×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Siviglia: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0010013

Siviglia è una tra le città più famose della Spagna, l’anima vibrante dell’Andalusia dove si uniscono tutte le più forti passioni della tradizione spagnola: le tapas, il vino, la birra, le corride e il flamenco. Tra i suoi parchi e le sue strade strette si percepisce l’allegria e la voglia di fare festa che contraddistinguono l’animo di Siviglia, sviluppata in seguito all’Esposizione Iberoamericana del 1929 e all’Expo del 1992.

Dove si trova Siviglia: geografia, territorio e storia

Siviglia è il capoluogo e la più grande città dell’Andalusia, la regione più a sud della Spagna. Si trova sulle rive del fiume Guadalquivir, che divide la città in due parti: quella est, la più antica, e quella ovest, più moderna. Il fiume che i Romani chiamavano Betis la collega all’Oceano Atlantico, distante solo 70 chilometri. È la quarta città della Spagna per numero di abitanti e può essere considerata come il centro artistico, culturale, finanziario, economico e sociale del sud dello stato.

La città ha origini antichissime. Furono i Tartessi i primi ad insediarsi nella zona intorno all'VIII secolo a.C., chiamando la città Ispal. Testimonianza di questa antica popolazione è il Tesoro del Carambolo custodito oggi al Museo Archeologico. Poi vi passarono i Cartaginesi ed i Romani che con Giulio Cesare l’elevarono a colonia romana. Fu poi oggetto di conquista da parte dei musulmani nel 700 d.C. che vi rimasero fino agli inizi dell’anno Mille quando Ferdinando III di Castiglia la annettesse al mondo cristiano.

Siviglia ebbe un ruolo fondamentale nella scoperta dell'America e, grazie anche alle ricchezze derivate da questa scoperta, visse il suo momento di massimo splendore nel XVII secolo, quando la città era il più importante centro nazionale e numerosi personaggi e artisti la popolavano.

In tutta questa storia, a cavallo tra Europa, Africa e America, sta racchiusa la grandezza e il fascino di Siviglia che è cresciuta plasmandosi attorno alle contaminazioni di tutte queste diverse civiltà.

Siviglia_di_sera

Come si vive a Siviglia: clima, qualità della vita e consigli utili

Siviglia è la città dove il sole splende quasi tutto l’anno. Impossibile trovare delle giornate veramente fredde nel capoluogo dell’Andalusia. Parliamo, infatti, di una delle città più calde d’Europa con influenze oceaniche che rimandano inverni miti ed estati calde. La temperatura media si aggira intorno a 18° C con picchi di caldo afoso nel mese di luglio. Dalla necessità di ripararsi al forte caldo estivo nasce la conformazione delle antiche case andaluse che si racchiudono quasi a mucchio intorno ad un’area centrale dove è presente una fontana.  

La città, che in ogni suo angolo mostra il suo fascino leggendario e un po’ esotico, ha registrato una netta ripresa, anche in senso turistico, dopo Expo 1992. Oggi, infatti, il turismo rappresenta una voce importante nel bilancio cittadino anche per merito del suo clima mite e piacevole, ideale per visitare Siviglia con successo e divertimento durante tutto l'anno. 

Tra gli elementi più interessanti di Siviglia la gastronomia. Impossibile non assaggiare le famosissime “tapas”da gustare in una miriade di varianti: calde o fredde, tradizionali o creative, riescono a soddisfare veramente tutti. E poi c’è l’ottimo prosciutto iberico, le arance, chiamate bigarade, e ancora i churros, pasta fritta intinta nel cioccolato ed i frutti di mare freschi.  

La cena a Siviglia ha un’unica direzione, il Barrio Santa Cruz, il più antico quartiere dove assaggiare le mille varianti delle tapas accompagnate da ottimo vino. Un rito classico che prende il nome di tapear, passando da un locale all'altro all’interno dei piacevolissimi vicoli del quartiere. Non mancano poi in centro i ristoranti e i bar dove gustare tutte le altre prelibatezze della tradizione come nella zona dell’Arenal, di Triana e dell’Alameda de Hércules

Il caratteristico e centrale quartiere Barrio Santa Cruz si pone per i turisti anche come una delle soluzioni migliori dove alloggiare. Tra le sue viuzze si possono vivere appieno la vita e l’atmosfera della città a pochi passi dai monumenti più importanti. Qui però, come per il quartiere Triana, i prezzi non sono bassi. Più economica, invece, è la sistemazione nel centro storico o, in alternativa, nell’Alameda de Hércules dormendo così nella zona della “movida” per non perdersi nemmeno una festa.  

