×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cosa visitare a Udine  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Panoramica per visitare Udine al meglio

Situata in una zona pianeggiante a ridosso della fascia pedemontana, con i suoi numerosi monumenti e palazzi risalenti ad epoche differenti, Udine, gode del titolo di uno tra i più importanti luoghi di interesse turistico ed artistico d’Italia.

Il comune del Friuli Venezia Giulia è caratterizzato dalla presenza del colle e del Castello di costruzione cinquecentesca, che con la sua mole domina il panorama cittadino. Un tempo sede del patriarca di Aquileia, l’imponente costruzione è considerata ancora oggi il simbolo della città e dell’intero Friuli. Il Castello, sede museale dal 1906 ospita al piano terra la collezione museale del Museo del Risorgimento e del Museo Archeologico.

Lungo tutto il piano nobile si snoda il percorso della Galleria d’Arte Antica con opere d’arte dal Trecento e dall’Ottocento tra cui figurano dipinti di Carpaccio, Caravaggio e Tiepolo. Al terzo piano è possibile invece ammirare il Museo della Fotografia con immagini ottocentesche e novecentesche dei maggiori fotografi operanti in Friuli come Pignat, Bujatti e Brisighelli. Inoltre presso il Castello vi sono due importanti servizi culturali aperti al pubblico: la Biblioteca d’Arte con oltre 45.000 volumi e circa 350 periodici e la Fototeca che conserva più di 180.000 immagini di fotografie, negativi e lastre originali.

Udine è nota come la “città del Tiepolo”, nel Palazzo Patriarcale ha sede infatti il Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo che custodisce molti capolavori dell’artista settecentesco che decorò il soffitto dello Scalone d’onore, la Galleria degli ospiti e la Sala rossa per volere dell’allora patriarca Dionisio Dolfin. Altri straordinari affreschi ornano la Cappella del Sacramento nel Duomo, due dipinti in Palazzo Caiselli, e la decorazione della Chiesa della Purità, con la collaborazione del figlio Giandomenico.

Appena entrati in città, dal lato sud-est del colle del castello, lasciatevi incantare dal centro storico, i cui eleganti palazzi in stile gotico-veneziano testimoniano il secolare legame con la Serenissima. Ad attirare subito l’attenzione all’interno dell’antico nucleo urbano è Piazza Libertà, definita “la più bella piazza veneziana sulla terraferma”, formata dal fronteggiarsi della Loggia di San Giovanni e la Loggia del Lionello, splendido esempio di gotico veneziano quattrocentesco con i suoi corsi alternati di pietra bianca e rosa, sull’angolo destro, verso via Mercatovecchio, si trova la Madonna con Bambino di Bartolomeo Bon. Allo scoccare di ogni ora ponetevi al di sotto della Torre dell’Orologio inglobata nella Loggia di San Giovanni ed edificata nella prima metà del XVI secolo. Replica quasi fedele dell’omonima torre in Piazza San Marco a Venezia, i due Mori sopra l’orologio, si muoveranno per voi battendo le ore.

Alle spalle della loggia ecco spuntare il Palazzo Comunale progettato dall’architetto Raimondo D’Aronco nei primi anni del Novecento. Merita sicuramente una visita il mastodontico e sorprendente Duomo - Cattedrale di Santa Maria Maggiore, eretto nel 1236 per volere del patriarca Bertoldo di Andechs-Merania.

Da piazza Libertà si snodano due piacevoli viali porticati: verso sud via Vittorio Veneto, che rasenta la fabbrica del Duomo, e verso nord via Mercatovecchio. Praticamente adiacente vi è Piazza San Giacomo con i suoi molti nomi: “Mercatonuovo”, “Piazza delle Erbe”, e un tempo “Piazza della sedia” (per via della presenza di un’enorme sedia in legno che ricordava il triangolo della sedia, distretto industriale collocato nel cuore del Friuli-Venezia Giulia) da secoli il centro commerciale della città e l’angolo più bello di Udine.

