×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Castellaneta: guida completa e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040039
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030025
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Castellaneta, comune nella zona delle gravine pugliesi, era probabilmente già abitata durante l’età del Bronzo, come hanno mostrato diversi ritrovamenti, registrati anche sulla sommità del Montecamplo. Questo primo nucleo antico si trovava principalmente nella località Minerva, che però venne distrutta dal passaggio di Alarico I. A questo punto gli abitanti dell’insediamento, in fuga, fondarono il centro di Castanea intorno al 550, che cominciò a ingrandirsi e ad essere fortificato per resistere anche alle scorribande dei Saraceni. La città cambiò poi nome dopo aver attirato altre popolazioni che avevano bisogno di protezione dalle zone vicine, diventando Castellum Unitum e poi Castellanetum.

La città divenne diocesi dopo essere stata conquistata dei Normanni, poi passò agli Aragonesi e infine agli Angioini. Un episodio importante e ricordato in città è quello del Sacco di Castellaneta (che dà nome a diverse vie e vicoli della città), quando nel 1503 i cittadini riuscirono a respingere le truppe francesi del duca di Nemours, tanto che il re Ferdinando il Cattolico attribuì il titolo di “Fidelissima Civitas” a Castellaneta. In seguito la città venne ceduta ai fiamminghi e nei secoli fu feudo di diversi signori e famiglie nobiliari, come il marchese di Assigliano, Carlo de Mari, che divenne principe e governò fino al 1806, quando venne abolito il feudalesimo da Gioacchino Murat.

Dopo essere entrata a far parte del Regno d’Italia, Castellaneta attraversò un periodo difficile soprattutto per il fenomeno del brigantaggio, con figure diventate storiche come Antonio Locaso detto “il Crapariello”.

L’economia di Castellaneta, oggi, si basa soprattutto sull’agricoltura e sui prodotti enogastronomici, con la coltivazione di uva da tavola, clementine del Golfo di Taranto e vari tipi di frutta; molto presente anche la coltivazione delle olive, che vengono utilizzate per produrre l’Olio Terre Tarentine. Altri settori sono quello della produzione del grano duro, soprattuto nella parte murgiana del territorio, quello dei mandorli e quello del foraggio. Recentemente si è molto sviluppato anche il turismo, in particolare grazie all’offerta di turismo balneare di Castellaneta Marina, con lidi privati, alberghi e villaggi turistici, oltre a due parchi divertimento (Felifonte e Felisia) e varie discoteche.

Tra gli eventi più popolari di Castellaneta sono da ricordare l’agostana Sagra da far'nèdd' e dei sapori di Puglia, dove vengono presentati diversi prodotti tipici come le friselle con l’olio extravergine, le orecchiette, le mozzarelle e soprattutto la far’nèdd, cioè la farina ricavata, come da tradizione, macinando insieme orzo e ceci. A Rodolfo Valentino è dedicato l’omonimo premio che si tiene ogni anno ai primi di maggio, e sempre il cinema è di scena a luglio con il Castellaneta Film Fest, che si concentra soprattutto al cortometraggio d’autore. Come in altre zone della Puglia e più in generale del Sud Italia hanno un notevole rilievo i riti della Settimana Santa, con tanto di visita dei sepolcri, processione dei Misteri e processione del Cristo Morto.

La personalità più importante che abbia legato la sua vicenda biografica a Castellaneta è sicuramente la più grande stella del cinema muto, vero sex symbol destinato a diventare leggenda e a segnare un’era nella storia della settima arte: Rodolfo Valentino, che nacque a Castellaneta da padre italiano e madre francse nel 1895. Sempre a Castellaneta frequentò le scuole elementari, per poi trasferirsi a Taranto e, da qui, a Parigi per emigrare infine in America, dove fece fortuna e divenne una stella di prima grandezza con film come Non desiderare la donna altrui, I 4 Cavalieri dell'apocalisse, Sangue e Arena, Cobra, Lo sceicco ed Il figlio dello sceicco. A Castellaneta Rodolfo Valentino è celebrato con il museo che porta il suo nome, la casa natale e il monumento a lui dedicato, oltre a varie manifestazioni e premi in suo onore.

