×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Sabaudia: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Sabaudia è uno dei comuni più noti del cosiddetto Agro Pontino, un'area della regione del Lazio facente parte della pianura pontina, paludosa, malsana e poco popolata fino agli anni '30 del Novecento, durante i quali venne bonificata integralmente dal regime fascista.

Essa si affaccia direttamente sul Mar Tirreno, motivo per cui Sabaudia è diventata, in poco tempo, meta vacanziera amata anche dai cittadini della capitale, vista la breve distanza che la separa da Roma, appena 100 km. Ogni anno, inoltre, importanti personalita del cinema, della letteratura e dello sport scelgono Sabaudia per trascorrere le loro vacanze estive.

Scegliere Sabaudia come meta per le proprie vacanze significa, infatti, poter scegliere tra 20 km di spiaggia dorata, splendida soprattutto all'ora del tramonto, tre splendidi laghi naturali ed ettari di foresta appartenenti al limitrofo Parco Nazionale del Circeo. Significa respirare la storia dell'antichissimo impero romano, ma anche immergersi in una città più che moderna, edificata secondo i dettami del "razionalismo italiano", uno stile architettonico nato per voler reinventare la tradizione del nostro paese.

Da questo punto di vista sono davvero tanti gli edifici rappresentativi del gusto della città, dal palazzo del Comune, con la sua torre civica, all'ospedale e sede dell'Opera Nazionale Maternità ed Infanzia, passando per il Palazzo delle Poste progettato da Angiolo Mazzoni, una struttura composta da un unico piano rialzato da terra e totalmente rivestita da tessere azzurre, in onore di Casa Savoia. La struttura è stata acquistata dal comune e restituita ai cittadini nel 2011, resa ancora più magica dall'illuminazione di Vittorio Storaro, direttore della fotografia vincitore di tre premi Oscar per i film "Apocalypse Now", "Reds" e "L'ultimo imperatore".

Parlando invece di architetture religiose presenti a Sabaudia, vale la pena di ricordare quanto meno la Chiesa della Santissima Annunziata, nota per la sua cappella reale donata alla città dalla regina Margherita di Savoia. Il Santuario di Santa Maria della Sorresca, un edificio fondato dai benedettini nel VI secolo e formalmente appartenente alla parrocchia di San Felice Martire, che lo gestisce da prima della nascita del comune, noto per l'antica statua lignea della Sorresca che conserva al suo interno e che, durante i festeggiamenti del lunedì dopo la Pentecoste, viene portata in processione all'interno del territorio circostante.

Volendo tornare alla storia del territorio precedente la fondazione della città, è possibile, inoltre, visitare Villa di Domiziano, una struttura che si estende per oltre 45 ettari lungo le sponde del lago di Sabaudia, e che sembra risalire al I secolo d.C., oppure la fonte di Lucullo, una grotta artificiale romana costituita da due fonti, una usata per bere, l'altra per gli impianti termali, e situata in località Molella. Altrettanto interessanti, da scoprire, il porto-canale romano in opus incertum e, soprattutto, Torre Paola, una torre costiera difensiva posta al confine tra il litorale sabaudo ed il Promontorio del Circeo, eretta nel 1563 per volontà di Papa Pio IV e che per secoli ha funto da baluardo contro diversi invasori. Oggi, purtroppo, Torre Paola, attualmente appartenente a privati, versa in stato di abbandono e non è visitabile, ma contribuisce a rendere unico il panorama della spiaggia di Sabaudia ed è più che nota ai frequentatori delle più belle località pontine.

Proprio il mare di Sabaudia è, come già detto, uno degli elementi più importanti e distintivi di di questa località; le sue coste sono larghe circa 200 metri e sono ricoperte da ginepri, fenici e altri splendidi esemplari della vegetazione locale, dividendosi in aree perfettamente attrezzate per la balneazione, vi è solo l'imbarazzo della scelta tra i diversi stabilimenti presenti, dotati di tutti i confort possibili ed immaginabili, e zone di spiaggia libera perfette per godere del piacere del mare in condizioni più naturali. Tra le spiagge attrezzate, si ricordano Spiaggia Saporetti, Lido Azzurro e Le Sirene.

Proprio a ridosso del mare sorge il Lago di Sabaudia, noto anche come Lago di Paola, caratterizzato da un perimetro di circa 20 km ed una profondità media di 4,5 metri, ha una conformazione allungata ed è collegato al Tirreno da un canale emissario romano. La sua darsena è il luogo ideale dove rilassarsi, facendo un pic nic o dove dedicarsi ad attività, quali la pesca con la rete e addirittura lo sci nautico.

Rimanendo in tema di aree verdi è doveroso citare gli altri più importanti laghi locali, il lago dei Monaci che si trova presso Borgo Grappa ed è reso semplicemente spettacolare dalle mandrie di bufali che spesso pascolano lungo le sue coste; mentre il lago di Caprolace, collegato al lago di Sabaudia dal canale di Fossa Augusta, è l'ideale per chi volesse scoprire le origini paludose della zona di Sabaudia.

Impossibile, poi, non parlare del Parco Nazionale del Circeo, un'area naturale protetta tra le più antiche d'Italia, istituito nel 1934, e che copre una superficie di circa 5.600 ettari tra pianura ed ambienti marini; un'area che è "riserva della biosfera" dell'UNESCO dal 1997 e che è stata candidata al titolo di "Patrimonio dell'Umanità" grazie alla compresenza di ben cinque diversi habitat fondamentali. Il primo è quello del promontorio, ovvero la cima montuosa del Monte Circeo, noto soprattutto per le sue splendide grotte; il secondo è quello della foresta, ovvero quello che rimane della macchia mediterranea della vecchia Selva di Terracina, un ecosistema ricchissimo che ancora oggi rappresenta la più estesa foresta naturale di pianura in tutta Italia. Il terzo è l'area costiera dunale, che tra l'altro ospita diverse specie animali tra cui tassi, volpi e conigli; il quarto, sono le zone umide dei laghi, aree fondamentali per tantissime specie, che rivestono un ruolo davvero determinante per l'equilibrio ecologico locale. Resta l'isola di Zannone, unica isola ponziana ad avere conservata intatta la propria copertura vegetale, disabitata ed entrata a far parte del Parco nel 1979. Un’isola caratterizzata da una flora più che variegata e popolata principalmente dal muflone, specie protetta introdotta al suo interno durante gli anni Venti.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156263

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



15 risultati filtrati per:
Rank 1# di 15
9 Voti
Rank 2# di 15
Rank 3# di 15
4 Voti
Rank 4# di 15
3 Voti
Rank 5# di 15
1 Voto
Rank 6# di 15
1 Voto
Image not found
Rank 7# di 15

COMUNE DI SABAUDIA BIBLIOTECA COMUNALE

1 Voto
Indirizzo: 1, V. VERBANIA
Telefono: 0773517439
Rank 8# di 15
1 Voto
Rank 9# di 15
Rank 10# di 15
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0,1875142
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Sabaudia
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0