Siviglia

Come arrivare e come muoversi a Siviglia  

Siviglia può essere raggiunta comodamente in aereo tramite lo scalo cittadino Siviglia-San Pablo, a soli 13 chilometri dal cuore della città, servito anche dalle compagnie di volo low cost più conosciute. Per raggiungere il centro di Siviglia le opzioni sono diverse: oltre al taxi, si può fare il tragitto in autobus con partenza ogni 30 minuti oppure noleggiare una vettura per essere indipendenti.

Si può arrivare a Siviglia anche in treno, partendo da altre città della Spagna come Barcellona (impiegando circa 10 ore) oppure dalla capitale Madrid (in circa 3 ore).

Partendo dall’Italia, un’alternativa interessante è la soluzione in nave arrivando fino a Barcellona o Valencia per poi proseguire in auto, propria o a noleggio. Una sorta di mini-crociera salpando dal porto di Livorno, Genova o Civitavecchia.

Per muoversi in città, invece, non serve per forza l’automobile. Il servizio di trasporti urbani è molto efficiente e ci si riesce a spostare bene anche con i mezzi pubblici nonostante la vastità del territorio. Oltre agli autobus e ai tram, la metropolitana con le sue quattro linee collega tutta la città. Per chi ama pedalare può noleggiare una bici e girare lungo i tratti di pista ciclabile.

quartiere_triana

Siviglia: cosa sapere e cosa visitare

La capitale dell’Andalusia è ricca di storia, contaminazioni, cultura e arte che si uniscono in un patrimonio inestimabile, tutto da vedere anche in pochi giorni. Il centro storico di carattere medievale sorge intorno al fiume Guadalquivir, tra vicoli stretti e tortuosi, quartieri aristocratici, palazzi, ville e chiese. Da non perdere la Cattedrale con la Giralda con la tomba di Cristoforo Colombo; l’Archivio d’India dove sono conservati i documenti delle conquiste e delle colonizzazioni spagnole nelle Americhe e l’Alcazar, il palazzo reale costruito durante la dominazione araba e nel quale è stato girato il Trono di Spade. Non si può non fare un salto anche nel pittoresco Barrio de Santa Cruz, il quartiere più famoso e antico andaluso, a Plaza de España, al Parco Maria Luisa, alla Torre del Oro e all’imponente Metropol Parasol dal quale si può ammirare tutta la città.

Andiamo per gradi. Pronti per un tour ideale a Siviglia? Simboli indiscussi della città andalusa sono, come detto, la Cattedrale e la torre della Giralda.

Ciò che salta subito agli occhi visitando questa meravigliosa città è l’enorme patrimonio architettonico che la caratterizza; si possono ammirare la Cappella della Cattedrale, la Torre del Oro e la Cappella Mayor. Merita necessariamente una citazione il complesso dell'Alcazar, situato in Plaza de España, proprio di fronte alla Cattedrale.

Molto interessante e caratteristico è passeggiare per le piazze e per i quartieri di Siviglia, alcuni dei quali mantengono ancora un carattere moresco molto importante. Tra le piazze meritano una sosta almeno Plaza de la Virgen, Plaza de los Reyes, Plaza Triunfo, Plaza Salvador e Plaza de San Francisco. Per quanto riguarda i quartieri non si possono non visitare quelli di Santa Cruz, El Centro e El Arenal.

Tra i punti di interesse dedicatai agli amanti della natura, Siviglia offre il meraviglioso Parco di Maria Luisa.

Leggi anche cosa vedere a Siviglia

semana_santa_a_siviglia

Cosa fare a Siviglia: eventi, ricorrenze e divertimenti

Oltre i luoghi più belli da visitare, Siviglia vi aspetta per vivere a pieno la città in tutte le sue sfaccettature. Impossibile non fare shopping nel rinomato quartiere Barrio de Santa Cruz tra i negozi di artigianato che si rincorrono tra le varie stradine. Ma le strade degli acquisti si trovano anche nel quartiere del El Centro: in Calle Sierpes e Calle Cuna. Ogni settimana, inoltre, in Calle de Feria si tiene il caratteristico mercadillo.

Per gli amanti della festa e della vita notturna impossibile non andare almeno una sera nell’Alameda de Hércules, il quartiere della movida sivigliana dove non mancano mai i party e le feste. Imperdibili sono anche gli spettacoli di flamenco.  