Prefisso:
099
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
castellanetani
Patrono:
San Nicola di Bari
Giorno Festivo:
02 dicembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0050047

Valutazione generale

6
Ottimo
3
Bassa
2
Buona

Chi c'è stato

Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Intrattenimento
convenienza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Trasporti
Sicurezza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,008009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Castellaneta

Conosci Castellaneta? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Voto complessivo 8
Guida generale : Ogni anno vado a Castellaneta dove ho la casa nel paese vecchio, è ospitale, economicissima, prezzi bassi e alimenti freschi naturali e buonissimi! Il mare è splendido e il clima è perfetto per delle vacanze estive ma anche invernali! Consigliata,... vedi tutto soprattutto anche perchè vicino a località importanti da vedere come i trulli di Alberobello i sassi di Matera e tanto altro!
leonardo
Voto complessivo 10
Guida generale : Bellissima cittadina pugliese, meravigliosa dal fascino unica nel suo genere, situata su territorio collinare con ambiente sano, conserva ancora un equilibrio naturale eccellente ancora incontaminato, inoltre è ricca ricca di storia cultura e arte,enogastronomia eccellente di primissima qualità con prezzi... vedi tutto bassissimi. Cos'altro dire un luogo dove vale la pena viverci.
Da non perdere cattedrale
Voto complessivo 9
Guida generale : A Castellaneta Marina si sta meravigliosamente bene nei mesi di Giugno e Luglio, in Agosto un po meno. Alloggiare presso l'Hotel Villa Giusy. Ambiente elegante con annesso ristorante nel quale si mangia divinamente con prezzi modici. Provare per credere. Nelle... vedi tutto vicinanze da visitare Castellana Grotte e Alberobello.
Giorgio
Voto complessivo 4
Guida generale : La cittá non offre nulla! La chiamano cittá del mito perchè è la cittá natale di R. Valentino e ogni locale prende il suo nome. Lo stesso attore, una volta andato via non è più tornato. I costi sono molto... vedi tutto elevati per un paese che offre così poco. La breve distanza con Taranto non assicura un'aria pura e genuina...
carmine nigro
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : La spiaggia è perfetta per i bambini e per i grandi ci si possono fare migliaia di giochi sia sulla riva che in acqua eè difficile che si perda il controllo perche tutta la zona e ben gestita, inoltre ci... vedi tutto sono parchi divertimento discoteche ma sopratutto fidatevi si mangia da dio cose mediterranee a poco prezzo.
Da non perdere Alberobello
Vita Eramo
Livello 1     0 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Ridente cittadina che si affaccia sul golfo di Taranto. Aria sana e cibo genuino. Gente cordiale. Non perdete la visita al centro storico e la magnifica cattedrale e le gravine. Castellaneta Marina offre uno splendido litorale con spiagge sabbiose e... vedi tutto mare pulito
enzo da torino
Voto complessivo 10
Guida generale : Da visitare. Vasco Rossi è rimasto colpito dal mare e la bellezza, io parlo da buon tarantino che vive al nord e dopo quello che sta succedendo all'Ilva è un angolo in una foresta bruciata che ci rimane.
Annunziata
Voto complessivo 4
Guida generale : Le Gravine della Puglia e della Basilicata possono essere inerite nella Lista e riconosciute Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.
Da non perdere Gravina di Pugliaa , Gravina di Botromagno , Gravine della Basilicata
vita sanseverino
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : La spiaggia e il mare sono bellissimi! Il clima è splendido!!! L'accoglienza ancora poco professionale ma spero nel futuro. Vita
Gioia Infinita
Livello 58     8 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Ad Agosto imperdibile la Sagra che avvolge tutte le vie del borgo storico. È come fare un salto nel passato, assaggiando specialità locali buonissime. Non perdetevi la Gravina: uno spettacolo che non troverete altrove!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0220214
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0460431
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070063
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Castellaneta

HotelSearch-GetPartialView = 0,0090085
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010017

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Mete per la famiglia
Enogastronomia
Arte e cultura
Avventura
Giovani e single
Shopping
Sport
Verde e natura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0030021
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0220218
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009

Meteo Castellaneta

Sereno
27 °
Min 24° Max 3471°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0160149
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020034
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004