Vicino allo Stadio Friuli c’è questo immenso parco, con un cinema paradiso all’aperto dove ci si dà appuntamento per correre, andare in bici e organizzare piacevoli pic-nic. Il verde poi c’è anche in centro, e Udine è ai primi posti a livello italiano in quanto a superficie di verde “fruibile” (cioè aree verdi attrezzate, i parchi naturali, i giardini storici, i giardini scolastici e i centri sportivi) con parchetti bellissimi e semi sconosciuti come i giardini del Torso o il Parco del Cormor.

Per quanto riguarda gli edifici religiosi, degna di nota è la Chiesa della Beata Vergine del Carmine, costruita dai frati Carmelitani agli inizi del Cinquecento, ma trasformata nel Settecento: l’interno conserva importanti testimonianze del Seicento ed il Sarcofago del Beato Odorico da Pordenone, eseguito da De Santi e dai suoi aiuti tra il 1331 e il 1332.

Usciti dalla chiesa si percorrono le belle vie Aquileia e Vittorio Veneto, lungo le quali notiamo molte interessanti costruzioni quali la Casa d’Orlandi, già Manin di Varmo, la Casa Morelli de’ Rossi, la Casa Lovaria-Asquini ed il Palazzo Strassoldo-Manin. Chi si trova nel centro città non può mancare una visita alla Basilica Santuario della Madonna delle Grazie, con l’annesso convento di architettura cinquecentesca, un punto di riferimento per la devozione mariana. Ad essa è legata una curiosa storia: nel 1510, a Carnevale, un giovane si mascherò da diavolo indossando un’armatura, e schernì la Madonna delle Grazie; una volta giunto a casa, non riuscì a sfilarsi più il costume. Disperato, tornò davanti alla Basilica chiedendo perdono in ginocchio alla Madonna ed immediatamente riuscì a togliersi il pesante fardello lasciandolo poi in dono quale monito ai non credenti.

Dedicarsi allo shopping a Udine significa girare sotto gli antichi porticati, tra le affascinanti vie del centro, da Mercatovecchio in poi. Qui si può scegliere se fermarsi negli eleganti negozi o nelle antiche botteghe d’artigianato (l’arte orafa riprende gli stilemi longobardi), o perché no, in entrambi. Per un souvenir spiritoso, in via delle pelliccerie ci sono botteghe che vendono graziosi piatti decorati con frasi in friulano; rimanendo sempre a tavola, a due passi ci sono diversi negozi di alimentari dove trovare formaggi tipici come Asìno, Formadi Frant, e altri. Diverse anche le enoteche o le osterie dove poter scegliere tra “i magnifici del Friuli” dieci DOC, quattro DOCG, un livello qualitativo altissimo; il Friuli è celebre e apprezzato per i suoi grandi vini bianchi, ma capace di produrre anche rossi di indiscussa qualità.

Udine è anche una meta rinomata a livello culinario: le vie principali (Piazza Libertà, Mercatovecchio, Vie Mercerie) sono piene di caffè, osterie e trattorie storiche, che uniscono piatti tipicamente triestini con quelli giuliani, ricchi di contaminazioni provenienti da diverse parti del mondo, una cucina che spazia dai piatti di mare a quelli di carne. Per un gustoso aperitivo con un buon bicchiere di vino, è consigliata il “liston”, la più classica delle passeggiate che tutti gli udinesi da sempre fanno, in quella che fin dal Seicento è sede di locali in cui mangiare e bere, a due passi dalla Loggia del Lionello e del Castello. Diversi caffé offrono anche la possibilità di assistere a mostre, reading letterari o di poesia popolare, o ascoltare jazz d’autore.

Per il divertimento e lo svago Udine offre un ricco calendario teatrale (Teatro Nuovo Giovanni da Udine) e diverse location che possono soddisfare ogni esigenza. I patiti del ballo possono scegliere uno dei locali che il fine settimana propongono dj-set, gruppi live e feste a tema, o muoversi verso una delle discoteche site in Lignano. Per gli amanti dell’house music c’è il Tiodisco di San Vito al Tagliamento.

