×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Emilia Romagna: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156275
DestionationGallery-GetPartialView = 0,1875125
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Valutazione generale

1033
Media
781
Ottimo
702
Buona
123
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
810
Famiglie
265
Turisti maturi
225
Coppie
220
Giovani e single
123
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156267

Formata da due regioni geografiche, l'Emilia Romagna attraversa orizzontalmente lo stivale, estendendosi tra Lombardia, Veneto, Toscana e Umbria.

Cenni Storici sull'Emilia Romagna

Dapprima l'Emilia appartenne ai Ducati Longobardi e la Romagna fece parte dell'Area Bizantina; soltanto successivamente le due regioni furono sede dell'insediamento Gallico come Gallia Cisalpina, per poi diventare provincia Senatoria Romana fino alla fine del Regno Longobardo.

Nel nono secolo la Romagna passò sotto il dominio Papale e l'Emilia sotto a quello Ducale; nei due secoli successivi questi due territori vennero contesi durante numerose battaglie tra Guelfi (filo-Papali) e Ghibellini (filo-Ducali), fino all'Unità d'Italia.

Cenni sul territorio dell'Emilia Romagna

Dal punto di vista fisico, la regione risulta divisa in due parti nettamente distinte che si localizzano a nord e a sud della via Emilia; mentre la porzione settentrionale appare prevalentemente pianeggiante (Pianura Padana), quella meridionale si presenta collinare e montuosa (Appennino Tosco-Emiliano e Tosco-Romagnolo).

Dal Monte Cimone (alto 2165 metri) nell'Appennino Modenese alle sabbiose coste Adriatiche, l'Emilia Romagna offre una vasta gamma di paesaggi che ne condizionano anche le condizioni climatiche.

La regione è attraversata da una fitta rete idrografica, a cominciare dal Po e a proseguire con Reno, Panaro, Secchia e Trebbia, oltre a molti altri fiumi di minore importanza che comunque costituiscono una parte integrante del paesaggio.

Cenni climatici dell'Emilia Romagna

Il clima subcontinentale con inverni rigidi e freddi ed estati particolarmente calde e molto umide tende a modificarsi in prossimità delle zone costiere dove la presenza del mare contribuisce a rendere più temperate le stagioni, anche se il tasso di umidità rimane sempre elevato.

La caratteristica climatica principale della regione è quella di una netta differenza tra estate ed inverno, scarsamente influenzate dalle stagioni intermedie che hanno un decorso breve e poco incisivo.
Questo forte divario termico appare come una condizione piuttosto negativa.

Costo della vita in Emilia Romagna

Considerata come una delle regioni più ricche d'Europa, l'Emilia Romagna ha tassi d'occupazione che superano il 70%, mentre quello di disoccupazione arriva al 3,5%.

Il costo della vita, soprattutto nelle grandi città, si assesta su valori medio-alti, anche in rapporto al fatto che Bologna e Modena sono risultate la terza e la quarta città più ricca del paese.

Cosa mangiare in Emilia Romagna

Le tradizioni enogastronomiche dell'Emilia Romagna sono famose in tutto il mondo, soprattutto per alcuni prodotti, come tortellini ed insaccati (prosciutto di Parma, mortadella di Bologna, salame di Modena).
La produzione vinicola è altrettanto importante e costituisce un incisivo settore produttivo ed economico.

Non soltanto l'Emilia, ma anche la Romagna rivestono un ruolo di primaria importanza in ambito culinario, infatti numerosi prodotti (come la famosa piadina romagnola) sono esportati ovunque.
Bologna, denominata "la grassa", offre ai turisti l'opportunità di assaporare squisite ricette della tradizione locale, spesso rivisitate in chiave attuale.

Dove alloggiare in Emilia Romagna

Il turismo costituisce un importantissimo aspetto economico della regione che pertanto è dotata di strutture recettive di alto livello e distribuite abbondantemente su tutto il territorio.

La costa Romagnola è famosa per la sua rinomata accoglienza turistica, che offre numerose soluzioni per qualsiasi disponibilità economica.
Le città interne, a partire da Bologna e Modena, stanno diventando poli d'attrazione turistica sempre più importanti e pertanto sono dotati di una vasta gamma di alberghi e soprattutto di B&B.

Molto ben attrezzati anche i campeggi che, in particolare durante la stagione estiva, garantiscono sistemazioni di ottimo livello a prezzi molto convenienti.

Come arrivare in Emilia Romagna

Considerata come il punto strategico di tutto il paese, l'Emilia Romagna, per la sua posizione, rappresenta un passaggio obbligato tra nord e sud Italia.

Attraversata da sei autostrade (A1, A13, A14, A15, A21 e A22) e da moltissime strade statali e superstrade di grande traffico, la regione comprende il più importante nodo ferroviario d'Italia, localizzato a Bologna.

Il porto di Ravenna è il più grande del mare Adriatico.

Il traffico aeroportuale può contare su importanti scali, tra cui l'areoporto Marconi di Bologna e quello di Rimini che durante i mesi estivi è uno dei più attivi della regione.

Cosa visitare in Emilia Romagna?

Il turismo in Emilia Romagna si concentra su due aspetti; da un lato la cultura che, per il suo immenso patrimonio artistico e per le numerose iniziative teatrali e musicali rappresenta un polo attrattivo di primissimo livello.

D'altro lato il divertimento che sulla Riviera Romagnola costituisce uno dei principali fenomeni di costume non soltanto estivo.

Chi si reca in questa regione ha a disposizione una vasta gamma di opportunità per visitare città d'arte, come Bologna, Parma, Ravenna, Rimini e Modena, dove gli stimoli culturali sono effettivamente numerosi.

 
Leggi anche cosa vedere in Emilia Romagna, per una visita davvero unica.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Le guide più popolari

13
LOCALI E VITA NOTTURNA
6
MONUMENTI ED EDIFICI STORICI
5
PARCHI E GIARDINI
4
SPIAGGE
3
ITINERARI ED ESCURSIONI
7
SPIAGGE
3
ALTRE ATTRAZIONI
2
MUSEI E PINACOTECHE
1
TEATRI
1
CONSIGLI GENERICI
7
LOCALI E VITA NOTTURNA
3
CONSIGLI GENERICI
3
NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI
3
PARCHI E GIARDINI
2
GALLERIE D'ARTE
GuideListAggregateByDestination-GetPartialView = 0,2500191
EventListByDestination_NxN-GetPartialView = 0,127869

Dove dormire in Emilia Romagna

Cerca hotel

IntroAccomodationNSContainer-GetPartialView = 0,3750294
CommonListAdditionalLink-GetPartialView = 0,0937573
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Sole e Mare
Montagna
Verde e natura
Mete per la famiglia
Shopping
Sport
Terme e Benessere
Mete romantiche
Cicloturismo
Giovani e single
Studenti
Avventura
Pellegrinaggi
Casino'
DestinationListExperience-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,2343929
DiaryListByDestination_1xN-GetPartialView = 0,906321
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0