×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Barano d'Ischia: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040052
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030012

Barano d’Ischia si trova sull’omonima isola dell’arcipelago flegreo, nel Golfo di Napoli: è distante dalla città circa 18 miglia marine. L’isola di Ischia è in realtà la parte sommitale di un grande vulcano sottomarino (il monte Epomeo) sprofondato negli ultimi 100.000 anni. Barano è vicina al cratere dell’Arso, dove tra il 1301 e il 1302 c’è stata l’ultima eruzione di Ischia, con una colata giunta fino al mare. Il territorio di Barano è prevalentemente collinare e la zona è ricca sia di acque curative che di cave, formatesi da diverse frane del terreno.

Il clima di Ischia è tipicamente mediterraneo, ma la presenza del Monte Epomeo, unita alla particolare conformazione dell’isola vulcanica, a cono, porta spesso cambiamenti climatici anche piuttosto repentini. I venti che soffiano da queste parti variano molto con le diverse stagioni: in inverno il libeccio, il ponente-libeccio e lo scirocco, invece in estate e in primavera il grecale e la tramontana.

Storicamente, l’sola di Ischia era abitata fin dal Neolitico, ma i primi abitanti furono i Greci, che proprio a Barano, presso la fonte di Nitrodi, avevano eretto un ninfeo, messo sotto la protezione delle ninfe e di Apollo. Nel sito di Nitrodi sono stati ritrovati diversi reperti che oggi sono custoditi presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, tra cui bellissimi bassorilievi, monete risalenti all’Impero romano, utensili e iscrizioni marmoree. Il nome “Barano” si trova per la prima volta in una lapide risalente alla seconda metà del Trecento, che ricorda alcune opere del vescovo Bartolomeo Bussolaro. Il significato del nome “Barano” per alcuni è “luogo delizioso”, per altro “blaneum”, per altri ancora deriva da “podere di Vario”. Dopo i Greci e i Romani, che già conoscevano e apprezzavano – oltre all’amenità del luogo – anche le qualità delle acque di Barano d’Ischia, fu il periodo dei saccheggi e delle scorribande per tutta l’isola, in primo Visigoti e Vandali, per poi essere conquistata dai Bizantini e infine, dopo l’invasione longobarda, entrare a far parte del ducato di Napoli. I secoli tra il IX e il X sono di scorrerie da parte di pirati e di saraceni; poi il dominio di Ischia fu in mano dei Normanni, degli Svevi, degli Angioini, degli Aragonesi. Nel 1862 Barano decise di chiamarsi Barano d’Ischia, e oggi fanno parte del comune diverse località come Vatoliere, Piedimonte, Fiaiano, Testaccio, Maronti, Buonopane.

Tra gli eventi più importanti di Barano d’Ischia ci sono le feste, prima di tutto quella del patrono di Testaccio, San Giorgio Martire. La festa si tiene il 23 aprile, preceduto dalla novena con processioni e fiaccolate. L’immagine di San Giovanni, il sabato prima della festa, viene portata alla spiaggia dei Maronti per la benedizione della stessa spiaggia e del mare. Questo è in ricordo dei tempi passati, secoli fa, quando i saraceni continuavano a minacciare e a saccheggiare l’isola e si invocava proprio San Giorgio Martire affinché la proteggesse dalle scorrerie dei pirati. Secondo un’antica leggenda, durante uno di questi attacchi le preghiere al santo fecero sì che i nemici venissero trasformati in tanti filari di viti.

Un’altra festa importante è quella di San Giovanni Battista, che è anche l’occasione migliore per ammirare la tipica danza della ‘Ndrezzata e la Mascarata. La ‘Ndrezzata, caratteristica soprattutto della frazione di Buonopane, vede i danzatori simulare una complicata battaglia tra di loro, tenendo in ciascuna mano due mazze e battendole le une contro le altre: si tratta di una tradizione sentita e di una danza estremamente difficile, soprattutto per il suo ritmo indiavolato che fa rischiare addirittura infortuni a chi non è abbastanza esperto. La ‘Ndrezzata viene anche eseguita nel lunedì dell’Angelo e in altre occasioni.

Prefisso:
081
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
baranesi
Patrono:
San Rocco
Giorno Festivo:
16 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0140132
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013

Recensioni Barano d'Ischia

silvia
Voto complessivo 7
Guida generale : Assolutamente da visitare: stupenda località di mare, presenza di località termali, molte possibilità di divertimento e ampi itinerari turistici da visitare che la rendono fantastica.
Da non perdere Baia termale di Sorgeto
Emanuela Martone
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Ischia in generale è un'isola stupenda, potrebbe migliorare i trasporti e magari essere anche un pò accessibile a livello economico ma sicuramente vale la pena di visitarla.
Da non perdere Baia termale di Sorgeto
stefano
Voto complessivo 10
Guida generale : Vista mare splendidi. Cibo superlativo. Piscine termali e fonti e fanghi naturali accanto al mare. Il massimo.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,012011

Destinazioni vicine a Barano d'Ischia

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0550529
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Barano d'Ischia

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0210204
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009

Meteo Barano d'Ischia

Coperto
12 °
Min 134° Max 1424°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0170161
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0