×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Reggio Emilia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156262
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Reggio Emilia

Introduzione

Capoluogo di provincia, Reggio Emilia si trova nella regione dell’Emilia Romagna. In posizione totalmente pianeggiante, Reggio Emilia è posta alla destra del torrente Crostolo, non più visibile dato che dal secolo XIII è stato interratto anche se oggi se ne può seguire il tracciato percorrendo due principali arterie della città che sono via Ariosto e corso Garibaldi. Era anticamente chiamata con il nome di Regium Lepidi dal nome del suo fondatore, Marco Emilio Lepido.

La città si trova topograficamente proprio nel centro della pianura Padana, nel cuore della regione storica dell'Emilia e facente parte dell'omonima provincia. Il territorio comunale risulta totalmente pianeggiante anche se sono presenti numerosi corsi d’acqua maggiori e minori che si trovano vicini ai primi nuclei abitativi ed oggi alle moderne frazioni e grandi località. La città si trova vicina alla pendici dell'Appennino Reggiano che si sviluppano a 10 chilometri a sud del comune e corrispondono ai comuni limitrofi di Quattro Castella, Scandiano, Albinea e Casalgrande. A nord si trovano i comuni di Bagnolo in piano, Caderlbosco di sopra e la frazione di Compegine mentre ad est si trovano San Martino in Rio e Rubiera e ad ovest Bibbiano, Montecchio Emilia, Sant’Ilario d’Enza e Cavriago. A 24 chilometri di distanza di trova Modena, mentre Parma dista solo 27 chilometri. Gli abitanti di Reggio sono noti come reggiani.

La cittadina inizia il suo sviluppo economico e sociale a partire dal II secolo a.C. quando i Romani conquistarono la Pianura Padana; la stessa fu da subito bonificata e vi fu costruita la Via Aemilia, una delle maggiori vie commerciali che collegavano Roma con il Nord Italia. Con l’avvento del XI secolo, caratterizzato dalle lotte per le investiture, Reggio Emilia diventa la residenza di Matilde di Canossa, e proprio qui si svolse uno degli avvenimenti storici che caratterizzano il secolo: nel 1077 l'imperatore Enrico IV chiede al Papa Gregorio VII di revocare la scomunica che gli aveva imposto. È tra la fine del sec. XII e l’inizio del XIV che Reggio Emilia assume la caratteristica forma esagonale grazie alla costruzione di una nuova cerchia di mura.

Nel XV secolo in Italia iniziano a nascere i comuni e Reggio Emilia è uno dei primi, anche se ben presto passerà sotto il dominio degli Estensi. Questo è un periodo felice e molto ricco dal punto di vista culturale: nasce infatti in città Ludovico Ariosto, autore del celibre Orlando Furioso e Orlando Innamorato, e sul finire del secolo sarà governatore della città Matteo Maria Boiardo, conte di Scandiano. I secoli successivi sono ricordati per le numerose lotte che si successero tra i vari signori del posto per il governo della città, e la stesse vide numerosi quartieri distrutti e poi ricostruiti.  È solamente nel 1409 che Reggio Emilia tornò sotto il dominio di Ferrara, città più forte militarmente ed economicamente. In questo periodo furono edificati numerosi palazzi che andarono ad abbellire il centro. Per quanto riguarda la storia recente è da ricordare la data del 7 gennaio 1797, quando a Reggio, prima sede del parlamento italiano, nascono la Repubblica Cispadana ed il Tricolore italiano.

Reggio Emilia è una delle più belle città d’arte e la qualità di vita è sicuramente alta: secondo diversi sondaggi è una delle città più prosperose e vivibili d’Italia, contando anche i numerosi parchi che sono presenti all’interno del territorio comunale. Trovandoci in una delle regioni più famose d’Italia per i suoi piatti tipici non ci si può non fermare a mangiare un piatto tortellini ripieni con il ragù ed anche un bella porzione di lasagne. Insieme a Parma, Reggio Emilia è famosa per essere il luogo d’origine del Parmigiano.

A Reggio Emilia si tengono un gran numero di eventi e manifestazioni che attirano un gran numero di turisti in città. Dal 2005 viene organizzata annualmente la rassegna concertistica Soli Deo Gloria che include lo spettacolo Organi Suoni e Voci della Città, promossa dal Comune e dalla Diocesi di Reggio Emilia e diretta dal maestro Renato Negri. Questo evento si occupa della valorizzazione del patrocinio musicale della provincia. Oltre a questo, sempre per festeggiare la lunga tradizione musicale si tiene ogi tre anni il Concorso Internazionale per Quartetto d'Archi "Premio Paolo Borciani", uno dei concorsi per giovani musicisti più importanti d’Italia e di tutta Europa.

