×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Pisa: guida completa e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0010008
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Pisa è una delle città italiane più amate al mondo. Arte, cultura e bellezza che si fondano in un luogo magico. Le più grandi opere che caratterizzano la città di Pisa sono quelle che si trovano sul verde senza tempo del Campo dei Miracoli: il Duomo, il Battistero, la Torre pendente ed il Camposanto, sorte tutte tra l’XI ed il XIII secolo al tempo della sua grande gloria marinara.

Una città piccola ma ricca di sorprese, che saprà incantare ogni visitatore con la sua eterna bellezza. Molti, inoltre, gli eventi culturali che ogni anno vengono organizzati a Pisa fra mostre, allestimenti temporanei, meeting e spettacoli teatrali e musicali che rappresentano un’ulteriore occasione per organizzare un soggiorno in questa città.

Dove si trova Pisa: geografia, territorio e storia

Pisa è il capoluogo dell’omonima provincia in Toscana e si trova lungo il corso dell’Arno, a circa 10 chilometri dalla costa tirrenica. Il fiume divide la città in due parti, quella a Mezzogiorno e quella a Tramontana. Il territorio è in prevalenza pianeggiante, con un clima mitigato dalla vicinanza del mare.

La sua storia ha origini molto antiche, poiché già nel V secolo a.C. era un importante insediamento etrusco, posto direttamente sul mare. I romani, poi, realizzarono il Porto Pisanus intorno al II secolo a.C. e la città divenne una base militare strategica, mantenendo questa sua importanza anche con Cesare ed Augusto. Con la caduta dell’impero romano passò sotto i Goti, i Longobardi ed i Carolingi ma non perse mai il suo ruolo di città portuale, fondamentale per frenare le incursioni dei Saraceni. La potenza dei pisani crebbe nel corso del tempo ed essi arrivarono a conquistare numerosi territori tra cui la Sardegna, la Calabria, Palermo e le Baleari. Ingaggiarono varie battaglie contro i Saraceni e con i tesori accumulati costruirono l’imponente Duomo ed altri monumenti che l’hanno resa celebre nel mondo.

Ben presto Pisa, diventata una vera potenza, entrò a far parte nel XI secolo, delle Quattro Repubbliche Marinare, insieme a Genova, Venezia e Amalfi. Il decadimento cominciò dopo aver perso nel 1284 la battaglia della Meloria contro i genovesi che costò a Pisa la sua flotta. Dagli inizi del Quattrocento rimase sotto l’egemonia di Firenze, da sempre sua acerrima rivale; poi con l’aiuto di Carlo VII, tornò ad essere indipendente nel 1494, ma Firenze la riconquistò pochi anni dopo. Da quel momento la storia di Pisa fu legata a quella di Firenze poiché la famiglia De Medici cercò di far ritornare la città all’antico splendore, sviluppando la sua famosa Università che da allora fu un importante centro di ricerca e studi.

Duomo_Pisa

Come si vive a Pisa: clima, qualità della vita e consigli utili

"Il periodo migliore per visitare Pisa è... tutto l'anno"; come città di cultura, Pisa è vivace ed interessante durante tutto l’anno, grazie alle numerose attività e manifestazioni che vengono organizzate sul suo territorio. Il clima è mitigato dalla vicinanza del mare ed è di tipo mediterraneo temperato. Gli inverni non sono troppi freddi ed il caldo in estate è meno soffocante rispetto alle altre città della Toscana, come ad esempio Firenze. Luglio ed agosto sono i mesi più caldi, mentre quello più freddo è gennaio. Le piogge sono limitate e si concentrano in autunno ed è piuttosto raro che a Pisa possa nevicare. La primavera è la stagione migliore per visitare Pisa a piedi, magari usufruendo di uno dei tour guidati, il cui costo parte dai 15 euro per persona.

La sera, poi, è particolarmente piacevole passeggiare lungo il fiume e godersi il fresco , magari in concomitanza con la festa di San Ranieri, patrono della città, il 15 e 16 giugno. Se ci si trova a Pisa in estate, potrebbe essere una buona idea concedersi qualche ora al mare a Marina di Pisa, per rinfrancarsi dopo un tour della città ed ammirare le bellissime ville presenti in questa località. In autunno e in inverno, se le temperature dovessero essere più rigide, ci si può dedicare ai musei. Da fine novembre Pisa si prepara a festeggiare il Natale, quindi si veste a festa con le luminarie, i mercatini e, presso gli Arsenali, con la Fabbrica di Babbo Natale un luogo ricco di sorprese per grandi e piccini.

