×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Macerata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Macerata

Superfice:
92 km2
Altitudine:
315 m
Abitanti:
41489 [2013-12-31]
Introduzione

Macerata è un capoluogo di provincia situato nella regione Marche. La ridente cittadina di Macerata è situata su un colle; la costa adriatica dista dalla città di Macerata circa una trentina di chilometri, mentre dalla catena montuosa degli Appennini 60 km. Nella città di Macerata inoltre scorrono due fiumi principali il Potenza situato a nord ed il Chieti a sud della città. La provincia di Macerata confina ad ovest con la regione umbria, a nord con i territori di Ancona e con Ascoli Piceno e Fermo a sud. Il territorio della provincia di Macerata è prevalentemente collinare anche se è presente la parte montuosa costituita dall appennino.

Le prime comunità che si stabilirono in questi territori intorno al terzo secolo a.C. furono i Romani dove ancora la testimonianza della presenza di un teatro di moderate dimensioni ci da l'idea una piccola cittadina anche in età antica. Fu nel periodo medievale che Macerata si sviluppò diventando una città molto popolosa: nel XIII secolo questa città vide l’emigrazione forzata della popolazione dei comuni vicini dopo l'assoggettamento al suo potere dei castelli vicini. Così, sviluppata all’interno delle sue solide mura, la città riuscì a dare un rilancio alla propria economia: si svilupparono commerci e mercati interni, dazi e dogane che favorirono il benestare di tutta la popolazione.

Nel XIV secolo, con la crisi dei comuni e il potenziamento dei nuovi poteri signorili che presero piede tutte le marche, Macerata diventò di fazione guelfa e governata dai Mulucci fino alla metà del secolo, spalleggiati dal potere del papato. Nel XIII secolo, dopo un periodo in mano alla famiglia degli Sforza, il potere rimbalzò nuovamente allo Stato della Chiesa e, solo dopo trasformazioni profonde della città, essa ricevette un nuovo assetto che la portarono da centro agricolo a centro politico e burocratico dell'intera regione, con conseguente trasferimento di impiegati, notai, magistrati e maestranze lombarde a cui fu incaricato il progetto di ridisegnare la linea difensiva delle mura cittadine, costruendo nuovi torrioni a difesa che adesso appariva più imponente che mai.

Il momento di massimo splendore per la città di Macerata fu il periodo rinascimentale, quando il potere politico del comune raggiunse il più alto livello storico, fatto testimoniato proprio dall'istituzione della prima università della città voluta dal papa.

Dal XVII secolo in poi, la città di Macerata conobbe un periodo di declino, dovuto alla crisi del commercio e alle incursioni straniere. Nell'Ottocento, dopo le incursioni francesi di Napoleone Bonaparte e i vari sconquassi organizzativi, il potere venne ripreso ancora una volta dal governo pontificio con la conseguente repressione di proteste e moti repubblicani, e i diritti civili poterono iniziare solo dopo la nascita del nuovo stato italiano.

L'economia di Macerata è legata alla presenza di un vasto polo industriale che vanta esportazioni in Italia e all’estero: sono presenti marchi italiani di prestigio dell'abbigliamento, come la nota marca di scarpe Valleverde, e non mancano le industrie agroalimentari e quelle tessili che si distinguono nella lavorazione di tappeti pregiati. L’artigianato vanta un’antica tradizione nella costruzione di strumenti musicali, la presenza di botteghe di oreficeria, di ceramica e di prodotti lavorati in vimini. Insomma, tutti questi prodotti di grande tradizione e maestria fanno parte integrante della visita turistica della città di Macerata. Il settore del turismo gode anche di ottima salute, e la presenza di un’università tra le più antiche e importanti del nostro paese è sicuramente un incentivo all’implementazione dei servizi del terziario.

La città di Macerata offre notevoli spunti per il tempo libero diretti a un pubblico di ogni età che ha voglia di avvicinarsi a questa città: dai percorsi di trekking che vengono organizzate tra i parchi alle giornate di tiro con l'arco e passeggiate con l'asino, oltre a vari tour dell'alta valle di Potenza e ai "mercatini delle occasioni" che si tengono i primi d'agosto. La stagione lirica è sempre ricca di opere di alto spessore come il Barbiere di Siviglia, La Traviata, l’Aida e la Carmen: un vero toccasana per gli amanti della musica colta.