Non solo musica però, negli ultimi anni la città si è legata anche a altre forme artistiche, in particolare la danza moderna e jazz con le scuole Aterballetto e Cosi-Stefanescu e nella fotografia. Infatti dal 2006 ogni maggio si svolge la manifestazione culturale Fotografia Europea, una serie di mostre ed eventi adatto anche a chi non è appassionato del genere. Durante le giornate inaugurali inoltre ci sono incontri, dibattiti e spettacoli per sensibilizzare quante più persone possibile sul tema della fotografia. Inoltre Reggio ospita dal 1958 la manifestazione scacchistica italiana più importante con il torneo di Capodanno ideato dal Gran Maestro ad honorem Enrico Paoli. La città festeggia anche il suo santo patrono, San Prospero, il 24 Novembre di ogni anno. In questa occasione viene anche organizzato un corteo storico che attraversa le vie principali della città.

Fuso Orario:
UTC+0
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

23
Media
12
Ottimo
10
Buona
5
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
10
Turisti maturi
5
Famiglie
4
Giovani e single
4
Coppie
3

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
shopping
Alloggio
Servizi ai turisti
attività
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
Attrattive
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0625049
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Reggio Emilia

Conosci Reggio Emilia? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Basilica della Beata Vergine della Ghiara Il 29 aprile 1596 un giovane sordomuto chiamato Marchino passa davanti ad un’immagine della Vergine Maria dipinta dal Bertone e miracolosamente ottiene il dono della parola e dell’udito. È in questa occasione che si... vedi tutto decide di costruire sul luogo del miracoloso evento un tempio per custodire la preziosa immagine affidandone i lavori all’architetto ferrarese Alessandro Balbi nel 1597. All’interno della basilica si conserva un importantissimo ciclo di affreschi realizzato tra gli altri da Ludovico Carracci e dal Gianfrancesco Barbieri detto il Guercino (artisti emiliani del primo ‘600), nonché la tavola della Crocifissione di Cristo, commissionata dal comune al Guercino e considerata dagli storici uno dei suoi capolavori. Nel Tesoro della Ghiara invece, sono conservati reliquiari, ostensori, calici ed ex voto estremamente preziosi, mentre nel Museo della Basilica si conserva la corona della Madonna del Consiglio donata dalla città. Su richiesta si effettuano visite guidate. Chiesa dei Santi Girolamo e Vitale Nel 1646 viene costruita, su di una precedente chiesa appartenente alla confraternita di San Gerolamo, una nuova chiesa su progetto di Gaspare Vigarani, celebre architetto e scenografo barocco. L'interno è molto particolare perché, tramite un gioco di raccordi, scale e corridoi, sono collegati i tre oratori che formano il luogo di culto. Il primo oratorio, rettangolare, si trova nella parte anteriore del complesso, mentre un altro, detto "La Rotonda" si sviluppa su due ordini di colonnati sovrapposti. Nel terzo oratorio, l’ultimo, detto “La Sotterranea" (Cripta) vi è invece ricostruito Santo Sepolcro di Gerusalemme. Una delle scale di raccordo tra gli oratori è chiamata "Scala Santa", in quanto ricorda quella più celebre conservata nel complesso del Santa Sanctorum di Roma. È molto bello da vedere, intorno alle ore 8 del 14 settembre, il momento in cui la luce va ad illuminare una formella in cotto dove è raffigurato Cristo in Croce coi dolenti. Basilica di San Prospero La basilica dedicata al santo patrono della città, fu consacrata nel 997. Interamente ricostruita nel XV secolo, ha la facciata barocca, mentre all’interno si può ammirare il ciclo di affreschi dell’artista bolognese Camillo Procaccini (1550-1629), che fu aiutato dal cremonese Bernardino Campi (1522-1591) e dal parmense Giovan Battista Tinti (XVI XVII sec.). Interessante da vedere il meraviglioso coro ligneo, intagliato in città intorno al 1546 dalla famiglia dei De Venetiis, celebri intagliatori. Chiesa del Cristo Nato inizialmente come oratorio, fu trasformato nel XVIII secolo in Chiesa per preservare dalle intemperie il Santissimo Crocefisso (oggi posto sull’altare principale), un preziosissimo dipinto ad olio su intonaco di un anonimo artista reggiano ed eseguito durante la peste del 1630. La facciata, estremamente sfarzosa, è in tipico stile barocco; l'interno è ridondante di stucchi ed costituita da un unico