×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Palazzolo Acreide  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Palazzolo Acreide

Superfice:
87 km2
Altitudine:
670 m
Abitanti:
9047 [2012-10-31]
Introduzione

Palazzolo Acreide si trova in una delle zone più belle e conosciute della Sicilia, la Val di Noto, celebre scrigno che contiene alcuni dei più splendidi capolavori del barocco italiano. Situato sui monti Iblei, nella parte occidentale della provincia di Siracusa, da cui dista 40 km, vicino al fiume Anapo e alla necropoli rupestre di Pantalica, Palazzolo Acreide è a circa 670 metri sul livello del mare, a poca distanza da centri come Noto e Buscemi.

Non si può parlare di Palazzolo Acreide senza prima parlare di Akrai, colonia siracusana che venne fondata dagli abitanti di Siracusa circa una settantina d’anni dopo la fondazione della città madre. Ancora oggi è possibile ammirare il piccolo ma splendido teatro greco, nonché gli edifici adiacenti dell’area archeologica dell’agorà, con strade ancora intatte. Il pioniere delle scoperte in termini archeologici fu il Barone Gabriele Judica di Bauly, la cui straordinaria collezione – con più di 2.000 pezzi – può essere ammirata presso l’omonimo Museo Archeologico a Palazzo Cappelletti. Dopo essere stata greca, Palazzolo Acreide fu prima romana e poi, insieme al resto della Sicilia, attraversò le varie epoche di dominio: arabe, normanne, angioine e aragonesi. In particolare, le truppe islamiche, che stavano per attaccare Siracusa, distrussero la città nell’827.

Nei secoli successivi si formò il centro medievale, con il Castello, ma il secolo più difficile fu sicuramente il Seicento, quando carestie ed epidemie fecero crescere la mortalità a dismisura. L’anno cruciale nella storia di Palazzolo Acreide, come tutta la Val di Noto, fu però il 1693: ci fu infatti il terribile terremoto che distrusse quasi tutta la zona, facendo contare 700 morti solo a Palazzolo, praticamente rasa al suolo, compreso il castello dei normanni. Nel diciottesimo secolo si avviò la ricostruzione, anche grazie all’aiuto delle confraternite e all’aristocrazia, che trasformò quasi in una competizione il compito di restituire Palazzolo Acreide all’antico splendore. Le Chiese di San Paolo e San Sebastiano, dichiarate patrimonio dell’UNESCO, sono il simbolo inequivocabile di questa nuova identità della città, ma sono tantissimi gli edifici che adornano come un merletto questa zona collinare dei monti Iblei.

Tra le manifestazioni più importanti di Palazzolo Acreide, il primo posto è sicuramente occupato dalla festa legata alle due chiese, con festeggiamenti in onore di San Paolo e di San Sebastiano: il primo è celebrato il 25 gennaio e il 29 giugno, il secondo il 20 gennaio e il 10 agosto. A queste straordinarie feste, che rappresentano a meraviglia la devozione popolare di questa zona della Sicilia, con una teatralità tutta da scoprire e seguitissime dalla popolazione, si aggiungono anche quella dell’Addolorata, la terza domenica di settembre, e il Venerdì Santo, e la festa di San Michele, la domenica successiva al 29 settembre e l’8 maggio.

Una calendario fitto e che fino agli anni Sessanta vedeva celebrazioni che si protraevano addirittura per una settimana, in occasione anche di importantissime fiere del bestiame centrali per tutta la Sicilia. Oggi, comunque, ognuna di queste feste prevede tre giorni di processioni ed eventi di vario tipo, con il primo giorno dedicato soprattutto a concerti, il secondo la svelata del santo e il terzo i veri festeggiamenti, con messe solenni, panegirico, uscita del santo portato a spalla e l’ultima processione serale, tra fuochi d’artificio, canti, balli e un’atmosfera di festa che unisce tutti gli abitanti.

A Palazzolo Acreide si festeggia il più antico Carnevale di Sicilia, con sagre che permettono la degustazione dei prodotti tipici della zona. Ogni anno, a maggio, si tiene un importante appuntamento culturale che perpetua l’identità magnogreca della città antica: il Festival Internazionale di Teatro Classico dei Giovani al Teatro Greco di Akrai, con studenti che arrivano da tutta Europa.

La cucina tradizionale di Palazzolo Acreide prevede l’uso di tante eccellenti materie prime del territorio ed è una vera scoperta per chi ama le tradizioni locali. Il piatto tipico più noto è probabilmente la salsiccia palazzolese, insieme alla pasta di mandorle, del resto la mandorla di Noto è una delle più note d’Italia, una vera delizia che è anche presidio Slow Food. Qui viene prodotto anche un eccellente olio d’oliva. In genere non è difficile trovare ristoranti e trattorie dove gustare l’autentica cucina dei monti Iblei, con tanti piatti a base soprattutto di carne; in stagione uno dei prodotti più apprezzati è il tartufo del luogo.

