×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Santa Cesarea Terme  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Santa Cesarea Terme

Superfice:
26 km2
Altitudine:
56 m
Abitanti:
3027 [2013-01-31]
Introduzione

Introduzione

Santa Cesarea Terme è una caratteristica stazione idrotermale in provincia di Lecce, sulla costa orientale della Puglia.

Geografia di Santa Cesarea Terme 

Il piccolo centro si erge su una scogliera che si affaccia sul canale d’Otranto, dove si incontrano le acque limpide del Mar Ionio e del Mar Adriatico. Santa Cisaria, così viene chiamata in dialetto salentino, è caratterizzata da un aspetto morfologico alquanto vario: si presenta pianeggiante e ricca di uliveti e vigneti all’interno, frastagliata e ricca di grotte e baie sulla costa.

Si sviluppa inoltre verticalmente, come si può notare dalle numerose scalinate che si arrampicano sulla roccia e giungono fino al mare: nella parte più bassa si trovano le terme e i relativi stabilimenti, più in alto si situa il vero e proprio abitato ed infine la parte più alta della collina. Confina a nord con i comuni di Otranto e Uggiano la Chiesa, ad ovest con i comuni di Minervino di Lecce e Poggiardo e a sud con i comuni di Ortelle e Castro. Il suggestivo borgo comprende inoltre le frazioni di Cerfignano, dove si trova la colonna votiva più antica della provincia di Lecce, e di Vitigliano, le cui principali attrattive sono il Cisternale e il Palazzo Ciullo.

Le acque termali dalle proprietà sulfuree e salsoiodiche che caratterizzano il territorio di Santa Cesarea Terme sgorgano da quattro grotte naturali comunicanti con il mare: la Gattulla, la Fetida, la Solfatara e la Sulfurea.

Clima di Santa Cesarea Terme 

Santa Cesarea Terme, come gli altri borghi salentini, è caratterizzata da un clima prettamente mediterraneo. Gli inverni sono miti, le estati caldo-umide, con picco di temperatura nel mese di agosto. Le Serre Salentine, elevazioni collinari del basso Salento, limitano notevolmente la ventosità della zona. Nelle giornate particolarmente luminose è possibile ammirare i monti albanesi.

Storia di Santa Cesarea Terme 

Il comune di Santa Cesarea Terme nacque nel 1913, quando al già esistente centro di Marina di Santa Cesarea si aggiunsero le frazioni di Cerfignano e Vitigliano.

Il territorio iniziò ad essere sfruttato per le sue caratteristiche termali a partire dal II secolo a.C. La genesi delle acque termali e del nome stesso del comune è soggetta a varie interpretazioni.

La versione cristiana narra di una vergine, Cisaria, con il sogno della vita monastica. Per sfuggire al violento padre e ai suoi istinti incestuosi, la fanciulla si rifugiò in una grotta dell’odierna Santa Cesarea Terme. L’uomo, che la inseguì fino al mare, fu avvolto dalle fiamme.

Da allora, in quel preciso punto, iniziò a sgorgare una sorgente sulfurea. Esiste altresì un mito pagano, secondo il quale Eracle inseguì lungo la costa della Japigia (attuale Puglia) i giganti Leuterni e li uccise. Le sostanze chimiche che fuoriuscirono dai loro corpi si unirono alle acque locali e nacquero così le sorgenti sulfuree.

Economia di Santa Cesarea Terme 

L’economia di Santa Cesarea Terme è basata senza dubbio sul turismo termale e balneare.  Per quanto riguarda invece la zona interna del territorio, domina l’agricoltura e la coltivazione dell’ulivo.

Gastronomia di Santa Cesarea Terme 

Santa Cesarea Terme vanta l’eccezionale cucina salentina. Vengono in particolar modo privilegiati i prodotti poveri della terra e del mare, che variano di stagione in stagione. Una colonna portante è sicuramente l’olio d’oliva, acquistabile per pochi euro.

Parimenti caratteristiche sono le friseddhre, conosciute da nord a sud dello stivale come “frise”. Sono panini cotti due volte in forno, in seguito vengono tagliati a metà per mezzo di uno spago, per poi essere infornati nuovamente. Acquistano così l’immancabile consistenza biscottata. Un tempo le frise venivano “affogate” nel latte e costituivano la colazione dei contadini.