I piatti tipici della tradizione pisana sono quelli che caratterizzano anche le altre località toscane: quindi si possono mangiare ottimi salumi e formaggi, zuppe e minestre e piatti a base di cacciagione. Da segnalare, in particolare: la pappa col pomodoro, le pappardelle al sugo di lepre o cinghiale, le anguille con il pomodoro e i fagioli all’uccelletto. Fra lo street food più apprezzato a Pisa c’è il famoso lampredotto, un panino fatto con lo stomaco di bovino. Lo si può gustare in molti locali della città ed in particolare presso il locale Porci Comodi in via l’Arancio 4, meta preferita di turisti e pisani. Altri posti economici ed informali dove assaggiare piatti tipici del cibo da strada sono l’Ostellino in Piazza Felice Cavallotti, lo Strittenfud in via A. Galli Tassi, a pochi passi dal centro storico e Mr. Sgabeo in via Carlo Fedeli, specializzato nella preparazione degli sgabei, la tipica pasta di pane fritta, salata e farcita in vari modi. Fra i ristoranti con ottimo rapporto qualità/prezzo vanno segnalati: la Ghiotteria (Vicolo delle Donzelle), Antica Bottega di Pisa (via Santa Maria) e il Ristoro Pisano (via Santa Bibbiana).

Pisa è una città ricca di strutture ricettive di varie categorie, dagli hotel a 5 stelle ai B&B economici; è possibile scegliere, quindi, fra alloggi adatti per tutte le tasche ed esigenze. Se si hanno pochi giorni a disposizione, sarebbe opportuno sceglierne uno nelle immediate vicinanze del centro storico, così da avere a poca distanza tutte le principali attrazioni, muovendosi comodamente a piedi. Gli hostel sono la scelta ideale per i giovani che amano adattarsi ed hanno un prezzo medio di circa 20 euro/notte; è possibile dormire, ad esempio presso l’Hostel Pisa Tower. Il Gran Hotel Duomo è, forse, l’hotel più rinomato di Pisa e qui il prezzo è certamente più alto (circa 100 euro/notte). In alternativa ci sono molti B&B le cui tariffe variano dai 45 agli 80 euro/notte a seconda del periodo.

Palazzo_dell_orologio_pisa

Come arrivare e come muoversi a Pisa

Pisa è una città comoda da raggiungere da qualunque parte d’Italia sia con l’auto che con il treno.

  • In Auto - Per raggiungere Pisa con l’ auto si hanno a disposizione due autostrade: la A12 (nord-sud) Sestri Levante-Livorno e la A11 (est-ovest) Pisa-Firenze. Nello specifico, se si arriva da Bologna o da Roma si deve percorrere la A1 fino a Firenze, poii si prende la A11 proseguendo fino all’uscita Pisa Nord. Giungendo da Genova, invece, si percorre la A12 (Genova-Rosignano) uscendo a Pisa Centro o Pisa Nord. In alternativa ci sono altre strade, come la SS67 (verso Firenze) o l’Aurelia (SS1) che unisce Roma con La Spezia.
  • In treno - Pisa può contare su tre comode stazioni: Pisa Aeroporto, Pisa San Rossore e Pisa Centrale. Ognuna di esse risponde alle varie esigenze dei viaggiatori. Arrivando alla Stazione centrale, ad esempio, ci si trova subito in prossimità delle principali zone d’interesse turistico. Inoltre, poiché Pisa si trova proprio lungo la direttrice Roma-La Spezia, è collegata a molte città sia del centro che del nord.
  • In autobus - Pisa ha anche un buon collegamento mediante pullman con varie città della Toscana come Firenze, Prato, Lucca, Livorno e Pistoia. Questo mezzo, infatti, risulta molto utile per quei turisti che vogliono muoversi da Pisa verso le città limitrofe. Il collegamento con autobus e pullman è operato dalle società Lazzi e CPT.
  • In aereo - Il Galileo Galilei è l’aeroporto internazionale di Pisa, divenuto anche uno dei più importanti del centro Italia, dove arrivano e partono periodicamente moltissimi voli internazionali, nazionali e low cost. Il centro di Pisa può essere raggiunto facilmente in pochi minuti con vari mezzi come l’auto, l’autobus o il treno. In particolare si consiglia la linea n°3 della compagnia CPT che collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria. Anche Firenze è raggiungibile dal Galileo Galilei in circa un’ora.

