×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156249
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Padova  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Padova

Superfice:
93 km2
Altitudine:
12 m
Abitanti:
210890 [2014-05-31]
Introduzione

Padova è una città capoluogo di provincia della regione Veneto. La città si trova più o meno al centro della regione, tra la pianura padana e i Colli Euganei, e al centro del triangolo delle maggiori città venete: infatti Padova si trova a pochi km a ovest dalla città di Venezia, a sud di Treviso e ad est da Verona. La città di Padova è ricca di corsi d’acqua, dei quali il principale è il Brenta che l’attraversa. A pochi km, a sud est dalla città, si trovano le famose località termali di Abano Terme e di Montegrotto, confinanti a loro volta con l’esteso Parco regionale dei Colli Euganei.

Padova è una delle città più antiche del veneto, con insediamenti umani presenti già dall’era paleolitica, segno tangibile delle civiltà che si svilupparono intorno al fiume Brenta. Durante l’impero romano, Padova era alleata di Roma e roccaforte contro gli attacchi esterni di barbari e galli; in seguito divenne municipio e città di grande ricchezza sotto la guida e il benvolere di Roma. Dopo secoli di saccheggi ed invasioni, dovuti alla caduta dell’impero romano, la città di Padova, diventata libero comune, ritrovò gli antichi fasti solo nell’XI secolo, sotto il governo degli Ezzelini. Grazie alla presenza dell’Università, Padova fu un’importante centro di cultura e istruzione sopratutto per i ricchi vicini della città di Venezia. Nel secolo XV questa città ebbe l’onore di ospitare Galileo Galilei che qui insegnò fisica e scienze per molti anni.

La prosperosa economia della città di Padova è legata a molti fattori, sopratutto al crescere del settore dei servizi alimentato, a sua volta, dalla presenza dell’università, una delle più frequentate e importanti dell’intera nazione. La città di Padova possiede anche una vasta zona industriale, tra le più grandi del continente e ricca di aziende di ogni settore e di attività di artigianato. Padova è rinomata da secoli per la produzione artigianale delle ceramiche e per i filati di pregio.

Padova è una città sempre attiva e ricca di eventi e attività durante tutto l’arco dell’anno. A Padova infatti si tiene l’importante Settimana della cultura scientifica, che prende piede tra i mesi di marzo e aprile, in virtù della grande tradizione scientifica e culturale della città. Nel mese di maggio, invece, si tiene a Padova la più vasta fiera campionaria della regione, un’occasione che attrae migliaia di visite da tutto il nord est Italia, e sono circa un migliaio gli espositori nei settori dell’arredamento, del turismo, della cucina e dell’artigianato. Un’altra occasione per visitare la città durante un periodo di grande festa, è la celebrazione del Santo Patrono che si tengono il 13 giugno: Sant’Antonio da Padova viene festeggiato in maniera solenne, con una messa religiosa che si tiene al mattino e l’esposizione della statua per le vie principali della città.

Padova, come molte altre città del nord est, è una città che ama i piaceri della tavola e del convivio. La cucina tipica padovana è ricca e gustosa, legata ai sapori della tradizione del nord est. Tra i primi piatti più tipici troviamo il risotto con il radicchio rosso, grande protagonista della cucina veneta. Un primo piatto davvero tipico della città di Padova è il risotto con i bruscandoli, cioè i germogli del luppolo, molto simili alla testa dell’asparago. Se amate la pasta, non potrete non amare le tagliatelle in brodo d’anatra, e i gustosi ravioli ripieni di dolce zucca.

Un’altra gustosa tipicità da ordinare al ristorante è la polenta con formaggi vari e ortaggi come zucchine e l’aggiunta di salsiccia. Un piatto unico davvero gustoso sono i cosiddetti "manai", un tipo di polenta cucinata con i fagioli, il lardo e il brodo di ossa. I fagioli compaiono anche in numerose zuppe e piatti unici. Ottimi i secondi a base sopratutto di cacciagione, come l’arrosto morto, e i contorni come i carciofi impanati e fritti, secondo la tradizione veneta. Ad accompagnare questi ricchi piatti ci sono i vini della zona, i Colli Euganei DOC. A fine pasto, i dolci tipici sono la torta sabbiosa, un morbido impasto molto delicato e molto dolce. Durante la festa del santo patrono in città viene preparato il dolce del santo, a base di confettura di albicocche e scorza di arancia candita. Infine, per chi ama fare l’aperitivo, si trova nella città giusta: a Padova infatti vengono serviti degli ottimi spritz accompagnati da ghiotti stuzzichini.

