×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Recanati  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Recanati

Superfice:
103 km2
Altitudine:
296 m
Abitanti:
21523 [2013-12-31]
Introduzione

Recanati, la città leopardiana per eccellenza, si trova in cima a un colle a circa 300 metri di altitudine sul livello del mare tra le valli dei fiumi Musone e Potenza, a poca distanza da Macerata (il capoluogo di provincia), da Loreto e dal suo Santuario e a meno di un'ora da Ancona. In meno di un quarto d'ora si può anche arrivare al mare, con la bella località adriatica di Porto Recanati. Tra le caratteristiche geografiche più importanti dei dintorni di Recanati sono anche da ricordare il Monte Conero, i Monti Sibillini, il Monte Vettore.

Recanati oggi lega la sua fama soprattutto a Giacomo Leopardi, ma la sua storia è lunga e interessante, e proprio il padre del sommo poeta, Monaldo Leopardi, la indagò ripetutamente. Secondo gli ultimi studi Recanati venne fondata dai Piceni, e poi al tempo dei Romani qui si svilupparono due centri distinti, Potentia e Ricina. Recanati venne fondata più tardi, quando le invasioni dei Goti costrinsero gli abitanti che allora si trovavano in riva al Mar Adriatico a salire sulle colline. Come di consueto per paesi di questo tipo, Recanati si formò anche per aggregazione delle diverse borgate circostanti, secondo il modello della "città balcone". Nel Medioevo Recanati fu libero comune e si schierò con Federico II nella sua lotta contro il Papa; fu in quel periodo che venne fondata Porto Recanati, con il diritto imperiale di costruire uno sbocco sul mare. Successivamente Recanati fu sempre fedele al papato, fino a diventare centro vescovile. La sua importanza crebbe ancora quando la chiesa della vicina Loreto divenne meta di fitti pellegrinaggi. Dopo le lotte tra guelfi e ghibellini del primo Trecento, Recanati divenne, nel Rinascimento, un importante centro di scambio sull'Adriatico, visitato da molti artisti come il celebre pittore Lorenzo Lotto; una famiglia di importanti scultori, i Lombardi, si stabilì qui e fece di Recanati un grande centro fondiario.

Occupata dai Francesi alla fine del Settecento, partecipò nel secolo successivo ai moti rinascimentali, e di qui volle passare anche Giuseppe Garibaldi. Nel Novecento, l'importanza di Giacomo Leopardi per le sorti della cittadina divenne sempre più massiccia, e ancora oggi buona parte del turismo a Recanati riguarda i luoghi cantati dal poeta.

L'economia di Recanati comprende attività illuminotecnica, fotovoltaico, telecomunicazioni avanzate, giocattoli intelligenti, strumenti musicali, lavorazioni metalli e pietre preziose, articoli da regalo, articoli religiosi, apparecchiature elettroniche e componentistica, materie plastiche, circuiti stampati, ma soprattutto la produzione di fisarmoniche artigianali (qui ha sede uno dei marchi più importanti del mondo in questo campo, la Castelfidardo) e argenteria (con la Ottaviani). Il turismo è una delle principali attività di Recanati, sia per la presenza dei luoghi leopardiani sia come ottima base per visitare anche le più interessanti città dei dintorni, da Loreto con il suo santuario a Camerino, passando per Macerata e Civitanova Marche; Porto Recanati, inoltre, è un'attiva località balneare sul Mare Adriatico, sempre molto frequentata. Nella zona hanno la sede anche l'azienda IGuzzini, che si dedica alla produzione di apparecchi di illuminazione per interni ed esterni, e uno dei più noti marchi di giochi educativi in Italia, la Clementoni. In più non mancano le botteghe artigiane specializzatesi negli anni soprattutto nella produzione di pipe e di oggetti di corno.