Come muoversi a Pisa? Una volta giunti in città ci si può spostare comodamente a piedi o in bicicletta grazie allo bike sharing; Pisa infatti non è molto estesa e tutte le principali attrazioni turistiche sono vicine tra loro. Se il soggiorno è più lungo e ci si vuole concedere una conoscenza più approfondita, raggiungendo zone un po’ più lontane dal centro storico, è possibile usufruire dei mezzi pubblici. Anche chi arriva in auto può lasciarla comodamente presso uno dei parcheggi gratuiti alle porte della città e prendere un bus navetta che arriva nei luoghi d’interesse, senza doversi preoccupare di eventuali divieti o ZTL.

Con la Carta Mobile, da richiedere online, si possono acquistare i biglietti dei bus a prezzi ridotti, sia quelli singoli che i carnet. Il costo è di 1,10 euro invece di 1,40 euro per una durata di 70 minuti. Il servizio di bike sharing può contare su 14 punti dove prendere e lasciare la bicicletta. Il servizio è gratis per la prima mezz’ora, poi costa 0.90 euro per le mezz’ore successive.

Ponte_di_mezzo_Pisa

Cosa vedere a Pisa: attrazioni, idee di viaggio e cosa visitare

Il motivo principale per organizzare un viaggio a Pisa sono i suoi meravigliosi monumenti; è una città piccola e piacevole da girare a piedi ed è perfetta per un week end, anche nel caso di famiglie con bambini, anche in considerazione del fatto che è facile da raggiungere da varie parti dell’Italia. Tutte le più importanti attrazioni sono piuttosto vicine tra loro. La visita non può che partire da Piazza dei Miracoli, Patrimonio dell’Umanità dal 1987. In essa si trovano - già citati - la Torre pendente, il Duomo di Santa Maria Assunta, il Battistero di San Giovanni ed il Camposanto.

Non è facile trovare, raggruppate a poca distanza, delle meraviglie simili a queste. I musei e i monumenti della piazza possono essere visitati acquistando dei biglietti cumulativi, ad esempio: 1 museo + 1 monumento (5 euro); 2 musei + 2 monumenti (7 euro) o 4 musei + 4 monumenti (9 euro). Gli ingressi comprendono il Camposanto, il Museo del Duomo, il Museo delle Sinopie, il Battistero. Il prezzo per la Torre, invece, è di 18 euro.

Lasciata Piazza dei Miracoli, vale la pena dedicarsi ad alti luoghi della città, fra cui Piazza dei Cavalieri dove si trova la cosiddetta Torre della Fame, dove fu incarcerato Ugolino della Gherardesca. La torre è ora annessa al bellissimo Palazzo dell’Orologio, mentre sulla piazza si affacciano anche la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri ed il Palazzo della Carovana.

Durante una visita nella città di Pisa, non si può di certo trascurare una passeggiata sui Lungarni, altra attrazione della città. Da Borgo Stretto si prosegue verso Ponte di Mezzo e si arriva a destinazione. Il consiglio è quello di trovarsi lì al tramonto, quando la luce è spettacolare. Sul Lungarno Mediceo si trovano bellissimi palazzi nobiliari e la chiesa di San Matteo in Soarta, mentre sul Lungarno Gambacorti ci si può soffermare presso la bellissima chiesa di Santa Maria della Spina. Forse non tutti sanno che presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate, inoltre, si trova l’enorme murales realizzato da Keith Harring, chiamato Tuttomondo; un’occasione per andarlo a vedere.

Gli appassionati di musei non possono perdere il Museo nazionale di San Matteo (biglietto: 5 euro) e quello di Palazzo Reale (biglietto 5 euro). Se la vacanza a Pisa dura un po’ di più di un week end, vale la pena organizzare delle gite fuoriporta per ammirare, ad esempio il bellissimo paesino di Calci e l’antico monastero certosino.

Piazza_dei_Miracoli_Pisa

Cosa fare a Pisa: eventi, ricorrenze e divertimenti

Molti sono gli avvenimenti in calendario durante l’anno a Pisa e nei paesi limitrofi: sagre, festival, mostre, eventi musicali, gare sportive e mercati animano le giornate di turisti e pisani e non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ad ottobre si tengono, ad esempio, il Premio Nazionale Letterario Pisa, l’Internet Festival e la Run to the tower. Nel mese di novembre si svolge il Pisa Book Festival. Da non perdere assolutamente, poi, la festa del santo patrono, San Ranieri che si svolge il 15 e 16 giugno con un calendario fitto di eventi, comprese le luminarie e la regata.

