×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020008
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Palestrina: guida completa e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0010008
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Palestrina è un piccolo comune che si trova all’interno dl’area metropolitana di Roma, capitale del Belpaese. Si trova ubicata, più precisamente, lungo la via Prenestina, a cui deve l’antico nome "Præneste". Di antichissime origini, questa interessante cittadina si trova in una zona particolarmente bella da visitare, in particolare durante il periodo primaverile.

Sorge sulle pendici del Monte Ginestro, uno dei monti Prenestini, tra i fiumi Sacco e Aniene. Territorio omogeneo e di tipo montuoso, è qui che venne fatta sorgere l’antica cittadina latina di Praeneste, famosa anticamnee per il Santuario della Fortuna Primigenia dedicato alla dea Fortuna Primigenia. Si ritiene, dopo studi recenti, che la città venne costruita su un precedente accampamento dell’età del bronzo.

I primi reperti archeologici di epoca òatina risalgono all'inizio dell'VIII secolo a.C., alla vigilia dell'incredibile fioritura che investì la città in età orientalizzanti. Sappiamo, però, che numerose sono le leggende circa la sua fondazione. Alcuni sostengono che sia stata edificata da Telegono, figlio di Ulisse e di Circe, altri dall'eroe Prainestos, figlio del re Latino. Secondo altri ancora, la sua antichissima origine è legata alla figura del dio Vulcano. Quale sia la leggenda esatta non è mai stato chiaro, quello che è certo è che venne conquistata da Roma e facente parte, in un secondo momento, della Lega Latina, dopo una lunga battaglia per il territorio.

Questa zona è molto interessante, in particolare per gli amanti dell’archeologia e della storia romana. Sono molte le escursioni che si possono compiere in questa zona. Nelle vicinanze si possono vedere il complesso monumentale Villa di Adriano, il Foro civile di Preneste, un’area sacra, e, infine, il famoso santuario oracolare della Fortuna Primigenia, una grandiosa realizzazione architettonica edificata intorno al II secolo; si tratta di un santuario dalla tipica architettura ellenistica.

Per chi ama la cucina tipica, Palestrina è famosa per due particolari enogastronomici, il giglietto, un biscotto a forma di giglio importati dalla Francia dalla famiglia Barberini, e in onore dei quali si tiene anche un'importante sagra, e gli gnocchetti a cova de soreca, in dialetto si tradurrebbe come "gnocchetti a coda di topo", si preparano con pochi ingredienti più farina e di solito vengono serviti con verdure.

Tra le attività economiche più comuni ci sono quelle artigianali, come la lavorazione del rame, e l'arte del ricamo, anticamente in città era anche presente una prestigiosa scuola di ricamo. Nel campo del cucito esiste anche un ricamo noto come "punto palestrina".

Molti sono gli eventi che si tengono in questa incantevole cittadina, a partire dalla famosa Sagra del giglietto e ghiottonerie dei Monti Prenestini, che dal 2015 si chiama Festival del Giglietto e ghiottonerie dei Monti Prenestini e si tiene nel primo weekend di agosto. Molto interessante è anche la Festa patronale in onore di sant'Agapito che si tiene il 18 agosto con tanto di palio cittadino. Interessante l’infiorata e la processione del Corpus Domini, durante la quale una folta fiumana di gente percorre le strade del centro storico e dell'antico borgo.

Lo stemma della città di Palestrina è rappresentato da uno scudo con fondo metà verde e metà arancione. All'interno dello stemma sono presenti tre corone, una di alloro, una di quercia e una di ulivo. Lo scudo è sormontato da una corona dorata sulla cui fascia sono presenti cinque gemme di colore verde, rosso, azzurro, rosso e verde, alternate a quattro perle. La città di Palestrina fa anche parte della Comunità montana Castelli Romani e Prenestini.