Ad oggi, prima di essere mangiate, devono essere “sponzate” (ammollate in acqua) per qualche secondo e possono essere condite con prodotti mediterranei quali pomodori, tonno, olive. La puccia è invece una grande forma di pane caratterizzata da una fitta alveolatura. Il 7 dicembre è tradizione che venga spaccata a metà e farcita con del tonno.

Se alla puccia vengono aggiunti pomodori, olive, olio, cipolle e peperoncino questa diventa uliata e costituisce un’ ulteriore tipicità nell’infinito panorama dei prodotti salentini. Orecchiette e maccheroni al sugo di cavallo sono di certo il masterpiece dei pranzi domenicali e le loro preziosissime ricette vengono da sempre trasmesse da ogni nonna alla propria nipote.

Nell’aperitivo la fanno sicuramente da padroni i tarallini, che possono essere aromatizzati con peperoncino, pomodoro, cipolla e rape stufate. Assolutamente inimitabili sono i prodotti caseari, come il latte di mandorla, la ricotta forte (ricotta ‘scante in salentino), il cacioricotta. Aggiungono infine una nota dolce al pasto la cotognata, una marmellata reperibile sotto forma di barrette e caramelle, i mustazzoli, golosi biscotti e la cupeta, un impasto di miele, zucchero e mandorle, immancabile nelle feste patronali.

Eventi

Il comune di Santa Cesarea Terme riflette la sua unicità caratterizzante anche e soprattutto nelle feste di paese. Si comincia nel periodo di Pasqua con la Sagra della Cuddura.  La Cuddura è un pane dolce con un uovo sodo inserito nel centro e simboleggia l’abbondanza. Un tempo veniva regalata ai bambini al posto delle uova di cioccolato o veniva donata dalle ragazze ai fidanzati. Durante la sagra è possibile assistere alla preparazione tradizionale del dolce.

Ogni 11 e 12 settembre si tiene invece la Festa Patronale di Santa Cesarea Vergine, in occasione della quale si svolge una suggestiva processione in mare con un corteo di barche. Avviene la benedizione delle onde fino alla grotta sulfurea in cui, secondo la tradizione, si rifugiò la Santa.

Come arrivare a Santa Cesarea Terme

Il centro è raggiungibile solo in autobus o automobile attraverso la strada statale 16 Adriatica Lecce-Maglie o la strada provinciale 363 Maglie-Poggiardo-Santa Cesarea Terme.

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Poggiardo, appartenente alla linea Maglie-Gagliano del Capo delle Ferrovie Sud Est.

L’aeroporto più vicino è invece quello del Salento, a circa 30 km a nord di Lecce.

Prefisso:
0836
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
cesarini
Patrono:
santa Cesaria Vergine
Giorno Festivo:
12 settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

11
Media
6
Ottimo
5
Buona
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
8
Coppie
4
Famiglie
2
Turisti maturi
2

Indicatori

Sicurezza
convenienza
Attrattive
mangiare e bere
Accoglienza
Intrattenimento
attività
shopping
Trasporti
Accessibilità
Servizi ai turisti
Alloggio
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Santa Cesarea Terme