Ogni quattro anni a Pisa viene organizzata, inoltre, la rievocazione della Regata Storica delle Repubbliche Marinare, un avvenimento molto importante. Se ci si vuole spostare un poco da Pisa vale la pena partecipare alla Sagra del Tartufo e del Fungo porcino di San Miniato l’ultimo fine settimana di Settembre oppure al Palio dei caci a Volterra ad ottobre.

Anche Pisa ha i suoi luoghi della movida perché, essendo una città universitaria, è piena di giovani e locali. Presso il Millibar si possono gustare ottimi aperitivi mentre al Bordeline si ascolta buona musica. A piazza delle Vettovaglie, ad esempio, si trovano numerosi locali e la sera si anima di studenti e turisti ma tutto il centro storico in genere è ricco di bar adatti ad ogni età e gusto. Molto spesso vengono organizzate notti bianche, quindi a Pisa non c’è davvero il tempo per annoiarsi.

Leggi anche: Le 10 cose da vedere a Pisa

Prefisso:
050
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
pisani
Patrono:
San Ranieri
Giorno Festivo:
17 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0010009

Valutazione generale

38
Buona
21
Ottimo
14
Media
12
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
17
Famiglie
4
Turisti maturi
4
Giovani e single
3
Coppie
2

Indicatori

Accessibilità
mangiare e bere
Accoglienza
Servizi ai turisti
attività
shopping
Trasporti
Sicurezza
Attrattive
Alloggio
convenienza
Intrattenimento
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Pisa

