×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Santa Cesarea Terme: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Una città che porta la parola “terme” nel proprio nome ha già un biglietto da visita di tutto rispetto. La stazione termale si trova in via Roma, ed è aperta da maggio a novembre. Santa Cesàrea Terme rappresenta una meta ideale sia per chi ha bisogno di un rilassante soggiorno all’insegna del relax per rigenerare mente e fisico, sia per chi vuole riprendersi da piccoli traumi, grazie alle potenzialità curative delle sorgenti, ricche di proprietà salsoiodiche e sulfuree.

La piccola città salentina è suddivisa su più livelli, il punto più elevato è rappresentato dalla costa alta e frastagliata, a picco sul mare. Per chi ama la speleologia e le immersioni subacquee, vi sono delle cavità presenti nelle rocce che bisogna assolutamente visitare. Come la “Grotta delle Striare” ossia delle streghe, perché si racconta ne fosse la dimora. Questa cavità naturale si trova sulla maestosa falesia che collega il porto di Castro con la località balneare di Porto Miggiano, dopo abbondanti piogge ospita anche un piccolo laghetto.

Nella vicina Cerfignano, tra la nuda roccia e la folta vegetazione vie è “La Grotta delle Croci”. Una lunga carraia si estende per decine di metri, e attraversa piccole vasche scavate nella roccia all’interno delle quali confluiscono le acque pluviali. Osservando attentamente si possono vedere piccole e delicate croci incise sulle rocce, in un’epoca antica. Si intravede appena anche una figura antropomorfa, un Santo Martire, con un’aureola sul capo e una croce tra le mani.

La provincia leccese continua a sorprendere con la “Vora di Vitigliano”, che si dice possa inghiottire orde di uomini. Un cunicolo molto accidentato, lungo circa sessanta metri, che termina in un pozzo quasi cilindrico, profondo quattordici metri. Santa Cesàrea Terme rappresenta una piacevole scoperta anche nei mesi autunnali. Nelle campagne circostanti è possibile ammirare numerosi vigneti, uliveti, e terrazzamenti i cui colori, che vanno dal verde al rosso scuro, si scontrano con l’azzurro e il bianco candido del mare su cui si affacciano.

Il centro urbano è ubicato a mezza altezza della costa ed è costituito da una sola strada principale, attorniata da antiche abitazioni nobiliari di stampo liberty. Tra queste la più importante è Villa Sticchi, costruita nel 1885, è un esempio molto importante di stile moresco (stile sviluppato dai musulmani africani tra il 1000 ed il 1400 ben in evidenza lungo la costa con la sua grande cupola, sopra lo stabilimento termale). Della stessa epoca è la bellissima Villa Raffaella, sul viale principale, che prende il nome dalla Baronessa Raffaella Lubelli che la fece costruire come residenza estiva.

Tuttavia il paesaggio non è ancora completo, perché oltre le rocce, il mare e la città, chi visita Santa Cesàrea Terme è libero di immergersi nel verde, grazie alle incantevoli distese di uliveti secolari che donano ombra e refrigerio ai visitatori. Inoltre salendo la collina è possibile, passeggiare per i boschi di pini di Aleppo, fino raggiungere un vicino parco giochi per bambini. Questo saliscendi naturale non deve essere intrapreso per forza con la macchina, il Comune leccese è infatti caratterizzato da numerose scalinate che permettono di spostarsi facilmente. L’importante è fermarsi sul Belvedere da cui è possibile ammirare tutta la costa del Sud Salento fino a Santa Maria di Leuca.

La storia della città è intrisa in ogni sua chiesa, edificio, o monumento. Nel centro storico è possibile visitare la Chiesa Madre del Sacro Cuore, risalente al Trecento, da cui parte la processione della Santa Patrona. Sempre nel centro città spicca Palazzo Ciullo, una casa gentilizia risalente alla seconda metà del Seicento. La cappella al suo interno è dedicata alla Madonna Immacolata, e custodisce una sua statua realizzata in legno. Si deve infine ricordare il Palazzo Miramare (o Tamborino), posizionato sulla scogliera e dotato di accesso riservato al mare.

