×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Jerez De La Frontera: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050051
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030026

Prefisso telefonico: nazionale 956 dall’estero 3456
Situata a nord del capoluogo Cadice, da cui è facilmente raggiungibile grazie all’autostrada che va a Siviglia, Jerez de la Frontera (170.000 abitanti) è sicuramente uno dei centri più interessanti di tutta l’Andalusia. La città, di antica fondazione fenicia, è costituita da una parte più antica (quella interessante dal punto di vista turistico), in stile arabo, e da una più moderna.
Come tutta l’Andalusia, gode di un ottimo clima, con inverni miti ed estati particolarmente calde, ed è visitabile durante tutto l’arco dell’anno. Jerez de la Frontera deve la sua popolarità al flamenco, di cui è considerata una delle patrie, ai tori, ai cavalli (in città ha sede una delle scuole equestri più prestigiose del mondo) e agli ottimi vini a denominazione sherry o xeres, unici nel loro genere, che sono esportati in tutto il mondo grazie all’opera di case storiche come la Byass, la Gonzales e la Don Zoilo. In città si trova inoltre l’autodromo, che per anni ha ospitato il GP di Spagna di F1, e che ora è sede di una prova del Motomondiale. La moneta è l’Euro, che si divide in centesimi, e come tutto il resto dell’Andalucia, Jerez de la Frontera non è eccessivamente cara per noi italiani. Si parla lo spagnolo.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0040042
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Jerez De La Frontera

Carla Baruto
Voto complessivo 7
Guida generale : Jerez de la Frontera si trova nella comunità autonoma dell'Andalusia. Da molti è considerata anche la patria del flamenco e qui trovate anche il il Museo del Arte Flamenco creato dalla istituto di "Flamencologia” dell'università di Jerez nel 1972. ... vedi tutto La fama mondiale della città è da ricondursi al vino chiamato Xeres o Sherry, un vino celebre ovunque che qui si ottiene con un procedimento antico e lento. Famosa la cantina di Pedro Gomez voluta dall'irlandese Patrick Murphy. Nella città ci sono tante cantine dove vengono tenuti e invecchiati i vini pregiati della regione e dove si riversano tanti turisti per assaggiare le diverse qualità dei vini prodotti. L'Andalusia produce infatti il 10% del vino di tutta la Spagna. Il clima della regione Andalusa favorisce tantissimo la coltivazione della vite che viene lavorata ancora al giorno d oggi con metodi tradizionali per mantenerne alta la qualità. Jerez fu fondata dai Fenici col nome di Xera ma i Romani le diedero il nome di Asta Regia. Gli Arabi la occuparono dal VIII secolo fino al 1264 quando venne riconquistata dai Cristiani. Il nome La Frontiera significa infatti avamposto della linea di difesa contro gli Arabi. La cittadina ha molti monumenti religiosi e non interessanti. Per citarne alcuni: la cattedrale de San Salvador una delle piu belle, costruita sopra la moschea Mezquita Mayor nel XIII secolo e ristrutturata nel XVIII. (fu in passato la residenza del Califfo di Cordova e ha nell'interno due cappelle, una Romanica e l'altra mudejar), i bagni Arabi e la moschea trasformata in chiesa. A Jerez c'è un nutrito calendario di feste che iniziano il 5 gennaio con la "Cavalcata dei re Magi", per arrivare nel periodo fra febbraio a marzo quando per 15 giorni c'è il "Festival del Flamenco". La Settimana Santa viene celebrata con diverse manifestazioni caratteristiche come nelle altre città dell'Andalusia, la "Feira del caballo" fra aprile e maggio, in settembre c'è la "Fiesta de la Buleria", e sempre in settembre le "Fiestas de Otoño" (feste d'autunno) che durano 15 giorni. Il flamenco si canta e si balla anche nelle numerose peñas flamencas, circoli di flamenco. Da non perdere la visita al circuito motociclistico.
eye
Voto complessivo 7
Guida generale : Un po' più defilata rispetto a Siviglia, si presenta con un centro interessante ed una periferia un po' triste, come per molte altre città spagnole. Trovate i posti dove mangiano le persone del posto, fuggendo dalle poche vie per turisti... vedi tutto troverete piacevoli sorprese, sia per i prezzi che per i menù. La cucina è semplice ma appetitosa. Per dormire troverete begli alberghi di charme a prezzi convenienti. Una città rilassante e con un fascino speciale (non perdete le interessanti visite alle cantine dello jerez, né i piatti di carne cucinati con lo jerez, gustosissimi).
Da non perdere Chatedral , Alcazar , Real Escuela Ecuestre
Giuliana
Voto complessivo 8
Guida generale : Soggiornate a Jerez e godetevi questa cittadina veramente vivibile sia di giorno che la sera; Il periodo ideale primavera/inizio estate ( poi arriva il caldo). passeggiate lungo le sue stradine e troverete un numero infinito di locali dove assaporare gustose... vedi tutto tapas. da vedere la cattedrale e l' alcazar oltre alle varie Bodegas dello sherry. Molto importante la scuola di arte equestre. È poco frequentata da italiani.
lauretta
Voto complessivo 3
Guida generale : Non mi ha colpito in maniera particolare, di piccolissime città spagnole, in tanti anni di visite, ne ho viste a decine di molto più belle! Non basta un piccolo, seppur bello centro storico, o qualche chiesa e qualche museo, la... vedi tutto città bella è quella che ha saputo mantenere la sua identità anche nelle immediate periferie.
Maria grazia
Voto complessivo 10
Guida generale : Piccolo gioiello Dell'Andalusia. Cittadina tranquilla, visitare le cantine Tio pepe..la scuola d'equitazione. Visitare il centro storico. Presso ufficio turistico servizio di guide turistiche bravissime e gratuite. Locali con il vero flamenco. Andate e buon viaggio.
Da non perdere cantine Tio Pepe , Real Escuela Ecuestre , Hammam Andalucì, bagni arabi
Alessandro
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 7
Guida generale : Non capisco perché tu dica che Jerez sia incivile. Vivo qui da un po' di tempo e l'ho trovata città vera. Per quanto riguarda come trattano i vecchi a me sembra che stiano meglio qui, un posto a misura d'uomo,... vedi tutto che in una qualsiasi metropoli del mondo. Per quanto riguarda gli animali mi sento di poter dire che li trattano come li trattano nel resto del paese. L'unica pecca di questa città è che la sera il centro è poco vissuto purtroppo e ci sono un po' sempre le solite facce ma per il resto è una città vivibilissima.
Da non perdere Real Escuela Ecuestre , Bodegas , Hammam Andalucì, bagni arabi
Voto complessivo 0
Guida generale : Voto zero - posto secondo me poco civile, soprattutto nei confronti di animali da compagnia, come cani e gatti. Non vi consiglio di andarci!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,015014

Destinazioni vicine a Jerez De La Frontera

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Jerez De La Frontera

HotelSearch-GetPartialView = 0,0095824
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020003
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0130124
JoinUs-GetPartialView = 0,0020017
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0150145
AdvValica-GetPartialView = 0,0010026
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013