Tra gli eventi più seguiti di Recanati, oltre a quelli legati a Leopardi, ci sono Amantica, nel quartiere di Castelnuovo, dedicato alla musica tradizioonale e all'organetto, Botteghe Aperte, che si svolge nella zona artigianale ex Eko, con dimostrazione di prodotti artigianali del territorio; Lunaria, i concerti che si tengono ogni giovedì di luglio nella bella cornice di Piazza Leopardi; l'importante festival di musica elettronica EMF Recanati (Electronic Music Festival Recanati), anch'esso ospitato da Piazza Leopardi, con partecipazione di gruppi da tutte le Marche. Per quanto riguarda invece le feste religiose sono da ricordare la tipica processione del Venerdì Santo, con i caratteristici "sacconi", e la festa del patrono della città, San Vito, il 15 giugno.

I piatti tipici di Recanati sono i piccicasanti, minestra il cui nome deriva dalla colla con cui il calendario di Sant'Antonio nei tempi antichi veniva appiccato alla porta della stalla, le pagnottelle di Sant'Antonio, gli gnocchi di patate con il sugo di papera, il coniglio in potacchio, le cucciole, i frascarelli, gli insaccati come le salsicce e il ciauscolo. Per i dolci, la fanno da padrone le frappe, la pizza di formaggio, la pizza dolce, gli scroccafusi, il ciambellone, le fave dei morti. In zona viene prodotto anche olio extravergine d'oliva. A Porto Recanati, invece, si può gustare una più tipica cucina di mare, che si esprime soprattutto bel brodetto e nella coda di rospo cucinata in brodetto, piatto povero dei pescatori utilizzato fino a non pochi anni fa per consumare il pescato non venduto, da condire con un po' d'olio e di acqua di mare. Il potacchio, invece, è la tipica brasatura marchigiana per la quale si fa cuocere il cibo con una salsa di vino bianco, aglio, olio di oliva e in alcuni casi anche pomodoro. Da ricordare nche il pane nuciato e le beccute preparate con gli avanzi della polenta.

Tra le persone che legano il loro nome a Recanati, oltre al poeta Giacomo Leopardi ovviamente, c'è perfino uno dei più famosi calciatori di tutti i tempi, Leo Messi: il suo trisavolo Angelo Messi, infatti, era emigrato da Recanati fino a Rosario, in Argentina, verso la fine del diciannovesimo secolo. Anche l'ex pugile Luca Messi, suo lontano parente, è di origine recanatese.

Prefisso:
071
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
recanatesi
Patrono:
San Flaviano
Giorno Festivo:
15 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

23
Buona
11
Ottimo
6
Media

Chi c'è stato

Tutti
19
Coppie
3
Turisti maturi
2
Famiglie
1

Indicatori

Sicurezza
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Attrattive
Alloggio
Servizi ai turisti
attività
shopping
convenienza
Intrattenimento
Trasporti
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Recanati