Per i buongustai, all'interno della rassegna gastronomica intitolata "momenti del gusto" i primi di agosto ci si può tuffare in un tour dal gusto peschereccio con la Sagra delle vongole. Chi invece vuole coniugare l'amore per l'esaltazione del palato in un affascinante contesto architettonico quale il Castello Pallotta si svolge la giornata al castello: non mancheranno le rievocazioni storiche delle battaglie, gli antichi mestieri, l’artigianato e le performance degli sbandieratori e tamburellisti alla corte di Caldarola.

Per chi vuole tuffarsi nella natura, non mancano escursioni alle gole dei Sibillini, fino alle "piramidi" delle Lame Rosse, all'interno del contesto del Parco Nazionale dei Monti Sibillini che si svolge la domenica di fine luglio, tramite l'organizzazione tramite guide esperte di "Quattropassi".

La cucina della città di Macerata si regge sul suo piatto fondamentale: i vincisgrassi. Piatto ricco e tipico della regione Marche, simile alla lasagna poiché si prepara alternando delle mattonelle di pasta fresca all’uovo a strati di ragù e animelle di pollo. Tipiche di Macerata, le tagliatelle e gli gnocchi conditi tipicamente con sugo di anatra. Tra i piatti tipici non è raro trovare la polenta condita con ortaggi freschi e sughi a base di cacciagione, oppure nella variante dolce durante gli eventi festivi. Il tutto potrà essere accompagnato da del buon vino dei colli maceratesi doc.

Macerata è una città ricca di storia e arte adatta alla tranquilla passeggiata domenicale di una famiglia con bambini al seguito. E’ un luogo ideale per rilassarsi masticando cultura e ottimi piatti locali.

Prefisso:
0733
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
maceratesi
Patrono:
San Giuliano l'ospitaliere
Giorno Festivo:
31 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

10
Buona
9
Media
4
Ottimo

Chi c'è stato

Tutti
8
Turisti maturi
5
Coppie
4
Famiglie
3
Giovani e single
1

Indicatori

Sicurezza
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
shopping
Alloggio
Trasporti
Intrattenimento
convenienza
Attrattive
attività
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156263
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Macerata