Conosci Pisa? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Le stagioni favorevoli per visitare Pisa sono: l'estate, per la bellezza che offre il suo litorale; fine estate ed inizio autunno, per le sfumature che assumono le dolci colline toscane. Si può iniziare la visita di Pisa partendo dal Ponte... vedi tutto di Mezzo, un tempo chiamato ponte Vecchio, perché più antico tra tutti i ponti della città, fu ricostruito dopo la seconda guerra mondiale. Attraversa l’Arno con una sola arcata e alla sua estremità settentrionale si apre piazza Garibaldi. Lungo Borgo Stretto, una delle principali vie della città, si eleva S. Michele in Borgo (sec XI). Si prosegue per Piazza dei Cavalieri, antico centro della città repubblicana, ospita numerosi edifici dovuti a Giorgio Vasari tra cui il palazzo dei Cavalieri (o della Carovana 1562)rifacimento vasariano del palazzo degli Anziani e sede oggi della Scuola Normale Superiore, istituita nel 1810 da Napoleone, di fronte alla quale vi sono la statua di Cosimo I, la fontana di Francavilla (1596), e il palazzo dell’Orologio, anche esso del Vasari (1607). S. Stefano dei Cavalieri fu eretta su disegno del Vasari (1569) di cui all’interno si possono trovare alcune importanti opere come il Martirio di S. Stefano (1571) e le acquasantiere. L’Orto botanico fu ricostruito da Ferdinando I attorno al 1595 e contiene alcuni esemplari di notevole età. Nella Piazza del Duomo, detta anche Piazza dei Miracoli, vi sono i più alti esempi dell’arte romanica pisana. La piazza ed è tra i più celebri e visitati complessi monumentali dell’arte italiana. Sulla piazza si ergono il Duomo, il Battistero, il Campanile, conosciuto ai più come la torre di Pisa o torre pendente, e il Camposanto. Sebbene edificati in tempi successivi i quattro edifici presentano nell’omogeneità cromatica e stilistica una mirabile unità architettonica. Il Museo dell’Opera del Duomo raccoglie le opere provenienti dagli edifici monumentali del Campo dei Miracoli. Al suo interno molte opere di grande importanza, tra cui al pianterreno il Cristo deposto, statue della facciata del Duomo, alcuni busti capolavori di Nicola e Giovanni Pisano, il Crocifisso e Madonna col Bambino in avorio del Pisano. Percorrendo la via Malfi si incontrano le terme dette Bagni di Nerone (sec II) e la Porta a Lucca (1544). Di notevole interesse la visita al Museo nazionale di S. Matteo: affacciato sul Lungarno Mediceo ha sede dal 1949 in una parte del convento delle Benedettine di S. Matteo e al suo interno si trovano alcune delle opere più importanti dell’arte pisana tra cui nella sala della scultura dei sec XII-XIV la Madonna del latte, marmo policromo di Andrea e Nino Pisano; nella sala della scultura del sec XV il busto reliquiario in bronzo dorato di S. Lussorio di Donatello, il Redentore, busto in terracotta del Verrocchio; nella sala della pittura dei sec. XII-XIII alcuni importanti crocifissi; nella sala della pittura del sec XIV Madonna col Bambino e santi di Simone Martini (1319) e nella sala della pittura del sec XV S. Paolodel Masaccio e il Redentore attribuito al Beato Angelico. Passeggiando sul Lungarno Pacinotti, compreso tra piazza Garibaldi e ponte Solforino, si incontrano Palazzo Agostani e Palazzo Reale. Palazzo della Sapienza, attuale sede dell' Università di Pisa. I dintorni di Pisa sono ricchi di cose interessanti da visitare: il Parco Naturale Migliarino - San Rossore - Massaciuccoli si snoda lungo il litorale pisano e versiliese. Con i suoi 24 mila ettari, abbraccia spiagge e macchia mediterranea, pinete di pino domestico e boschi di latifoglie, zone umide e coltivate. Un’escursione presso le Colline Pisane può rivelarsi un’ottima occasione per gustare i prodotti DOC e DOCG di cui questa zona è ricca.
gionata
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Pisa è una città a misura d'uomo, Repubblica Marinara degna di un libro di storia. La Torre è senza dubbio l'attrazione più famosa nel mondo ma Pisa è ben altro. Se è possibile recatevi nel mese di giugno (giugno pisano) vi... vedi tutto gusterete uno spettacolo senza pari, la Luminara di S.Ranieri. Il 17 giugno alle ore 20:00 si spengono tutte le luci del centro storico e lo spettacolo ha inizio. Migliaia di lumini fanno da cornice alla citta e si specchiano sul fiume Arno. L'illuminazione naturale della candela rende tutto magico. Sarà un momento indimenticabile. A Pisa inoltre si mangia davvero bene. Non mangiate vicino a piazza dei Miracoli ma spostatevi un poco.. La colazione sarà uno dei vostri momenti preferiti, le pasticcerie pisane sono eccezionali ed i cappuccini fatti a regola d'arte provare per credere. I prezzi sono più che onesti, niente a che vedere con Venezia, altra Repubblica Marinara. Se potete visitate la Certosa di calci, Corso Italia, Borgo Stretto, Piazza dei Cavalieri e Marina di Pisa-Tirrenia. Si perché a Pisa il mare è bello e l'acqua pulita.
Vinicio
Voto complessivo 3
Guida generale : Da non perdere: piazza dei Miracoli e piazza dei Cavalieri. Tutto il resto è meglio dimenticarlo. Shopping= zero; attrattive= zero; architettura in generale= meglio non parlarne; degrado generalizzato; non parliamo dell'atmosfera natalizia: una vera tristezza; basta dare uno sguardo all'illuminazione... vedi tutto "festaiola" (molto meglio i lumicini del cimitero suburbano) ed al "grande" albero sistemato in piazza XX settembre. Mi fermo qui altrimenti, pensando che debbo trascorrere il Natale in questo paese, mi viene da piangere. Comunque, quando la tristezza raggiunge uno stato che prelude un inizio di depressione mi potrò sempre recare nella vicina Livorno: una vera città.
Ekiros
