×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Castellana Grotte: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156249
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

In provincia di Bari, quasi 20mila abitanti, il comune di Castellana Grotte si estende in uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Puglia, su un altopiano calcareo attorno ai trecento metri di altezza che ha rivelato un posto straordinario, tantissime cavità di origine carsica che formano il complesso delle Grotte di Castellana. Una meraviglia naturale che richiama numerosi visitatori.

Da queste parti tutto il territorio è speciale, siamo nella Terra dei Trulli, le caratteristiche abitazioni a cono la cui presenza ne richiama lo spirito agreste. Il clima è piacevole tutto l’arco dell’anno, di tipo mediterraneo. Le Grotte di Castellana hanno determinato anche una trasformazione nello stesso nome dei comune, poiché la zona era chiamata Castellano, già dal 900 dopo Cristo, come testimoniano alcuni documenti.

Un’area agreste che si sviluppa soprattutto grazie alla presenza di un monastero benedettino, che implementa l’arrivo di gente per coltivare i terreni del circondario, sotto il beneplacido dei conti normanni di Conversano, indicando la zona come Monastero di San Benedetto di Conversano. Nei secoli successivi, battaglie e diatribe varie portano a una certa decadenza dell’area. Nel 1171, i territori vengono dati a condizioni di vassallaggio a due abitanti di Otranto, tali Nicola e Costa, rappresentanti e procuratori di un folto gruppo di coloni cui si deve la rinascita del novello abitato, Castellana, dove, secondo la leggenda, arrivò in visita persino l’imperatore Federico II. Nel frattempo, proprio il monastero che aveva decretato la nascita di Castellana, è in rovina. Nel 1266 il Papa Clemente IV lo affida a un gruppo di monache cistercensi, scappate dalla Grecia. Con una particolarità: il papa concede loro tutta l'eredità monastica, persino la giurisdizione ecclesiastica. Il che significa che la badessa ha potere sul clero e sul popolo di Castellano, diventandone prelata, con tanto di mitra e pastorale. Si tratta del cosiddetto Monstrum Apuliae, lo stupore di Puglia, cui i coloni pagavano l’affitto dei suoli.

Nel 1400, all’interno delle lotte della casata dei d’Angiò, un gruppo di giovani castellanesi, detti i Leoni di Fortezza, si fa notare: si schiera con il re Ladislao nel corso dell'assedio di Taranto contro la sorella della badessa del monastero di Castellana, Maria d'Enghien che, battuta, va a nozze proprio con il suo vincitore. Costui decreta la fine delle decime al monastero. Quindi il territorio passa in varie mani e in varie famiglie, fino agli Acquaviva, nel 1456: durante questo dominio, nei secoli successivi, la regione migliora le coltivazioni di uva, ulivi e grano, tanti coloni diventano piccoli proprietari.

L’agricoltura è la risorsa fondamentale di questa area, soprattutto con uliveti (legati alla coltivazione del tipo Cima di Mola), vigneti, ciliegi, mandorli, l’orto-frutta in generale. Pure la zootecnia con l’allevamento di ovini e bovini è ad alto livello. Importanti le industrie di trasformazione alimentare (pastifici e caseifici) e di produzione di mobili. Di grande rilevanza il comparto turistico. Buono l’artigianato. Tra gli appuntamenti imperdibili, all’inizio dell’anno, appena dopo le festività natalizie, la ‘festa delle Contrade’ è una tradizione che dura per due o tre settimane, durante le quali vengono riproposti i giochi di un tempo cui partecipano le diverse contrade del comune.

L’11 gennaio si svolge la ‘festa delle Fanòve’, ovvero l'accensione di grossi falò, che bruciano tutta la notte. È un evento legato alla Madonna della Vetrana, la patrona, visto che il giorno successivo, il 12 gennaio, si ricorda la sua intercessione che mise fine alla peste del XVII secolo, con un contorno di prodotti tipici, processioni, musiche della locale banda cittadina. La Madonna della Vetrana viene onorata con festeggiamenti pure durante la festa d’aprile, l’ultima domenica del mese. In tempo di Pasqua, il venerdì e il sabato Santo ci sono le Processioni dei Misteri e dell'Addolorata. Il 22 maggio c’è la processione di Santa Rita, il 13 giugno quella di Sant’Antonio, il13 giugno.