Padova è senz’altro una città di arte, cultura e scienza, e durante il corso dei secoli ha avuto l’onore di ospitare artisti e grandi menti del passato. Tra questi ricordiamo Tito Livio, il letterato romano che nacque in questa città; il grande scenziato Galileo Galilei che insegnò all’università; il grande pittore Andrea Mantegna che nacque nei pressi della città. Giotto e Donatello i due grandi protagonisti dell’arte del nostro paese che lavorarono entrambi a Padova. Inoltre quisono state ambientate molte famose opere letterarie, come la "Bisbetica Domata" e la "Certosa di Parma". Infine, a Padova, soggiornarono anche Dante Alighieri e Francesco Petrarca, i grandi della letteratura italiana del, rispettivamente, XIII e XIV secolo.

La città di Padova è una meta adatta per chi ama la cultura e l’arte. In città sono presenti magnifici scorci e strade di una bellezza suggestiva, oltre che a luoghi di grande importanza artistica che registrano sempre molte visite come nel caso della cappella degli Scrovegni caratterizzata dalla presenza degli affreschi di Giotto. Inoltre, nei dintorni di Padova, a soli pochi km dal centro cittadino, si trovano le magnifiche terme dei colli Euganei, con tante località da visitare.

Prefisso:
049
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
padovani
Patrono:
san Prosdocimo
Giorno Festivo:
13 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

48
Buona
28
Media
25
Ottimo
4
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
36
Coppie
10
Turisti maturi
7
Famiglie
5
Giovani e single
5

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
attività
shopping
Accessibilità
Servizi ai turisti
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Padova

