×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Dove Mangiare a Torino, Ristoranti consigliati  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Torino non è però solo i suoi monumenti, la sua arte e le sue vette; Torino è anche la sua cultura culinaria, particolarmente ricca ed elaborata, che affonda le sue radici nel territorio.

Una tradizione gastronomica lodevole, frutto del matrimonio felice tra l'arte culinaria contadina e le richieste più raffinate della Corte sabauda, tutt'e due aperte alle interessanti influenze della culinaria francese.

Dove mangiare a Torino: le zone migliori e cosa mangiare

Nel tour esplorativo tra le meraviglie torinesi, oltre all'occhio anche lo stomaco vuole la sua parte. Ecco, dunque, che accontentarlo è davvero un gioco da ragazzi. Per rifocillarsi di sapori tipici rendendo grazie anche all'olfatto bisogna muoversi tra gli affascinanti locali del Quadrilatero Romano. Qui, oltre alla cucina etnica e a quella dedicata alla culinaria di altre regioni del Bel paese, è possibile assaporare i migliori piatti tipici della città, quelli fatti di ingredienti ricercati, che danno vita a preparazioni lunghe e sovente elaborate, quelle che hanno rinfocillato il sovrano Vittorio Emanuele II di Savoia, goloso di bagna càuda, tajarin, selvaggina alla brace o al civet.

Tra gli elementi ricorrenti, oltre alla pasta ripiena è possibile godere di straordinarie ricette a base di verdura e di secondi piatti a base di carne. Quest'ultima è la grande protagonista di ricette tipiche indimenticabili.

Mangiare tradizionale a Torino significa accarezzare le papille gustative con la bagna càuda, una salsa sfiziosa realizzata con aglio, acciughe dissalate e olio evo. Una pietanza nata per intingere le verdure sia crude che cotte. Da assaporare anche i tajarin, golose tagliatelle all'uovo supersottili, e il vitello tonnato, uno degli allestimenti culinari tipici molto amato anche oltre i confini della regione.

Tra i grandi classici, magari da abbinare con un buon bicchiere di vino rosso locale, c'è altresì un ottimo piatto popolano: il fritto misto alla piemontese. La ricetta prende vita per non sprecare nulla; in conseguenza della macellazione, infatti, si era soliti cucinare tutte le frattaglie. Dal popolo deriva anche un altro allestimento culinario: la finanziera, piatto medievale che vedeva il reimpiego di quelle parti dell'animale che venivano scartate durante la macellazione di galletti, capponi e bovini.

A unire i due simboli della terra piemontese, la carne bovina fassone e il Barolo, c'è il brasato al Barolo, una vera e propria specialità che merita senz'altro un assaggio.

Il prezzo medio per consumare un menu tradizionale nella città di Torino va dai 20 ai 25 euro.

Dove mangiare a Torino: i 5 ristoranti migliori

Chi vuole abbandonarsi alla cucina della tradizione può farlo da Le Vigne, sito in via Giovanni Botero 7, dove è possibile gustare una deliziosa bagna càuda con cruditè di verdure e a fine pasto deliziare il proprio palato con un dolce d'eccezione: il bonet della tradizione. Disponibili menu vegetariani, vegani e cucina europea.

Al Liuni Bistrot, al civico 10C di piazza Emanuele Filiberto, vale la pena assaggiare l'ottimo vitello tonnato preparato seguendo la ricetta di un tempo. Il locale è un luogo piacevole in cui sostare, vista la composizione dello staff, tutto molto giovane.

Chi si vuole abbandonare a una cucina casereccia di stampo tradizionale deve altresì fare un salto da Arsenico e Vecchi Merletti, al numero 30/A di via Sant'Agostino, a 400 metri circa dalla Cattedrale. In un locale che sorge dentro le antiche mura di un palazzo torinese, caratterizzato da deliziosi soffitti a cassettoni, sarà possibile degustare la luculliana farinata di ceci piemontese altresì denominata Bela Cada. Disponibili i menu gluten free e vegetariani.

In via Sant'Agostino 23M, a poche centinaia di metri dal Duomo, si trova Casa Martin. Il locale, con il pavimento di cotto di età medievale, è un luogo dall'atmosfera magica in cui poter assaporare un ottimo spezzatino di selvaggina al civet accompagnato da una golosa fetta di polenta. Qui è possibile degustare anche menu vegetariani.

Affacciato sul Po, in corsa Mocalieri 18, sorge J'Amis d'la Piola, dove si può fare un'esperienza culinaria indimenticabile tra acciughe al verde, tomini, verdure e bagna càuda.