Altro appuntamento fisso a Siviglia è quello con la sua saporita e buonissima cucina, basta entrare in uno dei tanti ristoranti del centro o nei bar dedicati alle tapas, concentrati maggiormente lungo Calles Mateas Gago e Santa Maria La Blanca, nel quartiere del Barrio di Santa Cruz e nella zona di Tetuan e San Eloy o Plaza del Duque. È quasi un rito nella città andalusa passare da un locale all’altro per gustare le tapas in tutte le varianti: calde o fredde, tradizionali o creative accompagnate da buon vino.  

Per gli amanti dello sport, infine, è consigliata una visita allo stadio Ramòn Sanchez Pizjuan che ospita le partite di calcio del Real Betis Balompiè e del Sevilla FC

Siviglia affascina anche per i suoi riti, tradizioni ed eventi che costituiscono vere particolarità attrattive. Prime tra tutti le celebrazioni di Pasqua della Semana Santa, durante la quale circa 60 confraternite sfilano in una Via Crucis che dalla periferia della città arriva fino all’importante Cattedrale. Un grande coinvolgimento non solo da parte della popolazione locale ma anche dei molti visitatori provenienti da tutto il mondo che di fronte a questi riti lasciano da parte i musei e si accodano nelle processioni.

Atro appuntamento di rilievo quello della godereccia Feria de Abril, la più festosa fiera annuale dell’Andalusia.

Prefisso:
0(+34) 95
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
sivigliani
Patrono:
Ferdinando III di Castiglia
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Siviglia