Prefisso:
06
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
palestrinesi o prenestini
Patrono:
Sant'Agapito martire
Giorno Festivo:
18 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0010009

Valutazione generale

6
Media
4
Ottimo

Chi c'è stato

Tutti
3
Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Sicurezza
Accessibilità
shopping
Attrattive
mangiare e bere
Accoglienza
convenienza
Intrattenimento
Trasporti
Alloggio
Servizi ai turisti
attività
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Palestrina

Conosci Palestrina? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Palestrina offre al visitatore numerose attrattive dal punto di vista storico e artistico. Tra i monumenti da non perdere c'è sicuramente il Santuario della Fortuna Primigenia, risalente al II sec. d.C.. Nel corso dei secoli l'intero complesso è stato più... vedi tutto volte rimaneggiato: sul portico dell'emiciclo oggi troviamo un palazzo edificato dai Colonna nel corso del '500. Questo palazzo venne modificato ulteriormente con l'avvento dei Barberini , che ne fecero la loro residenza privata. Il Santuario ospita il prestigioso Museo Nazionale Archeologico Prenestino, dove oggi è possibile ammirare numerosi reperti di età imperiale provenienti dall'area archeologica di Palestrina, e dalla necropoli dell'antica Praeneste, raffiguranti il culto della dea Fortuna. Nel museo si trovano anche terrecotte e sculture di età Imperiale. Assolutamente da non perdere il mosaico Nilotico, che si trova al terzo piano del Palazzo, risale al II sec. a.C. ed è il più grande mosaico di epoca ellenistica mai scoperto. A Palestrina si possono visitare la Chiesa di Santa Rosalia, che risulta essere incorporata al palazzo Barberini. Al suo interno possiamo ammirare la fastosa decorazione in marmi policromi, di età barocca. Notevole è la cattedrale di Sant'Agapito che è stata ricostruita su un tempio romano del IV sec. a.C. Ricordiamo inoltre il complesso termale della Fonte Ceciliana, e la casa natale di Giovanni Pierluigi da Palestrina.
Gianmarco M
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 2
Guida generale : Paese delizioso, collocato in collina, a pochissimi km da Roma. Mix perfetto tra storia, divertimento e vivibilità. Facilmente raggiungibile tramite auto, bus, treno. Il centro storico è, forse, unico nel suo genere, è costruito sopra e intorno il famoso Tempio... vedi tutto della Dea Fortuna Primigenia (II sec a.C.). Da visitare il Museo Archeologico Nazionale, all'interno di Palazzo Barberini (sulla sommità del Tempio) dove è conservato il Mosaico del Nilo e il Mosaico dei Pesci (periodo ellenistico, I-II sec a.C.). Imperdibile anche il Museo diocesano: in cui è esposta la “Decapitazione di Sant'Agapito” di Caravaggio; e la Cattedrale costruita sulle rovine di un antico tempio Romano del IV sec. d.C. Passeggiando per le strade di Palestrina si può visitare la casa natale dell’inventore della musica polifonica (Giovanni Pierluigi da Palestrina). Il Convento di San Francesco e la Chiesa di Santa Rosalia (con sculture barocche) all’interno di Palazzo Barberini, completano il quadro artistico di questa cittadina. Palestrina ha ospitato e inspirato il premio Nobel Tedesco per la Letteratura Thomas Mann. Luogo ricco di locali tradizionali e moderni. Sono da assaggiare gli Gnocchetti a co’ de soreca e il dolce tipico: il Giglietto. Numerosi ed economici sono i tour organizzati o le escursioni naturalistiche di collina o di montagna sui seintieri del CAI. Cosa manca? Il mare e la Pietà di Palestrina (opera di Michelangelo) custodita dal 1939 a Firenze.
paolo di paola
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : E' una cittadina straordinariamente ricca di preesistenze archeologiche e architettoniche che lascia senza fiato per il panorama (anche se nuovi interventi edilizi nella zona più bassa ne hanno alterato l'immagine) adagiata sulle fianco del Monte Ginestro. La posizione strategica, di... vedi tutto passaggio obbligato per l'imbocco nella Valle del Sacco, l'ha resa un importante centro commerciale e di sosta, anche per la presenza del Tempio della Dea Fortuna, risalente all'VIII sec. a.C., lungo la direttrice di collegamento tra il sud e il nord della penisola italiana. Conquista per il clima mite e asciutto e per la sua storia, fatta di tradizioni popolari, dalla vita delle famiglie nobiliari come i Colonna e i Barberini e dagli illustri cittadini come Pierluigi da Palestrina, Principe della musica polifonica. Non manca la buona cucina, di cui "i gnocchetti a co' de soreca" (pasta acqua e farina tirata a mano) e il Giglietto (un dolce a forma di giglio) costituiscono specialità d'eccellenza.
