×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156263
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Viareggio  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Viareggio

Superfice:
32 km2
Altitudine:
2 m
Introduzione

Alle spalle il bianco dei marmi delle Alpi Apuane, davanti il mar Tirreno: in una piana alluvionale è posizionata Viareggio, perla della Versilia, città del Carnevale. Il comune presenta un clima mediterraneo, con inverni non particolarmente freddi ed estati non particolarmente calde ma con una piovosità consistente nelle varie stagioni per via della vicinanza delle Alpi Apuane.

Quando Lucca e Genova, nel 1172, si alleano contro Pisa, decidono di costruire un castello fortificato di difesa sulla costa, prossimo al Canale Burlamacca, in modo da difendere bene il territorio circostante. Lo chiamano Castrum de Via Regia poiché edificato al termine della strada nata in onore dell’imperatore Federico Barbarossa.

Passano i secoli senza episodi significativi e il castello, di collegamento tra la costa e l’entroterra, diventa particolarmente importante quando Lucca perde lo storico approdo marittimo di Motrone trasformandosi nell’unico sbocco al mare dello stato lucchese. È il 1441: si bonificano le paludi attorno al luogo e si dà il via a progetti di urbanizzazione per attirare gente e incrementare il traffico commerciale anche sul canale. La qualità della vita non è delle migliori, malaria, paludi che persistono, mare che arretra, nonostante il movimento di merci aumenti: così nel 1480 Lucca regala un po’ di terreni a chi decide di mettere su casa proprio qui. E la gente arriva. Nel 1534 viene costruita un’altra fortificazione in una migliore posizione, la Torre Matilde: attorno ad essa si sviluppa il vero primo centro abitato. Le attività fervono, il territorio migliora e nel 1701 il Consiglio generale della Repubblica Lucchese dichiara Viareggio "Comunità", il che significa una certa autonomia.

Si inizia una grande opera di bonificazione dell’area dell’entroterra, per eliminare finalmente le aree paludose, anche grazie alla progettazione di speciali cateratte sul Canale Burlamacca per regolare il flusso e il deflusso delle acque. Nel 1741, alla fine dei lavori, anche la malaria inizia a scomparire e per eliminare i problemi dovuti al violento vento di mare che danneggia le colture non più protette dalla vegetazione paludosa, sulla spiaggia si crea una barriera artificiale a base di pini, le future strepitose pinete che oggi ammiriamo. Tutte migliorie che richiamano altra gente e altro sviluppo urbano. Viareggio cresce e si arricchisce. Nel 1819 la duchessa di Lucca, Maria Luisa di Borbone fa costruire la prima Darsena di Viareggio così da diventare a pieno titolo città. Città che oltre a pesce, cantieristica, commerci vari, si accaparra un’altra attività dal glorioso futuro, i bagni di mare.

Nel 1828 ecco i primi stabilimenti, sempre più grandi e spettacolari con l’avanzare degli anni. Agli inzi del 1900, Viareggio è ormai la "Perla del Tirreno", dove si raduna l’intellighentia del tempo. Nel maggio 1920, ci sono tumulti in seguito a una partita di calcio tra il Viareggio e la Lucchese: un carabiniere uccide un guardialinee e ciò scatena una grande ribellione cittadina, conosciuta come i tre giorni della Libera repubblica di Viareggio, i cui abitanti hanno sempre avuto un carattere anarchico e liberale. Tanti i danni subiti dalla seconda guerra mondiale.

L’economia viareggina si sposa con attività legate alla cantieristica navale, alla pesca, alla floricoltura e al commercio in generale, però è soprattutto il turismo ad essere di rilievo, non solo quello balneare e non solo estivo, ma anche quello legato al famoso Carnevale.