Conosci Macerata? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : I monumenti principali di Macerata sono situati nella centralissima piazza della Libertà: qui infatti possiamo ammirare lo splendido Palazzo del Comune e la rinascimentale Loggia dei Mercanti, costruita nel 1505 per ospitare il mercato della città. La piazza è chiusa... vedi tutto dall’elegante Palazzo della Prefettura, edificato nel ‘500 per ospitare i legati pontifici. Sempre in Piazza della Libertà sorgono la Torre dell’Orologio (1485) ed il teatro Lauro Rossi, costruito nel 1767 su disegno di Antonio Bibiena. Poco distante dalla piazza sorge uno degli edifici più conosciuti dell’intera città, il cosiddetto Sferisterio, un’arena (terminata nel 1829) che ospitava il gioco del pallone al bracciale ed in seguito spettacolo di lirica e rappresentazioni teatrali. Tra gli edifici religiosi vanno citati il settecentesco Duomo ed il Santuario della Madonna della Misericordia, edificato nella seconda metà del ‘700 sul luogo dove anticamente sorgeva una cappella votiva del ‘400. l’interno del Santuario è ricco di stucchi e di marmi pregiati, nonché di eleganti ferri battuti. Il progetto è del celebre architetto Luigi Vanvitelli (Reggia di Caserta).
Raffaella
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : E' una bellissima città medievale, un po' fredda d'inverno, è signorile, curata, pulita, una bomboniera. Il centro storico è da visitare, incantevoli i suoi vicoletti, le stradine. Da visitare assolutamente la Basilica della Madonna della Misericordia, vicino al Duomo, il... vedi tutto museo delle carrozze, la torre civica, lo Sferisterio, il teatro Lauro Rossi e nelle vicinanza, a Caldarola, il castello, sempre nelle vicinanze a Urbisaglia è da visitare l'Abbadia di Fiastra. I risoranti del centro sono un po' costosi, ma c'è ampia scelta..ricordate di assaggiare i vincisgrassi, il ciauscolo, i cremini. Il mare è poco distante e anche la montagna. Un esempio di località marine? Civitanova Marche, Porto Potenza Picena, Porto Recanati e il Conero con Numana, Sirolo. Circa la montagna c'è Sarnano, Bolognola, Ussita, Frontignano... Per non parlare delle numerose fabbriche di scarpe, ovviamente per chi ama lo shopping di marca. Insomma, viva Macerata, una città bellissima!
Da non perdere abbazia di chiaravalle di fiastra , Arena Sferisterio
moira
Voto complessivo 8
Guida generale : Una delle ultime città a misura d'uomo non caotica, molto vivibile, ancora abbastanza sicura, diverse attrattive turistiche e posizionata in una zona ideale a due passi dal mare e dalla montagna. Campagna circostante non molto conosciuta ma molto caratteristica con... vedi tutto luoghi ancora da scoprire e posti ameni ricchi di prodotti agricoli caseari e vinicoli di tutto rispetto.
Da non perdere palazzo Bonaccorsi , Arena Sferisterio
sauro buongarzone
Voto complessivo 8
Guida generale : Macerata è una città eccezionale per le attrattive di natura culturale.Non per niente è chiamata l'Atene delle Marche. Il 21 marzo scorso è stato inaugurato il palazzo Buonaccorsi dopo un accurato restauro ed il suo piano nobile,con la meravigliosa sala... vedi tutto dell'Eneide ospita finalmente la Pinacoteca antica di Macerata.L'anno prossimo al III piano dello stesso palazzo verrà inaugurata la pinacoteca moderna.Al pianterreno esiste già da due anni il museo della carrozza. Altro Palazzo motevole per la sua raccolta di opere moderne è il Palazzo Ricci della Fondazione Cassa di risparmio delle marche con opere dei maggiori pittori e scultori del 900 italiano. L'anno scorso è stata riaperta,dopo il terremoto del 97, la Chiesa di San Filippo (meravigliosa) ed infine:la stagione lirica dello Sferisterio che quest'anno festeggerà i 50 anni di attività.
clara massi
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Macerata è certamente una delle località delle Marche la cui visita affascina, con particolare riferimento al suo centro storico, molto ben conservato e che nel suo insieme si presenta in modo molto gradevole ancora racchiuso nelle mura medievali, altrettanto ben... vedi tutto conservate. Un centro storico che ripropone il caratteristico assetto urbanistico medievale, con edifici religiosi, pubblici e privati, restaurati o ristrutturati in modo molto garbato da non disturbare il colpo d'occhio d'insieme. Un centro storico non molto vasto, che si può visitare tranquillamente a piedi e che in poco spazio raggruppa un incredibile numero di pregevoli siti storici e artistici
Da non perdere Palazzi Storici e Chiese
marzia nogherotto
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Da solo, Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Città storica fondata nel 1290, offre spunti culturali,occasioni folkloristiche tradizionali nonchè mete paesagistiche di notevole bellezza.Il centro storico è costruito su un rilievo collinare. Nella città è presente una delle università più antiche del mondo, il monumento dello sferisterio che... vedi tutto può contenere fino a 7000 spettatori usato anche per spettacoli lirici data la perfetta acustica presente. Non è poi così lontana dalle località del mare in particolare dal promontorio del Conero!!! Nè dalle località dell'entroterra dei monti sibillini
Da non perdere Palazzi Storici e Chiese
bruna passerini
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Sferisterio, Palazzo Bonaccorsi e Museo della Carrozza, Palazzo Ricci. Controllare prima gli orari di apertura e parcheggiare presso ParkSì Giardini Diaz con accesso al centro storico con ascensore. Periodo consigliato: primavera e dal 31 agosto (festa del patrono) ad autunno... vedi tutto inoltrato.
Da non perdere palazzo Ricci , Sferisterio
manuela fioirini
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : È una piacevole cittadina sicuramente da visitare con i suoi storici palazzi e chiese; e che dire dello Sferistereo, un gioiellino nel centro della città. E' perfetta anche come punto di partenza per visitare i molti paesini che la circondano... vedi tutto dai monti alla costa...
Da non perdere abbazia di chiaravalle di fiastra , Arena Sferisterio
Patrizia Adele Giri GIRI
Livello 20     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : Macerata è una città ricca di palazzi storici, come il bellissimo teatro sito nel centro storico e l'arena Sferisterio dove in estate si svolgono importanti rappresentazioni liriche, concerti e il Music Cultura Festival, nel mese di giugno.
Da non perdere Teatro Lauro Rossi , Arena Sferisterio , Palazzi Storici e Chiese , Teatro Lauro Rossi
Ezio Marcantonelli
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 7
Guida generale : Amena città posta sopra un colle, offre un panorama che spazia dai Sibillini al mare, il centro storico costruito tutto in cotto ci inserisce in un ambiente piacevole ed accogliente, si trovano chiese e monumenti interessanti, sicuramente da visitare.
Da non perdere palazzo Bonaccorsi
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Macerata

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Montagna
Studenti
Verde e natura
Sole e Mare
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Pellegrinaggi
Shopping
Giovani e single
Cicloturismo
Sport
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0