vano. Duomo Edificato nel sec. IX su di un’antica costruzione romana, fu completamente ristrutturato tra il XIII e il XIV sececolo in puro stile romanico. La facciata è dominata da una torre alla cui sommità è posta la statua della Madonna col Bambino e i coniugi Fiordibelli (benefattori). L’opera, realizzata in lastre di rame a sbalzo dorato è uno dei maggiori capolavori del reggiano Bartolomeo Spani, orafo e scultore vissuto in città tra il '400 e la prima metà del '500). L'interno del Duomo è caratterizzato da numerose cappelle adornate da marmi e da sepolcri di uomini illustri. La cripta fu realizzata invece nel XII o XIII secolo, con la volta a crociera sorretta da 42 colonne con capitelli quattrocenteschi. Durante il restauro del 1923 fu rinvenuto un frammento un mosaico pavimentale di epoca romanica dove sono riconoscibili figure geometriche e numerosi animali. Attualmente il Duomo è chiuso per restauro ma è possibile visitare le Sagrestie restaurate il sabato su appuntamento. Palazzo del Comune Nei pressi del Duomo sorge il Palazzo del Comune, che venne edificato nel XVIII secolo e che conserva al suo interno la Sala del Tricolore, un salone ellittico dove nel 1797 fu proclamata la Repubblica Cispadana e dove nacque il Tricolore, che oggi è usata come Sala Consiliare. Civici Musei I Civici Musei di Reggio Emilia sono stati riuniti nel 1830 nel Palazzo di S. Francesco, ex palazzo imperiale ed ex sede vescovile. I musei sono numerosi ed abbracciano vari campi del sapere, dall’Archeologia (Mosaici romani, Museo Chierici, Portico dei Marmi-sezione romana, Museo Romano, Museo di Preistoria e Protostoria) alla Storia dell’Arte (Galleria Fontanesi, Museo Mazzacurati, Galleria dei Marmi-sezione medievale, Mosaici medievali), dall’Etnografia alla Storia Naturale (Collezione Spallanzani, Raccolte zoologiche, anatomiche, botaniche, geo-mineralogiche e paleontologiche). È presente anche la raccolta detta Storia della città, suddivisa in sezioni (Museo di Arte industriale, vetrine degli Scienziati reggiani). Attualmente il Museo Mazzacurati è chiuso per restauri. Galleria Parmeggiani Conservata nell’edificio appositamente costruito dall’ingegner Ascanio Ferrari all’inizio del secolo scorso, comprende raccolte di arti minori, soprattutto inglesi, francesi, spagnole dei sec. XV-XIX raccolte da Luigi Parmeggiani nel 1932. sono presenti in Galleria anche importanti dipinti di scuola spagnola, fiamminga e italiana, tra cui un trittico fiammingo attribuito al Van Eyck e Il Cristo benedicente di El Greco. Ghetto ebraico e Sinagoga In città già dal XV secolo, gli Ebrei furono ben presto relegati nel Ghetto, costruito intorno al 1672, anno in cui si costruisce la Sinagoga. Solamente due secoli dopo, e più precisamente nel 1849 si decidere di ricostruire il tempio che era mal conservato. Dopo che la comunità ebraica di Reggio Emilia confluì in quella di Modena, il tempio venne adibito a vari funzioni, per poi cadere inevitabilmente in uno stato di abbandono. Recentemente la Sinagoga è stata restaurata e riportata all’antico splendore.
Matteo Anobile
Livello 49     3 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Allora le do la sufficienza, ma meriterebbe di piu'. Una bella cittadina con un bel centro, la basilica della Ghiara è davvero molto bella, una bellissima chiesa, la piazza di San Prospero è carina, il duomo non mi ha affascinato... vedi tutto come la basilica di cui ho parlato sopra. Anche la piazza delle Fontane e bella, ma ora vi chiederete come solo 6? Una città morta... è impressionante girarci e non trovare un bar aperto, ok era domenica pomeriggio e d'estate... ma mi sarei aspettato non dico tanto ma un pochino di movimento in più...peccato se fosse anche un po' più curata sarebbe un gioiellino che se la giocherebbe con Parma...
luana
Voto complessivo 6
Guida generale : La città di Reggio Emilia è ideale per una passeggiata pomeridiana o per un giro in bicicletta, grazie alle numerose piste ciclabili che collegano il centro a paesini come Rivalta, Coviolo, Albinea o Fogliano. e per gli amanti della natura... vedi tutto basta andare qualche km oltre la città per ritrovarsi nelle vaste campagne della bassa o, andando verso la montagna in paesi come Viano, Baiso, Carpineti, dove l'aria pura e il panorama non mancano.
flavio
