×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Civitella del Tronto  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156267
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Civitella del Tronto

Superfice:
77 km2
Altitudine:
589 m
Abitanti:
5235 [2014-05-31]
Introduzione

Civitella del Tronto sorge in Val Vibrata, in una posizione strategica, che aiuta a comprendere come mai venne costruita la poderosa fortezza ancora oggi incontrastato simbolo della città.

A ospitare questo centro è infatti una grande rupe rocciosa di travertino, con in cima proprio la fortezza, a circa 600 metri sul livello del mare in un area che delimita la contea ascolana e aprutina. La vista è straordinaria, e i turisti che salgono fin qui possono ammirare i monti Gemelli, i massicci del Gran Sasso, della Majella, dei Monti della Laga, oltre al monte Ascensione e l’Adriatico, nelle giornate più limpide fino a Spalato.

Esistono 31 frazioni di Civitella del Tronto
: Borrano, Carosi, Cerqueto del Tronto, Collebigliano, Collevirtù, Cornacchiano, Favale, Fucignano, Gabbiano, Le Casette, Lucignano, Mucciano, Pagliericcio, Palazzese, Piano Risteccio, Piano San Pietro, Ponzano, Ripe, Rocche, Sant'Andrea, Sant'Eurosia, Santa Croce, Santa Maria, Santa Reparata, Tavolaccio, Valle Sant'Angelo, Villa Chierico, Villa Lempa, Villa Notari, Villa Passo, Villa Selva, e inoltre le località di Acquara, Idra, Oltre Salinello, Raieto, San Cataldo e Villa Olivieri.

La storia di Civitella del Tronto è antichissima, considerando i reperti risalenti al Neolitico e al Paleolitico superiore che sono stati trovati nelle grotte vicino alle gole del Salinello. Per quanto riguarda la città vera e propria, probabilmente sorge sull’antica area della località picena di Beregra, ma la fortificazione della cittadella iniziò solo nel 1269 per opera di Carlo I d’Angiò, acquistando sempre maggiore rilievo. La fortezza e il paese che si stava formando intorno passarono poi agli Aragonesi, diventando uno dei più importanti baluardi del Regno di Napoli.

Civitella del Tronto
fu una delle ultime città a cadere dopo la proclamazione dell’Unità d’Italia, con i soldati borbonici che riuscirono a resistere a un assedio di 200 giorni prima di capitolare. La principale attività economica di Civitella del Tronto rimane il turismo, considerando sia i numerosi monumenti che la abbelliscono, in primis la fortezza spagnola, sia la bellezza del contesto naturale, con le gole del Salinello, la Montagna dei Fiori e tutta l’area limitrofa.

Le strutture alberghiere sono abbastanza sviluppate, mentre nell’area della Val Vibrata si trovano soprattutto piccole e medie aziende impiegate nel settore tessile. Molti sono gli eventi che animano il paese, spesso legati alla devozione popolare che tanta parte ha nel turismo e nelle attività quotidiane, vista la presenza di numerosi santuari, eremi e chiese. Tra le più importanti c’è la Festa di Santa Maria o Santa Maria dei Lumi, tra il 25 e il 27 aprile, con tanti eventi e fuochi d’artificio; spettacolare anche la Festa di Sant’Ubaldo il 16 maggio, quando al pomeriggio vengono fatti “galleggiare” aerostati disegnati dai bambini delle scuole locali.

È comunque certamente la fortezza spagnola ad ospitare il calendario più fitto, con manifestazioni che sfruttano i suoi spazi sia interni che esterni: in particolare, sono da ricordare i festeggiamenti per Halloween il 31 ottobre e quelli per San Martino, l’11 novembre.

A Civitella del Tronto si può anche gustare una buona cucina locale, il cui simbolo sono i maccheroni con le ceppe: questi grossi fusilli fatti a mano si chiamano così perché vengono realizzati arrotolando la pasta intorno a un bastoncino. È una ricetta nata durante uno dei tanti assedi che tagliarono i rifornimenti Civitella, ancora vivo nei menu dei ristoranti della zona. A luglio è tradizione un evento dedicato proprio alle ceppe, in cinque serate dove è possibile degustare il piatto simbolo di Civitella. Oltre alle ceppe, un’altra ricetta popolare è il filetto alla borbonica, preparato con una fetta di pane con sopra una fetta di carne, mozzarella, acciuga sotto sale e marsala. Da ricordare, oltre ai vari formaggi dei dintorni (su tutti i pecorini della Montagna dei Fiori e delle Tre Caciare) anche lo spezzatino alla Franceschiello, preparato con pollo o agnello, vino e sottaceti.

