×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Arquà Petrarca  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156258
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Arquà Petrarca

Superfice:
12 km2
Altitudine:
80 m
Abitanti:
1860 [2010-12-31]
Introduzione

Uno dei borghi più belli d’Italia, dolci colline sui Colli Euganei di cui è considerato una delle perle, Arquà Petrarca, provincia di Padova. Un luogo che con la sua aria intima e medioevale ha affascinato anche il poeta Francesco Petrarca, tanto da convincerlo a passarvi gli ultimi anni della sua vita. Petrarca conobbe Arquà nel 1364, durante un soggiorno ad Abano Terme, dove era andato a curare la scabbia: un amore a prima vista.

Collocato ai piedi del Monte Piccolo e del Monte Ventolone, Arquà Petrarca ha ottenuto il titolo di Bandiera Arancione, premio istituito dal Touring Club per evidenziare un buon modello di vita, e fa parte dell’Associazione Nazionale Città dell’olio. Il suo clima è caldo e temperato, con una piovosità significativa durante tutto l’anno, il che contribuisce a rendere ancora più verde il paesaggio.

Antiche le origini di Arquà, come mostra la presenza di un sito della fine dell’età del bronzo presso il Lago della Costa. Abitato dal popolo dei Veneti, al tempo dell'Imperatore Augusto fa parte della Decima Regione, con testimonianze di numerosi reperti archeologici, monete, condutture per lo scarico dell’acqua, cippi funerari. Il luogo diventa importante durante il Medioevo, quando rientra nella linea difensiva longobarda tra Rocca di Monselice, Valle S. Giorgio e la pianura verso Vicenza. Un documento del 985 attesta l’esistenza di un castello fortificato, abitato da Rodolfo Normanno, sull’altura dell’attuale paese attorno a cui si sviluppa l’abitato.

Nel 1200 è feudo dei Marchesi d’Este, successivamente le sue sorti si legano a Padova. Proprio nel periodo della signoria Carrarese, Arquà ospita il Petrarca che le regala fama e ne fa un centro di vacanza ante litteram. Dal 1400, ormai è sotto il dominio della Repubblica di Venezia, numerose famiglie aristocratiche padovane e veneziane, come i Pisani e gli Zabarella, costruiscono belle e rustiche dimore, mettendo a punto un impianto urbanistico che ancora resiste. Nel 1866, dopo l'annessione del Veneto al Regno d’Italia, la città diventa comune e nel 1868 aggiunge il nome Petrarca a quello di Arquà.

L’economia di Arquà Petrarca è legata soprattutto all’agricoltura, con coltivazioni di cereali, frumento, ortaggi, foraggi, alberi da frutta, ulivi e viti. Importanti anche i settori dell’avicoltura e dell’allevamento di bovini e suini. Di rilevanza le industrie alimentare e lattiero-casearia, tessile, di lavorazione del legno, oreficeria, gioielleria. Buono il turismo, soprattutto quelli naturalistico ed enogastronomico, nonché quello culturale sulle tracce di Petrarca.

Tra gli eventi, ogni seconda domenica del mese, da aprile a novembre, si tiene la manifestazione Per le vie del Borgo, hobbismo e antiquariato. A maggio, la patronale Festa della Santissima Trinità, tre serate di musica, rispettivamente jazz, blues e swing, e stand gastronomici con tante squisitezze locali e pesce fritto. Da giugno a luglio una serie di spettacoli per Sipari al Borgo. A settembre, il Lavandeto di Arquà Petrarca organizza una mostra-mercato tutta dedicata al profumato fiore. Le prime due domeniche di ottobre è tempo della Festa delle Giuggiole, mercatini, artigianato, spettacoli e musica a tema medievale, con la presenza di sbandieratori, con tanto di arcieri e giullari in abito tradizionale. A metà novembre via libera alla Festa dell'Olio Novello. L’8 dicembre si tiene Natale al Borgo del Poeta, mercatini, musica ed enogastronomia. Da segnalare pure gli eventi in Casa Strozzi "Copercini e Giuseppin", mostre e vari eventi nel corso dell’anno, lo stesso per Villa Centanin, dove si svolgono concerti di musica classica (www.fondazionemusicale.it per avere ragguaglio sugli appuntamenti).

Favorevoli microclima e terreno per i prodotti di Arquà Petrarca. La viticoltura, ad esempio, con numerosi vini doc e di qualità, rossi e bianchi, come Serprino, Cabarnet Sauvignon e Franc, Moscato Fior d'Arancio, Merlot, Chardonnay, Pinot bianco, Garganega, Tocai. Davvero un’ampia scelta, cui unire l’olio dop, leggero e digeribile. Molto apprezzate le giuggiole, di colore scarlatto, dalla forma di oliva con polpa giallastra, che maturano nei mesi di settembre e ottobre. Da questi frutti si ricava un liquore detto Brodo di Giuggiole. Prodotti del loco sono pure miele e piselli. Questi ultimi sono impiegati per cucinare il famoso risi e bisi. Da provare gli schisoti, una specie di focaccia nel cui impasto c’è anche la grappa e che si presentano preferibilmente con salsiccia. Per le carni, la gallina padovana è un must, ma anche oche, faraone, capponi, cucinati in diverse modalità.

Anche se la conobbe nel 1364, Francesco Petrarca giunse ad Arquà Petrarca per stabilircisi nel 1369, restaurando e ingrandendo una casetta, per il suo buen retiro, una "piccola ma graziosa casetta circondata da un uliveto e da una vigna", come scrisse in una lettera al fratello, con tutto intorno boschi di castagni, noci, faggi, frassini, roveri, con mandorli, filari d’uva e uliveti. Praticamente come adesso.