Da Udine potete decidere di visitare il variegato territorio del Friuli Venezia Giulia, dal Friuli Collinare con i suoi suggestivi castelli e la cittadina di San Daniele (patria dell’inimitabile prosciutto), passando per i colli orientali, terra di vini DOCG (come il Ramandolo e il Picolit), di castelli (ad Attimis e Faedis), di ville liberty (a Tarcento), del distretto industriale della sedia (Manzano); e infine le Prealpi, Gemona e Venzone con il loro fascino medievale. Inoltre è possibile raggiungere in circa un’ora di autostrada Trieste (capoluogo del Friuli, che permette di passare dal lungomare balneare, all’aperta campagna, ed ai bellissimi paesi del Carso) o altre mete interessanti, come Gorizia (affascinante terra di confine che ospita uno dei più importanti musei dedicati alla prima guerra mondiale), Grado, Palmanova (la città-fortezza a nove punte), Aquileia (con i suoi straordinari reperti romani e paleocristiani) e Tarvisio (per gli amanti della montagna).

Udine è facilmente visitabile a piedi
, ma se ci si vuole muovere per qualche chilometro, gli autobus fanno servizio regolare dalle 5.00 circa alle 22.30. L’azienda che gestisce il servizio pubblico è la “Autoservizi Saf ”. A questa azienda è affidata anche la gestione del trasporto provinciale, ciò fa si che vi sia un’integrazione tra il capoluogo e i centri più importanti della provincia.

Per i giovani particolarmente interessanti sono gli ottimi collegamenti con Lignano e Bibbione e le loro spiagge d’estate e Tarvisio con le sue piste, d’inverno. Raggiungere il piccolo Comune friulano è molto semplice ed è possibile farlo in diversi modi: in auto; A4 Venezia-Trieste (uscita Udine sud), A23 Udine-Tarvisio (uscita Udine nord). In treno si arriva alla Stazione Ferroviaria di Udine (a quindici minuti d’auto dal quartiere fieristico udinese), che si trova in viale Europa Unita, a poca distanza dal centro storico.

La bella Venezia (stazione di Mestre) è collegata ogni ora con treni Intercity ed Eurocity con le principali città italiane ed europee. Distanze da aeroporti internazionali: “Ronchi dei Legionari” (Trieste) 40 km, Tessera (Venezia) 130 km, Brnik (Ljubljana) 147 km. Udine è raggiungibile anche con un servizio di autobus che collegano la città (stazione ferroviaria) alle località turistiche della provincia.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156258

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
78 risultati filtrati per:
Rank 1# di 78
Rank 3# di 78
11 Voti
Rank 5# di 78
Rank 7# di 78
Rank 8# di 78
5 Voti
Rank 9# di 78
Rank 10# di 78
Rank 12# di 78
Rank 14# di 78
2 Voti
Rank 15# di 78
Rank 16# di 78
1 Voto
Image not found
Rank 17# di 78

BIBLIOTECA CIVICA VINCENZO JOPPI

1 Voto
Indirizzo: 8, P. GUGLIELMO MARCONI
Telefono: 0432271583
Image not found
Rank 18# di 78

Soprintendenza Per I Beni Architettonici Ed Il Pae

1 Voto
Indirizzo: 20, Via Zanon Antonio
Telefono: 0432510266
Image not found
Rank 19# di 78

LA ROSA DEI VENTI DI DANIELLA CRESTANA

1 Voto
Indirizzo: 9/A, V. PORTANUOVA
Telefono: 0432505030
Image not found
Rank 20# di 78

INDOVINA DR. GIORGIO

1 Voto
Indirizzo: 38, V. FORNI DI SOTTO
Telefono: 0432478648
Rank 22# di 78
1 Voto
Rank 23# di 78
Rank 24# di 78
1 Voto
Image not found
Rank 25# di 78

ESTETICA ELENA

Indirizzo: 28, V. VALUSSI
Telefono: 0432231188
AttractionList-GetPartialView = 0,1722612

Conosci Udine? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0156262
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,031253

Cosa vedere vicino a Udine

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0625046
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,0156263
AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Udine

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156267
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Udine
GuideList-GetPartialView = 0

La valigia della settimana dal 22-11 al 28-11

WeatherInfoSuggestedClothing-GetPartialView = 0,0156263
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0