Da non perdere Cattedrale di Sant'Agapito , Casa di Giovanni Pierluigi da Palestrina , Museo Archeologico di Palazzo Barberini
emanuela croppi
Livello 21     3 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 7
Guida generale : Ha uno splendido tempio dedicato alla dea Fortuna del periodo sillano, ma si possono trovare resti fin dal IIV a.C. fino ai resti di una villa adrianea. E' il luogo di nascita di Giovanni Pierluigi "principe della musica polifonica" ed... vedi tutto è abbastanza facile trovare manifestazioni con cori di fama mondiale, vi sono sono molti b&b ed è collegata benissimo con Roma dalla quale dista Km 40. Per mangiare non ci sono problemi, dai ristorantini ricercati alle pizzerie fino ad arrivare ai locali caratteristici.
Jennifer Vieley
Livello 45     3 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Ci sono visite guidate economiche ma molto interessanti e coinvolgenti che partono dal bookshop sotto il museo archeologico nazionale (un'altro posto da vedere!!) e possono essere di natura archeologica, storica, religiosa... Dal bookshop in sù, per chi ama scoprire il... vedi tutto quartiere vecchio degli Scacciati, c'è un panorama mozzafiato, ci sono angoli caratteristici, un paesaggio bello e pulito con sentieri, fiori e tante possibilità di fare fotografia.
Jennifer Vieley
Livello 45     3 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Guida generale : Palestrina ha tantissime cose da scoprire come il museo archeologico nazionale, l'archivio musicale e la casa natale di Giovanni Pierluigi da Palestrina, il museo diocesano, il museo del presepe, le varie chiese, i conventi, l'antro delle sorti, l'enorme e antico... vedi tutto tempio pagano dedicato alla dea fortuna, i vicoli storici... Poi ci sono diversi eventi tutto l'anno, dalle sagre ai film festival, dai concerti agli spettacoli teatrali, dalle feste di paese al Palio di Sant'Agapito, dalle giornata del benessere alle ciclopasseggiate, dai raduni di moto d'epoca alle escursioni nei Monti Prenestini...
Voto complessivo 9
Guida generale : Tempio della Dea Fortuna Primigenia e museo archeologico. Città fondata prima di Roma e avversaria dei romani, ospitò un grandioso tempio costruito nel 2° secolo prima di Cristo, uno dei più importanti dell'antichità. I ritrovamenti archeologici sono innumerevoli e di... vedi tutto straordinaria importanza per comprendere i flussi dei popoli ed i commerci dell'epoca.
Francesca Pinci
Livello 15     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 6
Guida generale : Museo Archeologico Nazionale della Fortuna Primigenia,il Museo Diocesano, il centro storico e le mura,l' antro delle Sorti, la villa di Adriano,il percorso che porta verso Castel San Pietro Romano
emanuela croppi
Livello 21     3 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 10
Guida generale : Palestrina ha un "unicum" nel suo tempio della dea fortuna che disgraziatamente non è molto conosciuto dovrebbe diventare invece una rivala di tivoli oltre al tempio ci sono molte altre cose interessantissime ma poco valorizzate
Emanuele
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Città d'arte con musei e chiese pinacoteche ricca di storia resti di monumenti importanti e protagonisti della musica.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0010013
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Palestrina

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Studenti
Verde e natura
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Sport
Montagna
Pellegrinaggi
Giovani e single
Avventura
Cicloturismo
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Palestrina

Pioggia debole
26 °
Min 1623° Max 2717°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008