Questi locali, in cui il prezzo medio del menu al prezzo è di 20/25 euro, sono tutti ubicati nel Quadrilatero romano, dove si arriva prendendo la linea M1 della metropolitana cittadina. Se si opta per i bus urbani bisognerà prendere il 5, o il 52 oppure il 56.

ThreadPageIntroText-GetPartialView = 0,0010013
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Recensioni Torino

Caterina Cugnasco
Livello 16     2 Trofeo   
Voto complessivo 9
Dove mangiare : Torino è una città da scoprire, non solo dal punto di vista gastronomico. Tante le curiosità che si possono assaggiare. Tappa obbligata per il Bicerin presso il Caffè Bicerin, in Piazza della Consolata: si tratta di una bevanda calda, fatta... vedi tutto con cioccolata, caffè, crema di latte, da sorseggiare con calma, senza mescolare (per assaporare al meglio le diverse combinazioni di gusto); il tutto in un locale del 1763 dove era solito recarsi Cavour. E, a proposito del Conte Camillo, se si vuole provare un ristorante davvero chic la tappa obbligata è al Cambio, in Piazza Carignano: risale al 1757, ed era la meta preferita del Ministro, che per raggiungerlo non doveva che attraversare la piazza; pare amasse organizzare lì i propri incontri politici. Nasce a Torino la tradizione dell'apericena: un aperitivo che si allunga sull'intera serata nel corso del quale si mangia, solitamente a buffet, un po' di tutto, dai piatti caldi a quelli freddi. La zona da girare è quella del Quadrilatero Romano, contenuta tra Via Garibaldi, Via Milano, C.so Regina e Via della Consolata. Se non avete voglia di servirvi da soli al buffet consiglio L'Arancia di Mezzanotte, in Piazza Emanuele Filiberto: i piatti vengono portati ai tavoli, ogni ca. mezz'ora, e si spazia dalle cruditès, alle tartine e canapè vari, ai piatti caldi. Per non spendere tanto suggerisco invece di provare il La Badessa, in Piazza Carlina a pranzo, orario in cui ci sono delle offerte interessanti: affascinante la storia del personaggio storico che da il nome al ristorante e le ricette provengono da monasteri. Stanchi dei soliti fast-food? Andate al M**Bun, in C.so Siccardi 8A: hamburger squisiti a km zero e altri piatti tipici piemontesi in un simpatico miscuglio di fast e slow food. Avete voglia di un trancio di pizza e via? Suggerisco un minuscolo negozietto in Via San Tommaso quasi angolo Via Garibaldi, dove provare anche la farinata (belecauda in piemontese, che vuol dire bella calda). Per il caffè d'obbligo la tappa nei due locali storici di Piazza Castello: la minuscola bomboniera Mulassano e l'elegante e raffinato Baratti.
Da non perdere MAO di Torino , Fondazione Pietro Accorsi , Teatro Regio
Giovanna Ferroni
Livello 43     6 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Dove mangiare : A Torino si mangia in mille modi. Se volete mangiare tradizionale c'è il Ristorante del Gallo (a San Francesco al Campo, vicinissimissimo a Torino)dove si mangia veramente cose particolari e buonissime, della tradizione piemontese. Per me è molto carina anche... vedi tutto l'ambientazione, con tantissimi galli e galletti, in tanti materiali diversi disposti ovunque. Se volete mangiare in modo curioso (però caro) andate al Combal.zero (anche se veramente è a Rivoli, ma è molto vicino a Torino): è un posto dove provare piatti veramente strani e particolari. Se volete solo bere qualcosa, provate il Bicerin! Nel centro di Torino sono diversi i posti che lo preparano. Provate l'ebbrezza di caffè espresso appena fatto, cioccolata e fresca crema di latte, ad esempio in Piazza della Consolata. Se volete provare una specialità e se siete golosi... non ci si può perdere la cioccolata di Torino!! Anche senza venire per CioccolaTò, sono tantissimi i punti di torino dove gustare cioccolatini fantastici: Peyrano, Venchi, una tappa allo storico caffè Baratti & Milano, il Caffè Platti, Gobino... allontanandosi pochissimo, a Leinì, trovate anche la cioccolateria Giordano. Poi Torino ha moltissimi locali in cui mangiare un ottima pizza ! Ad esempio Totò e Macario in Via Santa Lucia, oppure dai Flli la Cozza in Corso Regio Parco 39. E ancora a Torino potete mangiare specialità straniere, ottimamente presentate: ad esempio se andrete al ristorante indiano Gandhi in Corso Regio Parco 24 vi troverete trasportati in india, oppure andate alla Posada Mexicana in via Galliari 25 se volete essere trasportati in Messico! Comunque a Torino cosa mangiare è un dubbio dovuto alla grandissima possibilità di scelta !