Voto complessivo 4
Guida generale : Una città vivace e a misura d'uomo che può essere esplorata facilmente a piedi o in bicicletta in una o due giornate, se si vogliono esplorare anche i suoi dintorni o passare qualche ora in uno dei suoi musei. La... vedi tutto Piazza dei Miracoli, la Piazza dei Cavalieri e la camminata dal Borgo ai Lungarni sono i luoghi più conosciuti, ma vale la pena una visita al resto del centro storico medievale e a qualche interessante museo, come quello delle navi etrusche e romane e il Museo Nazionale di San Matteo, specializzato in arte medievale. Per chi ama il movimento, è perfetta una passeggiata sul camminamento delle mura o un giro del centro in bicicletta nelle zone verdi della città. Nei dintorni di Pisa, da non perdere la basilica di San Piero a Grado e la Certosa di Calci.
Adriana Lopriore
Livello 50     7 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : A Pisa non limitiamoci alla stupefacente Piazza dei Miracoli. Piazza dei Cavalieri e i Lungarni, raggiungibili in 10 minuti dal Duomo, sono imperdibili specie al tramonto. Con un po' di tempo si visita anche il nuovo porto turistico di Marina... vedi tutto di Pisa, passeggiando sul molo nord che costeggia la foce dell'Arno. Andando verso Marina di Pisa si passa accanto alla Basilica di San Piero a Grado, bellissima unione di tre chiese sovrapposte dalla prima paleocristiana all'ultima in stile romanico pisano. Pisa ha un ottimo aeroporto, una importante stazione ferroviaria, un'Università prestigosa, strutture sanitarie tra le migliori d'Italia e inoltre è a 10 minuti dal mare, venti minuti da Lucca, da Livorno e da Viareggio. Per pranzare o cenare, ci sono tantissime alternative anche economiche, avendo grande affluenza di turisti e studenti.
Da non perdere Piazza dei Miracoli , Lungarni , Piazza dei Cavalieri
Stefania Dal Canto
Livello 60     8 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Pisa è una piccola cittadina che si visita tranquillamente a piedi, magari partendo dalla stazione centrale ferroviaria e attraversando le vie di negozi Corso Italia e Borgo Stretto. Oltre alla nota Piazza dei Miracoli con la Torre, il Duomo, il... vedi tutto Battistero e il Camposanto Monumentale, merita una sosta Piazza dei Cavalieri con la Chiesa di Santo Stefano, la Scuola Normale Superiore e la Torre dell'Orologio, dove fu imprigionato il Conte Ugolino. I Lungarni al tramonto, con i palazzi storici che vi si specchiano, sono unici. Seguendo il Lungarno Gambacorti,si incontrano il Museo di Palazzo Blu e la piccola e deliziosa Chiesa della Spina, un tempo contenente una spina della corona di Gesù. A Pisa si mangia bene ovunque, dalla tradizionale cecina, alla cacciagione, al cinghiale toscano, al pesce andando verso Marina di Pisa e Tirrenia sul litorale!
Piercamillo
Voto complessivo 3
Guida generale : Posso affermare che visitando questa città ho letteralmente buttato i miei soldi. Si salva solo la piazza dei Miracoli. Attorno a questa piazza il vuoto più assoluto. Commercio zero. Buio da far paura. Ovunque deserto da far venire la depressioneanche... vedi tutto alle persone più ottimiste ed allegre di questo mondo. Insomma, in poche parole, una città senz'altro da dimenticare. Naturalmente questo è il mio giudizio che potrebbe cozzare con il giudizio di altri.
Stefania
Voto complessivo 8
Guida generale : E almeno la 15° volta che visitiamo Pisa in particolare piazza dei miracoli. Ci andavamo in famiglia con mio figlio e mia figlia quando erano bambini poi ragazzi ed ora adulti. Quest'anno ci siamo andati con i loro rispettivi fidanzati... vedi tutto svizzeri che l'hanno adorata e ne sono rimasti meravigliati E proprio vero che fa sempre 1grande effetto ammirare ogni opera che si trova in piazza dei miracoli e in particolare la torre pendente Come sempre in qualsiasi periodo il sito è affollato di turisti. Abbiamo anche fatto shopping e così ci siamo portati con noi un po di Pisa!!
Manuela
Voto complessivo 3
Guida generale : Pisa è una città piccola ma ha tanto da offrire (non c'è solo Piazza dei Miracoli, per chi non lo sapesse in Piazza Vittorio Emanuele c'è un murale di Haring del 1984). Provate a passeggiare sui Lungarni, a soffermarvi nel... vedi tutto Giardino Scotto, Piazza dei Cavalieri, Piazza Santa Caterina, perdetevi (non alla Stazione, che è pericoloso!). Visitate il Museo delle Sinopie, Palazzo Blu, il Museo della Grafica, quello di San Matteo.
Patrizia
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Chi viene a Pisa non so che cosa si aspetti di trovare: una città ricca di storia, dove si può stare fuori a passeggiare fino a buona parte della notte, in compagnia di ragazzi e ragazze festosi e tranquilli. Certo... vedi tutto che, come ogni città, ci sono cose che si possono migliorare; ma ultimamente c'è stato un bell'impegno (vedi il ripristino di una parte del camminamento sulle mura: due chilometri. da percorrere a piedi, a undici metri di altezza, con vista suggestiva)senza dimenticare anche della professionalità dell'ospedale. Una città da vivere ogni giorno come se si fosse in un paese, dove si conoscono tutti o quasi.
Da non perdere Chiese , Piazza dei Miracoli , Lungarni e ponti
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0010008
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Pisa

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Studenti
Mete per la famiglia
Verde e natura
Sole e Mare
Shopping
Sport
Terme e Benessere
Giovani e single
Avventura
Cicloturismo
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Pisa

Sereno
22 °
Min 1959° Max 2935°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010012