Conosci Recanati? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Due sono le piazze principali della cittadina: Piazza Leopardi, e Piazza del Sabato del Villaggio. Piazza Leopardi, di origine ottocentesca, ospita il Palazzo comunale, un edificio classicheggiante, che è stato inaugurato, nello stesso anno, in cui è stata dedicata una... vedi tutto statua a Giacomo Leopardi, si sta parlando degli ultimi anni del XIX secolo. Nel Municipio civico, troviamo il Museo Beniamino Gigli, che espone fotografie, oggetti personali dell’artista, attestati e costumi di scena di alcune opere del cantante lirico. Sempre nella stessa piazza, troviamo, in una parte isolata, la torre del Borgo, che è l’unico resto che ci rimane del Palazzo comunale vecchio. Sulla strada della piazza, vi si affaccia la chiesa di San Domenico, che originariamente era stata costruita in stile romanico, ma fu ricostruita in seguito, nel periodo quattrocentesco. Stupendo è il portale, fatto costruire su disegno di Giuliano da Miano nella seconda metà del XV secolo; l’interno è stato decorato con più stili, perché rifatto più volte lungo il corso dei secoli. La Pinacoteca comunale è stata fondata alla fine del XIX secolo, e la sua sede, si trova nella villa Colloredo Mels. Ha un’esposizione di opere molto pregiate, tra cui spicca il polittico di Pietro da Montepulciano, e un bassorilievo ligneo, che dovrebbe risalire alla seconda metà del XIV secolo, ma l’opera più importante, è la collezione di dipinti di Lorenzo Lotto, tra cui: il polittico della Madonna col Bambino e Santi, la tavola ispirata dallo stile di Raffaello San Giacomo Pellegrino e Annunciazione, tela dipinta nelle prima metà del XVI secolo. La villa ospita anche un altro museo: il Museo archeologico, che espone interessanti raccolte. Proseguendo per via Cavour e via Calcagni, si raggiunge Palazzo Roberti. Costruito in stile barocco su disegno di Ferdinando Bibiena. Oltre a questo palazzo vi è la famosa chiesa di Sant’Agostino. La chiesa fu edificata, insieme al convento nel XIII secolo, e fu ricostruita ne secolo successivo. Giuliano da Maiano, ha costruito il portale in pietra d’Istria, mentre il campanile della chiesa è quello ricordato da Leopardi nel “Passero Solitario”. Proseguendo per via Roma, troviamo un’altra chiesa, Chiesa San Vito, che è originaria del XI secolo, ma è stata più volte ricostruita, causa, numerosi terremoti; nell’oratorio annesso alla chiesa, c’è la Presentazione al tempio del Pomarancio. L’altra piazza importante, è Piazza Sabato del Villaggio. Ci si può arrivare, proseguendo per via Roma, andando per le vie Antici e Leopardi. Proprio in questa piazza, troviamo tutti i ricordi di Leopardi. Sulla piazza vi si affaccia il dominante Palazzo Leopardi, che è la casa natale dello scrittore, dove all’interno, vi è custodita la Biblioteca che raccoglie antichi volumi, testi rari, e sono esposti oggetti appartenuti al poeta con manoscritti dell’età giovanile. Sempre sulla piazza, vi si affaccia la Casa di Silvia, che era la figlia del cocchiere di casa Leopardi, e la chiesa di Santa Maria di Monte Morello, chiesa dove Il poeta venne battezzato.
GABRIELLA
Voto complessivo 7
Guida generale : Ho un piccolo appartamento nella vicina portorecanati per cui mi sento a casa a Recanati e nonostante siano oramai tanti anni che la conosco mi piace sempre molto farci una capatina in tutte le stagioni.Da non perdere la visita alla... vedi tutto casa di Giacomo Leopardi con la magnifica scala d'entrata e i saloni dove il poeta ha vissuto e sopratutto ha studiato. Ho appena letto su una rivista che i discendenti del poeta hanno intenzione di intraprendere un lavoro di valorizzazione a più ampio raggio della casa stessa e dei locali visitabili oltre ad un'azione di sponsorizzazione turistica maggiore che valorizzi maggiormente tutti i gioielli di questo ridente borgo, tipo il colle dell'infinito, la chiesetta di Silvia , il balconcino da cui si ammira tutto il paesaggio. etc.etc. DA NON PERDERE.
Da non perdere Casa Leopardi Srl , Colle dell'Infinito , Villaggio Le Mimose , Casa Leopardi Srl
Edlit
Voto complessivo 9