Proprio il Carnevale di Viareggio, famoso in tutto il mondo, è l’evento di punta qui. Il tutto inizia nel 1873 con una sfilata di maschere, mentre arrivano nel 1921 i celebri carri "mascherati", fatti di legno e tela, la cui evoluzione è dovuta all’introduzione della cartapesta con incredibili allegorie. La maschera ufficiale è il Burlamacco (dal significato incerto, burla), inventata nel 1931 dal pittore viareggino futurista Uberto Bonetti. C’è anche un correspettivo femminile, Ondina, il cui nome probabilmente deriva dalle onde del canale.

In estate, nella piazza principale si svolgono diversi appuntamenti come il Festival Teatro Canzone, dedicato a Giorgio Gaber, e il prestigioso Premio Letterario Viareggio-Rèpaci. Molto seguito il Premio Internazionale Artiglio, che ricorda le gesta compiute negli anni 20 del XX secolo dai palombari del battello a vapore Artiglio, gli unici capaci di lavorare a più di 100 metri di profondità: si svolge ogni due anni a maggio, l’ultima edizione è del 2015. Grande festa poi nella settimana che precede il 25 marzo, giorno di Maria Annunziata, patrona della città. In questi giorni si svolge la Fiera dei Ciottorini, piccoli oggetti artistici, giocattoli e vasellame in terracotta, quasi sempre non colorata, prodotti artigianali acquistabili nel mercatino in piazza del Mercato Vecchio e in piazza Ragghianti. Nelle vicinanze, da non perdere, a Torre del Lago, il Festival Puccini che da giugno ad ottobre presenta un grande cartellone con le opere del maestro.

La cucina di Viareggio è un misto di gusti legati alle tante influenze che l’hanno caratterizzata e ai tanti sapori di terra e mare. A partire dalla scarpaccia, tipica torta un po' dolce e un po' salata, preparata con farina, latte, zucchero, burro e zucchine, il tutto cotto al forno. Da provare il cinghiale bollito nel vino rosso presentato con funghi in umido e polenta; gli avannotti delle anguille, detti cèe (rigorosamente di allevamento), cotti con aglio e salvia; gli sparnocchi, cicale di mare, con i fagioli. Spesso si usa il farro con i gamberi o con calamaretti gratinati, insaporiti con olio d'oliva e pomodoro.

Tipiche le sardine ripiene di pane grattugiato, prezzemolo, aglio tritato e sale, uovo, impanate e fritte. Ottimi i totani ripieni, in umido e gli involtini di pesce nero, creatura del fondale, dal caratteristico color pece. La scottiglia è una crema a base di cipolla, aglio, prezzemolo e basilico, tutto soffritto e rosolato con il vino, con pomodori, da passare su pane tostato e agliato. Un classico la panzanella, pane raffermo, pomodori, cetrioli, cipolla rossa, basilico, sale, pepe, aceto e olio. E anche la ribollita, verdure cotte avanzate dai pasti e fatte cuocere con pane raffermo e olio. Alla cacciagione arrostita si abbina la salsa barberina, vino bianco secco, brodo e succo di un limone, pangrattato, olio extravergine d'oliva, cipolla e prezzemolo tritati, alloro, sale, pepe e un pizzico di noce moscata. Bocconi prelibati sono anche il pecorino della Versilia, più o meno stagionato, e la cecina, torta salata a base di farina di ceci tipica. Da assaggiare la torta co' bischeri, crostata di pasta frolla con un impasto a base di riso e cioccolata. Il tutto accompagnato dal toscanissimo Chianti.

Tra i personaggi famosi vissuti a Viareggio, la bella sorella di Napoleone, Paolina Bonaparte Borghese, che dal 1822 (quando il cadavere del poeta inglese Percy Bysshe Shelley fu trascinato sulla riva viareggina) abitò alcuni anni qui in una villa lussuosa, oggi sede dei musei civici e di una galleria di arte moderna. Da ricordare poi che la sede in cui vengono costruiti i carri è la Cittadella del Carnevale, una struttura polivalente composta da sedici capannoni e da un edificio in cui sono collocati la Scuola della cartapesta e il Museo del Carnevale.

