×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0

Ascoli Piceno: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Ascoli Piceno è un’importante città industriale della media e bassa vallata del fiume Tronto. Si tratta di una cittadina di antichissima origine, famosa soprattutto per la sua cucina e le sue fattezze, infatti pochi sanno che l’intera città è stata costruita in travertino. Per questo possiede uno dei centri cittadini più ammirati e preziosi della regione, se non dell’intero paese.

La città ha veramente molto da offrire ai suoi visitatori: è una della più belle città italiane caratterizzata dall'armoniosità delle sue forme architettoniche. Costruita quasi del tutto in travertino, questo materiale venne impiegato anche per la costruzione delle abitazioni, dei palazzi e delle chiese. Oltre a questo merita di essere visitata per la sua incredibile cucina tipica.

Una delle prime cose che si notano appena si arriva ad Ascoli Piceno è sicuramente Piazza del Popolo, costruita in stile rinascimentale che costituisce il centro culturale della città. Sulla piazza si affacciano il Palazzo dei Capitani e la Chiesa di San Francesco. Quest'ultima venne iniziata nel 1258 in stile gotico e fu completata tra il XV e XVI secolo con il coronamento a cupola. Da notare lo splendido portale gotico in travertino decorato da colonnine e nodi. Il Palazzo dei Capitani, fu nel corso dei secoli residenza storica del Capitano del Popolo, del Podestà, degli Anziani e dei Governatori Pontefici. Nicola Filotesio, nel 1520 realizzò questo palazzo che si presenta agli occhi del visitatore come un edificio compatto dominato da una torre gentilizia che oggi funge da campanile. In seguito all'incendio del 1535 il palazzo venne totalmente ristrutturato: nel corso dei lavori sono stati scoperti resti di edifici di epoca romana e medievale. Si prosegue per la splendida Piazza Arringo sulla quale si affacciano la Cattedrale di San Emidio, costruita nell'XI sec.; il Palazzo Comunale detto dell’Arrigo, che oggi è sede comunale e ospita la Pinacoteca Civica; il notevole Battistero ottagonale del XIII sec.; il Palazzo Episcopio costruito da due corpi distinti, il primo costruito nel XV sec. e il secondo nel '700. Nella stessa piazza da notare anche il Palazzo Roverella. In Piazza Ventidio Basso possiamo ammirare varie chiese: la Chiesa dedicata ai Ss. Vincenzo e Anastasio, in stile romanico completata nel XIV secolo, e la Chiesa di S. Pietro Martire eretta secondo i dettami stilistici del Gotico tra il XIII e XIV secolo.

Ascoli Piceno è anche conosciuta come la città delle "cento torri": delle originali oggi ne rimangono alcune di pregevole fattura come la torre Ercolani eretta nel XII secolo. Ad Ascoli sono presenti diverse opere del Barocco italiano, tra quelle da non perdere c'è sicuramente la chiesa di S. Pietro Martire, che fu realizzata su disegni di Giuseppe Giosafatti che nel progetto originale aveva previsto otto altari. Oggi è visibile quello dedicato alla Madonna del Rosario decorato interamente in marmi policromi.

Se si ama lo shopping il centro cittadino con le sue piazze e le sue lunghe vie è il posto adatto dove fare compere e trovare souvenir di ogni genere. Sicuramente un giro di compere non può non partire da Piazza del Popolo con i suoi portici e le sue logge dove sembrano quasi custoditi un grandissimo numero di negozi adatti a tutte le età e per tutti i gusti. Il giro continua lungo via delle Stelle, anticamente era il vecchio camminamento che portava al di fuori dalle mura, e che oggi ospita un gran numero di botteghe artigiane. Se invece si cercano negozi commerciali è meglio recarsi in piazza Ventidio Basso dove si possono trovare colossi come Zara, H&M, Mango ed altri ancora.

La città non è particolarmente famosa per la sua vita notturna, anche se in estate quest’ultima si anima ancora di più grazie ai numerosi turisti che visitano la città. Alcuni dei migliori locali li si trova lungo la via Salaria, la famosa lunga strada creata dai Romani e che portava al mare Adriatico.

La cucina ascolana presenta numerosi piatti di grande impatto, gusto e tradizione che sono stati esportati un po’ in tutta Italia. Uno dei più famosi è sicuramente le olive all'ascolana che viene preparato con olive verdi tenere denocciolate e poi riempite con un composto a base di carne mista insaporita con aromi e poi fritte. Un altro fritto particolare sono i famosi cremini, cioè crema fritta solitamente servita insieme a verdure fritte come antipasto. Un'altra specialità territoriale sono le olive in salamoia. Olive verdi tenere ascolane messe in salamoia con acqua, sale ed erbe selvatiche, tra cui il finocchietto, seguendo l’antica ricetta di un monaco cellarius che, nel XVI secolo, si occupava della conservazione dei cibi nel monastero dei Benedettini. I dolci invece sono più legati alle tradizionali feste religiose, infatti a Natale viene preparato il frustingo, un dolce realizzato con frutta secca, in particolare fichi secchi, noci, mandorle, canditi, simile al pane di Zurigo. Durante la Pasqua ed il Carnevale invece si preparano l’anisetta, un liquore a base di anice, con cui si preparano anche le omonime castagnette, i ravioli dolci con ripiani di castagne o ricotta, la pizza dolce fritta servita con diverse creme. In realtà quest’ultimo è un dolce tipico della tradizione che ogni ristorante prepara tutto l’anno. I dolci più particolari sono sicuramente i Piconi, una sorta di ravioloni dolci, preparati però con pasta frolla e impasto di ricotta vaccina, cacao, castagne e rum. Vengono cotti al forno e non fritti, e possono essere consumati durante le diverse ore del giorno. I Piconi però vengono preparati anche salati, in una variante realizzata per il pranzo di Pasqua serviti con u impasto con pecorino fresco o stagionato misto a cacio o crescia. Per gli appassionati di enologia, un assaggio va fatto al Rosso Piceno Superiore DOC, al Falerio ed vino cotto realizzato con l’aggiunta del liquore anisetta.

Per gli amanti delle escursioni nei dintorni di Ascoli sono numerose le cose da fare grazie anche alla presenza di numerose aree naturali tutte da visitare. Da visitare sono sicuramente il parco dell’Annunziata che si estende sul monte Pelasgico e l’orto botanico Benito di Lorenzo, che nato con intenti didattici, è da alcuni anni aperto al pubblico. Questo piccolo parco che si trova fuori dal centro ospita anche numerose specie di olivi rari. Per gli amanti della storia invece è consigliabile andare a seguire il percorso archeologico interno a Palazzo dei Capitani, un area storica urbana, oppure le Grotte dell’Annunziata costruite intorno al I secolo che si ipotizza fossero un antico tempio pagano. Il centro della città di Ascoli è facilmente percorribile a piedi o utilizzando uno dei mezzi di superficie, organizzato sotto l’organo noto come CONTRAL, mentre se ci si vuole muovere lungo la provincia della cittadina o internamente alla regione Marche è consigliabile affittare un auto o un altro mezzo per muoversi più agevolmente.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0156249
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



49 risultati filtrati per:
Rank 1# di 49
42 Voti
Rank 2# di 49
10 Voti
Rank 3# di 49
8 Voti
Rank 4# di 49
7 Voti
Rank 5# di 49
7 Voti
Rank 6# di 49
6 Voti
Rank 7# di 49
6 Voti
Rank 8# di 49
5 Voti
Rank 10# di 49
AttractionList-GetPartialView = 0,1562495
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0156253
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Ascoli Piceno
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0