×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Petrizzi: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Petrizzi è un Comune collinare della Calabria, in provincia di Catanzaro. La collocazione del paese è sull'istmo fra il golfo di Squillace e quello di Sant'Eufemia che è il punto più stretto d'Italia fra il mar Ionio ed il mar Tirreno.

 

Nel 986 una grossa flotta turca gettò le ancore sulle nostre vicine spiagge, tra il fiume Beltrame, che scorre ai piedi di Petrizzi e Gerace, seminando distruzione e morte. Forse proprio in quei tempi le popolazioni dei vari villaggi abbandonarono le loro case per rifugiarsi sulla collina dove oggi sorge Petrizzi. Con l'avvento dei Normanni, Petrizzi fece parte della Contea feudale di Squillace. Durante il periodo della dominazione Angioina, tra il 1266-1443, la Contea di Squillace passò alla famiglia dei De Monfort familiari di Carlo D'Angiò. In seguito Petrizzi, per il costante incremento demografico ed economico, divenne Autonomo e nel 1494 fu tra le " terre" facenti parte del tenimento feudale del Principato di Squillace concesso in dote a Sancia D'Aragona. In seguito, il piccolo paese divenne Ducea.


L'economia di Petrizzi è legata principalmente all'agricoltura ed all'allevamento. Molto interessante è l’artigianato, in particolare quello specializzato nella confezione di tessuti lavorati con telai a mano.

 

Gastronomicamente parlando, ottimi sono gli insaccati di carne suina e la pasta fatta in casa. Da provare è anche il vino locale.

 

Tra le manifestazioni tradizionali che animano il paese, richiamando gente dai dintorni, meritano di essere citate le Fiere di maggio, luglio e settembre. Molto caratteristiche sono: la Sagra delle penne all'arrabbiata e la Festa della Tarantella.





 

Prefisso:
0967
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
petrizzesi
Patrono:
Sant'Antonio di Padova
Giorno Festivo:
13 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156258

Valutazione generale

1
Ottimo
1
Media

Chi c'è stato

Famiglie
2
Turisti maturi
2
Tutti
1

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Petrizzi

Conosci Petrizzi? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Marina Colla
Livello 100     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Petrizzi è un antico paesino, dove il fascino della sua storia medievale è ancora visibile nelle piccole stradine e nel suo centro storico, oltre che in alcune caratteristiche costruzioni. Tra queste ho trovato stupenda Porta ‘e jusu, l’unica superstite di... vedi tutto quelle che facevano parte dell’antica cinta muraria che proteggeva il borgo. Sulla piazza principale si erge il Palazzo Ducale, e portando lo sguardo in alto è visibile il convento di santa Maria della pietà. Vederlo dal basso non mi bastava, e così mi sono arrampicata su in cima per osservarlo meglio. Che vista da lassù! Il convento è eretto su uno sperone roccioso che dà direttamente sul mare, regalando un panorama incredibile. Nella parte bassa del borgo c’è invece la chiesa di Maria SS della Pietra, a lei dedicata in onore della sua apparizione (come dice la leggenda). La struttura è molto possente e non sfigura rispetto ai sontuosi interni.
Da non perdere Porta e jusu , Chiesa di Maria SS della Pietra , Palazzo Ducale
giovanni
Voto complessivo 10
Guida generale : Antico, stupendo, clima meraviglioso, gente calda.... da vedere e da viverci. I prodotti locali (tutti biologici) sono squisiti; anche l'olio (quasi tutto della cultivar autoctona carolea) è speciale. Funghi a volontà per gli amanti... porcini, ovuli etc. Aria collinare sempre... vedi tutto ventilato ed a 5 minuti dal mare ionio (soverato, che faceva parte del ducato di Petrizzi).
Da non perdere palazzo ducale , centro storico , il paesagggio
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312534
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0312521
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Petrizzi

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0156267

Meteo Petrizzi

Sereno
24 °
Min 1967° Max 3199°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0