adriano ramello
Livello 73     11 Trofeo   
Voto complessivo 9
Dove mangiare : Se si scelgono quelli che forniscono cibi locali, si mangia bene, a prezzi compatibili in molti locali. Da non perdere gli agnolotti, i risotti, i "taiarin", tagliatelle fini, semplicemente conditi con burro fuso, se possibili arricchiti con il particolare tartufo... vedi tutto bianco. gli antipasti , oltre gli affettati di qualità, comprendono vitello tonnato, peperoni con acciughe o "bagna cauda", salsa calda costituita da aglio disciolto in lio e con acciughe, che può essere gustata da sola con cardi, peperoni , topinanbour, patate lesse etc. i secondi presentano anche un bollito tradizionalmente composto da sette tagki di carne e sette diverse salsine. la ricchezza di formaggi di qualita del piemonte non è seconda alla Francia. alla tradizionale frutta aggiungete anche i ''martin sec'', piccole pere cotte nel vino rosso. fra i dolci ''bunet'' e bignole, sono imperativi come l'ottimo cioccolato. ristoranti: LA GOLA, IL MONFERRATO, GALANTE, IL GATTO NERO, AL GUFO BIANCO,TRE GALLINE, e qualche pizzeria: LA, STUA, LA MONACHELLA, IL PICCHIO etc. non trascurate di fornirvi di cioccolatini da GOBINO, PEIRANO, MONTECCONE ETC.
Paolo Zemignani
Livello 22     3 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Dove mangiare : A Torino si mangia meravigliosamente bene La proposta è multietnica, si possono trovare ristoranti tipici piemontesi, con i piatti tipici del Piemonte, al ristorante Siberiano, piuttosto che quello Tedesco o Pakistano. Ci sono ristoranti che ti offrono il meglio degli antipasti piemontesi,... vedi tutto come il Ciacolon in Viale XXV Aprile, o ambienti intimi e deliziosi con ottima cucina e cantina di primo livello, ad esempio La Cantinella in Corso Moncalieri. Ma tutti i piccoli locali sorti nella zona urbana della Cit Turin, aperti per le Olimpiadi del 2006. Poi ci sono le Pizzerie con la P maiuscola, le vere napoletane, e quelle che offrono la farinata o la pizza al padellino (una su tutte i 4 ASSI di corso Siracusa) Non basterebbero le pagine per citare i nomi di ristoranti di classe alla portata di tutte le tasche: un consiglio? Visitate Torino, vivete Torino, Mangiate a Torino Paolo
Da non perdere Il Museo del Cinema , Torino sotterranea , Museo Egizio di Torino
Antonio Lusso
Livello 30     3 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 8
Dove mangiare : A Torino si mangia molto bene, davvero, tradizione, novità ed oggi anche cucine etniche offrono una gamma pressochè completa per soddisfare il palato di tutti con una spesa che varia da pochi euro a un centinaio e più. Per restare... vedi tutto alle specialità, la cucina torinese e piemontese offre i suoi mille antipasti che da soli possono essere un pranzo! Vitello tonnato, carne all'albese, acciughe al verde, insalata russa o capricciosa, flan di verdure con fondutam uova con la maionese e poi salumi a volontà ecc.ecc. sono alcuni degli antipasti più noti. come primo senz'altro gli agnolotti al sugo d'arrosto o i tajarin, tagliatelle fini, da mangiare con burro e salvia o, in stagione, con i funghi porcini. Sulle carni naturalmente il gran bollito, ricchissima scelta di varie carni e vari tagli che si accompagnano con il bagnetto verde, senape e salsa al pomodoro. Se rimane posto, si finisce con i dolci: panna cotta, bonet, crostate di frutta, zabaglione con i biscotti e i cioccolatini migliori d'Italia! Insomma si mangia proprio bene a Torino, credetemi. Come locale io consiglio sempre Il Monferrato, locale che si trova nell'omonima via a pochissimi passi dalla Gran Madre di Dio nella precollina di Torino (altra meta da non perdere che si affaccia sul Po e la splendida piazza Vittorio Veneto): qui la tradizione è di casa, con carni provenienti dal loro allevamento (fassone piemontese)premiato in tante esposizioni e fiere. Buon appetito e benvenuti a Torino !
mauro Ferrando