Tra giugno a settembre, ci sono spettacoli musicali e sportivi nel corso della manifestazione ‘Colori d'Alabastro, l'estate nella città delle Grotte’ e rassegne di enogastronomia, il World dance movement (stage internazionale di danza), nonché il Castellana music festival. Il 21 agosto si festeggiano Maria Santissima Consolatrice e San Leone Magno, due giorni durante i quali, tra l’altro, viene approntata una caratteristica illuminazione cosiddetta alla ‘veneziana’, con concerti, fuochi d’artificio e processione, naturalmente.

A settembre, l’8, c’è la Fiera del Caroseno, in onore dell’omonima Madonna, che si svolge assieme alla Sagra del pollo e del coniglio, un grande emporio in tutta la città, con inevitabile processione attorno alla Chiesa di Santa Maria del Caroseno. Il 26 settembre, la Confraternita dell’Immacolata organizza la Festa di San Cosimo. Durante tutto dicembre, a partire dall’8, e fino alla fine di gennaio, presepi, mostre, ancora musica, giochi, gastronomia all’insegna della tradizione, per il ‘Natale nella città delle Grotte’.

Principe dei prodotti e della tavola di Castellana Grotte è l'olio extravergine d'oliva ricavato dalla Cima di Mola, DOP della Terra di Bari e della Murgia dei Trulli, a cui il comune appartiene. Il territorio è d’eccellenza pure per i vini DOC della Murgia carsica. E si assapora con un bicchiere di questo vinello e con un condimento a base di olio extravergine il piatto top di qui, ovvero le orecchiette con le cime di rape. Da assaggiare pure la pasta e cavolfiori, alla San Giovanello, i cavatelli con la ricotta o la zuppa di cicerchie.

Altra prelibatezza, l’impanata, purea di fave servita con verdura mista ripassata in padella con aglio, peperoncino e olio extravergine. Poi ci sono le minestre di verze, le zuppe di lenticchie, i cavolfiori stufati, i lampascioni (cipolle selvatiche) fritti proposti anche con coniglio e patate. La carne è spesso cucinata alla brace. Imperdibili i taralli fatti con il vino, i piccilatedde, e le polpette di pane, con aglio, pane raffermo, formaggio grattugiato, da mangiare fritte o in sughetti sfiziosi. Tra i dolci il torroncino bianco, preparato con le mandorle secche, prodotto tipico alla base di tante delizie.

Castellana Grotte, che si chiama così dal 1950, circa venti anni dopo la scoperta delle celebri cavità sotterranee, è sede di ‘Viedulivi’, una struttura relativa a tutta l’area della Murgia dei trulli e delle grotte, con itinerari enogastronomiche che comprendono località vicine, Alberobello, Casamassima, Conversano, Locorotondo, Mola di Bari, Monopoli, Noci, Polignano a Mare, Putignano, Rutigliano e Turi, un modo per difendere e valorizzare non solo l'olio extravergine d'oliva ma anche antichi ulivi dai tronchi nodosi, speciali testimonial della memoria del territorio.

Castellana Grotte ha una doppia identità, come doppio è il suo nome. Il visitatore trova qui un’area fertile, ricca di ottimi frutti della terra, disegnati in coltivazioni di ulivi, ciliegi e mandorli, assieme a una natura caratteristica, caratterizzata anche da boschi misti in cui predominano le querce, con una varietà particolare, il fragno, assieme a roverelle e lecci. Tutto questo accompagnato da masserie, trulli, muretti a secco, terrazzamenti, cumuli di pietre che qui chiamano specchie, chiesette rurali di grande appeal. E poi c’è lo straordinario patrimonio sotterraneo con un incredibile sistema di cavità naturali costruite in tempi geologici da una natura artista che qui ha dato e continua a dare, il meglio di sé.

Prefisso:
080
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
Castellanesi
Patrono:
Maria S.S. della Vetrana
Giorno Festivo:
12 gennaio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156262

Valutazione generale

7
Media
4
Ottimo
4
Buona
1
Bassa

Chi c'è stato

Famiglie
3
Tutti
3

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Attrattive
Alloggio
Servizi ai turisti
Sicurezza
shopping
Intrattenimento
attività
Trasporti
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Castellana Grotte