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : El Arenal: la visita alla città può iniziare dal Guadalquivir, all’altezza del Puente de Triana, da cui si raggiunge in poco tempo la maestosa Plaza de Toros de la Real Maestranza de Caballeria, dove chi è... vedi tutto interessato può assistere alla corrida principale di tutta la Spagna, visto che Siviglia è la capitale dei tori e dei toreri. Vicino si trovano il Teatro della Maestranza, l’Ospedale della Caridad, e la Casa della Moneda, dove si svolgono numerose esposizioni. Chiude la visita al quartiere la Torre de l’Oro, antica costruzione oggi adibita a Museo Navale. Complesso della Cattedrale: sicuramente uno dei luoghi più belli e interessanti della Spagna in cui si trova l’imponente Cattedrale, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Sorge sui resti della Moschea Maggiore, ed è la più grande del mondo cattolico. Al suo interno è sepolto Cristoforo Colombo, che trovo qui la fortuna che l’Italia gli aveva negato. Affianco alla Cattedrale si trovano il Museo della Cattedrale, il Patio degli Aranci (in cui si possono vedere gli unici resti della Moschea) e la Giralda, singolare torre da cui si può godere di un panorama su tutta la città. Sempre nella zona del complesso si consiglia la visita al Palazzo Arcivescovile, all’Archivio delle Indie e all’Alcazar (anche questi ultimi due patrimonio dell’umanità secondo l’UNESCO), antica residenza reale in cui si possono visitare anche i Giardini. Barrio de Santa Cruz: il quartiere più animato di Siviglia ha il cuore nell’omonima piazza. Oltre a visitare la Chiesa di Santa Cruz, l’Ospedale de Los Venerables e l’Accademia delle Belle Arti, ci si può recare nei numerosi locali per assaggiare le Tapas, e godere della vita notturna. San Bartolomè: proseguendo dal Barrio de Santa Cruz si giunge a questa chiesa, che si trova affianco al Palazzo de Manarà, che prende il nome da colui che ispirò il personaggio del Don Giovanni. Nei pressi si trovano la Casa di Pilato, la Chiesa di San Isidoro e l’Alfalfa, altro luogo molto frequentato, così come la vicina Piazza de Los Terceros, vicino la quale si trova l’omonimo Convento. Il quartiere della Macarena: deve il suo nome alla Basilica della Macarena, vicino alla quale si trova l’omonimo Arco. Al suo fianco si trova la sede del Parlamento Andaluso, nell’Ospizio delle Cinque Piaghe. Poco distante la Alameda de Hércules. Plaza de San Francisco: una delle piazze principali della città, ospita l’Ayutamento (Municipio), e nei suoi pressi si trovano la Chiesa della Magdalena e quella del Divino Salvador. Non lontano si trova via Sierpes, storica strada della città dove si può effettuare lo shopping. Parco di Maria Luisa: ci si arriva incontrando il Palacio de San Telmo, dove risiede il Presidente del Consiglio Andaluso e la Fabbrica dei Tabacchi, sede dell’Università. Al suo interno la Plaza de Espana, in cui si svolse l’Esposizione Universale del 1929, che con la sua suggestiva struttura può essere considerata insieme alla Cattedrale sicuramente uno degli edifici più belli di Siviglia e di tutta la Spagna. Altre destinazioni a Siviglia: di sicuro interesse il Museo delle Belle Arti, la Basilica del Gran Poder, il Ponte della Barqueta che porta oltre il Guadalquivir, dove si possono visitare la Cartuja (Centro Andaluso d’Arte Contemporanea), e il parco tematico dell’Isola Magica. Sempre oltre il fiume si trova il Quartiere di Triana. Altre destinazioni fuori Siviglia: poco a nord di Siviglia si trovano i resti di Italica, città di fondazione romana in cui si trovano i resti dell’Anfiteatro. In direzione est si trova invece Carmona, famosa per la sua Fortezza.
Saverio Ricci
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 10
Guida generale : Il Quartiere Alfalfa, con i suoi bar de tapas tradizionali, poco conosciuti dai turisti e molto frequentati dagli abitanti stranieri di Siviglia (italiani, sudamericani, francesi, turchi, tedeschi, olandesi, ecc.) è sicuramente un posto da non perdere, dove trascorrere non una... vedi tutto sola serata, ma un'intera giornata e forse più. Al mattino, per colazione, prendete un buon caffè e qualche sfiziosità dolce o salata al "Horno San Buenaventura", per pranzo assaggiate le brusquetas del "Bar Alfalfa" e la tortilla o i montaditos de "La Bodega", e poi mangiate in abbondanza per cena i deliziosi 'maricos" (frutti di mare) freschissimi e grandissimi (quelli dell'oceano sono di dimensioni maggiori rispetto a quelli che crescono nel Mediterraneo), che vi verrano cucinati sotto i vostri occhi nel bar/ristorante "La Trastienda). La mattina, avrete tutto il tempo per recarvi alla vicinissima Plaza de la Encarnaciòn, dove si trova un fantastico mercato coperto dalla terrazza panoramica soprastante avverinistica, il Metropol Parasol dell'architetto tedesco Jürgen Mayer: da questo stupefacente belvedere, godrete di una vista mozzafiato. Scesi dal fantasmagorico "parasole" avrete tutto il tempo di attraversare il centro storico percorrendo Calle Sierpes (la via della moda) per arrivare fino alla Cattedrale, che è molto più bella ed interessante per l'architettura