Conosci Padova? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Notevoli bellezze caratterizzano la città di Padova: il romanico Battistero del secolo XII, di struttura quadrata ma con cupola cilindrica, che conserva al suo interno numerosi affreschi; il Museo diocesano, ospitato nel palazzo Vescovile, del 1309; Piazza dei Signori;... vedi tutto la Chiesa di San Clemente; il palazzo del Capitanio con il caratteristico arco Trionfale o dell’Orologio, del 1344; Piazza Insurrezione, che si trova nel centro di quella che è la Padova moderna. Visitiamo ancora: Piazza delle Erbe, nota per il mercato ortofrutticolo; il Palazzo Comunale, del secolo XIII, ma ampliato nel 1904; il Palazzo della Ragione, eretto nel 1218-19, ma poi danneggiato da un incendio nel 1420, che distrusse alcune opere di Giotto; ed il Duomo, di età alto-medievale, ma ricostruito più volte, con numerose opere d’arte custodite al suo interno. La nostra visita può proseguire ammirando: la Scuola di San Rocco, dei secoli XV e XVI; i Carmini, chiesa Romanica, ricostruita all’inizio del secolo XVI; la Scuola del Carmine, del secolo XIV; la Cappella degli Scrovegni, nel giardino pubblico dell’Arena, ed è decorata con 38 affreschi di Giotto eseguiti entro il 1305, tra cui “la presentazione al tempio della Vergine”, “la fuga in Egitto” e “la cattura di Gesù”, che dipinse per la nobile famiglia padovana. Ricordiamo inoltre: i Musei civici; la chiesa romanica di Santa Sofia, di epoca carolingia, ma rimaneggiata più volte; Piazza Cavour, centro della città; via VIII Febbraio, fiancheggiata a sinistra dall’Università e a destra dal palazzo del Municipio. L’Università, detta il “Bo”, è una delle più antiche d’Italia e d’Europa. Interessanti ancora le visite alla chiesa di S. Francesco; alla Piazza del Santo con il Monumento al Gattamelata, offerto dai familiari del condottiero Erasmo da Narni, detto il Gattamelata, ad opera di Donatello; alla basilica di Sant’Antonio, uno dei più famosi santuari d’Italia, venne eretta fra il 1232 e la metà del ‘300 per custodire la tomba di Sant’Antonio da Padova. Ricordiamo in ultimo: l’Oratorio San Giorgio, del sec. XIV, ricoperto all’interno di affreschi di Altichiero; il Palazzo Giustiniani; l’Orto Botanico, del 1545, risulta essere il più antico d’Europa e uno dei più completi d’Italia; e la chiesa degli Eremitani, dove si trovano due affreschi del Mantegna.
Franceska
Voto complessivo 7
Guida generale : Padova è una città non molto grande, a misura d'uomo. Possiede un centro storico antico e molto grazioso nel quale si mescolano molti stili ma che è decisamente di stampo medievale. Accanto ad antichi edifici e importanti chiese spiccano in... vedi tutto un contrasto a volte stridulo, a volte piacevole, palazzi moderni e negozi. Muoversi per il centro con i mezzi pubblici non solo è possibile ma è caldamente consigliato, essendo presenti numerose Zone a Traffico Limitato. MONUMENTI DA NON PERDERE: Basilica di S.Antonio, Cappella degli Scrovegni, Chiesa degli Eremitani, Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, Piazza della Frutta, Palazzo della Ragione, Prato della Valle. Da vedere anche Parco Treves (dietro gli ospedali) e parco Iris, mura antiche della città, e tutte le viette e viuzze del centro.
maurizia
Voto complessivo 8
Guida generale : Padova offre tanto e per tutti i gusti e per tutte le tasche! Appena arrivate fate un salto all'URP, in Comune o connettetevi al sito del Comune, così trovate tutti gli eventi relativi ai giorni della vostra permanenza. Non dimenticate... vedi tutto di chiedere info sull'uso delle biciclette messe a disposizione dal Comune e acquistate la card per visitare a prezzo agevolate i siti più importanti. Il centro storico è visitabile a piedi e offre molti scorci stupendi al viaggiatore attento e col naso all'insù!!!
Gianni Negri
Livello 15     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Ottimo il centro storico e la circolazione stradale limitata, consigliata la visita alla Cappella degli Scrovegni, imperdibile per gli affreschi di Giotto. Piazza delle Erbe è il centro della movida padovana, piena di gente, città molto carina e molto sicura. Si... vedi tutto vedono in giro molte forze dell'ordine il che è rassicurante. Parcheggi dove lasciare i veicoli per raggiungere il centro ben posizionati. Ottima anche solo per un weekend.
Gioianna Gottardo
Livello 34     6 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Da visitare la Basilica del "Santo", Prato della Valle e la sede storica dell'Università, il Bo', il Pedrocchi, il Duomo e il suo Battistero, il "Salone" ovvero il Palazzo della Ragione (e del Torto), sia il piano superiore (con il... vedi tutto ciclo di affreschi astrologici) che il piano terra con tutte le botteghe storiche, ma anche i sotterranei. Le Piazze con il marcato quotidiano (non di lunedì). Se possibile fare un giro in battello sul Piovego e magari via sul Brenta verso Venezia, lungo la Riviera e le sue ville venete (una su tutte Strà). Per rilassarsi uno spritz in Piazza dei Signori alla sera.
Julio Vilca Niebles
Livello 100     7 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Da visitare il centro storico con il suo Caffè Pedrocchi (senza porte) il prato della valle, la Basilica del Santo (senza nome) conosciuto in tutto il mondo S. Antonio, la sua unoversità, il palazzo della regione, le piazze delle erbe,... vedi tutto della frutta e dei signori, il ghetto dove con le sue viuzze sembra di essre ancora nel medioevo e tutto il centro che è isola pedonale, i colli euganei e abanmo terme con le sue terme oltre per gastrononia .
Barbara
Voto complessivo 8
Guida generale : Ha palazzi storici e musei da visitare, orto botanico più antico, basiliche delle quali la più importante al mondo e quella di Sant'Angelo Antonio. È una città non grandissima e a misura D' uomo. Ubicata in un punto strategico per... vedi tutto avere vicino colline, monti e mare, in più città più conosciute come Venezia. Ville Palladiane con parchi spettacolari. La cucina è varia e buona, non cara.
Giuseppe Tramonti
Livello 23     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Si vive bene, bella città, facile da girare, da vedere cappella degli Scrovegni, Prato della valle. Specola. Le piazze Sant'Antonio, basilica e un giro ad arqua Petrarca sui colli logisticamente perfetta in trenta minuti vai a venezia due ore a... vedi tutto cortina un ora sei sul lago di Garda colli euganei Abano terme per rilassarsi. Spiagge un ora sei a Jesolo in mezz'ora sei a sottomarina, non ti basta?
Ella E Mar
Livello 11     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Per veri intenditori. Arte ovunque e accessibilissima. Alberghi stupendi e vicinissima alle località termali di Abano e Montegrotto. Oltre ad essere una città stupenda, si ha la possibilità di raggiungere altre città d'arte vicine, coma Vicenza, città con opere Palladiane,... vedi tutto ma soprattutto Venezia. Non può mancare una gita alle ville Palladiane.
giovanni scattolin
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 5
Guida generale : È una città carina, Prato della Valle è una meta obbligata specie il sabato mattina quando c'è mercato e di tutto. I dintorni di Padova sono da vedere ,specie Arquà Petrarca. La sera un giretto per Abano con un gelato merita... vedi tutto di andarci. La basilica di S.Giustina è molto bella,più del Santo. La 'Vecchia padova' è UN'OTTIMA TAVOLA CALDA.
Da non perdere Galleria D'arte Vecchiato Srl , Abbazia di Santa Giustina , Galleria D'arte Vecchiato Srl
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Padova

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Shopping
Studenti
Terme e Benessere
Mete romantiche
Mete per la famiglia
Pellegrinaggi
Verde e natura
Sport
Cicloturismo
Giovani e single
Avventura
Montagna
Sole e Mare
Casino'
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0