Centro turistico apprezzato ovunque con i suoi 10 chilometri di spiaggia, Viareggio non solo è conosciuta per il suo mare e per il suo ironico Carnevale ma anche per la possibilità di dirigersi verso le cime delle Alpi Apuane. Viareggio non presenta monumenti antichi ma tante testimonianze particolari della sua non lontanissima storia: ne ha fatta di strada da quando non era che un castello fortificato sul mare.

Prefisso:
0584
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
viareggini
Patrono:
Maria santissima Annunziata
Giorno Festivo:
25 marzo
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156774
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

22
Media
21
Buona
18
Ottimo
4
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
20
Famiglie
5
Coppie
5
Giovani e single
4
Turisti maturi
3

Indicatori

Intrattenimento
mangiare e bere
Accessibilità
shopping
Servizi ai turisti
attività
Accoglienza
Attrattive
Alloggio
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156299
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Viareggio

Conosci Viareggio? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
gabbo
Livello 12     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Città favolosa, il mare non sarà sempre splendido ma viene compensato da tutto il resto. Passeggiata lungomare lunghissima e stile Liberty (classificata come la passeggiata leberty più lunga al mondo) che comprende librerie, negozi di tutti i tipi (scarpe, vestiti,... vedi tutto gadget, edicole, ecc...), pizzerie, ristoranti, hotel a dir poco favolosi (decorati sempre sullo stile Liberty) e molto altro. Spiagge lunghissime e con vista mozza fiato (le spiagge si dividono in 4 sezioni:Città giardino, passeggiata dove la spiaggia libera è limitata alla zona accanto al molo piuttosto piccola, darsena: spiaggia molto estesa con 2 spiagge libere: una che resta tra gli scogli e i primi stabilimenti e una che si trova in fondo a tutti i bagni ed è molto lunga ... collega Viareggio a Torre del lago dove si trova la quarta sezione di spiaggia ... anche lì si trovano ampie sezioni di spiaggia libera e l'arenile in sè è molto esteso), gli stabilimenti sono molto attrezzati soprattutto nella zona darsena dove si possono trovare in ogni bagno campi da beach tennis,soccher e volley ... la vera bellezza è che la vista di Viareggio comprende il mare, la pineta, le colline e le montagne il tutto illuminato dalla splendida luce del mar tirreno. La parte di Torre del lago vanta del lago di massaciuccoli (lago più grande della toscana) e della dimora di giacomo puccini, in estate a Torre del lago viene svolto il festival pucciniano ( anche questo rinnomato nel mondo) ovvero la rappresentazione di opere teatrali di Giacomo Puccini nel Gran Teatro Puccini situato sul lago. La città offre delle splendide pinete (pineta di ponente situata parallela alla passeggiata) e la pineta di levante ( gigantesca Pineta che collega Viareggio a Tortre del Lago situata parallela alle 2 spiagge) dove al loro interno sono situate varie attività (bar, ristoranti, chioschi, minigolf, campi da bocce, tennis, piste da ballo, ecc...). La notte la città offre molte alternative tra feste in passeggiata, bar e locali aperti in tutta la città, feste nella cittadella del carnevale, e le avrie iniziative. Viareggio è famosa in tutto il mondo per il suo carnevale: i carri in cartapesta più grandi al mondo sfilano lungo la passeggiata emozionando e facendo rimanere senza fiatio chi assiste allo spettacolo. Ottima posizione per visitare anche il resto della Versilia (lido di camaiore, forte dei marmi, ecc...) ma anche il resto della toscana. I prezzi sono vari, sia cari che poco coistosi (possibilmente chiedere alla gente del posto) le specialità sono quelle di mare. Insomma una città fantastica da vedere e da assaporare sia nei mesi estivi ma anche in quelli invernali (come a febbraio per il carnevale)