La penisola salentina, punto strategico per chi da oriente voleva raggiungere il Mediterraneo, è caratterizzata da una serie di torri che fungevano da protezione. Solo a Santa Cesàrea Terme  se ne contano ben quattro: Torre Miggiano, Torre di Santa Cesarea (o Belvedere), Torre Minervino e Torre Specchia di Guardia. Le torri furono costruite nel 1500 a difesa dagli attacchi dei saraceni.

Per chi ha voglia di portare con sé un ricordo di questa città, in via Roma, zona Cresti, ogni estate viene allestito un delizioso mercatino, che offre ampie scelte. Ma vi sono anche numerose botteghe e negozi in cui il focus ovviamente sono i prodotti della tradizione salentina. Percorrendo il piccolo centro urbano è possibile lasciarsi trasportare indietro nel tempo dalle stupende creazioni dei maestri artigiani salentini, ottenuti lavorando i materiali poveri e caratteristici di questa terra.

Statuette in pietra leccese, cartapesta, piatti e fischietti in terracotta e ceramica, lampade e candelieri in ferro battuto, ogni pezzo è unico perché lavorato a mano. Dopo aver fatto spese è possibile fare una “siesta” in uno dei tanti bar che riaccendono il centro. Per chi volesse portare con sé anche un ricordo della nostra storia più recente, sulla facciata esterna del ristorante-bar “Porta d’Oriente” si possono leggere delle scritte in ebraico che testimoniano la presenza di profughi ebrei, in fuga dall’est Europa, nel corso della seconda guerra mondiale.

Ed ecco che dopo un tuffo nel mare, o una nuotata alle terme cala la notte, per chi volesse passare una serata danzante le discoteche Malè e Guendalina, promettono musica no stop per tutta la notte. La Puglia non è di certo famosa solo per il suo mare cristallino, infatti la tradizione culinaria che la contraddistingue sarebbe già da sola sufficiente a spingerci a visitarla

Santa Cesàrea Terme è ricca di ristoranti inseriti nella guida Michelin, sia che si trovino nel centro cittadino o risalendo la collina (via dei Campi Sportivi, via Tenente Eula, via Porto Craulo) ognuno di essi offre piatti a base di pesce appena pescato e prodotti tipici accompagnati da un buono vino Salenti IGT. E come se ciò non bastasse tutto questo si può gustare con un’incantevole vista sull’Adriatico.

I dintorni non sono certo meno attrattivi, nella fazione di Cerfignano si trova la colonna votiva più antica della provincia di Lecce, mentre nella fazione di Vitigliano si può ammirare il Cisternale, una costruzione arcaica scavata nella roccia. Santa Cesàrea Terme è vicina a molti rinomati centri turistici come Otranto, Gallipoli, Torre dell'Orso. Leuca, Specchia e Ciolo, sono fra i 15 ed i 50 km di distanza.

Per chi ama la natura incontaminata una tappa obbligatoria sarà sicuramente il Parco Naturale Regionale "Costa Otranto Santa Maria di Leuca - Bosco di Tricase, ricco di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156258

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



15 risultati filtrati per:
Image not found
Rank 1# di 15

TERME DI SANTA CESAREA

3 Voti
Indirizzo: 40, V. ROMA
Telefono: 0836944070
Rank 3# di 15
Rank 4# di 15
2 Voti
Rank 5# di 15
2 Voti
Rank 6# di 15
1 Voto
Rank 7# di 15
1 Voto
Image not found
Rank 8# di 15
1 Voto
Rank 9# di 15
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0,1718889

Conosci Santa Cesarea Terme? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0

Cosa vedere vicino a Santa Cesarea Terme

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0156259

Destinazioni vicine a Santa Cesarea Terme

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0312529
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Santa Cesarea Terme

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156263
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Santa Cesarea Terme
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0