Conosci Santa Cesarea Terme? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
tonino negri
Livello 27     4 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Fare una vacanza a santa cesarea terme significa fare una vacanza a 360°. Oltre alle terme dove si può avere qualunque tipo di cura e/o trattamento, c'è un mare da...bere. Le scogliere creano una magica atmosfera e le piscine naturali... vedi tutto che madre natura ha creato ti invitano a stare in acqua a tempo indeterminato. vogliamo parlare poi della cucina? piatti a base di pesce (e ricci)o orecchiette condite con rucola e quant'altro e poi il vino; tutto questo senza ferire troppo il ...portafoglio!! Assaggiate questa terra e non ve ne pentirete. Ciao. Ah! Dimenticavo (che errore madornale!!) la pizzica: provare per credere.
Da non perdere Visita alle grotte di Zinzulusa , processione a mare , quercia vallonea di tricase
Silvia La Gattina
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Cortesia e codialità uniti a professionalità ed eleganza. Il tutto ad un prezzo accesibile per una vacanza indimenticabile in pieno relax e con tutti i comfort per potersi sentire come a casa. L'intrattenimento è vario e ben articolato per cui... vedi tutto durante la giornata si posso svolgere attività diverse adeguate al ritmo della vacanza e ad ogni gusto, per cui alla fine non ci si annoia mai. Quindi tornerei volentieri in questa struttura adatta a tutta la famiglia!
anna maria
Voto complessivo 8
Guida generale : Città accogliente, pulita, abitanti socievoli, clima e mare stupendi. Tipica cucina mediterranea, paese di pescatori quindi pesce sempre fresco e ottimo. Per i giovani ampia scelta di possibilità di divertimento e socializzazione. la costa su cui si affaccia santa cesarea è... vedi tutto una delle più belle dell'italia, con grotte raggiungibili sia da terra che solo dal mare, quindi escursioni in una natura incontaminata e spettacolare. Da non perdere!
Da non perdere Visita alle grotte di Zinzulusa , Villa Sticchi , Grotta Sulfurea
zago pier luigi
Voto complessivo 7
Guida generale : Bel paese, parcheggi molti ma non si capisce bene se sono tutti a pagamento o meno, alla sera i vari alberghi offrivano delle attrattive, posto utilizzato principalmente per le terme e ideale per attività subacquea. Posto ideale anche per escursioni in... vedi tutto tutta la costa adriatica fino a Santa Maria di Leuca, ionica fino a Gallipoli oltre che ad Otranto, Maglie e Lecce che meritano di essere visitate.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Molto famose e degne di visita sono le stupefacenti grotte, tra cui le più conosciute sono la Grotta di Romanelli che come già detto risale al Paleolitico medio graffiti e ossa rinvenute. La Grotta Zinzulusa anch’essa risalente al Paleolitico, considerata la... vedi tutto caverna marina più affascinante della Puglia. Nel Museo della Villa Comunale di Poggiardo si trovano affreschi della cripta di S.Maria.
gianni scrimieri
Livello 42     7 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Le migliori qualità di Santa Cesarea Terme sono nella tranquillità del luogo, il suo mare cristallino e benefico (anche in mare libero c'è molto zolfo nelle acque) ed un panorama mozzafiato. molto interessane è la sua posizione al centro della costa... vedi tutto salentina, quindi la vicinanza a moltissime altre attrazioni naturali ed architettoniche: Lecce, Otranto, Torre dell'Orso, Leuca, Specchia ed l'insuperabile Ciolo, sono fra i 15 ed i 50 km. di distanza.
Da non perdere Visita alle grotte di Zinzulusa , insenatura del Ciolo , Discoteche
antonio
Voto complessivo 7
Guida generale : La buona cucina, il mare splendido, le caratteristiche coste frastagliate ed erose dal vento sono il biglietto da visita di questa località e del suo interland. gli amanti del ballo e della "pizzica" in particolare trovano qui, nel Salento, una... vedi tutto delle più belle occasioni per passare dei momenti che, quando si è tornati nel quotidiano, ti faranno tirare fuori un "sospirone" di nostalgia.
sara s
Voto complessivo 2
Guida generale : Non andate alle terme, il bellissimo paesaggio e la possibile tranquillità viene rovinata dalla gente del posto e la pace viene rotta dalla continua musica da discoteca che si ostinano a suonare ad alto volume dappertutto. Se volete pace e... vedi tutto tranquillità non andate in vacanza in Puglia!
cristina Giordano
Livello 27     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono stata in questa località l'estate scorsa.Ho trovato mare cristallino di un blu cobalto ma poche spiagge. I lidi sono costruiti sulle rocce ,nell'acqua si vedono pesciolini che nuotano attorno alle gambe, indice di pulizia e gli scogli sono pieni... vedi tutto di cozze. Posto fantastico e sede di terme rigeneranti,
marcella mattia
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Atmosfera mediterranea, molto consigliati i percorsi termali. Molto interessanti anche i dintorni, come del resto tutta la Puglia. Ci sono alcune ville d'epoca belle, io ci sono stata in occasione di una settimana di vacanza con danze ottocentesche nei giardini... vedi tutto di alcune ville.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Santa Cesarea Terme

DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Santa Cesarea Terme

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Verde e natura
Sport
Arte e cultura
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Terme e Benessere
Avventura
Giovani e single
Montagna
Pellegrinaggi
Shopping
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0