ha una caratteristica particolare. Cadice è allegria ad ogni ora del giorno, è felicità, è sorriso.
Da non perdere Cattedrale , Parco Genovés
lillina
Voto complessivo 9
Guida generale : Bella città, buon mangiare, trasporti eccezionali. Gentilezza, pulita (io sono tornata ieri da Cadice)e non capisco come dire che è sporca anche perché in questi giorni la città la puliscono 2 3 volte al giorno anche la sera alle 7,... vedi tutto i cani e piccioni si, ma i cani è come da noi se sei maleducato la città è sporca (firenze, roma, napoli, milano eccetera sono pulite?).
Emanuela Locatelli
Livello 24     4 Trofeo    Viaggia: In coppia, Da solo
Voto complessivo 9
Guida generale : Stupenda la città vecchia, tranquilla, bello il mare e la spiaggia. Non troppo turistica. Sicura per uscire anche la sera. Ben organizzato il servizio di trasporti urbani e interurbani. Nei dintorni possibilità di visitare graziosi villaggi dell'entroterra, località di mare... vedi tutto come Chiclana de la Frontera e San Fernando, il Parque Nacional de Doñana ecc. Possibilità di alloggiare in hotel o presso famiglie.
Laura Trevi
Livello 19     2 Trofeo    Viaggia: Con amici, Da solo, Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : A Cadice ci sono due modi di perdersi: tra le affascinanti e intricatissime viuzze del "casco antiguo" e catturati dai tramonti mozzafiato sull'oceano... da non perdere!!! Stile vecchio e stile moderno, spiagge libere e cultura millenaria si intrecciano alla perfezione... vedi tutto accompagnati da una brezza costante e da una diffusa cordialità che è sempre difficile lasciare!
Da non perdere tutto il casco antiguo , playa de la caleta , flamenco
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Cadice

DestinationListNear-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Cadice

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Giovani e single
Studenti
Sport
Mete per la famiglia
Verde e natura
Shopping
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0156262
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0