esterna che per le decorazioni e gli arredi interni. Li potrete scegliere se salire di nuovo verso il cielo scalando la svettante torre campanaria detta Giralda (una volta era un minareto) per godervi il panorama sivigliano da un altro punto di osservazione, oppure se visitare il lussuoso palazzo e i lussereggianti giardini che costituiscono insieme la stupenda reggia in stile moresco dell'Alcazar, costruita dagli arabi e poi sfruttata dopo la "Reconquista" del 1492 da "Los Reyes Catolicos" (i re di Spagna succeduti al matrimonio tra Isabella di Castiglia e Ferdinando d'Aragona). Tornando sui vostri passi, pranzerete come consigliato sempre in zona Alfalfa, e nel pomeriggio potrete esplorare alcuni "barrios" poco noti al turismo di massa: assolutamente da non perdere la Casa de Pilatos, il più sontuoso palazzo (escluso quello della casa reale) di Siviglia, costruito nel XVI secolo in uno stile in parte rinascimentale, in parte arabeggiante, con cospicue decorazioni, e ricca collezione di arte classica e moderna, fino a Goya. Da lì potrete inoltrarvi, con il rischio di perdervi che è ulteriore elemento del fascino di Siviglia, nel dedalo di vie che vi condurranno verso l'Iglesia di Santa Maria la Blanca e il Barrio di Santa Cruz (anticamente la Juderia, ossia il Ghetto ebraico). Se per la cultura non siete tagliati, dopo aver visto la Casa de Pilatos potete concedervi una rilassante e tonificante 'escursione' all'Aire de Sevilla (il bagno turco, anzi, come giustamente sottolineano più volte i sivigliani, il bagno arabo, perchè da loro c'è stata la dominazione araba, non turca). Infine, per il divertimento notturno, non vi perdete uno spettacolo di flamenco: posto consigliato, "La Carboneria", locale che soddisfa un po' tutti i gusti ed è sempre moooolto animato, per unsare un eufemismo. Bueno, es todo...que disfruteis !
natascha
Voto complessivo 10
Guida generale : Siviglia è una citta meravigliosa. Adatta per tutte le età. Per ragazzi in cerca di avventura, per famiglie, per chi cerca tranquillità o svago. Ci sono molte attrazioni turistiche come chiese, musei, parchi. Locali per mangiare e bere per tutte... vedi tutto le tasche e palati, per esempio per un pranzo a base di tapas non si spende più di 5 euro. Per la sera ci sono molti locali dove puoi bere cocktail per meno di 2 euro. Si può tranquillamente girare la città con i mezzi pubblici. Non ci sono pericoli di delinquenza neppure alla sera. Ci sono molte feste durante tutto l'anno, ad esempio i Re magi a gennaio, la Feria in aprile etc. Le temperature in inverno si aggirano sui 10 gradi mentre in estate sui 35/40. È un'ottima base di partenza per Granada, lo stretto, il Portogallo etc. Io personalmente ci sono già stata 3 volte e non mi sono mai annoiata. I voli da Milano sono giornalieri tutto l'anno ed economici. L unica pecca, ma vale per tutta la Spagna, è il periodo di Natale e Capodanno perché non fanno feste o manifestazioni e quindi alcuni locali rimangono delusi, per il resto consigliatissimo. È da visitare almeno una volta nella vita. Per gli amanti dello shopping ci sono degli Outlet favolosi e molto economici.
tea
Voto complessivo 8
Guida generale : Sono stata a Siviglia agli inizi di giugno con un gruppo di amiche. La città mi è piaciuta molto, il clima eccezionale, per una freddolosa come me. Probabilmente non ha così tanti monumeti famosi, come altre città spagnole ma per... vedi tutto una vacanza di 3/4 giorni va benissimo.Abbiamo visitato le atrattive più conosciute e poi, che non è molto nota, Casa do Pilatos e devo dire che è stata una rivelazione...la consiglio. Abbiamo preso una quida in lingua italiana, Juan José Macías, che consigliamo vivamente, che ci ha consentito di visitare e ammirare i monumenti raccontandoci notizie interessanti che spesso sulle guide turistiche cartacee non trovi. Ci siamo concesse un hotel con piscina sul terrazzo e devo dire che dopo aver camminato tutta la giornata alla sera, prima di cena, era estremamente "godurioso" gustare il tramonto dal bordo piscina.
eliana pascucci
Voto complessivo 9
Guida generale : Città meravigliosa accogliente con architetture da fiaba, angoli pittoreschi, scorci poetici... sembra piccola ma in realtà è piena di piccoli musei antichi palazzi. Imperdibile la cattedrale, l'alcazar, un carosello di colori e di culture che vanno dal moresco al gotico... vedi tutto al barocco al rinascimentale. Emozionante da brivido assolutamente da fare è una serata di spettacolo flamenco.. splendidi i ballerini, cantanti e location tradizionali. Da non perdere una serata benessere all'aire di sevilla una spa dal gusto arabo con interni splendidi ricavati in mura antiche con piscine massaggi hammam non manca il the alla menta e l'atmosfera illuminata solo da lanterne..all'ultimo piano vasca idro calda con vista giraldail cibo...tutto buonissimo, piatti tipici, vini e ovviamente le tapas...città verde con parchi curati e pieni di fiori... aranci ovunque.. per finire che dire, l'ospitalità i sorrisi la gentilezza e la disponibilità danno il vero calore dell'Andalusia e della Spagna... Città davvero che fa sognare...