Conosci Castellana Grotte? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Voto complessivo 1
Guida generale : ma che amministrazione siete che non avete cuore per i cani abbandonati?i randagi sono piu intelligenti di voi escono solo di notte e evitano la bestia piu crudele ,l uomo i francesi amano i cani i svizzeri hanno i legge... vedi tutto anti combattimenti cani,in olanda ce la polizia contro i maltrattamenti cani in ingilterra ci sono tante razze cani e sono ben visti.Solo in Puglia si prendono le mazzette per riprodurre i cani e maltrattarli e fare morire di fame.Sono 1 turista e mi vergogno per il vostro comportamento disumano verso esseri senzienti .Lunico comune che non ho visto tale sofferenze é il comune di Putignano.Se no mi é piaciuto tutto.Ormai siete conosciuti in tutta Europa per i vostri canili di morte.é ORA CHE DIVENTATE PIU CIVILI.
Concetta Forte
Livello 19     2 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Non perdetevi le famose grotte, soprattutto la grotta bianca definita la più splendente grotta del mondo, ma altrettanto interessanti la caverna della cascata di alabastro e il corridoio del presepe. Periodo ideale per visitare le grotte è in autunno quando... vedi tutto tutto intorno il paesaggio si tinge di caldi e dorati colori... se vi avanza tempo non perdetevi un tumulo nei pressi del pittoresco convento di s.Maria della Vetrana, anche se l'origine è incerta avrete visto il convento.
Da non perdere grotte , Santuario Maria Santissima della Vetrana , tumulo
Gianni
Voto complessivo 7
Guida generale : Bellissime grotte e bellissimo circondario. Con le sue caratteristiche ed infinite pietre bianche e verde degli ulivi, il sole si riflette abbagliando di bellezze. Anche le grotte hanno una grande caverna costituita di solo formazioni rigorosamente bianche.
Da non perdere Grotte di Castellana
Margherita
Voto complessivo 9
Guida generale : Bellissima località turistica con le meravigliose Grotte fra cui la Grotta Bianca famosa per le sue concrezioni alabastrine di colore bianco. Si mangia bene e vi sono alberghi e ristoranti situati in prossimità delle grotte.Vi sono paesi limitrofi da visitare... vedi tutto come Alberobello famosa per i trulli, Martina Franca con la valle d'Itria e poi la costa con Polignano a mare e Monopoli per il mare cristallino con spiagge e scogli.
Da non perdere Grotte di Castellana
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Le grotte sono le principali attrazioni turistiche; insieme di cavità carsiche che si sono venute a formare grazie al passaggio di un fiume sotterraneo circondato da una zona con numerosi fenomeni simili. La loro superlatività è data dall’esagerata presenza di... vedi tutto stalattiti e stalagmiti che risultano dare un incomparabile aiuto alla bellezza dello scenario.
mary
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Nel complesso carina ma le sue grotte sono inperdibili ed è ottima come punto di partenza per visitare i paesi che la circondano ... Alberobello, Polignano, Monopoli, Selva di Fasano con il suo Zoosafari, Ostuni ecc ... arte, cultura, sagre... vedi tutto e tanto mare per le famiglie per i più giovani e non solo tanti locali notturni nei lidi trasformati in discoteche a Monopoli.
Da non perdere Grotte di Castellana
giuseppe
Voto complessivo 7
Guida generale : Da visitare la chiesa di San Francesco d'Assisi, la Chiesa Madre, il Purgatorio, il Caroseno e il Monastero delle Benedettine
POPA CRISTINA CAROLINA
Voto complessivo 10
Guida generale : Castellana Grotte è un comune italiano di 19.435 abitanti della provincia di Bari, in Puglia. Situata sull'altopiano calcareo della Murgia dei Trulli e delle Grotte, è conosciuta soprattutto per il complesso carsico delle Grotte di Castellana.
gianna Tieuli
Livello 18     1 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Non fermatevi alla sola visita delle grotte... il paese offre tanti tesori,tra cui una splendita villa comunale,e chiese con opere prestigiose... bei ristorantini e vicoli medievali nel centro storico
Da non perdere centro storico , villa comunale , Grotte di Castellana
Stefania Calabrese
Livello 17     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Paesaggio stupendo, acqua cristallina, accoglienza ottima... Sicuramente un posto fantastico dove trascorrere le vacanze, ci ritorneremo sicuramente. Le grotte poi sono in assoluto imperdibili, impossibile non andarle a visitare!
Da non perdere Grotte di Castellana
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,031252

Destinazioni vicine a Castellana Grotte

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0468787
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Castellana Grotte

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156266
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Sole e Mare
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Giovani e single
Verde e natura
Sport
Mete romantiche
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
JoinUs-GetPartialView = 0,0156258

Meteo Castellana Grotte

Sereno
25 °
Min 18° Max 2504°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0