Guida generale : Dolce e discreta. Le sue colline, i suoi colori, sono un richiamo per l'anima,che ne respira tutta l'essenza di quel romanticism, che tanto ispirò Leopardi. Gli alberghi sono belli ed accoglienti, i ristoranti all'altezza delle aspettative, senza contare, che a... vedi tutto pochissimi chilometri, ci sono delle spiagge bellissime, dalle quali si vede il monte Conero in tutta la sua bellezza.
Da non perdere Teatro Persiani , Casa Leopardi Srl , Casa Leopardi Srl
unknown
Voto complessivo 7
Guida generale : Recanati, Ah la grande e piccola Recanati"natio borgo selvaggio, intra una gentezotica, vil; cui nomi strani, e spessoargomento di riso e di trastullo,son dottrina e saper; che m'odia e fugge"scusate questo excursus su le ricordanze.Città tutta da visitare, ma non... vedi tutto mancate il Palazzo Leopardi. Chiedete come guida FRANCESCO un eccezionale erudito giovane che vi farà veramente vivere ai tempi del Grandissimo Giacomo.
VALENTINA GALLO
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : RECANATI E' TUTTA INTRISA DI POESIA. QUELLA POESIA CHE ABBIAMO IMPARATO A SCUOLA E CHE FINALMENTE POSSIAMO TOCCARE CON MANO, VEDERNE I COLORI E SENTIRNE I PROFUMI. CI SI SENTE TRASPORTATI NEL TEMPO IN CUI HA VISSUTO IL POETA E... vedi tutto LE SUE DESCRIZIONI E LE SUE EMOZIONI CI COMMUOVONO. E L'ERMO COLLE DIVENTA ANCHE IL NOSTRO LUOGO, UN LUOGO DOVE ABBIAMO LASCIATO IL CUORE
Franco Calvari Tirapani
Livello 19     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Recanati citta' molto bella da vedere e da visitare la casa e la biblioteca di Giacomo Leopardi, la casa e il museo dedicato al cantante lirico beniamino gigli, la piazza dedicata a giacomo leopardi, il colle dell'infinito, la chiesa del... vedi tutto duomo e la vicinanza con le spiaggie di porto recanati distanti solo 15 km e le famose spiaggie del monte conero, tra cui la famosa spiaggia delle due sorelle situata tra sirolo e portonovo di ancona
Da non perdere Casa Leopardi Srl , Casa Leopardi Srl , Colle dell'Infinito , Casa Leopardi Srl , Casa Leopardi Srl
Bellucci Giampiero
Voto complessivo 10
Guida generale : Un'occasione da non perdere, in relazione alla storia ed alla cultura. (Ricordi leopardiani). Gli amanti della letteratura italiana (in particolare i cultori di Leopardi), troveranno in Recanati l'atmosfera ed i luoghi in cui immergersi per rivivere i sentimenti del Poeta.
angelo
Voto complessivo 7
Guida generale : Il centro storico molto bello!!A chi piace la letteratura italiana è un luogo da non perdere per la vita del Leopardi!!!Vista dall'alto c'è un belvedere che si vede fino al mare!!!Anche qui è meglio scegliere periodi fuori stagione per visitarla!!L'accessibilità... vedi tutto alle strutture e l'accoglienza sarebbe un po' da migliorare però siamo in Italia!!!!!
Da non perdere Leopardi - Casa Leopardi Casa Leopardi Srl , Colle dell'Infinito , Itinerari consigliati
margherita alessandri
Voto complessivo 9
Guida generale : Bella cittadina, ci riporta indietro nel tempo. Bello il museo, la biblioteca ,la casa di Leopardi,la piazzetta del sabato nel villaggio, il colle d ' infinito.panorama bellissimo , come i dintorni, tutto da visitare. La citta' di Loreto con La... vedi tutto santa casa, Castelfidardo dove costruiscono le fisarmoniche e da vedere anche il monte Conero.
attila asdrubale
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Il massimo per una coppia. Molto romantico, sopratutto se si riesce a trovare un hotel con vista sulle colline. Io personalmente ho usufruito di uno smart box a Recanati e l'albergo era splendido con una vista imperdibile. Inoltre il paesino... vedi tutto offre molte possibilità di intrattenimento per una coppia. Da non perdere.
Da non perdere Casa Leopardi Srl , Panorami , Colle dell'Infinito , Casa Leopardi Srl
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Recanati

DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Recanati

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Sole e Mare
Studenti
Mete romantiche
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Verde e natura
Pellegrinaggi
Montagna
Giovani e single
Avventura
Cicloturismo
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Recanati

Sereno
24 °
Min 1206° Max 2487°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0