Mario Mastrorilli
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : La città vive intensamente le tradizionali passioni spagnole: le tapas, il vino, la birra, le corride, il flamenco, la movida e le feste. Siviglia è la città dove si celebra la maestosa e storica Semana Santa, la Settimana Santa, e... vedi tutto dove si svolge la feria de Abril, la più festosa fiera annuale della regione. Ma ogni sera l’atmosfera a Siviglia è magica, la gente è allegra e rilassata, trascorre la notte nei numerosi locali della città: tapas bar, ristoranti, pub. E' una città unica al mondo, è l’unione di tre continenti, Europa, Africa e America. Il patrimonio artistico di Siviglia vanta un centro storico medievale, che sorge intorno al tranquillo fiume Guadalquivir, formato da tortuosi e stretti vicoli, i suoi quartieri sono aristocratici, ricchi di cortili e di piazzette nascoste. I palazzi e le chiese sono imponenti e la sua architettura, romana, islamica, gotica, rinascimentale e barocca. Da non perdere: la Cattedrale, una delle più grandi e più belle al mondo ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e la Giralda (torre campanaria); Alcazar: è la residenza di re e califfi di Siviglia; Archivo de Indias: l principale archivo riguardante la dominazione spagnola in America; Barrio de Santa Cruz: il quartiere ebraico di Siviglia; El Centro: ricco di piccole strade e di bellissime piazze; El Arenal: a ovest della Avenida de la Constitucion si trovano alcuni dei monumenti più interessanti della città.
Da non perdere Alcazar , Il flamenco a Siviglia
luciana cirtoli
Voto complessivo 4
Guida generale : da visitare principalmente a piedi. Una bella passeggiata lungo il fiume ed anche una gita in battello sono vivamente consigliate. Da non perdere il pescado frito. In estate la bevanda più gettonata è il tinto di verano, vino rosso con... vedi tutto casera blanca - gassosa - o con aranciata. I periodi migliori sono la primavera e l'autunno. Anche in inverno il clima è abbastanza mite. Evitare, normalmente, luglio ed agosto. Per chi vuole divertirsi il periodo migliore è la feria de avril che non cade sempre nelle stesse date, dipende dalla Pasqua. La semana santa è una esperienza indimenticabile. Merita anche la cabalgata dei re Magi che si svolge il 6 gennaio. Pur essendo grande si può definire una città a misura d'uomo.
Da non perdere visita del barrio de santa cruz , calle sierpes e dintorni , parco de la cartuja
Martina Guidotti
Livello 10     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Da solo, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Ho vissuto a Siviglia per 3 mesi. Una parte di me è ancora là. Chi vi giunge potrà assaporare la grandezza del suo passato (Colombo e la scoperta della AMERICA), il dominio Arabo e la riconquista da parte dei Re... vedi tutto cattolici. Potrete ammirare la meravigliosa Cattedrale con la sua Giralda e la bellissima Plaza de Espana,costruita per l'expo del 1929 e set di numerosi film. Meta per giovani, adulti e famiglie! Si vive nella CALLE (Strada) dove ad ogni angolo potrete incontrare ristorantini che offrono Tapas e Cerveza a prezzi modici. Periodo migliore per visitarla è APRILE-GIUGNO, dove potrete ammirare le magnifiche processioni della SEMANA SANTA e dopo 15 giorni la FERIA De APRIL (notti del Flamenco)! Merita sicuramente una visita. A 30 minuti di treno incantevole è anche la città di CORDOBA con la sua MESQUITA!
daniela mascia
Livello 28     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Città con un fascino particolare per via della bellezza con cui accoglie il turista. I monumenti sono facilmente visitabili se si evitano le ore in cui tutti i turisti escono dagli alberghi. Ogni monumento è a pagamento ma ne vale... vedi tutto la pena, il cibo è squisito, scegliete bene dove mangiare potete trovare veramente a poco, inoltre il baccalà è fenomenale. Non girate assolutamente in auto, perdereste solo del tempo per trovare parcheggio in centro. Noi abbiamo trovato verso il porto e poi girato a piedi. Insomma ogni angolo di Siviglia è una meravigliosa scoperta, ogni quartiere ha il suo fascino, buon viaggio e divertitevi.
Da non perdere gastronomia , La Giralda , Alcazar
ylenia magi
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Città indimenticabile, anima dell'Andalusia, con una bellezza ed un fascino derivanti dalla sua ricca storia. Da visitare i monumenti storici della città, come i Reales Alcazares (residenza dei monarchi) e la Cattedrale (con il suo altissimo campanile), ma anche i... vedi tutto quartieri caratteristici, come il Barrio de Triana e quello di Santa Cruz. Imperdibile una passeggiata nel Parque Maria Luisa e una visita alla Plaza de Espana. E infine un pò di divertimento nel parco di attrazioni La Isla Magica. Se potete andateci la settimana dopo Pasqua, quando si svolge la famosa Feria de Sevilla e tutta la città si paralizza per dar spazio a festeggiamenti ed eventi, tra cui non possono mancare corride e spettacoli di flamenco.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Siviglia

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0