Prefisso:
0931
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
palazzolesi
Patrono:
San Paolo Apostolo
Giorno Festivo:
29 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

10
Media
4
Buona
3
Ottimo

Chi c'è stato

Tutti
6

Indicatori

Sicurezza
convenienza
mangiare e bere
Intrattenimento
Trasporti
attività
Accoglienza
Accessibilità
Attrattive
Alloggio
Servizi ai turisti
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Palazzolo Acreide

Conosci Palazzolo Acreide? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Da vedere sicuramente la zona archeologica dell'antica Akrai, costituita dal teatro, tempio di Afrodite e templi Ferali. Del periodo risalente alla sua fondazione, la cittadina conserva monumenti di notevole importanza, tra cui, nella zona degli scavi, il Teatro greco, del... vedi tutto III secolo a.C., soggetto a rimaneggiamenti in epoca romana, che ha una capienza progettata per contenere circa 600 spettatori. A ridosso del Teatro si stende il complesso delle latomie di età greca dell’Intagliata e dell’Intagliatela, le cui pareti, scolpite a rilievo, testimoniano l’adattamento ad abitazioni e sepolcreti in età cristiano - bizantina. Sopra le latomie si trovano i resti delle fondamenta del Tempio di Afrodite, risalente al VI secolo a.C. A est del Teatro si trovano i templi Ferali, una latomia le cui pareti sono ricoperte di tavolette votive dedicate al culto dei morti eroicizzati. Percorrendo un sentiero è possibile raggiungere i Santoni, 12 sculture rupestri risalenti al III secolo, dedicate alla dea Cibale. Lasciata la suggestiva zona archeologica, la visita della città è concentrata sui due assi principali, corso Vittorio Emanuele e via Carlo Alberto, caratterizzati dalla sequenza barocca di edifici, che si congiungono sulla piazza del Popolo dove si erge la mole della chiesa di San Sebastiano, con facciata a tre ordini su un’alta scalinata. Notevoli edifici religiosi conservati dalla cittadina sono la chiesa di San Paolo, risalente alla prima metà del XVIII secolo, con suggestiva facciata in stile barocco, e la chiesa dell’Annunziata, ricostruita nel Settecento con ricco portale barocco a colonne tortili. Lungo via Machiavelli si trova la casa - museo di Antonino Uccello.
orazio
Voto complessivo 7
Guida generale : Antica città di origine greca con solide tradizione culturali, folkloristico-popolari e gastronomiche, dà la possibilità di vedere contemporaneamente resti dell'antico teatro greco, resti medievali e giù fino al barocco nato dopo il terremoto che nel 1693 distrusse le città del... vedi tutto Val di Noto. Antica tradizione ha il culto dei santi con feste ricche di colori e fuochi d'artificio nonchè il pagano carnevale con sfilata di carri allegorici.Nei dintorni i Monti Iblei offrono scorci di paesaggio bellissimi con pinete fresche ed ombrose. Ottima la gastronomia con genuini prodotti del territorio.
Da non perdere Teatro Greco
aldo
Voto complessivo 9
Guida generale : Bellissimo posto! Da visitare soprattutto in estate! Tuffatevi nelle intricate stradine medievali e scopritene ogni angolo... non perdetevi un giro nelle campagne circostanti!
mario dellaquila
Voto complessivo 7
Guida generale : Belle case contadine, importantissima area archeologica, anche bei palazzi nobiliari, gente accogliente, aria pura, gastronomia eccellente, pineta ricca di flora e di fauna, tradizioni culturali molto radicate, paesaggio montano stupendo, interessanti sagre popolari, belle feste patronali e religiose, accattivante museo... vedi tutto etnografico.
VINCENZO LEONE
Livello 27     3 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Cittadina serena, accogliente, tranquilla, luogo di villeggiatura, ricca di monumenti (patrimonio dell’umanità e del barocco), con diverse manifestazioni nell'arco dell'anno, in particolare il carnevale. Paese della goduria per la varietà della cucina (circa 20 tra ristoranti, pizzerie, trattorie).
Da non perdere chiesa san paolo e san sebastianoo , teatro greco e museo contadino , villa comunale
veronica
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Santa Lucia è la Festa Sacra di Siracusa e non di Palazzolo Acreide il cui Patrono è San Paolo e viene festeggiato il 29 Giugno. Da non perdere la festività legata a San Sebastiano, protettore della cittadina, con grande festa... vedi tutto il 10 agosto. Da non perdere la visita al Teatro greco, la casa museo Antonino Uccello la Basilica di San Paolo e le numerose chiese di stile barocco. la villa omunale è un vero e proprio museo e, haimè, anche il cimitero.
Voto complessivo 6
Guida generale : Ottima periodo estivo
Voto complessivo 7
Guida generale : Località tranquilla dove si possono gustare le ricette più buone della cucina casereccia siciliana
Voto complessivo 6
Guida generale : Una cittadina molto tranquilla !
PIETRO
Voto complessivo 8
Guida generale : Paesino di montagna con aria buona e ottimo cibo, abitanti cordiali e molto disponibili.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Palazzolo Acreide

DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Palazzolo Acreide

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Sport
Verde e natura
Studenti
Montagna
Sole e Mare
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0