×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Cordoba: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010012
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040039
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030025

Cordoba è un’affascinante città che si trova in Argentina centrale, ai piedi dei monti definiti Sierras Chicas, vicino al fiume Primero, distante circa 700 km da Buenos Aires, maggiore centro dell’Argentina. Capitale della provincia che porta il suo nome, Cordoba è la seconda città dell'Argentina sotto il profilo della popolazione, e anche importante zona industriale. La provincia di Cordoba confina con le aree di Catamarca, Santiago del Estero, Santa Fe, Buenos Aires, La Pampa, San Luis e La Rioja ed è divisa in ben 26 dipartimenti che, a loro volta, sono suddivisi in municipi e comuni.

Sotto il profilo storico, va ricordato che Cordoba, che trae il suo nome dalla località spagnola, fu fondata nella seconda metà del '500 da Jerónimo Luis de Cabrera. Cordoba, infatti, subito dopo Buenos Aires, fondata nel 1536 e Santiago del Estero, fondata nel 1553, è la maggiore capitale coloniale dello stato Argentino. Sede industriale rilevante, la città si sviluppò in tal senso a partire dalla Seconda Guerra Mondiale grazie alla Fábrica Militar de Aviones conosciuta anche come FMA, un’importante fabbrica nel settore aeronautico in loco che diede impiego a numerose persone. Altrettanto famosa è l’Università di Cordoba che venne fondata nel 1613 dai Gesuiti, testimonianza storica di alto livello, così come gli edifici religiosi presenti. La cosiddetta Manzana Gesuitica costituisce un vero e proprio isolato gesuita, dove si trovano la Iglesia de la Comapañia de Jesus, la Capilla Domestica, la Universidad national de Cordobae, il Collegio National de Monserrat. Il cosiddetto Blocco Gesuita fa parte, dall’anno 2000, dell'UNESCO ed è costituito da strutture datate XVII secolo quali, la Scuola Montserrat, l'Università, attuale museo dell'Università di Córdoba e la Chiesa della Compagnia di Gesù.

Sotto il profilo economico, i rami industriali maggiormente sviluppati sono quello relativo agli autoveicoli, a proposito del quale menzioniamo i marchi Fiat, Renault e Volkswagen, e quello inerente le ferrovie. Vanno inoltre ricordati i settori tessile, di industria pesante e chimico. Importante è poi il centro spaziale argentino, esattamente denominato Centro Espacial Teófilo Tabanera, dal quale prendono vita singolari satelliti creati nella sede di Falda del Cañete. Il centro è il distretto commerciale più conosciuto: comprende negozi d'abbigliamento, rivendite alimentari, di elettronica, di calzature, ma anche le sedi delle banche più importanti quali la Banca di Córdoba e altre istituzioni private.

Tra gli eventi legati a Cordoba, menzioniamo innanzitutto quelli che si tengono nel mese di gennaio, quando si dà il via ai festival popolari tra i quali il Festival di Doma e Folclore di Jesús María e la manifestazione nazionale di Folclore di Cosquín. Cavalli, cavalieri, danze, canti tradizionali: questo e molto altro anima le notti argentine, impregnate di grande campanilismo, in un contesto di divertimento e di leggerezza. In particolare, nella località definita di Jesús María, sita a meno di 50 km dal centro di Cordoba, lungo la cosiddetta "Strada della Storia", per dieci giorni si svolge il campionato nazionale di cavalcata, insieme a manifestazioni varie di tipo folkloristico. Il Festival Nazionale di Folklore che ospita artisti internazionali, si tiene invece a Cosquín.

Al primo posto, nell’universo della gastronomia di Cordoba, troviamo i prodotti tipici cui sono legati il Festival Nazionale Sagra di uva e il Festival Provinciale del Raccolto, la Festa di Caroyenses di alimentari e tante altre manifestazioni.

Il vino è una tradizione a Cordoba, una storia che inizia nel XVII secolo, quando i Gesuiti piantarono i primi vigneti nella zona di Estancia de Jesus Maria e Caroya, dando il via alla produzione di vino in Gesù Maria. A tal proposito, va sottolineato che il primo vino prodotto nell’odierna regione argentina, la Lagrimilla, è stato degustato dal re Filippo V di Spagna in persona. Vini derivanti da uve rosse e da uve bianche si producono in grande quantità nella zona, grazie all’ausilio di tecniche sempre più moderne e sempre più efficienti. Tra i prodotti tipici, vanno menzionate le erbe aromatiche, coltivate nelle valli, l’alfajor cordobes e gli svariati salumi dal sapore unico.

Tra le curiosità, ricordiamo che Cordoba è gemellata con la città di Tampa, con la città di Torino e con quella di Napoli. Non a caso, la stragrande maggioranza della popolazione è di origine europea, in particolare proveniente dall’Italia e dalla Spagna, ma anche dalla Germania, dalla Francia, dalla Bretagna e dalle regioni scandinave, perlopiù dalla Svezia. Tra le personalità legate a Cordoba, ricordiamo il predicatore cattolico Emiliano Tardif, nato a San Antonio de Arredondo, in provincia di Cordoba, e morto nell’anno 1999. Il padre è famoso in tutto il mondo per il cosiddetto "dono di guarigione", definito tale dalla Chiesa cattolica.

Sotto il profilo turistico, Cordoba, essendo al centro della regione argentina, a 710 km dalla capitale Buenos Aires, attrae i visitatori per svariati motivi quali la cultura, il commercio e la vita universitaria oltre che per questioni di affari: vi si svolgono diversi congressi all’anno.

Colli che si alternano a valli determinano il paesaggio di Cordoba, permettendo di effettuare visite storico-culturali, ma anche di praticare sport avventurosi quali il volo in parapendio. A destare l’interesse dei turisti sono anche, ad esempio, pitture rupestri, i mortai, le grotte e i resti di natura archeologica che costituiscono parte delle Missioni Gesuitiche Guaranì, dichiarate dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0070082
AdvValica-GetPartialView = 0,0009999
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Cordoba

Anna Chiara Sardella
Livello 100     11 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Cordoba è assolutamente da visitare, una tappa da aggiungere al tour in argentina....intanto è una città enorme ed è divisa in quartieri: c'è il quartiere dello shopping, delle università, il quartiere dei ricchi...eccetera. Di alto interesse artistico sono la Cattedrale... vedi tutto e la chiesa dei Cappuccini, e di andare a visitare almeno da fuori, il palazzo del governo coloniale; da non perdere assolutamente è la piazza San Martin e il blocco gesuita.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0100094
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0040052
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Cordoba

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110089
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010004
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0140136
JoinUs-GetPartialView = 0,0020021

Meteo Cordoba

Temporale
20 °
Min 18° Max 25°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0180175
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020012
AdvValica-GetPartialView = 0