Da non perdere Carnevale
ilaria torre
Livello 14     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Viareggio è un comune italiano di 64.564 abitanti della provincia di Lucca in Toscana. La città nacque nella prima metà del XVI secolo quando era l'unica finestra sul mare per la Repubblica di Lucca. A tale periodo risale il più... vedi tutto antico edificio cittadino, la Torre Matilde, fortificazione difensiva eretta dai viareggini nel 1541 per contrastare la costante minaccia di incursioni dei corsari barbareschi. Viareggio è conosciuta, oltre che come località di turismo balneare, per il Carnevale, nato nel 1873, con i suoi maestosi carri allegorici di cartapesta che sfilano lungo la "Passeggiata a mare". La Maschera ufficiale del Carnevale di Viareggio è Burlamacco, ideato nel 1930 da Uberto Bonetti. Durante la manifestazione, di gran rilievo, ci sono anche collaterali feste rionali che si svolgono solitamente dal venerdì alla domenica. Da un punto di vista artistico, Viareggio è conosciuta per le architetture eclettiche, liberty e déco e per essere la città di artisti come Lorenzo Viani, Federico Bagnoli, Alfredo Catarsini, Renato Santini, Mario Marcucci, Inaco Biancalana, Galileo Chini, Alfredo Belluomini e Luisa Cellai. La città è un attivo centro industriale e artigianale, soprattutto nel campo della cantieristica navale, da tempo conosciuta in tutto il mondo. È altresì nota per la pesca e la floricoltura. Viareggio è sede di molti premi e manifestazioni tra i quali il Premio letterario Viareggio Répaci, istituito nel 1929, il Premio Viareggio Sport istituito nel 1985 e il Torneo Mondiale Coppa Carnevale di Viareggio, istituito nel 1949. È inoltre da ricordare il Festival Gaber, in memoria di Giorgio Gaber, al quale partecipano artisti di spicco del panorama musicale italiano (dal 2004). Viareggio è nota anche in ambito storico-religioso, tra le vicende più significative quelle di Sant'Antonio Maria Pucci e di Clelia Merloni. La città è inoltre nota per aver dato i natali a Marcello Lippi l'allenatore della nazionale italiana di calcio vincitrice del titolo mondiale nel 2006 e i natali a Marco Columbro, noto attore e conduttore televisivo.
Da non perdere Carnevale
Alex
Voto complessivo 10
Guida generale : Cittadina alla portata di tutti, con un clima solitamente favorevole per la sua posizione geografica sita in un angolo distante ma non troppo da monti ma sul mare, gente con una passione per il folclore con un carnevale ricco come... vedi tutto deve essere unico al mondo,stagione estiva dedicata al cliente in cerca di relax e adatta alle famiglie con figli di tutte le età,come in tutte le città si trovano vitto e alloggio da tutti i prezzi, insomma, una CITTÀ dove chi viene una volta, ci torna sempre volentieri.
Da non perdere Pineta di Ponente , Porto , Viareggio, sapore di mare.
claudia
Voto complessivo 8
Guida generale : divertente sopratutto nel periodo del suo carnevale famoso nel mondo e nella stagione estiva. rilassante nel periodo invernale.adatta a tutte le età.hotel fantastici ma un po' cari e ottimi alberghi e pensioni a gestione possibilmente familiare. la pineta è un... vedi tutto luogo per ritemprarsi dalla calura estiva. spiagge degli stabilimenti curate e un po' meno i pochi pezzi di spiaggia libera comunale. passeggiata costellata di negozi di ogni genere, cinema e sale giochi.
Da non perdere Carnevale , Museo del Carnevale
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Città di grande splendore artistico è caratterizzata da suggestivi panorami naturalistici, come la Pineta di Ponente, che si sviluppa a nord dell’abitato, e la pittoresca passeggiata lungo il viale del mare. Nel centro abitato è possibile ammirare: Piazza Mazzini e la... vedi tutto Torre Matilde, edificata per commissione del senatore Lucchese nel 1544; Villa Paolina, edificata nell’ottocento per conto di Paolina Bonaparte Borghese, sorella dell’Imperatore Napoleone Bonaparte, oggi sede della Pinacoteca Lorenzo Viani e del Museo Preistorico Archeologico A.C. Blanc - che espone materiali rinvenuti nelle limitrofe aree di scavo. Percorrendo il lungo mare lo sguardo è catturato dagli interessanti e variegati stili architettonici che si alternano come lo Chalet Martini, il neoclassico Cinema Savoia, i Magazzini Duilio ’48 in stile liberty, il Gran Caffè Margherita, il Bagno Balena e la Galleria del Libro, che nel 1929 fu un’atelier di moda.
