×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Castelfiorentino  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050047
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Castelfiorentino

Superfice:
66 km2
Altitudine:
50 m
Abitanti:
17959 [2010-12-31]
Introduzione

Conosciuto dagli abitanti del luogo soprattutto come “Castello”, Castelfiorentino si trova in una delle più suggestive zone della Toscana: la Val d’Elsa, in zona di fondovalle ma con alcune frazioni e località che si trovano anche sulle colline limitrofe.

Tra i centri minori che fanno capo a Castelfiorentino ci sono Cambiano, Castelnuovo d'Elsa, Coiano, Dogana, Fontanella (in parte), Granaiolo, Malacoda, Petrazzi; il territorio confina con i comuni di San Miniato, Certaldo, Empoli, Montespertoli.

Castelfiorentino nasce come Castelvecchio, un castello fortificato sull’itinerario che dal centro Europa conduceva fino a Roma i pellegrini, ossia la Via Francigena. La cinta di mura che circondava la Pieve di Sant’Ippolito, Borgo d’Elsa e Borgo Nuovo aveva diverse porte, i resti delle quali possono ancora vedersi nel centro storico.

Castelfiorentino appartenne ai Cadolingi e poi ai Conti Alberti, fino a diventare, dopo alterne vicende, avamposto di Firenze da cui ottenne la sede del podestà. Fu proprio a Castelfiorentino che venne firmata la pace, nel 1260, tra i guelfi e i ghibellini, in seguito a una delle più importanti battaglie dell’epoca, quella di Montaperti. Il borgo fortificato seguì poi la Val d’Elsa negli anni difficili dopo i disordini che portarono alla discesa di Carlo V in Italia e legate al ruolo dei Medici a Firenze, cacciati e poi ritornati.

Tradizionalmente centro di grande importanza strategica, Castelfiorentino vide perdere a poco a poco la sua posizione di rilievo e anche la sua autonomia amministrativa (dipendeva infatti dal vicariato di Certaldo). Un nuovo momento di crescita si ebbe con il Granducato di Lorena, quando divenne Cancelleria e Podesteria. Una curiosità: proprio a Castelfiorentino, in località Monte Maggiore, è stato scoperto nel 1998 quello che viene considerato il fossile più completo di una balena mai trovato in Europa.

Oggi Castelfiorentino ha superato in parte la sua dipendenza da una fiorente agricoltura, facilitata anche dalla felice posizione da un punto di vista viario; con l’Età dei Lumi qui hanno cominciato a essere prodotti pannilani e veniva estratta la pietra da gesso. Nel Novecento si sono poi diffuse le prime piccole industrie, in particolare nei settori delle calzature, della metalmeccanica, del mobilio, dei materiali da costruzione e dell’abbigliamento.

Tra le manifestazioni folcloristiche più importanti, quella maggiormente significativa è il Palio di Castelfiorentino, che non si basa su corse di cavalli, come quello di Siena, ma su competizioni sportive. Ha luogo in un fine settimana di giugno, per una serie di eventi dedicati alla sfilata dei carri, alla staffetta, al tiro alla fune, alla palla avvelenata, a ruzzola la balla e così via, con le contrade (Borgo, Cambiano, Dogana, Ferruzzino, Membrino, Petrazzi, Praticelli, Puppino, Santa Verdiana - Bastione) che si sfidano tra di loro.

Il piatto tipico più noto è sicuramente la trippa di Castelfiorentino, ma qui si possono trovare, nei tanti ristoranti e nelle trattorie, tutti i più deliziosi prodotti della Val d’Elsa e di tutta la Toscana. Tra i personaggi che hanno legato il loro nome a Castelfiorentino c’è sicuramente Santa Verdiana, che qui nacque intorno al 1180.

Membro della famiglia nobile degli Attivanti, fu economa presso un parente commerciante ma fin da giovanissima aveva dimostrato la sua devozione, tanto che cominciò a sottrarre il cibo dei magazzini per donarlo ai poveri. Dopo i pellegrinaggi a Santiago di Compostela e a Roma, si ritirò in una celletta nei pressi dell’Oratorio di Sant’Antonio, in riva all’Elsa; qui oggi sorge il Santuario di Santa Verdiana, il monumento ecclesiastico più importante di Castelfiorentino, e il museo.

Santa Verdiana rimase qui per 34 anni in eremitaggio, ricevendo il poco cibo e i sacramenti attraverso una fessura, e poté conoscere anche San Francesco nel 1221; il santo di Assisi la ammise al Terz’Ordine Francescano. Santa Verdiana è oggetto di una viva devozione a Castelfiorentino così come in tutta la Toscana, ed è la patrona della cittadina.

L’altra festa di grande importanza a Castelfiorentino, oltre al Palio, è proprio il giorno della sua morte, il 1 febbraio, quando viene ricordata da tutta la popolazione. Durante la Festa di Santa Verdiana (che si ripete anche il lunedì dopo Pentecoste) per le vie del paese si tiene una grande processione, occasione anche per assaggiare i prodotti tipici delle locali aziende agricole.

Prefisso:
0571
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
castellani
Patrono:
Santa Verdiana
Giorno Festivo:
1
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

3
Media
2
Bassa
2
Buona
1
Ottimo

Chi c'è stato

Tutti
3
Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Alloggio
Accessibilità
Servizi ai turisti
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
Attrattive
attività
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Castelfiorentino

Conosci Castelfiorentino? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Lucia
Voto complessivo 10
Guida generale : Castelfiorentino racchiude opere d'arte di inestimabile valore ed un paesaggio e dintorni meravigliosi ricchi di storia. È ottima base per gite a Firenze e Siena collegate con treni diretti.E' consigliabile un ottima guida per visitare tutti i dintorni e conoscere... vedi tutto luoghi bellissimi ma non sempre perfettamente conosciuti. Per i golosi le ottime pasticcerie sono sicuramente da visitare.
Da non perdere Chiesa e museo di S.Verdiana
massimo
Voto complessivo 6
Guida generale : La cittadina non è attraente, la città vecchia, più che "antica" o storica. Mi son pentito di esserci stato anche per qualche ora.
Voto complessivo 3
Guida generale : non ci sono particolari attrattive
Voto complessivo 8
Guida generale : Castelfiorentino è un bel paesino della Toscana... multietnico
Enrico Poli
Voto complessivo 4
Guida generale : Borgo toscano posizionato ottimamente per visitare il cuore della regione
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0180175

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0010008
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0610585
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Castelfiorentino

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0010013

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Castelfiorentino

Sereno
28 °
Min 163° Max 3111°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0