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Reggio Emilia se paragonata alle vicine Ferrara, Modena, Parma e senz'altro meno bella ed appariscente. mai in pochi km si è già in collina ed in montagna alto appennino ed i suoi dintorni sono belli e pieni di storia e... vedi tutto cultura. E' una città godibile a piedi e le passeggiate dalla reggia di Rivalta (bellissima) ed oltre lungo il corso del Crostolo molto rilassanti e rigeneranti. Piuttosto caotica però rispetto al traffico. I centro storico senza possedere le bellezze dell su citate altre città è godibile presenta spunti storici degni di nota ed alcune piazze molto graziose.
teresa ferrari
Livello 19     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Teniamo presente che visitare il centro storico di Reggio Emilia è molto facile, perché esso ha la forma di un esagono, costruito attorno alla famosa via Emilia, ed è delimitato da strade percorribili in macchina. Quindi per accedere al centro... vedi tutto storico, si può raggiungere in macchina uno dei tanti parcheggi dislocati all’interno della città e poi addentrarsi a piedi o prendere un autobus, dato che il servizio trasporti, efficace e preciso, collega perfettamente tutta la città.
Da non perdere Piazza Prampolini , Chiesa della Ghiara , Teatro Municipale Romolo Valli , Teatro Municipale Romolo Valli
Marcella
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Una città accogliente e a misura d'uomo, ci si ambienta facilmente e ci si sente subito a casa; anche girare per la città è facile; non originale negli intrattenimenti ma ricca di occasioni per tutti i gusti e si arriva... vedi tutto facilmente a Bologna a Milano o a Firenze. Insomma, strategica. Approfittare degli happy hour per la cena e andare al cinema solo in centro. Cercare il posto a teatro con i last minute, ma per dormire all'ultimo momento solo se non ci sono maxi-eventi, se no, non si trova nulla.
Da non perdere Piazza Prampolini , Teatro Municipale Romolo Valli , Teatro Municipale Romolo Valli
shapour
Voto complessivo 3
Guida generale : Ben servita a livello di trasporti di lunga distanza (c'è l'unica stazione AV che non è un capoluogo di regione). I trasporti interni invece sono pessimi, parcheggiare è un incubo anche a pagamento, il centro storico offre poche attrattive se... vedi tutto non due pregevoli piccoli musei uno in vescovado e l'altro dai frati cappucini. Molto meglio organizzare un piccolo percorso per vedere le Pievi matildiche ed i luoghi matildici
Stefano
Voto complessivo 8
Guida generale : Davvero una città da scoprire, al di là del primo impatto che può lasciare spiazzati, Reggio Emilia conserva alcune caratteristiche, monumenti e vicoli nei quali la storia ha saputo esprimersi al meglio. Le chiese e le piazze sono tutte da... vedi tutto scoprire, ma soprattutto la città si raggiunge facilmente attraverso l'autostrada e la nuova stazione
CINZIA FERRARI
Livello 29     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : GALLERIA PARMEGGIANI-TEATRO MUNICIPALE VALLI-SALA DEL TRICOLORE-BASILICA DELLA GHIARA PIAZZA S.PROSPERO E CHIESA CATTEDRALE E BATTISTERO FESTA DELLA GIAREDA I PRIMI DI SETTEMBRE SAGRA DEL PATRONO S.PROSPERO IN NOVEMBRE CAPPELLETTI TORTELLI VERDI ERBAZZONE BOLLITI CON COTECHINO PARMIGIANO REGGIANO CON ACETO BALSAMICO... vedi tutto GNOCCO FRITTO CON SALUMI ZUPPA INGLESE
Da non perdere BASILICA DELLA GHIARA , Teatro Municipale Romolo Valli , Teatro Municipale Romolo Valli
FRANCO CAPRIOTTI
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Reggio Emilia è una città dove si vive bene: come qualità di persone, servizi alle persone, parchi/verde e locali/Intrattenimenti a disposizione. Il Comune e le associazioni della città organizzano spesso eventi, concerti, spettacoli, soprattutto in primavera/estate. La quantità/lunghezza di piste... vedi tutto ciclabili è elevata ed è un aspetto molto positivo della città.
Da non perdere Centro storico , Teatro Municipale Romolo Valli , Ponti di Calatrava , Teatro Municipale Romolo Valli
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,062505
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0312524
DestinationListNear-GetPartialView = 0,1093836
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Reggio Emilia

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Montagna
Mete per la famiglia
Sport
Shopping
Verde e natura
Cicloturismo
Mete romantiche
Avventura
Giovani e single
Studenti
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312529
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312525
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0