Fascino medievale e paradiso enogastronomico: in sintesi quello che il viaggiatore può aspettarsi da Arquà Petrarca, borgo che è anche punto di partenza, facile e ideale, per andarsene a zonzo sui dolci Colli Euganei.

Prefisso:
0429
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
arquatensi
Patrono:
Trinità (cristianesimo)
Giorno Festivo:
prima domenica dopo Pentecoste
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156258

Valutazione generale

7
Ottimo
6
Buona
5
Media

Chi c'è stato

Tutti
7
Coppie
4
Turisti maturi
2
Famiglie
1

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Sicurezza
Attrattive
Alloggio
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Servizi ai turisti
attività
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Arquà Petrarca

Conosci Arquà Petrarca? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
stefano
Voto complessivo 8
Guida generale : Tipico borgo medioevale dedicato al Prtrarca immerso nel vede dei colli Euganei. Borgo visitabile in mezza giornata e facilmente raggiungibile, uscita autostrada bologna-padova di Monselice. Da non perdere: - acquisto del brodo di giuggiole (liquore fatto con i frutti delle giuggiole), -dei... vedi tutto vini dei colli euganei, rossi, bianchi tra i quali spicca il moscato (fior d'arancio) -e soprattutto un pranzo in uno dei tanti agriturismi della zona che vi ofriranno i piatti tipici della cucina veneta. Se poi volete rilassarvi vi sono le vicione terme di abano, montegotto ecc.
Da non perdere BIBLIOTECA COMUNALE CAV. MARIA TRENTIN DI ARQUA' PETRARCA BIBLIOTECA , Casa di Francesco Petrarca , Colli Euganei
Maria cristina
Guida generale : Tutto ciò che è arte gode del mio apprezzamento, le antiche mura dei borghi medievali sono un ricordo al passato r rinascimentale, periodo della storia dove la bellezza veniva decantata in ogni sua forma dalle scritture del Petrarca o Dante... vedi tutto Alighieri allo sfarzo degli arredamenti dei castelli alla pittura. Ma non mancano le bellissime piazze dove dal sabato pomeriggio si popolano di persone felici di incontrarsi, di stare in compagnia e bere un aperitivo.
Andrea Corradi
Livello 95     11 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Una splendida località, rinchiusa nello splendido scenario dei Colli Euganei. Interessante soprattutto per i suggestivi sali-scendi che portano a visitare l'intero paesino semplicemente camminando, e in poco tempo. Naturalmente alcune stradine sono un po' faticose, ma l'impegno verrà ripagato da... vedi tutto una vista spettacolare, magari con un calice di buonissimo vino locale tra le mani. Sicuramente, tra un centro termale e l'altro, merita la visita.
Da non perdere Tomba e chiesa , Casa di Francesco Petrarca
enrica radaelli
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Originalità del borgo antico, culturale in quanto si visita la casa e la tomba di Petrarca. Ristoranti molto validi nei quali si può pranzare a un buon rappoorto qualità prezzo, gustando i prodotti locali. Interessante per gruppi e anche per persone con... vedi tutto famiglia e bambini. Tenere presente che la strada è in salita.
gloria
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : una visita ad Arquà resta nel cuore..assaggiate le specialità tipiche e i vini dop! In assoluto la meta perfetta per qualche giorno di puro relax immersi nel verde della natura
Laura Grison
Livello 13     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Bellissimo sito medioevale. Luogo dove Francesco Petrarca, il poeta, visse per anni in una casa donatagli dalla Famiglia dei Carraresi di Padova. La casa è visitabile. C'è anche la tomba del Poeta. Splendidi panorami e di sera romanticissima. Ottimi ristoranti... vedi tutto tipici con cucina veneta.
Da non perdere Casa di Francesco Petrarca , BIBLIOTECA COMUNALE CAV. MARIA TRENTIN DI ARQUA' PETRARCA BIBLIOTECA
marco botteghi
Livello 39     3 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 4
Guida generale : Borgo caratteristico con alcune interssanti attrattive tutte intorno alla presenza in questo luogo del Petrarca negli ultimi anni di vita.
Da non perdere Casa di Francesco Petrarca , tomba del Petrarca , Colli Euganei
silvia formenton
Livello 13     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Bel borgo medioevale, compreso nei più bei borghi d'italia. Ottimo panorama dei Colli Euganei. Belle trattorie da romantiche, come pure la passeggiata da fare per il paesino
Da non perdere Tomba e chiesa
Elena Tarasenko
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Uno dei borghi più belli d'Italia legato al nome di Francesco Petrarca che passò lì gli ultimi anni della sua vita.
Angela Arico
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Tappa imperdibile sui Colli Euganei. A piedi, in auto o in bicicletta. Perfetta in una giornata di sole d'autunno. Tante le manifestazioni enogastronomiche da non perdere.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312526

Le migliori attrazioni e cose da fare a Arquà Petrarca

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156258
DestinationListNear-GetPartialView = 0,142846
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Arquà Petrarca

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Mete romantiche
Verde e natura
Cicloturismo
Mete per la famiglia
Sport
Montagna
Shopping
Avventura
Giovani e single
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0156263
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156258
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0156263

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Arquà Petrarca

Coperto
23 °
Min 229° Max 3054°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0