Visti i suoi spendidi panorami e gli scorci sul paese ricchi di suggestione, Civitella del Tronto è stata spesso lo scenario di riprese per trasmissioni dedicate alle bellezze del territorio, ed ha anche vinto il titolo di Borgo più bello d’Abruzzo nel 2015. Qui è stato girato anche “Colpo d’occhio” di Sergio Rubini, con Vittoria Puccini, Riccardo Scamarcio e Paola Barale.

Prefisso:
0861
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
civitellesi
Patrono:
Sant'Ubaldo
Giorno Festivo:
16 maggio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

17
Media
3
Ottimo

Chi c'è stato

Tutti
8
Turisti maturi
3
Coppie
2
Famiglie
1
Giovani e single
1

Indicatori

Sicurezza
Intrattenimento
Trasporti
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
convenienza
Attrattive
Alloggio
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156262
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Civitella del Tronto

Conosci Civitella del Tronto? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Tra le attrazioni da non perdere a Civitella del Tronto, spicca sicuramente la Fortezza di Civitella del Tronto, la più grande d'Italia e una delle più grandi di Europa, un pezzo di storia importante dell'Italia tutta. Meritano una visita le... vedi tutto Gole del Salinello e Grotte di Sant'Angelo. Tra i monumenti c'è la Chiesa di San Lorenzo, che è la chiesa Parrocchiale di Civitella del Tronto, dedicata all'antico protettore San Lorenzo Martire, e c'è il Santuario di Santa Maria dei Lumi. Sull'alto del Monte Santo c'è l'Abbazia di Montesanto, dalle origini antiche e tra le più importanti della regione. La Ruetta è la via più stretta del centro storico di Civitella e permette il passaggio di una sola persona per volta. È considerata la via più stretta d'Italia ma in contesa con un vicolo di Ripatransone. Sempre in centro c'è Porta Napoli, unica porta urbana che si è conservata, tramite la quale si accede al borgo da est. Infine merita il Monumento a Matteo Wade voluto nel 1829 da Francesco I di Borbone e dedicato all'ufficiale irlandese che difese Civitella del Tronto nel 1806.
Alessandra Marocco
Voto complessivo 7
Guida generale : È molto suggestiva già nell'arrivare, ancora per strada. È arroccata e sicuramente se si è nella zona va visitata, anche per la vista che offre sulle splendide colline marchigiane e abruzzesi. C'è una scala mobile che ti porta alla Rocca... vedi tutto e il paesino è comunque molto carino da visitare. Ci sono andata in una giornata fredda e non c'era molta gente.
Paola Di Sabatino
Livello 38     4 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Da non perdere la visita della Fortezza borbonica e la degustazione della genuina cucina locale abruzzese.
Da non perdere Fortezza borbonica
riccardo piccioni
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 6
Guida generale : La cittadina aristocratica, ricca di arte e di storia, sorge su una rupe rocciosa di travertino ed è sovrastata dalla Fortezza, ultimo baluardo dei Borbone prima dell'Unità d'Italia. Da visitare la “ruetta”, dell'Italia la via più stretta.
Da non perdere Fortezza borbonica
Marinella Rubini
Livello 42     6 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : La Fortezza è accessibile con le scale mobili. Nel periodo estivo la domenica mattina ci sono visite guidate e spettacoli "wild" con lupi falchi aquile. Inoltre aperi street e feste della birra!! Per Halloween fuochi e divertimento!!!
Da non perdere Museo Archeologico
Alberto
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 9
Guida generale : Un vero tuffo nella storia d'Italia, assolutamente da non perdere! Da visitare la fortezza borbonica, ultimo baluardo di resistenza alle truppe di Cavour e il Nina Museo delle Arti Creative tessili che raccoglie la storia della moda ottocentesca di questo fantastico... vedi tutto territorio!
Panc ferr
Voto complessivo 4
Guida generale : Luogo incantevole fortezza più bella del centro. La visuale è ampia dal mare ai monti.... vedi tutto
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156258
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0811043
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Civitella del Tronto

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Arte e cultura
Verde e natura
Studenti
Avventura
Cicloturismo
Montagna
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0156262
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156267
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0156262

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156267
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156253
AdvValica-GetPartialView = 0