luca ferrari
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Ubicata tra il lago di Massaciuccoli e le colline offre spiaggie libere di dune comprese tra il tratto di mare tra Viareggio e la frazione di Torre del Lago Puccini. Oltre al mare sono presenti due pinete. La sera offre... vedi tutto insieme alla Versilia discoteche e locali notturni. La posizione è ideale per visitare il resto della Toscana tenendo Viareggio come base, infatti sono molto vicine Lucca e Pisa ed in un'ora circa si raggiunge Firenze, con circa 25 min. in più Siena e dintorni.
Da non perdere mare
Bufalo Vincenzo
Voto complessivo 8
Guida generale : il mare non è eccezionale , ma in compenso , i bagni , la passeggiata lungo mare con tutte le sue attrazini notturne e i locali , sono ottimi posti per trascorrere alcuni giorni in pieno relax e al mattino... vedi tutto il contesto del posto invita anche le persone più sedentarie a dedicarsi a fare un pò di attività fisica : camminata , corsa o bicicletta nella bella e luga pista ciclabile
Nick Nasso
Livello 19     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Da Gennaio a tutto febbraio di ogni anno, 5 sabati e domeniche di Corsi Mascherati e di Divertimento- Carnevale di Italia e d'Europa. Attività Balneari da Maggio a Settembre. Spiaggia-Mare-Sole. Luoghi Turistici: Lago di Massacciuccoli a Torre del Lago Puccini con... vedi tutto Manifestazione Stagione Lirica. Attività di Sagre e Feste di Paese - Visita delle Alpi Apuane - Parchi Naturalistici - Versilia Litorale ed Entroterra.
stefano palazzolo
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Il famoso carnevale. Almeno una volta nella vita bisogna assistere a questa manifestazione. Viareggio è una città di mare, ma ha monti e colline molto vicine per trascorrere una scampagnata fra prati verdi e aria purissima. Da diversi anni è... vedi tutto insignita della bandiera blu di legambiente e ha una stazione ferroviaria di snodo utilissima per raggiungere ogni città d arte della toscana.
Da non perdere Porto
Ilaria Paoli
Livello 24     3 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Mare e montagna a disposizione. Natura e vita notturna. Per famiglie e giovani. Tanti locali per tutte le tasche. Ben servita dai treni per raggiungere Pisa Lucca e Firenze. Da suggerire agli sportivi per correre sul lungomare, in pineta o... vedi tutto in collina. Per gli amanti della bici e della mountain bike, per gli escursionisti. Il clima e' decisamente più mite rispetto all'entroterra ed possibile praticare sport all'aperto godendosi bei panorami e aria marina.
Da non perdere collina - escursioni , mare , Sport, spiaggia, shopping
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156249
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156258
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0625051
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Viareggio

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Shopping
Mete per la famiglia
Sport
Giovani e single
Arte e cultura
Verde e natura
Mete romantiche
Montagna
Cicloturismo
Avventura
Casino'
Studenti
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156263
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0156262

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312526
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Viareggio

Poco nuvoloso
3 °
Min 17° Max 687°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0