Livello 42     8 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Dove mangiare : Per i più raffinati i ristoranti del centro : Il cambio in P.za Carignano(storico)il Cavallo di bronzo in P.za S.Carlo (classico) Per i più giovani i due quartieri della movida Torinese: il quadrilatero Romano (tra C.so Regina Margherita, Via Garibaldi,... vedi tutto Via della Consolata e Via Porte Palatine) e San Salvario (tra C.so Vittorio Emanuele, C.so Marconi, Via Saluzzo e Via Madama Cristina)da provare "Lo Spaccio Alimentare in via Belfiore 24". Un altra zona del centro dove mangiare bene è il quadrilatero (tra P.za Bodoni, Via Giolitti, Via Della Rocca e Via Mazzini) da provare "Perbacco, Alfredo in cucina Via Mazzini, 31/L", il mare delle Eolie a Torino. Ultimo consiglio per mangiare, Piazza Vittorio Veneto, dove ti giri trovi un ristorante, da provare Il Porto di Savona, tipico Piemontese.
Dino casalis
Voto complessivo 8
Dove mangiare : Gastronomia caratteristica e di qualità. Molta offerta, diffusa su territorio della città; abbina egregiamente tradizione (cucina tipica piemontese) qualità (attenzione a prodotti e materie prime dal territorio)innovazione (nuove proposte di gastronomia). Valorizza la variegata conformazione territoriale e i rispettivi prodotti:... vedi tutto pianura, collina, laghi e montagna, ognuno con le proprie ricchezze esclusive di cibo, vino, ambiente, tradizioni, cultura. Specialità da non perdere: la carne cruda con i tartufi, i tajarìn, il bollito misto, lo zabaglione con le paste di meliga, i vini Barbera, Nebiolo, Barolo e Barbaresco, Moscato
Anna Albertetti
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Dove mangiare : Torino: delizie piemontesi e cioccolato! Mete obbligatorie sono via Roma, via Garibaldi e via Po, immerse nell'atmosfera torinese, ricca di luci e profumi. Per gustare un ottimo pranzo/cena fermatevi da Betty in una traversa di via Po, una locanda piccola... vedi tutto e deliziosa in cui gustare un menù tipico piemontese, grissini, gnocchi al castelmagno, cervo e dolci strepitosi. Tenete un posto libero nella vostra pancia e fate un salto da Fiorio: gelateria squisita arricchita di arredi sfarzosi per scaldarsi con una cioccolata calda o deliziarsi con il gelato al gianduia. Oppure prendete un bicerin al caffè Bicerin! E se volete stupirvi davanti a Superga consigliato è il ristorante Bel deuit davvero ottimo e con piatti tipici!
Da non perdere Parco del Valentino , Via Po , Piazza Castello
Maddalena Ferrucci
Livello 10     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Dove mangiare : Non hai che la difficoltà nella scelta, ristoranti e trattorie tipiche, nel centro storico, e adiacente alle vie principali, quali via Po e piazza vittorio veneto, merita fare un salto a Eataly, vi stupirà con cibo a tema, inoltre troverete... vedi tutto ottimi prodotti di presidio slow food, ottimi ed eccellenti, comunque non lasciatevi sfuggire la polenta concia, i ravioli del plin, il brasato al barolo, e tutti i tagli di carne piemontese, non diemnticando il bollito, inoltre nel periodo di gennaio vale la pena fare un salto nelle trattorie che servono il bue grasso, potrei suggerirvi, alcuni ristoranti, Porto di Savona piazza Vittorio Veneto, Del Cambio piazza Carignano, Tre galline via bellezia, Carignano via c.alberto, Goffi del lauro corso casale, la barrique corso dante.
Da non perdere La Reggia di Venaria Reale , Basilica di Superga , Mole Antonelliana , Basilica di Superga
carla scilabra
Livello 42     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Dove mangiare : A Torino è possibile trovare locali per tutti i gusti, dalle vinerie con i piatti tipici locali ai ristoranti etnici più esotici. E non dimenticate che è la città degli aperitivi: nella zona del quadrilatero romano e in quella di... vedi tutto piazza Vittorio troverete numerosi locali dove grazie alla formula dell'apericena potrete risolvere la serata con appena una decina di euro. A pranzo approfittate dei ristoranti che applicano prezzi modici ma servono cibi di qualità identica a quella della cena (non sempre a portata di tutte le tasche) su tutti consiglio l'Arcadia in Galleria Subalpina ed il Circolo dei Lettori in Via Bogino: con poco più di una decina di euro potrete godervi un pranzo delizioso in una cornice incredibile.
Da non perdere Museo Nazionale Del Cinema Fondazione Maria , Museo Egizio di Torino , La Reggia di Venaria Reale
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0010008
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0